MOZIONE SFIDUCIA CENTRODESTRA A ROSSI, PD: “RIDICOLO PRESENTARLA”

Rossi Mozione sfiducia

La mozione di sfiducia annunciata dai capigruppo toscani di Fratelli d’Italia, Lega Nord e Forza Italia: “teatrino Rossi-Marras è indecoroso.” Pd: “mozione ridicola, esamineremo nostra attività governo ma andiamo avanti.”

“Il teatrino fra il governatore della Toscana Enrico Rossi e il capogruppo del Pd Leonardo Marras è indecoroso, così abbiamo pensato di toglierli dall’imbarazzo: presenteremo noi del centrodestra una mozione di sfiducia nei confronti di Enrico Rossi. Se veramente c’è l’intenzione di restituire la parola agli elettori con noi sfondano una porta aperta: siamo pronti al voto in qualsiasi momento”. E’ quanto affermano i capigruppo in Consiglio regionale della Toscana di Fratelli d’Italia Giovanni Donzelli, di Forza Italia Stefano Mugnai e della Lega Nord Manuel Vescovi.

“Comprendiamo che sia in corso uno psicodramma nel centrosinistra per il pessimo risultato alle amministrative – aggiungono in una nota -, ma non è accettabile che coloro i quali si sono presentati agli elettori insieme e con un unico programma si disimpegnino oggi solo in polemiche interne ai giochi della politica”. Per gli esponenti del centrodestra, “la giunta Rossi ha di fatto rinunciato a governare la Regione, come dimostrano lo scarso numero e l’inconsistenza dei provvedimenti sottoposti al Consiglio regionale”. “La verità è che il centrosinistra pensa solo a litigare su Renzi disinteressandosi completamente dei bisogni dei cittadini – concludono – non stanno governando la Toscana, per questo chiediamo di porre fine a questa triste agonia”.

“La mozione di sfiducia a Rossi? Sciocco evocarla, ridicolo presentarla. Il centrodestra può evitare di perdere tempo in iniziative di propaganda”. Lo afferma il consigliere regionale e vicesegretario del Pd toscano Antonio Mazzeo in merito alla mozione di sfiducia. “Una verifica dell’attività di governo a metà legislatura è doverosa. E la faremo – aggiunge in una nota -. Per migliorarci. Ma il nostro obiettivo, come ripetiamo da mesi, è arrivare alla scadenza naturale del mandato rispettando il programma premiato dagli elettori nel 2015 perché davvero riformista e capace di dare prospettive e sviluppo alla Toscana”. “L’hanno capito tutti, lo capiranno anche Donzelli, Mugnai e Vescovi con buona pace del loro ennesimo tentativo di buttarla in caciara”, conclude.

The post MOZIONE SFIDUCIA CENTRODESTRA A ROSSI, PD: “RIDICOLO PRESENTARLA” appeared first on Controradio.

COMUNALI, IL CENTRODESTRA AVANZA: “TOSCANA NON PIU’ COSI’ ROSSA”

Comunali Toscana non più così rossa

“Il vento è cambiato” ha affermato Mugnai (Fi) sulle comunali in Toscana:  “abbiamo ampie possibilità vittoria ballottaggi, saliti da 3 a 9 comuni.” Fdi: “spingiamo vittoria centrodestra in Toscana.”

Del primo risultato delle comunali in Toscana “siamo più che soddisfatti, venivamo da tre piccoli comuni amministrati prima del voto e dopo il primo turno siamo saliti a 9, con ampie possibilità di successo a Lucca e Pistoia. Mi sembra che il vento sia cambiato” e “abbiamo buone possibilità di fare un filotto storico in Toscana”. Lo ha detto il coordinatore toscano di Fi e capogruppo azzurro in Consiglio regionale Stefano Mugnai commentando l’esito del voto in Toscana per il partito e il centrodestra.

“Adesso l’attenzione si concentra sui ballottaggi – ha aggiunto -, ai quali noi andiamo con entusiasmo e quelli del invece Pd ci vanno depressi, e abbiamo il dovere di trasformare un risultato già magnifico in un risultato che va oltre le più rosee aspettative”. “Soprattutto a Lucca il margine è veramente ridotto e a Pistoia un po’ più marcato – ha detto ancora -. Il Pd può tranquillamente perdere tutti e tre i ballottaggi e il centrodestra unito può vincere a Lucca e Pistoia”. Secondo Mugnai “i candidati del Pd o comunque del centrosinistra avranno delle difficoltà in più rispetto a noi. Bertinelli a Pistoia e Tambellini a Lucca sono già in saturazione e un voto in più non lo prendono. In questa stagione politica chi va a ballottaggio contro candidati Pd ha buone probabilità di vincere, in Toscana come altrove”.

“La Toscana non è più così rossa: Fratelli d’Italia ottiene un consenso eccezionale, avanza in tutta la Regione e spinge il centrodestra alle vittorie. Dopo le vittorie di Grosseto e Arezzo il centrodestra segna oggi altre affermazioni nei comuni capoluogo  siamo convinti che i ballottaggi diranno in maniera ancora più forte che la Toscana ha voglia di cambiare”. Lo afferma il coordinatore dell’esecutivo nazionale Fdi e capogruppo in Consiglio regionale Giovanni Donzelli.

“Complimenti ai nostri dirigenti Diego Petrucci, eletto sindaco ad Abetone-Cutigliano, e ad Alessandro Tomasi che va al ballottaggio a Pistoia – aggiunge in una nota -: risultati importanti che sottolineano una volta di più il valore delle nostre battaglie e dei nostri dirigenti sul territorio”. Fdi, dice ancora, “piazza risultati ottimi in tutta la Toscana, da Lucca a Pistoia, città in cui diventa la seconda forza più grande dietro al Pd, sfiorando il 10% di lista oltre al quale bisogna sottolineare il 5% dei voti della civica vicina al sindaco Tomasi, e porta Diego Petrucci, coordinatore nazionale del movimento ‘Terra Nostra – Liste civiche per Giorgia Meloni’ ad una storica elezione nella montagna Pistoiese”.

Per Donzelli “Fratelli d’Italia fa registrare numeri importanti in tantissimi piccoli comuni di tutta la Regione, a dimostrazione che i suoi dirigenti, dalle città alla piccola realtà, hanno saputo parlare a tutti i cittadini”.

The post COMUNALI, IL CENTRODESTRA AVANZA: “TOSCANA NON PIU’ COSI’ ROSSA” appeared first on Controradio.