SANITA’: MANIFESTAZIONE CONTRO CHIUSURA PRESIDIO ASL SANTA ROSA

Presidio

Volantinaggio di cittadini questa mattina davanti al presidio sanitario ASL di Santa Rosa: “140 mila residenti a rischio”  ed incognita sulla destinazione delle visite specialistiche”, denunciano i manifestanti riuniti nel comitato cittadino.

Si tratta di 600 utenti al giorno in oltre 7000 metri quadri di ambulatori, 20 specialistici, garantiti da un organico di circa 100 dipendenti. Da Gavinana all’Isolotto, un distretto sanitario che serve un bacino di utenza totale di oltre 140 mila residenti. La soppressione del presidio di Santa Rosa è ritenuto un taglio al servizio pubblico e al diritto alla salute assolutamente non attuabile.
In Oltrarno il 26 Aprile 2017 si è costituito un comitato di cittadini spontaneo composto da abitanti che “ritengono essenziale il servizio Asl di Santa Rosa e che sono preoccupati davanti all’ipotesi che l’edificio venga venduto senza che sia avanzata dalle istituzioni alcuna garanzia sul futuro dei servizi socio sanitari attualmente al 13 di Lungarno Santa Rosa”. Alla luce dei fatti, il comitato ha dichiarato “è doveroso opporsi alla mutilazione del servizio sanitario cittadino che priva l’Oltrarno della sanità essenziale, soprattutto alle fasce sociali ‘deboli': bambini, anziani, madri e disabili”.
Ha poi aggiunto: “Lo storico quartiere d’Oltrarno, non e’ solo l’ombelico della movida fiorentina. E’ un quartiere prismatico dove miseria e nobiltà convivono quotidianamente con la micro e macro criminalità, di quartiere e cittadine. In questo delicato contesto sociale il presidio di Santa Rosa rappresenta un esempio virtuoso di salute vicina ai cittadini. Negli anni tale prossimità ha stimolato l’integrazione spontanea di classi e culture, opponendo la filosofia della vita di quartiere al degrado delle orde mordi e fuggi. Gente capace di relazionarsi e convivere con le esistenze di frontiera, o al margine, della società. Residenti del quartiere de facto. E’ in questo Oltrarno ‘caldo’, come scrivono certe nere dei quotidiani, che cade la mannaia dei tagli colpendo anche il Centro di Salute mentale che attualmente serve infanzia, adolescenza ed età adulta”. 
Con la diaspora del servizio il presidio ASL potrebbe essere così frammentato: via Canova per il Quartiere 4, l’ex IOT per il quartiere 3, mentre per quanto riguarda il Quartiere 1 manca ancora una proposta.
Presidio

The post SANITA': MANIFESTAZIONE CONTRO CHIUSURA PRESIDIO ASL SANTA ROSA appeared first on Controradio.

SANITA’: MANIFESTAZIONE CONTRO CHIUSURA PRESIDIO ASL SANTA ROSA

Presidio

Volantinaggio di cittadini questa mattina davanti al presidio sanitario ASL di Santa Rosa: “140 mila residenti a rischio”  ed incognita sulla destinazione delle visite specialistiche”, denunciano i manifestanti riuniti nel comitato cittadino.

Si tratta di 600 utenti al giorno in oltre 7000 metri quadri di ambulatori, 20 specialistici, garantiti da un organico di circa 100 dipendenti. Da Gavinana all’Isolotto, un distretto sanitario che serve un bacino di utenza totale di oltre 140 mila residenti. La soppressione del presidio di Santa Rosa è ritenuto un taglio al servizio pubblico e al diritto alla salute assolutamente non attuabile.
In Oltrarno il 26 Aprile 2017 si è costituito un comitato di cittadini spontaneo composto da abitanti che “ritengono essenziale il servizio Asl di Santa Rosa e che sono preoccupati davanti all’ipotesi che l’edificio venga venduto senza che sia avanzata dalle istituzioni alcuna garanzia sul futuro dei servizi socio sanitari attualmente al 13 di Lungarno Santa Rosa”. Alla luce dei fatti, il comitato ha dichiarato “è doveroso opporsi alla mutilazione del servizio sanitario cittadino che priva l’Oltrarno della sanità essenziale, soprattutto alle fasce sociali ‘deboli': bambini, anziani, madri e disabili”.
Ha poi aggiunto: “Lo storico quartiere d’Oltrarno, non e’ solo l’ombelico della movida fiorentina. E’ un quartiere prismatico dove miseria e nobiltà convivono quotidianamente con la micro e macro criminalità, di quartiere e cittadine. In questo delicato contesto sociale il presidio di Santa Rosa rappresenta un esempio virtuoso di salute vicina ai cittadini. Negli anni tale prossimità ha stimolato l’integrazione spontanea di classi e culture, opponendo la filosofia della vita di quartiere al degrado delle orde mordi e fuggi. Gente capace di relazionarsi e convivere con le esistenze di frontiera, o al margine, della società. Residenti del quartiere de facto. E’ in questo Oltrarno ‘caldo’, come scrivono certe nere dei quotidiani, che cade la mannaia dei tagli colpendo anche il Centro di Salute mentale che attualmente serve infanzia, adolescenza ed età adulta”. 
Con la diaspora del servizio il presidio ASL potrebbe essere così frammentato: via Canova per il Quartiere 4, l’ex IOT per il quartiere 3, mentre per quanto riguarda il Quartiere 1 manca ancora una proposta.
Presidio

The post SANITA': MANIFESTAZIONE CONTRO CHIUSURA PRESIDIO ASL SANTA ROSA appeared first on Controradio.