Careggi, allarme della Fp-Cisl sulle sale operatori del CTO nel periodo delle feste

Careggi, allarme della Fp-Cisl sulle sale operatori del CTO nel periodo delle feste

Riportiamo un comunicato del Segretario generale della Cisl Funzione Pubblica Firenze e Prato, Mauro Spotti sulla situazione delle sale operatori del CTO (traumatologia) di Careggi durante le festività natalizie

La Direzione Sanitaria di Careggi ha inviato una delibera sulle maggiori richieste di interventi in traumatologia il 18 Dicembre, nella quale dice che per un “incremento di tempi di attesa per interventi chirurgici di pazienti traumatologici con aumento dei tempi di degenza” dovranno aumentare le sedute il 26 Dicembre e il 1 e 7 Gennaio.
Insomma, si sono accorti soltanto adesso che l’attività del mese di Dicembre non garantiva il periodo delle feste. E soltanto adesso chiedono ai lavoratori di saltare il giorno libero e restare a lavorare per 12 ore all’interno delle sale, contravvenendo in alcuni casi anche alla normativa europea sugli orari.
A conferma che senza confrontarsi con le organizzazioni sindacali su una materia così complessa si procede unilateralmente e si fanno errori.
Solo successivamente, su nostra pressione, siamo stati chiamati ad osservare l’ennesimo “rattoppo organizzativo”.
Ad oggi non abbiamo avuto un confronto con la Direzione sanitaria sulla gestione dell’orario aggiuntivo in quel comparto e sulla sicurezza dei lavoratori da stress.
Perché non ci chiedono quali soluzioni organizzative pensiamo migliori per quel comparto, visto che le loro danno questi risultati ?
Guardino per un attimo l’organizzazione delle altre sale, forse potrebbero trarne qualche idea utile !
La Cisl Funzione Pubblica Firenze e Prato chiede una riunione con la Direzione Sanitaria il 26 Dicembre e il 1 Gennaio per monitorare in diretta interventi e soluzioni organizzative. Non vogliamo lasciare i lavoratori da soli in questa situazione !

L'articolo Careggi, allarme della Fp-Cisl sulle sale operatori del CTO nel periodo delle feste proviene da www.controradio.it.

Sanità: Cisl, carenza personale in ospedale Careggi

Sanità: Cisl, carenza personale in ospedale Careggi

Sindacato, “personale stremato”.

“Il nuovo personale assunto nell’ultimo anno a Careggi non basta neppure a garantire le
aperture di servizi appena inaugurati, come il deas e le nuove sale operatorie”. È quanto denunciato in una nota dalla Cisl funzione pubblica.

“Dopo la facile pubblicità i dipartimenti adesso vanno avanti a fatica – prosegue la nota – con continui rientri di personale interinale, che scade a fine dicembre 2017”.

Attualmente, denuncia sempre il sindacato, “il personale di servizio è già stremato da continui rientri che abbassano l’attenzione e la qualità assistenziale, inoltre l’azienda prova
a recuperare personale togliendolo obbligatoriamente da altre realtà”.

“Vorrebbero aprire reparti con un infermiere per 10/15 degenti e con un operatore socio sanitario per tutto il reparto – spiega il sindacato -, quando le linee guida nazionali prevedono un infermiere per ogni 5/6 degenti (nella medio-alta intensità) e un oss per ogni infermiere presente”.

“Teniamo alla sicurezza dei degenti – si conclude nella nota – che si raggiunge e si mantiene con un corretto numero di personale che non deve essere in continuo affaticamento”.

L'articolo Sanità: Cisl, carenza personale in ospedale Careggi proviene da www.controradio.it.

Donna ultraottantenne investita in via Galliano

Donna ultraottantenne investita in via Galliano

Firenze, è ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Careggi una donna ultraottantenne investita in via Galliano.

L’incidente è avvenuto venerdì mattina, poco dopo le 8, quando la donna è stata investita mentre attraversava la strada da uno scooter alla guida del quale era un giovane fiorentino che rimasto illeso nell’incidente.

I soccorsi sono arrivati velocemente e la donna è stata subito trasportata a Careggi dove si trova ancora ricoverata nel reparto di terapia intensiva.

La Polizia Municipale sta procedendo con i rilievi per ricostruire la dinamica del sinistro.

La donna, classe 1929, che vive sola a Firenze da quando è rimasta vedova, è stata raggiunta nel pomeriggio dai due figli residenti fuori città.

Non ha invece riportato nessuna lesione il giovane scooterista che ha dichiarato agli agenti di essere molto preoccupato per le condizioni dell’anziana signora.

Il giovane, che ha 25 anni, è risultato negativo sia al test alcolemico sia a quello per il consumo di sostanze stupefacenti, nei suoi confronti è scattata una denuncia per lesioni colpose e la patente gli è stata sospesa per la revoca.

L'articolo Donna ultraottantenne investita in via Galliano proviene da www.controradio.it.

Donna ultraottantenne investita in via Galliano

Donna ultraottantenne investita in via Galliano

Firenze, è ricoverata nel reparto di terapia intensiva dell’Ospedale di Careggi una donna ultraottantenne investita in via Galliano.

L’incidente è avvenuto venerdì mattina, poco dopo le 8, quando la donna è stata investita mentre attraversava la strada da uno scooter alla guida del quale era un giovane fiorentino che rimasto illeso nell’incidente.

I soccorsi sono arrivati velocemente e la donna è stata subito trasportata a Careggi dove si trova ancora ricoverata nel reparto di terapia intensiva.

La Polizia Municipale sta procedendo con i rilievi per ricostruire la dinamica del sinistro.

La donna, classe 1929, che vive sola a Firenze da quando è rimasta vedova, è stata raggiunta nel pomeriggio dai due figli residenti fuori città.

Non ha invece riportato nessuna lesione il giovane scooterista che ha dichiarato agli agenti di essere molto preoccupato per le condizioni dell’anziana signora.

Il giovane, che ha 25 anni, è risultato negativo sia al test alcolemico sia a quello per il consumo di sostanze stupefacenti, nei suoi confronti è scattata una denuncia per lesioni colpose e la patente gli è stata sospesa per la revoca.

L'articolo Donna ultraottantenne investita in via Galliano proviene da www.controradio.it.

Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente

Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente

La verifica e l’incrocio dei dati presenti nei sistemi informatici dell’Azienda ospedaliera e universitaria di Careggi “ha evidenziato alcune incongruenze che sono state subito contestate dalla Direzione al professionista richiedendo una specifica relazione e riservandosi, qualora ne ricorrano i presupposti, di inviare i risultati della verifica all’Autorità Giudiziaria competente”.

E’ quanto dice in una nota l’Aou del policlinico di Firenze dopo la denuncia del consigliere regionale Giovanni Donzelli (Fdi) che aveva aveva parlato di “un noto professionista” che, in alcune occasioni, sarebbe “risultato presente in sala operatoria senza esserci”. Una conferma, quindi, a quanto anticipato negli ultimi giorni sulla cronaca locale da Repubblica.

Del resto anche l’assessore regionale alla salute della Toscana, Stefania Saccardi,  ha detto che sarebbero stati fatti degli accertamenti, “dopo di che verrebbero presi gli eventuali provvedimenti”. Donzelli ha chiesto che della vicenda l’assessora riferisca in Consiglio regionale.

L'articolo Primario Careggi in sala operatoria ma in realtà è assente proviene da www.controradio.it.