NICCOLAI (PD): IN PADULE FUCECCHIO UNGULATI FUORI CONTROLLO

ungulatiNiccolai, consigliere regionale del Pd componente della commissione Agricoltura, ha presentato una interrogazione per riportare l’attenzione sul fenomeno della diffusione degli ungulati, in particolare all’interno delle aree protette

“Sono stato contattato da numerose aziende agricole che mi hanno fatto presente l’aumento vertiginoso dei danni alle colture da parte degli ungulati nell’area del Padule di Fucecchio. Senza l’adozione in tempo celere di piani di controllo degli ungulati ai sensi dell’art. 37 L.R. 3/94 nei territori ricompresi nelle aree protette, la situazione è destinata a peggiorare”. Lo afferma in una nota Marco Niccolai, consigliere regionale del Pd componente della commissione Agricoltura, che ha presentato una interrogazione
per riportare l’attenzione sul fenomeno della diffusione degli ungulati, in particolare all’interno delle aree protette.
“Ci sono decine di migliaia di euro di richieste di risarcimento danni da parte delle aziende agricole – prosegue –  Le aree protette, nello svolgere un ruolo fondamentale per quanto riguarda la conservazione dell’habitat naturale e la biodiversità, se non adeguatamente monitorate rischiano di diventare un rifugio per gli ungulati e per il cinghiale in particolare, e quindi di vanificare i risultati attesi dalla legge obiettivo sul restante territorio. A ciò si aggiunge che, nonostante i primi risultati positivi ottenuti grazie a tale legge, risulterebbero ancora numerose le segnalazioni di danni
provocati dai cervidi, ed in particolare dai caprioli, nei pressi dei terreni coltivati, così come, in alcune zone della Toscana si assiste ad un aumento della presenza dei cervi che provocano danni soprattutto nelle aree caratterizzate dai vigneti”.

The post NICCOLAI (PD): IN PADULE FUCECCHIO UNGULATI FUORI CONTROLLO appeared first on Controradio.