Regionali, Lega: “Pd vuole modifica legge elettorale teme disfatta”

Regionali, Lega: “Pd vuole modifica legge elettorale teme disfatta”

Lo affermano gli esponenti della Lega, Manuel Vescovi ed Elisa Montemagni.

“In casa Pd è allarme rosso in vista delle elezioni regionali del 2020, considerata la disfatta subita dai Dem nell’ultima tornata elettorale amministrativa. Quindi, per scongiurare un’ulteriore e probabile debaclè a livello Toscana, ecco che Marras e compagni cominciano a scervellarsi per togliere ‘elegantemente’ l’opzione del ballottaggio dalla vigente legge regionale, votata nel 2014”. Lo affermano gli esponenti della Lega Manuel Vescovi (senatore e coordinatore toscano del Carroccio) ed Elisa Montemagni (capogruppo in Consiglio regionale).

“E’ proprio il caso di dire che ‘la paura, invece che 90, fa 2020’ – sottolineano in una nota Vescovi e Montemagni – ma vogliamo suggerire ai piddini di non impegnarsi troppo in alchimie legislative, perché, con l’aria che tira, siamo fermamente convinti che i toscani non abbiano più nessuna voglia di farsi ancora amministrare da politici che hanno ampiamente dimostrato la loro inaffidabilità e pochezza”. “Quindi – concludono – con l’attuale legge o con quella modificata, state sereni che vincerà il centrodestra, naturalmente con la Lega al top”.

L'articolo Regionali, Lega: “Pd vuole modifica legge elettorale teme disfatta” proviene da www.controradio.it.

Vescovi (Ln): impeachment? Dobbiamo riflettere

Vescovi (Ln): impeachment? Dobbiamo riflettere

“Penso che ci debba essere una riflessione: domani ne discuteremo, Matteo Salvini ci darà la strada, fino a ora ha fatto tutte le mosse in modo coerente a difesa dei cittadini”. Lo ha affermato Manuel Vescovi, senatore della Lega e segretario del partito in Toscana

Vescovi ha parlato  ai giornalisti che gli chiedevano se condividesse il procedimento di impeachment invocato dal M5s nei confronti del capo dello Stato. “Le nostre mosse parlamentari le decideremo domani – ha detto, a margine della celebrazione del Memorial Day al cimitero militare americano di Firenze – ci hanno convocato tutti a Roma per decidere che cosa fare. La situazione è veramente imbarazzante, però abbiamo una persona che ci sta guidando in modo straordinario che è Matteo Salvini”. Riguardo alla risalita dello spread, “penso che non ci sia solo una questione di economia – ha commentato Vescovi – c’è anche una volontà di un popolo e il popolo va prima dell’economia. Per quanto ci riguarda ci sono anche i valori da difendere, le nostre tradizioni. Va ricordato che l’Italia non è subordinata a nessuno”.

L'articolo Vescovi (Ln): impeachment? Dobbiamo riflettere proviene da www.controradio.it.

Carcere, Vescovi (Lega): pene alternative solo per reati finanziari

Carcere, Vescovi (Lega): pene alternative solo per reati finanziari

Il capogruppo Lega Nord in consiglio Regionale della Toscana, Manuel Vescovi, a proposito delle nuove disposizioni sulla detenzione in attesa di essere approvate dal Consiglio dei Ministri

“Non è il momento ci sono altre priorità e comunque il problema casomai è far scontare la pena” così il capogruppo legaNord in consiglio regionale della Toscana Manuel Vescovi in merito al progetto di riforma della detenzioni, al vaglio del Consiglio dei ministri. “Gli italiani hanno altre priorità, ci sono detenuti che guadagnano 1200 euro perché lavorano in carcere mentre fuori non c’è lavoro” dice Vescovi. Che sulle pene alternative al carcere ha le idee chiare: “sono utili, le riserverei ai reati finanziari”

L'articolo Carcere, Vescovi (Lega): pene alternative solo per reati finanziari proviene da www.controradio.it.

Mugnai (FI), candidato Siena M5S voleva fare sindaco con noi

Mugnai (FI), candidato Siena M5S voleva fare sindaco con noi

Stefano Mugnai, coordinatore di Forza Italia in Toscana, racconta che Leonardo Franci, candidato del M5s nel collegio di Siena per la Camera dei deputati, voleva candidarsi a sindaco di Montevarchi per il centrodestra nel 2016. Il segretario toscano di Lega Nord, Manuel Vescovi: “Ha parlato di economia con Borghi”.

“Leonardo Franci lo conosco, voleva candidarsi a sindaco di Montevarchi per il centrodestra nel 2016: riflettemmo bene, poi candidammo Silvia Chiassai e facemmo bene, perché abbiamo vinto”. Così Stefano Mugnai, coordinatore regionale di Forza Italia in Toscana, parla del candidato M5s nel collegio di Siena per la Camera dei deputati (contro il ministro Piercarlo Padoan e l’economista leghista Claudio Borghi). “Nella riflessione c’era anche il fatto che la volta prima aveva preso solo 14 preferenze, non un buon viatico per candidarsi a sindaco”, ha aggiunto Mugnai, valdarnese come Franci (uno proprio di Montevarchi, l’altro di Pergine Valdarno), ricordando che Franci si era candidato a consigliere comunale nella lista civica di centrodestra ‘Prima Montevarchi’ alle comunali del 2011 e prima ancora in un’altra civica di centrodestra nel 2009 a Bucine, riportando in quel caso 21 preferenze.
Franci risulta poi essere stato iscritto alla Lega nord nel 2017: lo conferma il segretario toscano Manuel Vescovi. Quest’ultimo spiega poi che “è venuto nei nostri uffici in Consiglio regionale, per partecipare all’attività del gruppo, portare delle idee. Ha incontrato anche Claudio Borghi, hanno parlato di economia”.

L'articolo Mugnai (FI), candidato Siena M5S voleva fare sindaco con noi proviene da www.controradio.it.