Prato: rogo in asilo nido, nessun ferito

Prato: rogo in asilo nido, nessun ferito

Un incendio si è sviluppato nella tarda sera di ieri all’interno dell’asilo nido Arcobaleno in via del Purgatorio a Prato dove sono intervenuti i vigili del fuoco. Nessun ferito ma il rogo ha reso inagibile la struttura, come poi spiegato anche dal Comune: danneggiati da fiamme e fumo impianti ed arredi nei vari locali.

Sulle cause sono in corso accertamenti: da quanto appreso non ci sarebbero al momento evidenti elementi di dolo. Sul posto sono intervenuti anche agenti della polizia municipale, il vicesindaco di Prato Simone Faggi e il responsabile della protezione civile Sergio Brachi.
Il Comune ha reso noto che l’asilo, che ospita ogni giorno 54 50 bambini da zero a tre anni, è completamente “devastato e inutilizzabile nei prossimi mesi’.
Trovata già una sistemazione per i piccoli che lo frequentavano: potranno andare in altre strutture comunali, “mantenendo i gruppi integri e omogenei per fasce di età. Ciascun gruppo di bambini verrà seguito nel nido di accoglienza dalle proprie educatrici di riferimento”.
“I danni sono ingenti e ancora da quantificare nel dettaglio – il commento del sindaco Matteo Biffoni che stamani ha visitato la struttura distrutta dalle fiamme -, un dispiacere immenso la scuola era stata appena ristrutturata e riqualificata, completa di certificazioni anti incendio e cappotto termico grazie a un investimento importante. Ora la priorità – conclude – è dare continuità di servizio ai bambini e alle loro famiglie, gli uffici hanno lavorato a tempo di record anche grazie alla collaborazione di tutte le altre strutture dei nidi cittadini”.

L'articolo Prato: rogo in asilo nido, nessun ferito proviene da www.controradio.it.

Forza Nuova: Biffoni, Prato ha saputo dare risposta forte

Forza Nuova: Biffoni, Prato ha saputo dare risposta forte

“Continuo a pensare che la celebrazione dei 100 anni dei fasci di combattimento sia stato uno schiaffo alla nostra città, ma Prato ha saputo dare una risposta forte e ha dimostrato di avere a cuore i principi democratici e soprattutto di saper affrontare tutto senza tensioni. Oggi è doveroso un ringraziamento a tutti i partecipanti al presidio in piazza delle Carceri, ciascuno con le proprie posizioni politiche ma uniti dallo stesso rispetto per i valori costituzionali”.

Lo ha detto, in una nota, il sindaco di Prato, Matteo Biffoni, dopo la manifestazione antifascista organizzata a Prato contro quella di Forza Nuova.
“Un grazie di cuore va agli organizzatori, all’impeccabile servizio d’ordine della Cgil e dei sindacati e ai volontari – ha ripreso il primo cittadino -. Il mio personale ringraziamento va anche alle donne e agli uomini delle forze dell’ordine che si sono impegnati in città per evitare incidenti, a tutti gli agenti della polizia municipale che hanno fronteggiato anche le situazioni di incertezza col massimo impegno e buon senso. Grazie ai pratesi, ai cittadini e ai commercianti. Dispiace che tutto questo abbia potuto causare disagi anche evitabili”. “Ora ricominciamo a pensare al futuro, alle cose fatte e a quelle da fare per la nostra meravigliosa città. La nostra è una comunità bellissima, capace di guardare avanti – ha concluso Biffoni -. E anche sabato lo ha dimostrato”.

L'articolo Forza Nuova: Biffoni, Prato ha saputo dare risposta forte proviene da www.controradio.it.

Forza Nuova a Prato: manifestazione diventa presidio

Forza Nuova a Prato: manifestazione diventa presidio

Non più un corteo ma una manifestazione fissa, ovvero un presidio. E’ quanto è stato deciso in relazione alla manifestazione indetta per oggi da Forza Nuova nella città Toscana: la notizia è stata confermata dalla questura pratese. Il presidio si svolgerà in piazza del Mercato Nuovo, originariamente punto di arrivo del corteo. Confermato il presidio antifascista in piazza delle Carceri.

La decisione, secondo quanto appreso, è stata presa dai responsabili dell’ordine pubblico. Il sindaco di Prato Matteo Biffoni, che ha più volte manifestato la sua contrarietà alla manifestazione di Fn, ha commentato: “Al momento non ho ricevuto comunicazioni ufficiali; si poteva decidere molto prima, mi sembra una cosa un po’ strana. Ieri sera (giovedì ndr.) fa mi hanno chiesto di mettere divieti e fare rimozioni forzate lungo il percorso del corteo. Se ero preoccupato prima lo sono ancor più ora”.

Controradio seguirà le manifestazioni con collegamenti radiofonici a partire dalle 16.00 e dirette Facebook a partire dalle 15.00

L'articolo Forza Nuova a Prato: manifestazione diventa presidio proviene da www.controradio.it.

FN, sindaco Prato: resto contrario alla manifestazione

FN, sindaco Prato:  resto contrario alla manifestazione

Lo ha detto ll sindaco di Prato Matteo Biffoni commenta, visibilmente contrariato, la decisione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha dato il via libera alla manifestazione di Forza Nuova per il pomeriggio di sabato 23 marzo a Prato. Il Pd aderisce alla contromanifestazione

“Resto della mia posizione: secondo me questa manifestazione non si doveva fare ed ho indicato chiaramente, nel corso della riunione del comitato che si è svolto stamattina in prefettura, le motivazioni per cui è sbagliato che il corteo di Forza Nuova sfili. Purtroppo né questore né prefetto, evidentemente, la pensano in questa maniera”. Così il sindaco di Prato Matteo Biffoni commenta, visibilmente contrariato, la decisione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che ha dato il via libera alla manifestazione di Forza Nuova per il pomeriggio di sabato 23 marzo a Prato.

Intanto il Pd della Toscana ha fatto sapere di aderire  “convintamente” alla manifestazione “antifascista e antirazzista” organizzata in piazza delle Carceri a Prato sabato prossimo a Prato contro l’iniziativa di Fn e sarà presente il segretario regionale dei Democratici Simona Bonafè. Lo ha annunciato la stessa Bonafè dopo il via libera del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di Prato alla manifestazione di Fn, indetta contro le politiche sull’immigrazione.
La decisione del Pd di aderire è “per ribadire la nostra opposizione alle idee professate” da Fn e “anche alla data non casualmente scelta per il loro corteo”: il 23 cade il centenario dalla creazione dei Fasci d’azione.

In merito alla decisione del comitato per l’ordine pubblico il segretario pratese del Pd Gabriele Bosi osserva: “Non sono state ascoltate le ragioni dei sindaci, delle associazioni, dei movimenti e partiti politici che, insieme a 15mila firmatari dell’appello online, in questi giorni hanno chiesto a grande voce che l’evento non si tenesse. Si tratta di un errore grave ed evidente. Ora la migliore risposta che possiamo dare è partecipare in tanti al presidio antifascista che si terrà sabato pomeriggio in piazza delle Carceri. Sarà una grande manifestazione pacifica a difesa dei valori sanciti nella nostra Costituzione, in cui la comunità di Prato si riconosce da sempre”. (

L'articolo FN, sindaco Prato: resto contrario alla manifestazione proviene da www.controradio.it.

“Verde Prato. Sperimentazioni urbane tra ecologia e riuso”

“Verde Prato. Sperimentazioni urbane tra ecologia e riuso”

🔈Prato, presentata oggi, al Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, la mostra “Verde Prato. Sperimentazioni urbane tra ecologia e riuso”, a cura di Elisa Cristiana Cattaneo ed Emilia Giorgi.

La mostra “Verde Prato…” inscena il Piano Operativo del Comune di Prato e la molteplicità di operazioni e strategie attuate negli ultimi anni per la definizione del nuovo strumento sulle politiche urbane della città toscana.

Un progetto sperimentale e innovativo, frutto di un intenso lavoro di équipe dell’Ufficio di Piano del Comune di Prato che vanta preziosi contributi di esperti di fama internazionale come l’architetto Stefano Boerie lo scienziato Stefano Mancuso, solo per citarne alcuni.

L’allestimento, progettato dal giovane collettivo milanese Fosbury Architecture, presenta, attraverso un sistema di ponteggi concepito come una macchina scenica, materiali eterogenei come disegni, mappe, elaborati progettuali,fotografie d’archivio e video.

Un racconto che si sviluppa per testi e immaginiseguendo il processo ideativo che mira atrasformarePrato in unacittà verde, europea e aperta, integrando il sistema della natura e quello del costruito.

Oltre al focus tecnico sul piano urbanistico, l’esposizione propone un’installazione ideata per l’occasione da Stefano Mancuso, i progetti fotografici di Fernando Guerra, Maurizio Montagna e Delfino Sisto Legnanie una macchina robotica interattiva che permetterà al pubblico di navigare i numerosi ambiti di cui si compone il Piano.

Completa la mostra un’area immaginata perincontrarsi e prendere parte ad attività didattiche, conferenze e tavole rotonde, affinché la mostra diventi un luogo di dibattito, una piazza viva dentro il museo.

Il Piano Operativo di Prato è un innovativo documento di Pianificazione Urbanistica, redatto dall’Ufficio di Piano e adottato nel settembre 2018, che si muove a partire dalla grande esperienza trasmessa dalle elaborazioni dell’urbanista Bernardo Secchi, che ha lavorato al piano regolatore di  Prato tra il 1993 e il 1996.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco di Prato Matteo Biffoni, l’assessore all’Urbanistica del Comune di Prato, Valerio Barberis ed Elisa Cristiana Cattaneo, una delle curatrici della mostra:

L'articolo “Verde Prato. Sperimentazioni urbane tra ecologia e riuso” proviene da www.controradio.it.