CAOS EDILIZIA: ARRIVA LA NORMA ‘SBLOCCA CANTIERI’

135378_0Approvata in Senato la modifica del Testo Unico in cui si dà il via libera alla procedura semplificata per cambiare la destinazione d’uso di un immobile, superando l’empasse generata a Firenze dallo stop della Cassazione che aveva riguardato palazzo Tornabuoni e a cascata altri immobili storici come quello in multiproprietà di Pelù in via Calzaioli e il caffè-ristorante al Museo Gucci.

Decine di cantieri e milioni di euro di investimenti immobiliari sbloccati a Firenze grazie all’approvazione da parte del Senato della ‘mini manovra’ cui seguiranno i tempi tecnici e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Ma amministrazione comunale, architetti, investitori possono tirare un sospiro di sollievo dopo 4 mesi di stallo e blocco delle pratiche e dei lavori per i palazzi storici o storicizzati oggetto di ristrutturazioni.

L’empasse era stata generata  dalla sentenza della Corte di Cassazione riguardo la trasformazione di Palazzo Tornabuoni in residenze di lusso, che nelle sue motivazioni stabiliva: “il cambio di destinazione d’uso di un immobile è sempre da qualificare, a prescindere dall’entità dei lavori, come ristrutturazione edilizia pesante, soggetta dunque a permesso di costruire”. Un effetto domino ha paralizzato importanti cantieri nell’area Unesco di Firenze, dove erano in corso lavori con cambio di destinazione parziale o totale  previa presentazione di semplice Scia e non di autorizzazioni per l’effettuazione di «restauro pesante» come invece sostenuto dalla Cassazione.

Nello specifico a sbloccare la situazione è stato un emendamento che modifica il Testo unico sull’edilizia il quale prevede che il mutamento delle destinazioni d’uso di un immobile sia consentito, a condizione che esso sia compatibile con le funzioni previste dal Regolamento urbanistico.

 «È un passaggio molto importante, che ci consentirà di far ripartire un settore rimasto paralizzato, con gravi danni economici — spiega Giovanni Bettarini, assessore all’Urbanistica di Palazzo Vecchio — Questa norma, inoltre, ci consentirà di governare l’urbanistica di Firenze con chiarezza e certezza maggiori».

The post CAOS EDILIZIA: ARRIVA LA NORMA ‘SBLOCCA CANTIERI’ appeared first on Controradio.