Aou Careggi: nessuna infezione dal batterio New Delhi

Aou Careggi: nessuna infezione dal batterio New Delhi

L’ospedale di Careggi fa sapere che “Non si sono osservate al momento una diffusione intraospedaliera del batterio New Delhi dovuta ai casi importati da altri ospedali”. Non ci sono state dunque infezioni a trasmissione da persona a persona.

L’attenzione rimane alta e si applicano tutte le misure indicate dal decreto regionale del 26 luglio con il quale si elencavano le disposizioni per le Asl regionali. Tali misure sono difficili da applicare perchè comportano isolamento, disagi per il paziente e un notevole impegno da parte degli operatori.

Alessandro Bartolini, direttore delle malattie infettive e tropicali dell’Aou fiorentina, a margine di un convegno sulla gestione corretta delle terapie antibiotiche, ha spiegato che “I superbatteri Ndm sono stati intercettati e al momento non c’è stata alcuna diffusione”.

Bartoloni ha anche aggiunto che, di per sé, la semplice presenza nell’intestino non è pericolosa. Il problema si presenta nel momento in cui si sviluppano infezioni e il rischio di mortalità può variare dal 30% fino al 70%. E’ dunque fondamentale il monitoraggio attento dei portatori intestinali per mettere in atto tutte le misure indicate dalle direzioni regionali.

L'articolo Aou Careggi: nessuna infezione dal batterio New Delhi proviene da www.controradio.it.

Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave

Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave

Un ragazzo è stato investito da un treno all’altezza di Castelfiorentino, sulla linea Empoli-Siena, alle ore 13. Il giovane è stato portato all’ospedale di Careggi con l’elisoccorso Pegaso. Al momento è in gravi condizioni.

Sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco, carabinieri, polizia municipale e 118. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo stava attraversando i binari del passaggio a livello all’altezza di piazza Cavour quando il treno regionale, sopraggiunto, lo ha urtato.

In seguito a questo incidente i treni sulla tratta Empoli-Siena potranno subire dei ritardi di 60 minuti, variazioni o cancellazioni.

L'articolo Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave proviene da www.controradio.it.

Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave

Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave

Un ragazzo è stato investito da un treno all’altezza di Castelfiorentino, sulla linea Empoli-Siena, alle ore 13. Il giovane è stato portato all’ospedale di Careggi con l’elisoccorso Pegaso. Al momento è in gravi condizioni.

Sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco, carabinieri, polizia municipale e 118. Secondo le prime ricostruzioni, il ragazzo stava attraversando i binari del passaggio a livello all’altezza di piazza Cavour quando il treno regionale, sopraggiunto, lo ha urtato.

In seguito a questo incidente i treni sulla tratta Empoli-Siena potranno subire dei ritardi di 60 minuti, variazioni o cancellazioni.

L'articolo Ragazzo investito da treno a Castelfiorentino, è grave proviene da www.controradio.it.

Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi

Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi

Questa mattina alle ore 7:45, ad Arezzo, quattro operai sono rimasti intossicati presso lo stabilimento Chimet di Badia al Pino.

Gli operai dell’azienda, specializzata nel recupero di metalli preziosi e nel trattamento di rifiuti speciali, si trovavano su una torre ad effettuare la manutenzione ai filtri dei forni della lavorazione, ad una altezza di circa 15 metri, quando è avvenuto l’incidente.

I Vigili del fuoco del Comando di Arezzo, hanno raggiunto i quattro operai che si trovavano in prossimità del filtro, per uno di loro, in forte stato confusionale, si è reso necessario immobilizzarlo sulla spinale ed è stato evacuato tramite un cestello da cantiere e affidato al personale medico del 118. Gli altri operai sono scesi dalla torre in autonomia e sono stati presi in carico dal personale sanitario. Fra questi, un operaio, 50enne, aretino, è stato portato all’ospedale di Careggi (Firenze) con l’elisoccorso.

Sul posto, oltre che le forze dell’ordine, è intervenuto anche il personale NBCR (NUCLEARE – BIOLOGICO – CHIMICO – RADIOLOGICO), che hanno rilevato la presenza di monossido di carbonio, e quello  del PISLL (Prevenzione Igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro).

(NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO)

L'articolo Arezzo, operai intossicati in azienda di metalli preziosi proviene da www.controradio.it.

Rossi: “Recuperato antitumorale per malati Firenze”

Rossi: “Recuperato antitumorale per malati Firenze”

Le terapie antitumorali per i 25 pazienti dell’ospedale fiorentino di Careggi trattati per il tumore alla vescica non saranno interrotte: lo ha annunciato il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, spiegando che “all’interno del Ssn qualcuno si è gentilmente prestato per darci qualche unità” del farmaco mancante, ossia la mitomicina, “in modo da arrivare al 12 luglio”.

Rossi, prima di aprire una conferenza stampa sul tema dei rifiuti, ha spiegato ai giornalisti che dopo il 12 luglio “siamo d’accordo con Svizzera e Germania perché ci vengano consegnate, vedremo se con trasferta diretta, altre 400 fiale. Non ci saranno interruzioni. Continuo a sostenere che è gravissimo quello che accade: se c’è un commercio parallelo, la ministra intervenga”.
Le dichiarazioni del Presidente della Regione Toscana arrivano in seguito all’annuncio dell’esaurimento delle scorte di mitomicina, il farmaco usato per la cura di 25 pazienti con un cancro alla vescica, che avrebbe causato l’interruzione della terapia per 15 giorni. La carenza di mitomicina è un problema a livello nazionale: il medicinale è stato infatti inserito da Aifa, l’Agenzia del farmaco nazionale, nell’elenco di quelli carenti.

L'articolo Rossi: “Recuperato antitumorale per malati Firenze” proviene da www.controradio.it.