Visita guidata alla mostra “YTALIA. Energia Pensiero Bellezza” con interprete LIS

La mostra Ytalia. Energia Pensiero Bellezza prevista al Forte Belvedere e in altre importanti sedi cittadine dal 2 giugno al 1 ottobre 2017 offre l’occasione per avvicinarsi all’arte italiana del Novecento grazie all’opera di grandi artisti che ne hanno segnato indelebilmente lo sviluppo. Lo sguardo alle opere del nostro tempo potrà intrecciarsi con i capolavori artistici che la città di Firenze custodisce e propone ogni giorno ai visitatori di ogni parte del mondo.

La visita permette di comprendere i tratti salienti della fortezza medicea intrecciando le architetture con le opere dell’esposizione Ytalia, che riunisce e presenta i capolavori di dodici grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte del Novecento italiano: Mario Merz, Giovanni Anselmo, Jannis Kounellis, Luciano Fabro, Alighiero Boetti, Giulio Paolini, Gino De Dominicis, Remo Salvadori, Mimmo Paladino, Marco Bagnoli, Nunzio, Domenico Bianchi. Le opere esposte consentono al pubblico di immergersi nei meandri dell’arte del nostro tempo decifrandone i codici e avvicinandosi alla poetica dei loro autori, nella convinzione che proprio nell’arte italiana – dall’antico al contemporaneo – affondino le radici più profonde della nostra civiltà e, quindi, della nostra identità.

 

Dove e quando: Forte Belvedere, domenica 23 luglio ore 15.30
Per chi: per giovani e adulti
Durata: 1h15’
Partecipazione gratuita per non udenti e accompagnatori (min 10-max 25 partecipanti, gratuità per un accompagnatore ogni non udente).

Per le tariffe della mostra visitare il sito http://ytalia.musefirenze.it/la-mostra/

Per informazioni e prenotazioni
Tel. 055-2768224 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it
www.musefirenze.it

 

Visita polisensoriale per nonvedenti al Museo Novecento: 19 febbraio

La visita polisensoriale consente di ripercorrere a ritroso il XX secolo individuando i movimenti, le poetiche e gli artisti che ne hanno segnato i decenni, con un taglio fortemente interdisciplinare e un’attenzione specifica all’Italia e a Firenze. A partire dalla Biennale di Venezia del 1988, intesa come primo riconoscimento dei giovani fiorentini De Lorenzo, Guaita e Catelani, il percorso ripropone le tensioni e gli ideali degli anni Settanta e Sessanta – con grandi opere quali la Superarchitettura di Archizoom e Adolfo Natalini o il Plurimo di Emilio Vedova – per poi addentrarsi negli anni centrali del Novecento, riccamente rappresentati grazie alle donazioni di importanti artisti e collezionisti: fra questi Alberto Della Ragione, all’interno della cui collezione spiccano capolavori di De Chirico, Sironi, Casorati, Depero, Morandi, Martini. Nell’intreccio fra pittura, scultura, musica, poesia, moda, cinema e teatro il percorso porta il pubblico fino all’alba del secolo, animata dalle prime pulsioni delle avanguardie internazionali.

Dove: Museo Novecento, piazza Santa Maria Novella 10, Firenze
Quando: Domenica 19 febbraio h11.00
Durata: 2h00
Per chi: Giovani e adulti

 

Ascolta l’audio-comunicato

 

Visita a Palazzo Vecchio per non vedenti e ipovedenti: 29 ottobre

Palazzo Vecchio è il cuore di Firenze, simbolo della storia della città. Una storia che comincia nel 1299, quando nasce per ospitare i governanti della Firenze medievale, e che conosce un’età dell’oro nel momento in cui la famiglia Medici vi porta la propria residenza trasformandolo in una vera Reggia. La visita permette di comprendere come architetture, arti minori, sculture e dipinti concorrano alla creazione di un unicum ricco e complesso che si è trasformato, stratificato e rinnovato nel corso dei secoli.

  • Dove: Museo di Palazzo Vecchio
  • Quando: Sabato 29 ottobre 2016 ore 15.30
  • Durata: 2h
  • Per chi: giovani e adulti non vedenti e ipovedenti

Le visite, per un massimo di 25 persone, sono gratuite e la prenotazione è obbligatoria.

 

La guida di Palazzo Vecchio per ciechi e ipovedenti

Disponibile una guida in braille con immagini in rilievo e una guida per ipovedenti

Da sempre i Musei Civici Fiorentini e l´Associazione MUS.E dedicano un´attenzione speciale ai pubblici con bisogni specifici dal punto di vista fisico, psichico e sociale. Questo deriva dalla ferma convinzione che i musei siano luoghi pubblici, democratici, aperti alla società e alle diverse necessità che questa può presentare.

Oltre alle varie iniziative di visita sviluppate nel corso degli anni e presenti in forma permanente nei Musei Civici, il Museo di Palazzo Vecchio è da oggi dotato anche di uno strumento permanente di supporto ai visitatori ciechi e ipovedenti: in collaborazione con la Stamperia Braille – Regione Toscana e con l´Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Firenze sono state infatti elaborate due brevi guide che consentono a tutti i visitatori con disabilità visiva di dotarsi di uno strumento utile per la propria visita: la prima, rivolta agli ipovedenti, presenta il testo a grandi caratteri e immagini a colori contrastati; la seconda, rivolta ai ciechi, è stampata in Braille con immagini in rilievo: immagini ricavate da prototipi “in negativo”  realizzati manualmente e sapientemente dal personale della Stamperia.

I due strumenti di supporto alla visita sono disponibili gratuitamente presso il Punto Info del Museo di Palazzo Vecchio.

 

Per informazioni:
Tel. 055-2768224 e 055-2768558
info@muse.comune.fi.it