Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Lo annunciano l’assessore toscano al turismo Stefano Ciuoffo, il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo (presidente della commissione costa) e il sindaco uscente di Pisa Marco Filippeschi.

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, e gli altri esponenti Dem, non parteciperanno alla cena di domani sul Ponte di Mezzo a Pisa.

La cena di domani sera, spiegano, “avrebbe dovuto essere un appuntamento dedicato a parlare dello sviluppo del turismo a Pisa e in Toscana. È evidente che non è più così. L’annunciata presenza del segretario nazionale della Lega e del suo candidato a sindaco di Pisa, unite alle parole della presidente di Confcommercio che si schiera apertamente per una parte politica e contro l’altra a tre giorni dal ballottaggio, la trasformano evidentemente in un evento elettorale”.

Ciuoffo, Mazzeo e Filippeschi sottolineano che “come rappresentanti delle istituzioni, e insieme a noi anche Maurizio Martina, non possiamo dunque partecipare a un evento che ha assunto questa caratteristica, e che niente ha più a che vedere col suo obiettivo originario e per il quale sono stati spesi soldi pubblici”.

L'articolo Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa  proviene da www.controradio.it.

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Lo annunciano l’assessore toscano al turismo Stefano Ciuoffo, il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo (presidente della commissione costa) e il sindaco uscente di Pisa Marco Filippeschi.

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, e gli altri esponenti Dem, non parteciperanno alla cena di domani sul Ponte di Mezzo a Pisa.

La cena di domani sera, spiegano, “avrebbe dovuto essere un appuntamento dedicato a parlare dello sviluppo del turismo a Pisa e in Toscana. È evidente che non è più così. L’annunciata presenza del segretario nazionale della Lega e del suo candidato a sindaco di Pisa, unite alle parole della presidente di Confcommercio che si schiera apertamente per una parte politica e contro l’altra a tre giorni dal ballottaggio, la trasformano evidentemente in un evento elettorale”.

Ciuoffo, Mazzeo e Filippeschi sottolineano che “come rappresentanti delle istituzioni, e insieme a noi anche Maurizio Martina, non possiamo dunque partecipare a un evento che ha assunto questa caratteristica, e che niente ha più a che vedere col suo obiettivo originario e per il quale sono stati spesi soldi pubblici”.

L'articolo Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa  proviene da www.controradio.it.

Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa

Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa

Ci sarà anche il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, alla cena sul Ponte di mezzo organizzata da Confcommercio Pisa e sulla quale l’annunciata presenza del ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva già suscitato polemiche.

“Anche Maurizio Martina ha confermato la sua presenza venerdì – dice Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio Pisa. Può darsi che in questi giorni ci arrivino altre conferme, ma avere Martina e Salvini ci riempie di orgoglio, perché la loro presenza valorizza la nostra città”.
Pieragnoli spiega che Confcommercio ha invitato alla cena anche il premier Conte, il vicepremier Di Maio e i parlamentari e i consiglieri regionali pisani. “Bene che vengano a Pisa – ha proseguito – e poter offrire loro una cena sul Ponte di Mezzo per noi sarebbe una grandissima opportunità per richiamare l’attenzione sulla città e sul nostro litorale. Oggi avere le istituzioni a Pisa è una grande opportunità”.
“Confcommercio – ha concluso Pieragnoli – non si schiera: abbiamo 5.400 imprese e al nostro interno, come soci e come dirigenti, abbiamo persone di tutti i partiti. Siamo trasversali”.
Sulla presenza del ministro Salvini a Pisa è intervenuto anche l’assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo presentando gli eventi della rassegna Toscana Arcobaleno d’Estate, in cui è inserita anche la cena sul Ponte di Mezzo.
“Quella del ministro degli Interni – ha detto Ciuoffo – è una visita istituzionale e la possiamo accogliere con interesse e piacere. La coincidenza con la chiusura della campagna elettorale stimola qualche dubbio, ma se il ministro ritiene di esserci ed è ben accolto. Si parla di promozione turistica e credo che in quell’ambito sia importante che un membro del governo veda quello che sappiamo fare, e magari torni fuori dalla campagna elettorale”.

L'articolo Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa proviene da www.controradio.it.

Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento a Loiano, nel Bolognese, sull’intesa tre le Città Metropolitane di Bologna e Firenze, ha esortato M5S e Lega a dimostrare di sapere e volere governare, dati i risultati che hanno conseguito alle elezioni.

Il sindaco fiorentino, Dario Nardella, ha detto: “Io credo che quello tracciato da Maurizio Martina sia un buon percorso. Non dobbiamo demonizzare gli italiani che hanno votato Lega o Movimento 5 Stelle: primo perché molti di questi erano anche nostri elettori, secondo perché una cosa é distinguere tra i politici, altro é invece parlare all’elettorato”.
Il primo cittadino toscano ha aggiunto che “noi dobbiamo recuperare tutti quegli italiani che hanno avuto fiducia nella riforma costituzionale, quel 40%, e tutti quegli italiani che, nel 2014, alle europee e anche alle amministrative, penso alla mia città Firenze, hanno creduto in un progetto di centrosinistra. Visto che c’è una grande fluidità del voto – ha concluso Nardella – noi non dobbiamo disperare. Ora è venuto che il Movimento 5 Stelle e Lega, per il risultato elettorale che hanno conseguito, dimostrino di volere e di sapere governare il Paese in modo coerente con le promesse che hanno fatto in campagna elettorale a milioni di italiani”.

L'articolo Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina  proviene da www.controradio.it.

Renzi e altri esponenti PD a Stazzema contro il fascismo

Renzi e altri esponenti PD a Stazzema contro il fascismo

Oggi Matteo Renzi ed altri esponenti del PD si sono recanti a Sant’Anna di Stazzema, per iscriversi all’anagrafe antifascista. Molti i commenti sulle dichiarazioni del leader di Lega Nord, Matteo Salvini.

Il segretario del Pd Matteo Renzi ha raggiunto stamani Sant’Anna di Stazzema (Lucca), luogo di eccidio nazifascista che fece 560 vittime tra la popolazione nell’agosto 1944, per sottoscrivere la sua iscrizione all’anagrafe antifascista. Prima di salire al sacrario, Renzi ha parlato con i superstiti e deposto una corona al cippo che ricorda la strage.
Il ministro dell’Agricoltura e vicesegretario del PD, Maurizio Martina, dopo la sottoiscrizione, ha detto: “Per noi è cruciale essere qui oggi, ribadire con grande determinazione il nostro impegno antifascista, contro ogni violenza, intolleranza. Abbiamo visto in queste settimane quello che è accaduto in giro per il Paese, le sottovalutazioni che alcuni ancora raccontano di questo fenomeno. Siamo qui – ha proseguito – perché le nostre radici affondano in queste tragedie e ricordare è il primo atto fondamentale, la memoria è il primo atto di cittadinanza che vogliamo manifestare. E poi c’è la dimensione della cittadinanza. Se siamo qui anche con tanti ragazzi è perché vogliamo ancora una volta dire che la Costituzione è il nostro faro ed i suoi valori, i valori antifascisti scolpiti nella Carta costituzionale, sono il nostro riferimento anche per il futuro”.
Il ministro, rispondendo ad una domanda su Matteo Salvini, che nei giorni scorsi ha associato l’anagrafe istituita dal comune versiliese a quella canina, ha dichiarato: “Ho provato sinceramente imbarazzo per lui e purtroppo però non mi stupisce perché un leader politico che non fa una riflessione rispetto a quello che nel suo movimento si sta generando in questo ultimo periodo, e traduce solo in propaganda violenta la sua campagna elettorale, credo che non sia un leader all’altezza di questo Paese. Siamo qui anche per testimoniare che c’è un’alternativa a tutta questa deriva”.
Presente anche il ministro dell’Istruzione Martina Fedeli, rispondendo anche lei ad una domanda dei giornalisti sul leader di Lega Nord, ha affermato: “Vorrei invitare veramente Salvini a ragionare, a venire qui, a confrontarsi con i superstiti, conoscere la storia, conoscere anche la nostra costituzione. L’anagrafe antifascista che qui si firma è esattamente mettere di nuovo una firma sotto la nostra costituzione. Quindi, ogni cittadina e cittadino italiano, ogni persona che vive nel nostro Paese dovrebbe rispettare i valori della nostra Costituzione. Lui, che vuole rappresentare una parte di questo Paese, dovrebbe sapere e dovrebbe in realtà dire che è orgoglioso di venire qua a sottoscrivere l’anagrafe antifascista”.
“A Salvini dico solo attenzione – ha continuato Fedeli-. Aver fatto quella affermazione significa non conoscere e non valorizzare i valori della nostra costituzione, che permettono a ciascuno di noi, e quindi anche a lui, di dire liberamente la propria opinione”. Per il ministro, “è un errore disconoscere la storia del nostro Paese. Chi disconosce la nostra storia non ha la capacità di portarne avanti i valori di convivenza civile e democratica”.
Da Palazzo Vecchio, il sindaco di Firenze Dario Nardella, ha annunciato: “Firenze si iscriverà all’anagrafe antifascista, aderiremo alla proposta del sindaco di Stazzema; credo sia un segnale forte. L’idea che il fascismo possa riprodursi tale e quale a ciò che è stato credo sia infondata – ha spiegato -. Gli aspetti negativi sui quali fascismo e nazismo si sono costruiti possono riproporsi: intolleranza, discriminazione, odio sociale che diventa odio razziale. Quindi non bisogna abbassare la guardia”. Per Nardella, “le cose disumane vissute da Europa, Italia possono nuovamente tornare. Il vento che spira oggi in Europa e in Italia è un vento di odio, violenza, intolleranza”.

L'articolo Renzi e altri esponenti PD a Stazzema contro il fascismo proviene da www.controradio.it.