‘Il Cuore di Firenze’: in mille a cena in piazza del Duomo per beneficenza

‘Il Cuore di Firenze’:  in mille a cena in piazza del Duomo per beneficenza
Mille persone a cena in piazza del Duomo per acquistare 100 defibrillatori da donare alle scuole fiorentine e promuovere corsi di formazione per abilitarne all’utilizzo. Un’idea realizzata grazie alla collaborazione delle Istituzioni critatevoli fiorentine e con l’appoggio dei principali enti e realtà commerciali locali. I defibrillatori sono forniti dalla Iredeem Spa.

‘Il Cuore di Firenze’ questo il nome dell’iniziativa, si terrà il prossimo 10 settembre alle 20. Piazza Duomo  diventerà lo sfondo per un charity dinner a cui è chiamata a partecipare tutta la città. Nel corso della serata è programmata un’asta con premi  offerti da Enoteca Pinchiorri, da Fabio Picchi e da foto Locchi, ci sarà anche una lotteria, che proseguirà fino a dicembre 2018, con in palio un’auto Volvo modello XC40 grazie alla collaborazione della concessionaria Peragnoli-Scar.

 

“Siamo lieti – afferma l’assessore al Welfare Sara Funaro – che piazza del Duomo ospiti questo evento che mette insieme solidarietà ed educazione, e soprattutto che dimostra come tantissime associazioni ed enti della città siano capaci di allearsi in vista di un obiettivo comune, un traguardo che spero sia replicabile più spesso. Sono certa che i fiorentini risponderanno con calore e che Firenze dimostrerà ancora una volta che ha davvero un grande cuore”.

“Un evento unico, la cui forza è data dalla partecipazione di tutta la città – spiega Luigi Paccosi, presidente Montedomini -. Siamo riusciti a mettere insieme tante realtà pubbliche, private, del mondo del volontariato in nome di un progetto sociale importante, che coinvolge direttamente i giovani e vuole puntare a valorizzare il loro senso civico e lo spirito di solidarietà. Il nostro obiettivo è rendere ‘Il Cuore di Firenze’ un appuntamento fisso, finalizzato a diversi obiettivi solidali e caritatevoli”.

“Lo spirito di solidarietà e di partecipazione è un patrimonio di Firenze da valorizzare e coltivare – commenta il presidente della Fondazione Santa Maria Nuova Onlus Giancarlo Landini -. Il progetto che abbiamo contribuito a realizzare vuole rafforzare il senso di comunità tra i fiorentini e renderli parte di un percorso sociale più ampio e di lungo respiro. La risposta della città, come ci aspettavamo, è stata incoraggiante e positiva. Si rinnova così lo spirito solidaristico della città quello che in passato ha permesso la nascita di grandi istituzioni assistenziali che oggi non solo mantengono questa tradizione ma la rinnovano continuando a lavorare insieme.”

“Non potevamo non accogliere se non con immenso piacere l’invito a aderire a ‘Il cuore di Firenze’ – dice la presidente dell’Istituto degli Innocenti Maria Grazia Giuffrida -. L’Istituto degli Innocenti è la dimostrazione concreta della grande generosità e attenzione verso i bambini che da sempre contraddistingue la città di Firenze e i fiorentini. Sono certa che saranno in tanti a sostenere questo importante progetto”.

“L’iniziativa si svolgerà nel cuore di Firenze, in piazza Duomo, e andrà a sostenere – sottolinea il provveditore della Misericordia di Firenze Giovangualberto Basetti Sani – un progetto a cui teniamo molto, quello di donare alle scuole dei defibrillatori, importanti strumenti che possono essere determinanti per salvare una vita. Come Misericordia siamo da sempre al servizio dei più bisognosi, la Misericordia è di Firenze e dei fiorentini”.

Promotori del progetto sono gli enti storici fondativi della carità a Firenze: la Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze, Montedomini, la Compagnia del Bigallo, la Fondazione Santa Maria Nuova Onlus, l’Istituto degli Innocenti. Il patrocinio della Regione Toscana, del Comune di Firenze, dell’Arcidiocesi di Firenze, dell’Opera di Santa Maria del Fiore e della Camera di Commercio di Firenze. Partners dell’iniziativa sono il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, la Federazione regionale delle Misericordie della Toscana, il Coordinamento Misericordie Area Fiorentina, l’Anpas Toscana, la Croce Rossa Italiana, la Fondazione CR Firenze, Toscana Aeroporti, Radio Toscana, Ataf, Cesvot, Confindustria Firenze, Confcommercio Firenze, Confartigianato Firenze, Confesercenti Firenze,  Iredeem Spa, Enoteca Pinchiorri, Teatro del Sale, Unitalsi Toscana, Museo del Calcio, Cdo, Peragnoli-Scar, Foto Locchi, Mati 1909, Unicoop, Rotary International, Lions International, La Compagnia di Babbo Natale, Liberi di Educare, Madonnina del Grappa, Real Media e CNA Firenze Metropolitana.

L'articolo ‘Il Cuore di Firenze’: in mille a cena in piazza del Duomo per beneficenza proviene da www.controradio.it.

Open Day all’Istituto degli Innocenti alla scoperta del mondo delle balie e dell’accoglienza

Open Day all’Istituto degli Innocenti alla scoperta del mondo delle balie e dell’accoglienza

Una giornata all’Istituto degli Innocenti per parlare del latte, essenziale alla crescita dei bambini di ieri e di oggi, attraverso due itinerari di visita gratuiti per famiglie alla scoperta del mondo delle balie e dell’accoglienza agli Innocenti: l’Open Day “Abbiamo a cuore…i bambini e le loro famiglie” è in programma domenica 20 maggio, a partire dalle 10.

Le visite al Museo degli Innocenti vengono proposte a gruppi di 30 persone (massimo 12 bambini ognuno, necessaria la prenotazione) per due percorsi diversi:                      “Bambini agli Innocenti”conduce i visitatori alla scoperta dell’accoglienza nei secoli passati, attraverso spazi dell’Istituto solitamente non visitabili e grazie alle opere d’arte che documentano la cura dei neonati, come la Madonna della Misericordia, i Putti in fasce realizzati in pietra e terracotta invetriata, la Madonna del latte di Cenni di Francesco di ser Cenni;                                                                                                                “Madri, figlie, balie” è invece l’itinerario che racconta la vita della comunità femminile dell’Istituto attraverso la visita di spazi di vita quotidiana di un tempo, come il Refettorio delle bambine e il Coretto delle Balie, e attraverso le opere d’arte che documentano il lavoro delle donne agli Innocenti come la Madonna col Bambino di Luca della Robbia, la Madonna adorata dalle nocentinedel Poppi e i tabernacoli presenti nel Coretto delle Balie.

L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Mukki: ai bambini partecipanti agli itinerari sarà infatti offerta una colazione o una merenda Mukki al Caffè del Verone, la terrazza utilizzata nel Quattrocento come stenditoio e a fine Ottocento come luogo di svago di balie e bambini. I bambini riceveranno gadget e il kit di “Abbiamo a cuore”, uno zainetto, un minibrick latte e un depliant, i più piccoli avranno in omaggio il prodotto “Mukki Bimbo” specifico per la fascia di età 1-3 anni.

I due itinerari saranno proposti in contemporanea in questi orari: ore 10.00; ore 11.15; ore 12.30; ore 14.30; ore 15.45; ore 17.00. Per prenotazioni ci si può rivolgere alla Bottega dei ragazzi: mercoledì e venerdì ore 9.30 – 12.30, (bottegaistitutodeglinnocenti.it)

“Quella del 20 maggio – dice Maria Grazia Giuffrida, presidente dell’Istituto degli Innocenti – è una giornata che ci dà la possibilità di aprire l’Istituto alla città mostrando ai bambini e ai loro genitori alcuni spazi che normalmente non sono visitabili e che ci raccontano aspetti intimi e quotidiani del lavoro di cura dei piccoli accolti agli Innocenti, un’attenzione particolare testimoniata anche nelle opere d’arte che saranno descritte, con un linguaggio comprensibile a grandi e piccini dalle guide della nostra Bottega dei ragazzi. Ringraziamo Mukki per la collaborazione alla realizzazione di questa iniziativa”

“Siamo felici di aver riattivato la partnership con l’Istituto degli Innocenti, istituzione cara a tutti i toscani e con la quale condividiamo molti valori – commenta Lorenzo Marchionni, presidente della Centrale del Latte della Toscana S.p.A. – L’infanzia e l’attenzione per i bambini sono nostri obiettivi comuni e ci piace l’idea di far vivere alle famiglie un’esperienza emozionante proprio in uno dei luoghi simbolo dell’accoglienza e della promozione dei diritti dei bambini”.

L'articolo Open Day all’Istituto degli Innocenti alla scoperta del mondo delle balie e dell’accoglienza proviene da www.controradio.it.

Sport per bimbi e madri ospiti delle strutture di accoglienza degli Innocenti

Sport per bimbi e madri ospiti delle strutture di accoglienza degli Innocenti

Calcio e nuoto, danza e rugby, pallavolo e atletica: il Centro Sportivo Italiano Toscana organizzerà corsi nelle diverse discipline e attività ludico-motorie e di avvicinamento allo sport per i bambini e le bambine, fino a 14 anni, e le madri ospiti delle strutture di accoglienza dell’Istituto degli Innocenti.

È questo il contenuto di un protocollo firmato dall’Istituto degli Innocenti di Firenze – azienda pubblica di servizi alla persona che svolge funzioni di carattere sociale, educativo e assistenziale rivolte a bambini, ragazzi e famiglie – e il Comitato regionale della Toscana del Centro Sportivo Italiano – associazione senza scopo di lucro di promozione sportiva diffusa a livello nazionale e riconosciuta dal CONI.
Il protocollo è stato presentato oggi alla presenza del Ministro dello Sport, della Presidente dell’Istituto degli Innocenti, del Presidente CSI Toscana, dell’Assessore al Diritto alla salute, al welfare e all’integrazione socio-sanitaria della Regione Toscana, del Presidente del Consiglio regionale e consigliere nazionale CONI.
L’accordo avrà la durata di due anni con l’intento di promuovere attività sportive e motorio-ricreative a favore dei bambini e delle madri degli Innocenti, con proposte pensate sulla base dell’età dei bambini, ma anche delle loro predisposizioni e preferenze, come dei bisogni specifici di tutti gli ospiti delle case di accoglienza. L’iniziativa si concretizza grazie all’assessorato al Diritto alla salute, al welfare e all’integrazione socio-sanitaria della Regione Toscana che sostiene da tempo, a livello finanziario, le iniziative del CSI Toscana in ambito di promozione sportiva e sociale.

Il Ministro per lo Sport sottolinea che questa convenzione pone le basi per un moderno percorso di attenzione e cura: si offre alle bambine e ai bambini la possibilità di crescere forti dei valori educativi della pratica sportiva, nel rispetto delle regole e degli altri.

L’Assessore al Diritto alla salute, welfare e sport della Regione Toscana esprime grande apprezzamento per questo progetto. La Regione Toscana è impegnata in numerosi progetti che hanno l’obiettivo di promuovere l’attività sportiva tra i ragazzi. Fare sport, oltre che far bene alla salute, ha un’importante funzione educativa e socializzante. L’iniziativa che viene varata oggi con la firma di questo protocollo da parte di Istituto degli Innocenti e CSI Toscana, che da tempo collaborano con la Regione, sottolinea ancora l’assessore, punta sullo sport come prezioso strumento di inclusione sociale, offrendo l’opportunità di fare sport anche ai bambini che vivono in situazioni di disagio sociale.
Il Presidente del Consiglio regionale della Toscana e consigliere nazionale del CONI sottolinea l’importanza del protocollo presentato questa mattina. Lo sport e tutte le attività motorio-ricreative sono fattore fondamentale per lo sviluppo del benessere psicofisico della persona, sia essa minore o genitore. I dati, precisa il Presidente del Consiglio regionale della Toscana, dimostrano che una persona che svolge attività motoria guadagna sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psichico. Con questo protocollo d’intesa, l’Istituto si dota di strumenti che rispondono a questi fini. Ancora un passo avanti dunque per una Istituzione che da secoli è punto di riferimento per l’accoglienza in Toscana e in Italia.

La Presidente dell’Istituto degli Innocenti interviene sottolineando che lo sport, per le sue funzioni educative, di crescita e di integrazione sociale, è considerato uno strumento fondamentale per la diffusione del benessere, della salute psico-fisica e della qualità della vita dei bambini: per questo l’Istituto degli Innocenti e il CSI Toscana, spiega la Presidente, hanno deciso di garantire questa opportunità anche ai bambini che si trovano in situazione di difficoltà e disagio familiare. La Presidente dell’Istituto degli Innocenti conclude dicendo che l’accoglienza non può fermarsi a dare ai bambini ospiti degli Innocenti un tetto e cure adeguate, serve invece garantire loro tutti gli strumenti perché possano godere di una vita piena e una crescita il più possibile serena.
Nel suo intervento il Presidente del CSI Toscana spiega che il CSI è da sempre attento alle questioni sociali e di integrazione sociale, da qui l’entusiasmo di siglare questo accordo, che va nella direzione indicata dalla sua mission, cioè, educare attraverso lo sport. Uno sport attento alle esigenze di tutti e che si pone come strumento utile per combattere l’emarginazione, e il disagio che molte persone si trovano a sperimentare. Il Presidente del CSI Toscana evidenzia quanto sia importante lavorare con i bambini e cominciare da loro per costruire una società nella quale i valori umani e civili nei quali ci riconosciamo possano essere sempre più diffusi e condivisi. In conclusione il Presidente del CSI esprime la certezza che questa collaborazione con l’Istituto degli Innocenti potrà essere fruttuosa per i bambini e le loro madri che faranno parte di questo progetto.

L’accordo si fonda sulla stretta collaborazione con il CSI Toscana che mette a disposizione educatori, allenatori, esperti e coinvolge le società sportive affiliate per l’utilizzo di impianti e strutture dove saranno organizzate per i bambini dell’Istituto degli Innocenti attività sportive e motorio-ricreative “su misura”.

Le attività sportive, che potranno essere svolte sia all’interno che all’esterno dell’Istituto, con cadenza settimanale e per una durata massima di 4 ore, secondo un calendario da concordare in base alle esigenze dei bambini.
Questo protocollo è l’inizio di una collaborazione tra l’Istituto degli Innocenti e il CSI Toscana che si impegnano anche a promuovere iniziative congiunte per la diffusione dello sport e del gioco inteso come educazione alla vita e alla promozione del benessere in favore dei bambini e dei ragazzi di Firenze.

La presidente dell’Istituto degli Innocenti, Maria Grazia Giuffrida

L'articolo Sport per bimbi e madri ospiti delle strutture di accoglienza degli Innocenti proviene da www.controradio.it.