Meningite C: due nuovi casi in Toscana

Meningite C: due nuovi casi in Toscana

Un’anziana residente a Scarperia (Firenze), ricoverata all’ospedale di Borgo San Lorenzo per un trauma, è successivamente risultata positiva all’infezione da meningococco C. Ricoverato anche un 49enne a Livorno.

Una paziente 79enne residente a Scarperia (Firenze), ricoverata dallo scorso giovedì all’ospedale di Borgo San Lorenzo per un trauma, è successivamente risultata positiva all’infezione da meningococco C. L’anziana donna non era vaccinata. La conferma della malattia è giunta dal laboratorio dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Careggi. E’ già stata effettuata l’inchiesta epidemiologica da parte del dipartimento di prevenzione della Azienda Usl Toscana Centro, area fiorentina, ed è in corso la profilassi per i contatti ed i conviventi che nei sette giorni precedenti l’esordio della malattia hanno avuto rapporti stretti e ravvicinati con il caso.

La profilassi è stata estesa agli operatori del presidio ospedaliero ed al personale del trasporto sanitario. Le condizioni cliniche non destano, ad ora, preoccupazione. Dal 1 gennaio 2017 ad oggi è l’ottavo caso di meningite da meningococco C in Toscana: uno a Pistoia, due a Pisa, due a Livorno e tre a Firenze e nella sua provincia.

Sempre oggi una 43enne di Livorno è ricoverata all’ospedale della città labronica con diagnosi di meningite di tipo C. Lo rende noto l’azienda Usl Toscana nord-ovest. Se la diagnosi sarà confermata si tratterebbe dunque del nono caso in Toscana dall’iniziao dell’anno. La donna si è presentata al pronto soccorso dopo alcuni giorni di febbre presentando sintomi tipici della malattia come rigidità nucale e macchie puntiformi sul corpo. La donna, non vaccinata, è in gravi ma stabili condizioni con prognosi riservata. Il servizio di igiene e sanità pubblica della Usl Toscana nord ovest sta valutando l’opportunità di eseguire profilassi alle persone che abbiano avuto contatti stretti e prolungati negli ultimi giorni.

L'articolo Meningite C: due nuovi casi in Toscana proviene da www.controradio.it.

MENINGITE, GIOVANE RICOVERATO NEL FIORENTINO

meningite

Il 26enne ricoverato per tipo C nel territorio dell’Asl Toscana Centro. Condizioni stabili, profilassi per i contatti stretti giovane. Asl: “61 casi nel 2015-’16, appello per vaccinazioni.”

Caso di sepsi da meningococco C in un 26enne residente nel territorio fiorentino dell’Asl Toscana centro, studente in un’altra regione ma in visita da diversi giorni presso l’abitazione dei propri parenti. Lo rende noto la stessa Asl spiegando che il caso “è stato notificato ieri”. Il 26enne, non vaccinato per il  meningococco C, è attualmente ricoverato all’ospedale di Ponte a Niccheri, in condizioni pressochè stabili, in lieve miglioramento rispetto a ieri.

L’Asl si è attivata immediatamente mettendo in atto tutti gli interventi preventivi necessari e sottoponendo a profilassi farmacologica i contatti stretti del giovane emersi dall’inchiesta epidemiologica. Nel 2017, ricorda l’Azienda sanitaria, “risultano registrati nel sistema di sorveglianza della Regione Toscana 6 casi di meningococco C, di cui 1 a Pistoia, 2 a Pisa, 2 a Livorno, 1 a Firenze.

Negli anni 2015-2016 in Toscana si sono registrati complessivamente 61 casi di meningococco di tipo C”. Si rinnova l’appello ad aderire alla campagna vaccinale contro meningococco C della Regione Toscana che offre la vaccinazione gratuitamente a tutti i residenti dell’Asl Toscana centro, ricordando “che è la misura più efficace per ridurre il rischio di diffusione delle infezioni trasmesse dalle malattie batteriche invasive da meningococco C, poiché assicura una protezione diretta del vaccinato, ma anche indiretta, nei confronti della popolazione generale in quanto riduce la circolazione del batterio anche negli eventuali portatori”.

The post MENINGITE, GIOVANE RICOVERATO NEL FIORENTINO appeared first on Controradio.