Aeroporto Pisa, Azione Ncc protesta per parcheggi dimezzati

Aeroporto Pisa, Azione Ncc protesta per parcheggi dimezzati

Pisa, sono stati quasi dimezzati i parcheggi riservati alle auto Ncc nell’aeroporto Galileo Galilei di Pisa – si legge in un comunicato di ‘Azione Ncc’, che continua – Senza alcuna concertazione e senza alcun preavviso i posti sono passati da 18 a 10, un numero assolutamente insufficiente per lo scalo più importante della Toscana, che conta più di 4 milioni di passeggeri ogni anno”.

“Lavorare è diventato per noi impossibile: chiediamo subito altre postazioni” dice Giorgio Dell’Artino, presidente dell’associazione Azione Ncc.

Non è la prima volta che i posti riservati alle auto degli Ncc sono stati ridotti. Già in occasione della riqualificazione dell’area i parcheggi sono passati da 25 a 18.

“L’ulteriore ridimensionamento dei spazi pochi giorni fa – continua il comunicato – ha fatto spazio ad altri mezzi a danno della nostra categoria. Mentre rimangono invariati i 30 posti circa riservati ai taxi. “Nel momento in cui il lavoro è poco riusciamo con difficoltà a organizzarci, ma con l’arrivo dell’alta stagione – dice Dell’Artino – è insostenibile e così rischiamo di offrire un servizio peggiorativo ai passeggeri”.

La situazione all’aeroporto Galileo Galilei si è ulteriormente complicata da quando il Comune ha vietato l’accesso ai bus. I mezzi sopra i 9 posti possono sostare soltanto a circa 800 metri dagli arrivi all’interno del parcheggio del People Mover, raggiungibile per gli utenti solo con il trenino a fronte di un pagamento di 2,70 euro.

“Questo cambiamento ha portato un aumento della richiesta di Ncc da parte di gruppi che preferiscono dividersi fra più veicoli piuttosto che prendere il bus – dice Giorgio Dell’Artino, presidente dell’associazione Azione Ncc -. Un cambiamento che potrebbe apparentemente sembrare positivo per gli Ncc ma in realtà lo è solo nell’immediato. Siamo convinti che così si penalizzi la libera circolazione dei turisti, che a lungo andare potrebbero trovare più convenienti altre destinazioni”.

L'articolo Aeroporto Pisa, Azione Ncc protesta per parcheggi dimezzati proviene da www.controradio.it.

Movida Firenze: arrivano le navette notturne del ‘Buon ritorno a casa’

Movida Firenze: arrivano le navette notturne del ‘Buon ritorno a casa’

Un servizio di navette per un ‘Buon ritorno a casa’ dei giovani frequentatori dei locali del centro storico fiorentino. È ‘Exclusive’ la prima sperimentazione con partenze ogni mezz’ora alle 1.30, 2 e 2.30 per favorire la sicurezza nelle ore notturne.

L’iniziativa, promossa da Confesercenti Firenze, nasce da una collaborazione tra Università straniere, gestori e titolari dei locali serali e compagnie di vettori autorizzati. A presentare l’iniziativa, oggi in Palazzo Vecchio, sono stati l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re, il consigliere speciale del sindaco Niccolò Falomi e il direttore di Confesercenti Firenze Stefano Fontinelli.

“Da assessore allo Sviluppo economico sono particolarmente contenta che questa iniziativa sia stata promossa da un’associazione di categoria – ha detto l’assessore Del Re – Le associazioni di categoria sono state coinvolte in moltissime delle iniziative promosse dall’Amministrazione comunale, oggi invece è un’associazione di categoria a raccogliere il tema del rientro a casa sicuro di notte soprattutto per i più giovani. Lo fa grazie alla collaborazione del trasporto pubblico non di linea, gli Ncc, che hanno trovato un accordo con una serie di locali del centro storico per far sì che i nostri ragazzi, fiorentini e non, possano tornare a casa la sera in modo sicuro e ad un prezzo ragionevole. Un’iniziativa – ha concluso l’assessore – che vogliamo far conoscere il più possibile e che si aggiunge ai servizi già attivi promossi dall’Amministrazione con le cooperative dei taxi fiorentini, Taxi Rosa e Taxi Disco”.

“L’obiettivo è quello di facilitare il rientro a casa dei giovani dopo una serata passata in discoteca o comunque nei locali del centro a Firenze – ha detto il consigliere Falomi – Pensiamo sia una risposta importante sui temi della sicurezza, della vivibilità e del trasporto notturno, in linea con le politiche portate avanti in questi anni dall’amministrazione”.

“Un progetto complesso e ambizioso mai attivato prima – ha detto il direttore Fontinelli – con l’obiettivo di creare un sistema di trasporto dedicato su prenotazione per i frequentatori dei locali serali, grazie alla costruzione di una filiera virtuosa tra i soggetti coinvolti. Tutti i materiali di comunicazione – ha spiegato Fontinelli – sono anche in lingua inglese per rendere questa opportunità più facilmente conoscibile da parte dei tanti studenti delle università straniere presenti in città”.

Il servizio sarà attivo in forma sperimentalmente da lunedì 16 aprile per un mese e mezzo, nelle serate di lunedì e mercoledì ad un prezzo di 7 euro per l’utilizzatore (con un contributo di 2 euro da parte del locale). Le vetture saranno disponibili per il trasporto collettivo su prenotazione alle 1.30, 2 e 2.30. Il servizio sarà limitato al territorio del Comune di Firenze, con le vetture che sosteranno in due luoghi del centro storico facilmente raggiungibili: piazza Santa Croce (largo delle Poste Nuove) e piazza della Repubblica (area Duomo, Strozzi). I locali aderenti al progetto raccoglieranno le prenotazioni di chi dimostrerà, tramite scontrino, di aver consumato nel locale. Per gestire le prenotazioni sarà attivato un gruppo WhatsApp tra locali aderenti e vettori. In base all’accordo, le università straniere si impegnano a far conoscere il servizio ai propri studenti; i locali aderenti a gestire il servizio di prenotazione, pagamento e rilascio del ticket di prenotazione; mentre i vettori si impegnano a rendere disponibile una vettura per trasporto collettivo da sette-nove posti negli orari prestabiliti e nei luoghi concordati con i locali.

L'articolo Movida Firenze: arrivano le navette notturne del ‘Buon ritorno a casa’ proviene da www.controradio.it.