A Campi Bisenzio l’incontro internazionale per la strategia Rifiuti Zero

A Campi Bisenzio l’incontro internazionale per la strategia Rifiuti Zero

Il 27, 28 e 29 ottobre prossimi la Piana fiorentina sarà la capitale mondiale dello Zero Waste. A Villa Montalvo, a Campi Bisenzio, si riuniranno infatti i sindaci dei 269 comuni italiani che hanno adottato la strategia Rifiuti Zero – che rappresentano oltre 6 milioni di abitanti – ma anche delegazioni dagli Stati Uniti (da San Francisco), dalla Francia (dipartimento Gironda) e dal Belgio.

La scelta di questo territorio non è casuale: è in quest’area che si sta svolgendo, probabilmente, il braccio di ferro sulla centralità degli inceneritori e i sostenitori dei Rifiuti Zero.

“A chi dice che continua a non vedere le alternative all’inceneritore si mostrerà al contrario che già centinaia di comuni in Italia e nel mondo le vedono, con gran successo per la salute dei cittadini, dell’ambiente, dell’economia locale e di quella circolare, creando posti di lavoro e puntando nei porta a porta, nei centri di riparazione riuso, nei distretti per il recupero di metalli preziosi dai RAEE-Rifiuti Elettrici ed Elettronici, nei centri di compostaggio”, afferma Rossano Ercolini, presidente di Zero Waste Europe e Italy.

Il programma prevede la presenza di numerosi sindaci, già oltre 60 tra i quali la sindaca di Roma, il vicesindaco di Napoli, il sindaco di Carrara, e quelli di Livorno, Parma, Capannori, Viareggio, Sesto Fiorentino e Campi Bisenzio.

Saranno presenti inoltre molte delegazioni di attivisti da tutta Italia, di associazioni di volontariato (ANPAS nazionale co-promuove l’iniziativa), di realtà economiche come quelle ruotanti intorno al Progetto “Life Ecopulplast” della piana di Lucca sostenuto da importanti gruppi industriali oltre che da Zero Waste Europe.

E poi il gotha dello Zero Waste International con Paul Connett, Rick Anthony, Ruth Abbe, presidente di Zero Waste USA e Jack Macy del Comune di San Francisco.

Questo “incontro globale”  è promosso anche dalle “Mamme No Inceneritore” che, tra l’altro, presenteranno il Progetto “Che aria tira” centrato sul progetto di monitoraggio, autofinanziato dal basso, della qualità dell’aria.

“L’evento – sottolinea Ercolini – rappresenta infine un atto di vicinanza verso la comunità di Sesto Fiorentino, impegnata a contrastare la realizzazione dell’inceneritore di Case Passerini, per intraprendere il percorso verso Rifiuti Zero ben supportata dall’esempio e dall’esperienza di tanti altri comuni a livello toscano, nazionale ed internazionale”.

Per conoscere il programma clicca QUI

L'articolo A Campi Bisenzio l’incontro internazionale per la strategia Rifiuti Zero proviene da www.controradio.it.

FIRENZE ROCKS, ‘NO INCENERITORE’: “RACCOLTA RIFIUTI MOLTO POCO ROCK”

Firenze Rock

“Gli eventi del Firenze Rock hanno raggiunto lo 0% di raccolta differenziata” denuncia il comitato ‘Mamme No Inceneritore’. “Alia e il Comune hanno gestito rifiuti in maniera superficiale e dilettantistica.”

Grandi eventi in questi 3 giorni ‘rock’ con band e artisti riuniti al Visarno Arena delle Cascine. Eventi che hanno visto l’affluenza di circa 150.000 presenze che, inevitabilmente, hanno prodotto una grande quantità di rifiuti di ogni genere. E’ quanto documenta e denuncia il movimento ‘Mamme No Inceneritore’ in un comunicato: “in questa Firenze Rock abbiamo assistito ad alcune note stonate! La gestione dei rifiuti è stata gestita in maniera superficiale e dilettantistica, dentro e fuori dalla Visarno Arena.”

Firenze Rock

Per il movimento “tonnellate di bicchieri di plastica, bottigliette di plastica, lattine di alluminio e anche tante bottiglie di vetro (ma non erano bandite?) hanno riempito la Visarno Arena e tutto il Parco Delle Cascine Firenze.” Una situazione aggravata dal fatto che “i contenitori per i rifiuti all’interno dell’area concerti erano pochi e assolutamente inadeguati, fuori invece non era stato installato nessun cassonetto, cestino o contenitore di alcun tipo aggiuntivo. Tutti questi rifiuti venivano poi mescolati insieme: carta, umido, plastica e vetro per essere gettati nei camioncini e in seguito in grandi appositi container.” Una situazione esplosiva in cui i mezzi di Alia, denuncia il  movimento “sono passati, 12 ore dopo la fine dell’ultimo concerto, a raccogliere tutti i rifiuti per buttarli tutti insieme” laddove “l’Expo di Milano 2015 ha ha raggiunto il 70% di raccolta differenziata!”

Firenze Rock

“In prossimità degli ingressi” continua “si è addirittura assistito all’arrivo di tanti venditori abusivi con catini pieni di ghiaccio e bottiglie di birra in vetro, che vendevano assolutamente indisturbati alla luce del sole. I poliziotti sono intervenuti con qualche sequestro della merce solo a fine serata, mentre altri continuavano indisturbati a vendere”. La stessa organizzazione dei concerti sarebbe sotto la lente: “si raccomandava dagli schermi di bere molto per evitare la disidratazione, ma di fatto eri costretto a” procurarti almeno 15 euro di buoni non rimborsabili e non riutilizzabili nei 3 giorni (i cosiddetti token) invece di utilizzare una normale e gratuita autocisterna.”

Firenze Rocks

“E’ così che si pensa di raggiungere il 65%/70% di Raccolta differenziata che Alia (e il Comune) deve raggiungere per legge?” chiede il comunicato rivolgendosi al sindaco Nardella e alla società di raccolta Alia. “In Italia esistono società pubbliche, come Contarina S.p.A. che ha raggiunto l’85% differenziata su area di 554.000 abitanti, che nel gestire i rifiuti hanno già pensato anche agli eventi, e hanno trovato delle ottime soluzioni che addirittura fanno anche risparmiare in bolletta gli organizzatori” concludono.

The post FIRENZE ROCKS, ‘NO INCENERITORE': “RACCOLTA RIFIUTI MOLTO POCO ROCK” appeared first on Controradio.

ROCK CONTRO GLI ECO-MOSTRI DOMANI AL POLO SCIENTIFICO DI SESTO F.NO

unnamedE’ l’evento in programma per sabato 10 giugno dalle 18.30 ad ingresso libero al Polo scientifico di Sesto Fiorentino.  La non stop musicale è stata presentatadalle Mamme No Inceneritore e vedrà la partecipazione anche di Bobo Rondelli e un flash mob sulle note di Accident’a chi garba, il video virale contro l’inceneritore, parodia della canzone di Gabbani. Hashtag della serata #solomusicanellaria.

Rock contro gli Ecomostri – NO Inceneritori / NO Areoporto sarà una serata di musica per divertirsi, ballare e dire NO alle grandi opere nocive che vogliono devastare la piana fiorentina e SI alle tante alternative che esistono e funzionano!”, affermano gli organizzatori della maratona culturale (Collettivo di Scienze, Mamme No Inceneritore, Assemblea per la Piana contro le nocività, Comitato Campigiano No Aeroporto, Studenti Di Sinistra).
Tutto l’evento sarà rispettoso dell’ambiente e a rifiuti zero: cibi e bevande saranno serviti esclusivamente con stoviglie e bicchieri biodegradabili e compostabili al 100%; all’evento è possibile arrivare con i mezzi pubblici con la linea Ataf 28 e la linea 57; per l’occasione saranno attivate anche due corse di autobus speciali a fine concerto (una alle 00:45 e una alle 01:45).

Vista l’ordinanza comunale emessa dalla Città di Sesto Fiorentino è vietata la vendita di bevande in contenitori di vetro e alluminio. Sarà quindi anche vietato portarsi bottiglie di vetro o lattine.

Durante l’evento sarà presente un “Rock Media&Social Center”:
– diretta streaming video con telecamera fissa su Youtube (canale Mamme NO Inceneritore) e su Facebook (pagina Mamme NO Inceneritore);
– dirette video e interviste a artisti e spettatori sulla pagina Facebook delle Mamme NO Inceneritore;
– diretta web radio a cura di Quasiradio.it, la webradio della Piagge;
– copertura social con foto, post e tweet su tutti i canali social ufficiali (l’hashtag dell’evento sarà #solomusicanellaria).

Dalle 18:00 in poi oltre alla musica stand gastronomici, mercato contadino, artisti di strada, banchetti informativi dei vari comitati della Piana… e tanto divertimento per grandi e piccini dal pomeriggio fino a tarda notte! Tutti i fondi raccolti verranno utilizzati per continuare l’opposizione alle opere nocive e inutili: inceneritore e areoporto!

—[ IL PROGRAMMA MUSICALE ]—

Dalle ore 18:00 al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino (FI), in Via delle Idee numerosi gli artisti che si alterneranno sul palco per questa grande festa:

– I Matti delle Giuncaie
– BB&GG + il “Gabbani de noialtri”
– Alessandro Lanzoni
– Tolomei’s Brothers
– Quarto Podere
– Fantasia Pura Italiana
– Insetto Scoppiettante
– Etruschi From Lakota
– The Etrurians
– Ivanoska
– Diaframma
– e con la partecipazione di Bobo Rondelli

Info: https://www.facebook.com/events/282978775495611.

Niccolò Villiger delle Mamme No Inceneritore intervistato da Chiara Brilli

170608_VILLIGER BABBO NO INCENERITORE

The post ROCK CONTRO GLI ECO-MOSTRI DOMANI AL POLO SCIENTIFICO DI SESTO F.NO appeared first on Controradio.