Forza Nuova a Pisa: Filippeschi, “Passeggiata della sicurezza” provocazione inaccettabile

Forza Nuova a Pisa: Filippeschi, “Passeggiata della sicurezza” provocazione inaccettabile

Gelli (Pd): condannare ronde neofasciste.

“Le ronde di Forza Nuova e di altri gruppi dichiaratamente neofascisti sono da condannare con assoluta fermezza. Non è con questi metodi che si risolvono i problemi di sicurezza e degrado presenti all’interno delle nostre comunità”. Lo afferma in una nota il deputato di Pisa del Pd, Federico Gelli, commentando la “Passeggiata della sicurezza” effettuata ieri da una quarantina di militanti dell’estrema destra.
“Difendere le persone e i luoghi delle nostre città – sottolinea il parlamentare – è compito delle forze dell’ordine. Si scrive “Passeggiate per la sicurezza”, si legge “ronde”, evocando pagine buie della storia del nostro Paese. Faccio poi notare che questi soggetti sono gli stessi autori del blitz contro don Armando Zappolini, “colpevole” di essere un sacerdote
dell’inclusione e dell’apertura al mondo”.
“La “passeggiata per la sicurezza” di Forza nuova a Pisa è una provocazione inaccettabile. Sul piano del giudizio politico è facile dirlo ma trattandosi di un movimento che si dichiara apertamente neofascista e razzista credo che ci sia un profilo di legalità da valutare” e “ci siamo riservati di fare esposti alla Procura in caso di ipotesi di reato, e di collaborare all’iniziativa del presidente della Regione Enrico Rossi per un osservatorio su questo tipo di fenomeni che rientrano in ipotesi di promozione di movimenti neofascisti che sono esclusi dalle leggi. Questo per far sì che questo bubbone velenoso non si allarghi, e per far valere le leggi dello Stato”. Lo ha detto il sindaco di Pisa Marco Filippeschi ai microfoni di Radio Toscana.
“Sentiremo la Questura – ha aggiunto – se ha fatto dei rilievi su questa passeggiata o su questa ronda, come la si voglia chiamare. Io non sono per diminuire la gravità di questi
annunci perché in Italia vigono le leggi e nessuno può farsi giustizia da solo”.
Peraltro, ha detto ancora, “stiamo lavorando per migliorare la situazione in zone delicate e critiche come sono le stazioni e non abbiamo bisogno di persone che vanno lì a far confusione e creare complicazioni. Mentre abbiamo bisogno di polizia, carabinieri e pulizia municipale che risolvano i problemi. Stiamo monitorando quello che accade con fatti come questi, ma anche quello che si scrive sui siti web”, ha concluso il sindaco.

L'articolo Forza Nuova a Pisa: Filippeschi, “Passeggiata della sicurezza” provocazione inaccettabile proviene da www.controradio.it.

Forza Nuova a Pisa: ‘passeggiata’ per la sicurezza

Forza Nuova a Pisa: ‘passeggiata’ per la sicurezza

Forza Nuova a Pisa: “Ieri sera i militanti forzanovisti hanno effettuato una passeggiata per la sicurezza alla stazione e a San Giusto”. Lo ha detto Augusto Gozzoli, segretario provinciale pisano della formazione di estrema destra.

Passeggiata di Forza Nuova a Pisa per la sicurezza: Gozzoli ha sottolineato che “nonostante le parole al vento del sindaco e della politica locale, la nostra azione prosegue, ricevendo un consenso sempre più ampio da parte della cittadinanza, dimostrato da una partecipazione sempre maggiore”.

Alla ‘passeggiata’ era presenti alcune decine di persone.

“Le nostre passeggiate – ha aggiunto il coordinatore regionale, Leonardo Cabras – sono il segno di un’Italia che non accetta più di subire da invasori e politicanti, ma rialza la testa marciando nelle proprie strade e nei propri quartieri”.

Dopo l’annuncio delle ‘passeggiate’ fatto da Forza Nuova il 6 settembre scorso, il sindaco Marco Filippeschi aveva detto che avrebbe valutato se fare esposto all’autorità giudiziaria.

L'articolo Forza Nuova a Pisa: ‘passeggiata’ per la sicurezza proviene da www.controradio.it.

Ciampi: Normale di Pisa lo ricorda ad un anno da scomparsa

Ciampi: Normale di Pisa lo ricorda ad un anno da scomparsa

A un anno dalla morte di Carlo Azeglio Ciampi, avvenuta il 16 settembre 2016, sabato prossimo la Normale di Pisa dedica un’intera giornata di studio all’ex Presidente della Repubblica, che fu un allievo della scuola.

L’iniziativa, voluta dal direttore Vincenzo Barone e dagli allievi normalisti, dedicherà alla figura dell’ex Capo dello Stato approfondimenti con storici ed economisti per ripercorrere l’itinerario della vita di Ciampi dagli anni di studio fino al suo impegno alla guida di Bankitalia, Governo e infine della Repubblica.

Ciampi, livornese di nascita, fu allievo dal 1937 al 1941 nella classe di lettere della Normale del corso di filologia classica e letteratura greca.

La giornata di studi ripercorrerà anche la sua carriera alla Banca d’Italia della quale, dopo esservi entrato come semplice impiegato, divenne Governatore nel 1979, per passare poi allo studio del suo impegno politico (premier 1993-1994, ministro del Tesoro 1996-1999 e Presidente della Repubblica dal 1999 al 2006).

Alla giornata di studi, in programma dalle 9.15 al Palazzo della Carovana, sede della Normale, interverranno il direttore Vincenzo Barone, Pierluigi Ciocca (dal 1995 al 2006 vicedirettore della Banca d’Italia), Guido Crainz (autore di molti volumi sugli ultimi anni dell’Italia repubblicana), Umberto Gentiloni Silveri (storico contemporaneo autore, tra gli altri, del libro: ‘Contro scettici e disfattisti. Gli anni di Ciampi, 1992-2006’), Daniele Menozzi (storico contemporaneo della Normale), Mauro Moretti (storico contemporaneo dell’Università per Stranieri di Siena), Giorgio Piras (docente di lettere classiche alla Sapienza di Roma), Salvatore Settis (storico dell’arte e direttore della Normale dal 1999 al 2010), Maurizio Viroli (studioso di filosofia politica, professore emerito all’Università di Princeton).

Insieme a loro, l’ex premier Giuliano Amato, presidente dell’Associazione Amici della Scuola Normale, il sindaco di Pisa Marco Filippeschi e quello di Livorno Filippo Nogarin. Nel pomeriggio i lavori proseguiranno alle 15 con una tavola rotonda dedicata all’Europa.

L'articolo Ciampi: Normale di Pisa lo ricorda ad un anno da scomparsa proviene da www.controradio.it.

Dalai Lama a Pisa: misure sicurezza straordinarie

Dalai Lama a Pisa: misure sicurezza straordinarie

Misure di sicurezza straordinarie per la visita a Pisa del Dalai Lama in programma il 20 e 21 settembre.

Ad annunciarle il prefetto di Pisa Angela Pagliuca che ha presieduto il suo primo Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dove ha sottolineato la necessità che tutti gli aspetti dell’importante evento dovranno essere curati osservando le direttive ministeriali impartite in relazione ai diversi profili di tutela che occorre assicurare.
Particolare attenzione dovrà essere posta in occasione degli eventi aperti al pubblico, in particolar modo, per il previsto incontro con la città, individuato dagli organizzatori nella centralissima Piazza dei Cavalieri.

“Sulla piazza stessa – ha evidenziato il prefetto – dovranno essere garantiti tutti gli aspetti di safety e security in grado di consentire le migliori strategie operative”. Le stesse misure verranno assicurate anche al Palazzo dei Congressi dove il Dalai Lama si intratterrà durante la visita a Pisa, nell’ambito di una importante iniziativa di carattere scientifico organizzata dall’Università.

Nel corso della riunione il prefetto ha esaminato i dati relativi all’andamento dei reati in provincia di Pisa. L’analisi svolta con la collaborazione e i numeri di polizia, carabinieri e guardia di finanza, consentono di tracciare per i primi otto mesi di quest’anno, in raffronto all’analogo periodo del 2016, spiega una nota, “un quadro apprezzabile grazie all’opera svolta dalle forze dell’ordine e
dalla polizia municipale.

“Il trend in diminuzione dei reati costituisce la conferma più evidente dell’impegno delle forze di polizia nella nostra città e su tutto il territorio provinciale – ha detto il
prefetto – considerato che durante la stagione estiva sono stati effettuati numerosi servizi di controllo straordinario del territorio, con un massiccio impiego di personale coadiuvato da elementi di rinforzo provenienti da reparti di altre città ed
attuati unitamente agli ordinari servizi di controllo”.

“L’analisi statistica sull’andamento della criminalità nel comune di Pisa e provincia – ha evidenziato ancora Angela Pagliuca – induce a proseguire con maggior vigore nell’azione di controllo del territorio e a rafforzare gli interventi, soprattutto in quelle zone della città, tra le quali la Stazione ferroviaria e Piazza delle Vettovaglie che, anche per fenomeni di illegalità, peraltro sempre attenzionati, spesso generano
nella popolazione un diffuso senso di insicurezza”.

L'articolo Dalai Lama a Pisa: misure sicurezza straordinarie proviene da www.controradio.it.

Pisa, FN annuncia ‘passeggiate sicurezza’, Filppeschi: valutiamo esposto

Pisa, FN annuncia ‘passeggiate sicurezza’, Filppeschi: valutiamo esposto

“Abbiamo iniziato a presidiare la stazione di Pisa  con le nostre ”Passeggiate per la sicurezza” per riprendere in mano la nostra città, lasciata per troppo tempo ad invasori di ogni tipo”. Lo dice in una nota Augusto Gozzoli, segretario provinciale di Forza Nuova a Pisa

“Ormai è finito il tempo delle parole, è necessario che la parte sana del popolo pisano inizi ad uscire dai social network per scendere in strada insieme a noi”, aggiunge. “Sempre più toscani provenienti da ogni ambiente stanno scendendo nelle strade con noi: ultras, pugili, semplici cittadini che vogliono riprendere il controllo dei propri quartieri. Il popolo si muove e con la guida di Forza Nuova arriverà alla vittoria contro invasori e politicanti traditori”, dice Leonardo Cabras, coordinatore regionale di Forza Nuova.  “Abbiamo iniziato a presidiare la stazione di Pisa con le nostre ‘passeggiate per la sicurezza’ per riprendere in mano la nostra citta’, lasciata per troppo tempo ad invasori di ogni tipo”. A dirlo e’ Augusto Gozzoli, il segretario provinciale di Forza Nuova a Pisa, che sottolinea: “Ormai e’ finito il tempo delle parole, e’ necessario che la parte sana del popolo pisano inizi ad uscire dai social network per scendere in strada insieme a noi”. Il comunicato, cosi’ come l’iniziativa, hanno pero’ mandato su tutte le furie il sindaco Marco Fillipeschi, che replica secco: “Appena ho letto il comunicato aberrante del movimento dichiaratamente neofascista e razzista Forza Nuova, che per la prima volta si manifesta alla citta’, ho informato il prefetto e il questore”. Il primo cittadino, poi, entrando nel merito precisa: “Non sono state segnalate, nel pomeriggio e fino ad ora, le azioni illegali annunciate”. Inoltre “il Comune valutera’ tempestivamente se gia’ ricorrono gli estremi per fare un esposto all’autorita’ giudiziaria”. Perche’ “a Pisa, come in ogni citta’, devono valere le leggi dello Stato e il compito di garantire la sicurezza dei cittadini spetta alle forze dell’ordine. Promuovere ronde e squadracce di picchiatori, e’ illegale, come praticare azioni di razzismo”. Pisa, assicura Filippeschi, “non e’ disposta a subire e reagira’ isolando i provocatori con la forza dei principi e dei valori democratici. Il lavoro per dare sempre maggiore sicurezza e migliorare le aree critiche, in ogni citta’ e nella nostra, si fa su un altro piano. Di certo non c’e’ bisogno di chi fa disordinie.  Si fa con provvedimenti concreti e con la collaborazione fra tutte le istituzioni, forze dell’ordine in prima linea, come stiamo facendo con tutte le nostre energie ogni giorno con risultati visibili e con grandi investimenti di riqualificazione urbanache distinguono Pisa”.

     YBR-MU

L'articolo Pisa, FN annuncia ‘passeggiate sicurezza’, Filppeschi: valutiamo esposto proviene da www.controradio.it.