Firenze: dopo Mobike arriva anche Gobee

Firenze: dopo Mobike arriva anche Gobee

Un nuovo ed aggiuntivo servizio di bike sharing a flusso libero per Firenze, con bici verdi anziché arancioni come quelle di Mobike: ad annunciarne lo sbarco in città, a partire dall’inizio di dicembre, è il sindaco Dario Nardella.

L’amministrazione ha infatti individuato il secondo soggetto vincitore dei due bandi lanciati nei mesi scorsi per la gestione del bike sharing a flusso libero a Firenze: si tratta di Gobee Bike, società di Hong Kong, che si aggiudicherà così la possibilità di portare fino a 4000 biciclette in città. Più grandi delle ”colleghe” di Mobike e di colore verde, le bici di Gobee Bike arriveranno a Firenze, ha detto Nardella ieri sera su Rtv 38, a partire dai primi giorni del mese prossimo.

Il funzionamento delle bici di Gobee è identico a quello di Mobike: si scarica un”app che consente di noleggiarle e individuare dove si trovano nella mappa cittadina. Sempre sul tema, il sindaco ha anche annunciato un accordo con Grandi Stazioni per la realizzazione di due aree park per le bici del bike sharing alla stazione di Santa Maria Novella. Ad occuparsi direttamente di tutto il ”pacchetto” bike sharing, così come anche di piste ciclabili e del tema della città ciclabile, ha detto Nardella, sarà l”assessore all”urbanistica Giovanni Bettarini.

L'articolo Firenze: dopo Mobike arriva anche Gobee proviene da www.controradio.it.

Mobike, Nardella: “10mila usi al giorno, serve educazione”

Mobike, Nardella: “10mila usi al giorno, serve educazione”

“Chiedo collaborazione ai cittadini, non costa molto mettere la bicicletta al posto giusto. Previsto arrivo di un nuovo gestore,è un servizio che crescerà molto e che sta rivoluzionando il modo di muoversi dei cittadini e che stimola anche noi amministrazioni a far meglio”

“Firenze sta rispondendo benissimo al bike sharing, con grande entusiasmo. Abbiamo superato i 50.000 abbonati e le 10.000 utenze al giorno. Però è necessario che i cittadini collaborino: ci vuole rispetto delle regole e un po’ di buona educazione civica perché questo servizio possa funzionare ancora meglio di come sta andando”. Lo ha detto oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella, parlando di Mobike, il servizio di bike sharing a flusso libero.

“Chiedo collaborazione ai cittadini – aggiunge il sindaco – non costa molto mettere la bicicletta al posto giusto. Non c’è neanche la scusa delle rastrelliere perché le nuove biciclette del bike sharing non hanno bisogno né di rastrelliere né di pali, catene o lucchetti, perché non c’è il rischio che qualcuno te la rubi. Quindi lo sforzo è davvero minimo, con un po’ di collaborazione in più dei cittadini possiamo far bene”.

Nardella ha poi ricordato che “il bando è aperto ed è previsto l’arrivo di un nuovo gestore. E’ un servizio che crescerà molto a Firenze ma io credo in tutte le città italiane: come sapete anche Milano lo ha adottato. E’ un servizio che sta rivoluzionando il modo di muoversi dei cittadini e che stimola anche noi amministrazioni a far meglio: proprio dalle prossime settimane comincerà la realizzazione di nuove piste ciclabili e la riqualificazione delle esistenti”.

L'articolo Mobike, Nardella: “10mila usi al giorno, serve educazione” proviene da www.controradio.it.

Mobike, stop all’immissione di nuove biciclette

Mobike, stop all’immissione di nuove biciclette

Il gestore del servizio di bike sharing decide di rallentare: “I cittadini le chiedono ma noi non vogliamo confusione, non vogliamo compromettere il servizio”. E lancia una campagna social per il parcheggio responsabile

L’arrivo di nuove Mobike è stato congelato, per il momento, da un accordo tra il gestore del servizio di bike sharing (Evlonet) ed il Comune di Firenze.

L’impiego delle biciclette -al momento ne circolano 2.270 per le strade- che dovrebbe portare ad un numero di 4.000 mezzi entro la fine dell’anno è stato più volte rallentato, seguendo un percorso di inserimento graduale nella città guardando all’esempio di Milano, dove sono state immesse 12mila Mobike contemporaneamente causando grossi disagi urbani.

Oltre a questo a preoccupare gestore e Comune sono i parcheggi selvaggi delle biciclette, che d’altra parte non dispongono di un numero adeguato di spazi per sostare nel territorio (solo 1.300 sono i posti dedicati alle biciclette arancioni, a fronte di un numero di 2.200 veicoli in strada), che hanno anche spinto la compagnia asiatica a mettere in atto una campagna social per la sensibilizzazione al ‘parcheggio responsabile’.

D’altronde a Novembre dovrebbe arrivare in città un nuove operatore di bike sharing (un altro soggetto asiatico, forse Ofo, forse Blugogo) con il progetto di riversare nelle strade altre 4.000 bici, per arrivare ad un totale di 8.000 veicoli.

Servirà a frenare l’espansione della compagnia cinese? Da Evlonet il patron Alessandro Felici afferma: “Abbiamo deciso insieme a Palazzo Vecchio di rallentare. I cittadini le chiedono ma noi non vogliamo confusione, non vogliamo compromettere il servizio”. E pensando alle immagini delle biciclette arancioni nell’Arno, non riusciamo a dargli torto.

L'articolo Mobike, stop all’immissione di nuove biciclette proviene da www.controradio.it.

Mobike: superati 40mila iscritti a Firenze

Mobike: superati 40mila iscritti a Firenze

Bike sharing a flusso libero, boom del servizio Mobike che raggiunge i 41mila iscritti L’assessore Bettarini ha fatto il punto in Consiglio comunale a due mesi dal debutto. La media è giornaliera di 7700 utilizzi.

Sono i dati record del bike sharing cittadino, a due mesi dal debutto a Firenze del servizio Mobike. I risultati sono stati illustrati oggi in Consiglio comunale dall’assessore alla Smart City Giovanni Bettarini che ha fatto il punto sul nuovo servizio.
“Un bel successo del servizio di bike sharing – ha detto Bettarini – che ha incontrato il favore dei cittadini rimettendo al centro la questione della bicicletta come possibilità concreta per gli spostamenti in città. Dati che hanno superato le aspettative, con una prospettiva di crescita molto positiva. L’obiettivo è quello di migliorare ulteriormente il servizio, sia nei numeri che nella tipologia dei mezzi. Al momento – ha proseguito Bettarini – abbiamo in strada 1500 biciclette, che diventeranno 1700 entro domani e 2500 nei prossimi giorni, con un bando ancora attivo per altre 4mila biciclette. Le nostre richieste di sviluppo riguardano miglioramenti sulla tipologia dei mezzi e aggiornamenti dei modelli che arriveranno nella prossima fase”.

L'articolo Mobike: superati 40mila iscritti a Firenze proviene da www.controradio.it.

Mobike, 1.500 noleggi giornalieri a Firenze

Mobike, 1.500 noleggi giornalieri a Firenze

Il Sindaco di Firenze esprime soddisfazione sul suo profilo Fb rispetto al successo che sta ottenendo il servizio di bike sharing a flusso libero inaugurato a Firenze il 2 agosto scorso.

Fa piacere vedere che le bici del bike sharing sono già entrate nelle abitudini di tutti, fiorentini e turisti. Dopo poco più di due settimane dall’avvio del servizio i dati sono molto positivi: più di 10mila persone hanno scaricato l’app Mobike e sono stati registrati circa 1.500 noleggi giornalieri. Già nei prossimi mesi – annuncia Nardella – arriveranno in città nuove bici ed entro fine anno saranno 4mila. Aumenteremo anche le aree sosta, soprattutto nelle zone decentrate. È importante usarle rispettando le regole, perché così ne avremo tutti giovamento. E voi le avete già provate?“.

Le biciclette dotate di Gps sono facilmente identificabili grazie al loro telaio in alluminio, le ruote arancioni, il sellino e il cestino neri.

Mobike è il primo gestore autorizzato sulla base dell’avviso per le manifestazioni di interesse pubblicato dall’Amministrazione il 31 maggio scorso. L’offerta, che prevede 4.000 bici ovvero la quota massima consentita per un singolo gestore, ha ovviamente recepito le indicazioni dell’avviso di un servizio in funzione h24 per tutti i giorni dell’anno e ha esteso l’area di funzionamento del servizio a tutto il centro abitato di Firenze. Un sistema totalmente automatizzato basato su un’APP gratuita per smartphone attraverso cui l’utente può visualizzare le bici disponibili (che per questo sono dotate di Gps), prenotarle, sbloccarle a inizio utilizzo e bloccarle al termine. E ancora pagare, segnalare guasti e malfunzionamenti. L’avviso resterà aperto un anno (prorogabile di un ulteriore anno) in modo da prevedere, come accaduto per il car sharing, l’arrivo di ulteriori proposte da altri soggetti interessati. Queste offerte vengono esaminate dall’apposita commissione che si riunisce entro il 15 di ogni mese e, se valutate positivamente, viene rilasciata l’autorizzazione allo svolgimento del servizio agli operatori che le hanno presentate, fino a raggiungere la flotta massima prevista attualmente in 8.000 biciclette.

L'articolo Mobike, 1.500 noleggi giornalieri a Firenze proviene da www.controradio.it.