FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE

Forte belvedere a pagamento

Approvato in giunta un progetto esecutivo per adeguamenti strutturali del Forte per 280 mila euro. Tra questi il graduale spostamento archivi Biblioteca Nazionale.

Il Forte di Belvedere, attualmente di proprietà del demanio, sarà trasferito a breve al Comune di Firenze. Tra i cambiamenti che l’immobile subirà, è stato oggi approvato in giunta il progetto esecutivo degli adeguamenti e del restauro della palazzina medicea che prevede tra l’altro il graduale spostamento degli archivi della Biblioteca nazionale per rendere gli spazi più funzionali per le mostre. Oltre a questa delibera la giunta ha approvato altri progetti di manutenzione e restauro di musei e beni immobili per un totale di oltre un milione e 300 mila euro. Il progetto relativo al Forte di Belvedere ha un costo di 280 mila e prevede anche il restauro degli intonaci e degli elementi lapidei esterni, nonché adeguamenti interni.

Lo scorso 22 maggio proprio Forte Belvedere era tornato a pagamento attraverso l’ok del consiglio comunale che aveva approvato la delibera che prevedeva la ‘Forte di Belvedere card’ a 2 euro per tutti i residenti della città metropolitana che consentirà l’ingresso al Forte di Belvedere per tutto il periodo di Ytalia, in mostra fino al primo ottobre. La card è una tessera nominale che viene rilasciata a tutti i fiorentini insieme all’acquisto del primo biglietto e dà diritto all’ingresso gratuito al Forte per tutta la durata della mostra.Il sindaco Dario Nardella, si era espresso intervenendo in aula durante il dibattito sulla delibera, ricordando quel che la giunta ha fatto in questi anni “uno sforzo straordinario sulla cultura” e la fase di passaggio dal demanio avvenuto nella giornata di oggi “i costi gestionali sono destinati ad aumentare”, oltre a quelli già ingenti per la sicurezza del monumento.

The post FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE appeared first on Controradio.