Pd, lettera 18 sindaci: “chiediamo di contare di più”

Pd, lettera 18 sindaci: “chiediamo di contare di più”

I sindaci chiedono di contare di più nel Partito Democratico e propongono l’istituzione di un’Assemblea che li riunisca e rappresenti a livello nazionale. Lo fanno con una lettera, sottoscritta da 18 sindaci di città capoluogo (tra i quali il sindaco di Firenze, Dario Nardella), indirizzata alla Commissione Statuto del partito, presieduta da Maurizio Martina, al Nazareno.

“Nonostante il vento politico avverso – viene detto – i sindaci del Pd e del centrosinistra hanno vinto perché sono stati capaci di interpretare i bisogni e i sentimenti dei loro elettori, rispondendo ad una generale richiesta di protezione e di vicinanza. Con concretezza, sfidando gli slogan dei partiti populisti. Le nostre città sono esempi di come la sinistra riformista, quando sa mostrarsi vicina alle persone, possa ancora risultare credibile e vincente, quasi ovunque grazie a positive alleanze col civismo, anche presso quell’elettorato popolare che il Pd, a livello nazionale, fatica da tempo ad incontrare.”

“Certo, – continua la lettera – i piani sono diversi, e sicuramente più complesse sono le sfide che il Pd deve affrontare sul piano nazionale, dove più pesano le leadership e la propaganda dei partiti nazional-populisti. E tuttavia noi siamo convinti che i sindaci possano essere utili anche a quel livello”.

Di qui la proposta di istituire attraverso la revisione dello Statuto “l’Assemblea dei sindaci, aperta ai sindaci dei capoluoghi di provincia e delle città di almeno 30 mila abitanti, iscritti al Pd o eletti in liste civiche di centrosinistra”. “Un’Assemblea dei Sindaci, anziché genericamente degli amministratori, perché eletti direttamente dai cittadini e perciò espressione solida e concreta di quel territorio che vogliamo ritorni centrale nell’attenzione del partito”.

I primi cittadini firmatari fanno riferimento alla recente creazione del “Forum dei sindaci”, voluto dal segretario nazionale Nicola Zingaretti e coordinato dal sindaco di Bergamo Giorgio Gori – tra i sottoscrittori della proposta -, che definiscono “un primo positivo passo, anche per la sua impostazione aperta agli amministratori civici di centrosinistra”.

Questi i 18 sindaci che hanno sottoscritto la lettera: Valeria Mancinelli – Ancona, Antonio Decaro – Bari, Giorgio Gori – Bergamo, Jacopo Massaro – Belluno, Emilio Del Bono – Brescia, Gianluca Galimberti – Cremona, Federico Borgna – Cuneo, Dario Nardella – Firenze, Carlo Salvemini – Lecce, Virginio Brivio – Lecco, Mattia Palazzi – Mantova, Romano Carancini – Macerata, Beppe Sala – Milano, Matteo Ricci – Pesaro, Michele De Pascale – Ravenna, Luca Vecchi – Reggio Emilia, Andrea Gnassi – Rimini, Rinaldo Melucci – Taranto.

L'articolo Pd, lettera 18 sindaci: “chiediamo di contare di più” proviene da www.controradio.it.

Primarie Pd: Martina, buon lavoro a Bonafè. Ora unità in Toscana

Primarie Pd: Martina, buon lavoro a Bonafè. Ora unità in Toscana

“Buon lavoro a Simona Bonafè, neo segretaria PD in Toscana, e grazie a tutte le persone che hanno contribuito ieri a una bella giornata di partecipazione che ha visto la presenza alle primarie di più di 45mila votanti. Grazie anche a Fabiani per l’impegno espresso”.

Così in una nota il segretario del Partito democratico Maurizio Martina sulle primarie del partito democratico che ieri hanno portato all’elezione di Simona Bonafè come segretaria del partito in Toscana. Martina aggiunge “Ora chiedo a tutti unità e apertura per una nuova stagione d’impegno da vivere con passione. La Toscana è una terra di valori solidi e decisiva per la nostra ripartenza”.

L'articolo Primarie Pd: Martina, buon lavoro a Bonafè. Ora unità in Toscana proviene da www.controradio.it.

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Lo annunciano l’assessore toscano al turismo Stefano Ciuoffo, il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo (presidente della commissione costa) e il sindaco uscente di Pisa Marco Filippeschi.

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, e gli altri esponenti Dem, non parteciperanno alla cena di domani sul Ponte di Mezzo a Pisa.

La cena di domani sera, spiegano, “avrebbe dovuto essere un appuntamento dedicato a parlare dello sviluppo del turismo a Pisa e in Toscana. È evidente che non è più così. L’annunciata presenza del segretario nazionale della Lega e del suo candidato a sindaco di Pisa, unite alle parole della presidente di Confcommercio che si schiera apertamente per una parte politica e contro l’altra a tre giorni dal ballottaggio, la trasformano evidentemente in un evento elettorale”.

Ciuoffo, Mazzeo e Filippeschi sottolineano che “come rappresentanti delle istituzioni, e insieme a noi anche Maurizio Martina, non possiamo dunque partecipare a un evento che ha assunto questa caratteristica, e che niente ha più a che vedere col suo obiettivo originario e per il quale sono stati spesi soldi pubblici”.

L'articolo Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa  proviene da www.controradio.it.

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa 

Lo annunciano l’assessore toscano al turismo Stefano Ciuoffo, il consigliere regionale Pd Antonio Mazzeo (presidente della commissione costa) e il sindaco uscente di Pisa Marco Filippeschi.

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina, e gli altri esponenti Dem, non parteciperanno alla cena di domani sul Ponte di Mezzo a Pisa.

La cena di domani sera, spiegano, “avrebbe dovuto essere un appuntamento dedicato a parlare dello sviluppo del turismo a Pisa e in Toscana. È evidente che non è più così. L’annunciata presenza del segretario nazionale della Lega e del suo candidato a sindaco di Pisa, unite alle parole della presidente di Confcommercio che si schiera apertamente per una parte politica e contro l’altra a tre giorni dal ballottaggio, la trasformano evidentemente in un evento elettorale”.

Ciuoffo, Mazzeo e Filippeschi sottolineano che “come rappresentanti delle istituzioni, e insieme a noi anche Maurizio Martina, non possiamo dunque partecipare a un evento che ha assunto questa caratteristica, e che niente ha più a che vedere col suo obiettivo originario e per il quale sono stati spesi soldi pubblici”.

L'articolo Martina e Dem non parteciperanno a cena Ponte di mezzo Pisa  proviene da www.controradio.it.

Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa

Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa

Ci sarà anche il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, alla cena sul Ponte di mezzo organizzata da Confcommercio Pisa e sulla quale l’annunciata presenza del ministro dell’Interno Matteo Salvini aveva già suscitato polemiche.

“Anche Maurizio Martina ha confermato la sua presenza venerdì – dice Federico Pieragnoli, direttore Confcommercio Pisa. Può darsi che in questi giorni ci arrivino altre conferme, ma avere Martina e Salvini ci riempie di orgoglio, perché la loro presenza valorizza la nostra città”.
Pieragnoli spiega che Confcommercio ha invitato alla cena anche il premier Conte, il vicepremier Di Maio e i parlamentari e i consiglieri regionali pisani. “Bene che vengano a Pisa – ha proseguito – e poter offrire loro una cena sul Ponte di Mezzo per noi sarebbe una grandissima opportunità per richiamare l’attenzione sulla città e sul nostro litorale. Oggi avere le istituzioni a Pisa è una grande opportunità”.
“Confcommercio – ha concluso Pieragnoli – non si schiera: abbiamo 5.400 imprese e al nostro interno, come soci e come dirigenti, abbiamo persone di tutti i partiti. Siamo trasversali”.
Sulla presenza del ministro Salvini a Pisa è intervenuto anche l’assessore regionale al turismo, Stefano Ciuoffo presentando gli eventi della rassegna Toscana Arcobaleno d’Estate, in cui è inserita anche la cena sul Ponte di Mezzo.
“Quella del ministro degli Interni – ha detto Ciuoffo – è una visita istituzionale e la possiamo accogliere con interesse e piacere. La coincidenza con la chiusura della campagna elettorale stimola qualche dubbio, ma se il ministro ritiene di esserci ed è ben accolto. Si parla di promozione turistica e credo che in quell’ambito sia importante che un membro del governo veda quello che sappiamo fare, e magari torni fuori dalla campagna elettorale”.

L'articolo Martina e Salvini a cena-evento Confcommercio di venerdì a Pisa proviene da www.controradio.it.