Consiglio Firenze ricorda 40ennale di via Fani . Ma è polemica su ‘uscita’ consigliera PaP

Consiglio Firenze ricorda 40ennale di via Fani . Ma è polemica su ‘uscita’ consigliera PaP

Durante la commemorazione, la consigliera di Potere al Popolo, Miriam Amato  si è alzata e ha lasciato l’aula. Consiglieri Pd: “sconcertante”, “motivi familiari” ribatte lei

“Domenico Ricci, Oreste Leonardi, Giulio Rivera, Francesco Zizzi e Raffaele Iozzino: sono i componenti della scorta del presidente della Dc Aldo Moro, trucidati nell’agguato di via Fani a Roma. È nostro dovere rivolgere un pensiero a questi uomini caduti per proteggere la democrazia”. Così, ricordando il quarantennale del rapimento del leader democristiano e della strage degli uomini della sua scorta da parte delle Br, la presidente del Consiglio comunale di Firenze ha aperto oggi la seduta. “E dobbiamo ricordare, insieme a loro, tutte le vittime di quegli anni terribili, uccise da atti terroristici che come istituzione respingiamo sempre con la massima forza”, ha aggiunto, sottolineando che “mai, mai e poi mai chi si è macchiato di quei crimini, chi ha fiancheggiato, protetto e sostenuto i terroristi può fare ironia sulle vittime, offendendo la dignità loro e delle famiglie devastate dal lutto”. Durante la commemorazione, la consigliera di Potere al Popolo si è alzata e ha lasciato l’aula. Un comportamento criticato dagli esponenti del Pd: “Sconcertante – hanno detto – evidentemente le parole della presidente Biti non le sono piaciute. E’ probabile che, invece, condivida l’affermazione che l’esponente delle Brigate Rosse ha espresso in occasione della visita fiorentina: ‘Ormai fare la vittima è un mestiere'”. La consigliera però smentisce le accuse: “Sorprende questa strumentalizzazione e fake news del Pd – replica – Tanto è che nell’ultima conferenza dei capigruppo avevo approvato la commemorazione di Moro. Il mio abbandono dell’aula è stato dettata da un’urgenza familiare”.

L'articolo Consiglio Firenze ricorda 40ennale di via Fani . Ma è polemica su ‘uscita’ consigliera PaP proviene da www.controradio.it.

“Le Mamme Matte ti raccontano l’affido e l’adozione speciale!”

“Le Mamme Matte ti raccontano l’affido e l’adozione speciale!”

🔈Firenze, sabato 17 dalle ore 15.30 presso la Sala dei Marmi del Parterre, si terrà un incontro in-formativo con l’associazione “M’aMa”, Mamme Matte, per “Promuovere l’affido e l’adozione di minori con particolare attenzione ai bambini con bisogni speciali”.

L’iniziativa è supportata dalla consigliera comunale di Potere al Popolo, Miriam Amato, che condivide l’attività e gli scopi dell’associazione “M’aMa” – Mamme Matte – che in un anno, a livello nazionale e in collaborazione con i Servizi sociali e Tribunali per i Minori, ha trovato famiglia per 56 minori “difficilmente collocabili”.

L’incontro ha il titolo: “Le Mamme Matte ti raccontano l’affido e l’adozione speciale!”. “Questo è un tipico incontro informativo – spiega Emilia Russo, presidente dell’associazione M’aMa – realizzato in modo itinerante per diffondere in modo capillare, sull’intero territorio nazionale, la cultura dell’accoglienza attraverso l’affido e l’adozione, perché tutti, single e coppie (sposate o conviventi), siano messe a conoscenza della reale possibilità di accogliere un minore in difficoltà”.

“L’incontro di sabato – aggiungono Amato e Russo – è rivolto a chiunque abbia voglia di avvicinarsi a questo mondo e scoprire come diventare genitore affidatario o adottivo di un bambino, con particolare attenzione ai bambini con bisogni speciali”.

“Qui a Firenze siamo riusciti a esserci grazie all’interessamento della nostra “Mamma Matta ad honorem” Miriam Amato” conclude Russo.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Miriam Amato e la presidente dell’associazione M’aMa, Emilia Russo:

L'articolo “Le Mamme Matte ti raccontano l’affido e l’adozione speciale!” proviene da www.controradio.it.