Firenze, Nuovo Pignone: Stangarone nuovo presidente

Firenze, Nuovo Pignone: Stangarone nuovo presidente

Nuovo presidente per il Nuovo Pignone di Firenze, società del gruppo Baker Hughes, a Ge company: è Michele Stangarone. Succede a Massimo Messeri, in carica dal 2011, che, si spiega in una nota, ha deciso di ritirarsi dal 1 aprile 2018, dopo 43 anni al servizio della società.

Stangarone, attualmente vice presidente di Nuovo Pignone e vice presidente globale vendite per il business turbomachinery & process solutions di Bhge, è entrato in Nuovo Pignone nel 1985 come ingegnere di turbomacchine.
Ad annunciare la nomina è stato Lorenzo Simonelli, presidente e ad di Baker Hughes che ha ringraziato Messeri per il suo “importante contributo”. Sotto la sua presidenza (la più lunga nella storia dell’azienda fiorentina), “Nuovo Pignone – ha detto Simonelli – ha estremamente rafforzato i legami con interlocutori chiave del territorio come istituzioni, mondo della ricerca e tessuto industriale, giocando sempre un ruolo da protagonista prima nel gruppo Ge oil & gas e adesso in Bhge e nelle comunità in cui l’azienda ha le proprie sedi. Il valore generato dall’ottima integrazione con il territorio che si è creata durante la presidenza Messeri è indiscutibile. Proprio per questo, la nuova presidenza opererà in piena continuità con la precedente ed è Michele Stangarone la persona più adatta per ricoprire questo ruolo”: rappresenta “al meglio la sintesi tra l’eredità di eccellenza tecnologica dell’azienda metalmeccanica fiorentina e la multinazionale innovativa che siamo oggi”.
Massimo Messeri ha detto: “Lavorare in Nuovo Pignone è stato per me motivo di grandissimo orgoglio in tutti questi 43 anni di servizio. Ho avuto il privilegio di vedere l’azienda crescere, affrontare nuove sfide e allargare sempre di più i propri confini, portando avanti la grande eredità e competenza tecnologica che la contraddistingue da sempre”. Ha poi ringraziato Simonelli e chi è venuto prima di lui per la fiducia “e tutti i collaboratori e i dipendenti che in questi anni mi hanno affiancato e che ho cercato di rappresentare al meglio. La piena condivisione di valori e obiettivi tra me e Michele garantisce continuità al lavoro svolto in questi anni e a lui va il mio migliore augurio di buon lavoro”.

Stangarone – che nel corso della sua carriera nell’azienda fiorentina è stato 10 anni negli Usa come direttore delle vendite per il Nord America, tornando poi in Italia nel 2000 per ricoprire una serie di incarichi, venendo poi nominato presidente & ceo Europa nel gennaio 2016 e assumendo la sua attuale carica nel luglio 2017 – si è unito alle parole di ringraziamento nei confronti di Messeri: “Durante la sua presidenza – ha detto – ha contribuito a consolidare la posizione di Nuovo Pignone come azienda leader sia a livello tecnologico, che a livello di impegno per gli investimenti in Italia, contribuendo in modo decisivo a creare un clima di dialogo e collaborazione con le istituzioni locali e nazionali e con le parti sociali, che ha permesso di portare avanti obiettivi strategici per tutte le parti. Sono onorato di continuare a servire la società in questo incarico ed orgoglioso della competenza, dedizione e passione che differenziano il Nuovo Pignone. Attraverso il grande valore del suo capitale umano, l’azienda ha saputo esprimere nei decenni altissima tecnologia ed innovazione a tutti i livelli. È mia intenzione assicurare piena continuità con il lavoro portato avanti da Massimo”.

L'articolo Firenze, Nuovo Pignone: Stangarone nuovo presidente proviene da www.controradio.it.