È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries

È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries

Dolores O’Riordan, inconfondibile voce dei Cranberries è morta all’improvviso a Londra, la notizia in una nota della sua agente riportata dai media irlandesi. O’Riordan era a Londra per una sessione di registrazione.

“La cantante della band irlandese The Cranberries era a Londra per una breve sessione di registrazione. Non sono disponibili al momento ulteriori dettagli. I familiari sono distrutti dall’aver appreso la notizia e hanno chiesto di rispettare la loro privacy in questo momento molto difficile” riporta la nota, ma erano noti alcuni problemi di salute che avevano portato all’annullamento di alcune date durante il 2017, secondo alcune voci la causa del decesso sarebbe un tumore.

O’Riordan nacque nel 1971 a Limerick, nel sud ovest dell’Irlanda, e diventò cantante dei Cranberries nel 1990. Insieme alla band pubblicò sette dischi, l’ultimo dei quali uscito nel 2017. Negli anni Novanta, i Cranberries diventarono famosissimi in tutto il mondo mischiando il rock alla musica tradizionale irlandese: il loro disco di maggiore successo fu No Need To Argue, del 1994, che conteneva la canzone “Zombie” e ha venduto circa 17 milioni di copie nel mondo. Nello stesso anno aveva sposato il tour manager dei Duran Duran, Don Burton, padre dei suoi tre figli. I due avevano divorziato nel 2014 dopo vent’anni di vita insieme.

Nel 2003 i Cranberries si sciolsero, la O’Riordan pubblicò Are You Listeinng? nel 2007 e No Baggage nel 2009, prima della reunion con la band nel 2009.

L'articolo È morta Dolores O’Riordan, voce dei Cranberries proviene da www.controradio.it.

UFO nei cieli di Los Angeles?

UFO nei cieli di Los Angeles?

Los Angeles, alcuni degli gli abitanti della metropoli californiana, alla vista di un mozzafiato UFO che ha illuminato il tramonto della California del sud, hanno pensato o che la fine del mondo fosse finalmente arrivata o che una nave aliena iridescente stesse solcando i cieli.

Molte persone hanno fermato le loro automobili ai bordi delle strade per scattare foto e video dell’incredibile vista di quello che da molti al momento veniva classificato come un UFO.

Ma in realtà, lo spettacolo era di origine nostrana e non aliena, si trattava infatti del razzo di SpaceX Falcon 9, lanciato dalla Base Aerea di Vandenberg alle 17:27 pacific time, che trasportava 10 satelliti nell’orbita terrestre bassa.

I satelliti faranno parte di una costellazione operata da Iridium Communications e, per la cronaca, ci è dato sapere che tutti e 10 i satelliti sono stati posizionati con successo.

Per la verità le autorità avevano avvertito in anticipo che il lancio sarebbe potuto essere stato visto in tutta la California meridionale ed oltre, ma nonstante questo, il Corpo dei vigili del fuoco di Los Angeles ha dovuto spiegare alle migliaia di cittadini, che hanno intasato i centralini preoccupati, che “le luci misteriose nel cielo” provenivano dal lancio del razzo dalla base di Vandenberg.

L'articolo UFO nei cieli di Los Angeles? proviene da www.controradio.it.

Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia

Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia

Firenze, a margine del 72/o congresso di Assoenologi, tenutosi domenica 19 alla Stazione Leopolda, l’AD della casa Marchesi Antinori, Renzo Cotarella ha sottolineato il fatto che quest’anno, in tre nazioni si sono prodotti 40 mln di ettolitri di vino in meno.

“La vendemmia quest’anno ha avuto un impatto dimensionale molto forte, a livello globale ma soprattutto europeo con Italia, Francia e Spagna che insieme hanno prodotto 35-40 milioni di ettolitri di vino in meno.

Una cifra stratosferica e praticamente uguale alla produzione vinicola di Argentina, Cile e Nuova Zelanda messe insieme”.

Secondo Cotarella, per il comparto “questo aspetto rischia di essere penalizzante perché i costi di produzione rischiano di dover essere calcolati su una minor produzione.

Tuttavia, il mercato è attento, è disposto a pagare qualcosa in più per i prodotti di qualità e i singoli marchi continuano a ricevere interesse”.

“Dal punto di vista del reddito – ha concluso – direi che non c’è da essere preoccupati ma rimane comunque un mercato molto competitivo che spinge a dover conquistare tutti gli angoli” anche perché, “la quantità generale di vino prodotta è leggermente superiore al consumo”.

L'articolo Vino, calo quantità Italia, Spagna, Francia proviene da www.controradio.it.

Onde gravitazionali, catturato un nuovo segnale

Onde gravitazionali, catturato un nuovo segnale

Il segnale di nuove onde gravitazionali è stato captato dal rivelatore americano Ligo (Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory) e analizzato in collaborazione con Virgo, il rivelatore che si trova a Cascina (Pisa) e fa capo allo European gravitational observatory (Ego), fondato e finanziato da Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) e Consiglio nazionale delle ricerche francese (Cnrs).

A generare le onde gravitazionali che hanno investito la Terra, il cui segnale è stato catturato l’8 giugno 2017, è stata ancora una volta la collisione di due buchi neri.

Due cannibali cosmici con una massa pari a 7 e 12 volte quella del Sole, che 1,1 miliardi di anni fa si sono stretti in un abbraccio fatale fino a fondersi.

“La particolarità di questo segnale è che il sistema di due buchi neri coinvolto è più leggero, meno di una ventina di masse solari complessivamente, rispetto agli altri finora osservati da Ligo e Virgo”, ha detto all’ANSA Gianluca Gemme, che coordina la comunità italiana Infn impegnata nell’esperimento Virgo.

Ancora una volta sono protagonisti i buchi neri, come era accaduto nella prima osservazione del settembre 2015, premiata con il Nobel per la fisica 2017 per aver dimostrato l’esistenza di queste increspature dello spazio-tempo previste più di un secolo fa da Albert Einstein.

“Siamo appena all’inizio di un nuovo modo di osservare l’universo. Ligo e Virgo hanno dimostrato l’esistenza di coppie di buchi neri sconosciuti, di massa poche decine di volte quella del Sole. Con quest’ultimo segnale aggiungiamo un nuovo tassello a un puzzle che abbiamo appena iniziato a comporre”, ha spiegato Gemme.

Ligo e Virgo sono al momento spenti per l’ordinaria manutenzione e gli aggiornamenti necessari ad aumentarne la sensibilità. Ritorneranno in attività nell’autunno 2018 e raccoglieranno dati per un anno.

“L’osservazione di segnali di onde gravitazionali in futuro potrebbe diventare sempre più frequente: ci aspettiamo di catturare un segnale al mese.

Intanto – ha concluso Gemme – stiamo già lavorando a ideare la nuova generazione di strumenti che potrebbero essere ospitati sottoterra, per migliorarne ancor di più la sensibilità e ridurre al minimo le interferenze esterne, come quelle dovute a scosse sismiche”.

I dettagli del nuovo segnale, in via di pubblicazione sulla rivista Astrophysical Journal Letters, sono consultabili sul sito arXiv.

L'articolo Onde gravitazionali, catturato un nuovo segnale proviene da www.controradio.it.

Firenze: campionato dello sport di Quidditch

Firenze: campionato dello sport di Quidditch

Squadre da tutto il mondo dal 27/6 al 2/7 per lo sport di Harry Potter.

I match di Quidditch, lo sport fantastico reso popolare dai film della saga di Harry Potter, arrivano in Italia. Si giocherà per la prima volta in Italia a Firenze la coppa del mondo di questa disciplina, ispirata a quella descritta nelle storie di Harry Potter, e simile per alcuni tratti al dodge e al rugby, benchè ovviamente mancante dell’uso delle scope volanti presenti nella versione letteraria e cinematografica.

Dal 27 giugno al 2 luglio 2018 tutti gli appassionati del celebre mago si potranno dare appuntamento a Firenze per assistere alle gare. Con 31 paesi partecipanti (Italia compresa), il capoluogo toscano si prepara a ospitare per la prima volta in Italia il più grande torneo nella storia di questo sport.

L’evento è promosso dalla International Quidditch Association (Iqa): a presentarlo, in Palazzo Vecchio, c’era oggi anche l’assessore comunale allo sport Andrea Vannucci. Dopo un lungo processo di selezione che ha coinvolto Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Turchia, Australia e Belgio, come è stato spiegato durante l’incontro, l’Italia è stata scelta quale paese più adatto a ospitare la Iqa World Cup 2018.

Nato nel 2005 in un college di Middlebury nel Vermont, il quidditch ben presto si evolve in un vero sport regolamentato in tutte le sue dinamiche e nel 2010 arriva in Europa. Nel nostro paese l’associazione italiana quidditch viene fondata nel 2013 a Monza. Oggi gli azzurri hanno all’attivo tre competizioni: European Games 2015, IQA World Cup 2016, European Games 2017.

L'articolo Firenze: campionato dello sport di Quidditch proviene da www.controradio.it.