Scuola, CGIL: In Toscana cattedre scoperte e caos

Scuola, CGIL: In Toscana cattedre scoperte e caos

Le diamo una notizia, Ministro Fedeli: obiettivi tutt’altro che centrati”: la Flc Cgil Firenze replica coi numeri alla titolare del Dicastero che aveva parlato di ordinato avvio di anno scolastico.

“Anche quest’anno le scuole (fiorentine, ma non solo) hanno cominciato nel caos, con le cattedre scoperte e con orari di insegnamento ridotti a causa della mancanza di personale.” denunciano i sindacati.Non possiamo accettare che si continui a non riconoscere il grave declino in cui versa la scuola italiana e tutto il sistema di istruzione”. Secondo la FLC CGIL che oggi ha presentato i dati in conferenza stampa, “nel fiorentino ad oggi mancano ancora numerosi docenti in scuole complesse come Buontalenti (- 34 cattedre), Saffi (- 35 cattedre), Sassetti Peruzzi (- una decina di cattedre), ITI L. Da Vinci (- 20 cattedre, e 7/8). Mancano anche oltre 20 collaboratori scolastici”

Riguardo alle scuole di Infanzia e Primaria, secondo CGIL “lLe procedure di individuazione dei supplenti annuali inseriti in GAE sono effettivamente partite entro il 15 settembre, ma non sono terminate in coincidenza dell’avvio delle lezioni e si sono trascinate per qualche giorno ancora”. Per quanto riguarda la Secondaria di Primo e Secondo grado “l’avvio dell’anno scolastico è stato ancora più disastrato: a partire dal 9 settembre si sono susseguiti una serie di rinvii, i quali, di comunicazione in comunicazione, hanno posticipato le fatidiche convocazioni degli aspiranti supplenti delle GAE al 2 ottobre!”

“Risulta pertanto infondata l’affermazione della Ministra- dicono i sindacalisti- secondo la quale è stato a metà settembre che l’Ufficio Scolastico Provinciale ha interrotto le operazioni di nomina. Di conseguenza risulta priva di fondamento anche l’affermazione per cui sempre da metà settembre sarebbe stato compito delle scuole nominare i supplenti: il famoso “testimone” è stato loro consegnato definitivamente solo il 4 ottobre, quando – dopo apposita comunicazione ufficiale – l’Ufficio Scolastico Provinciale ha dato il via libera alla nomina dei supplenti da parte dei singoli istituti”.

Inoltre secondo laCGIL “anche l’altra affermazione della Ministra – quella per cui mancavano da nominare solamente 679 docenti – non è suffragata dai numeri: limitandosi alla sola scuola secondaria, a metà settembre l’amministrazione periferica del MIUR doveva ancora nominare docenti per coprire l’equivalente di 1575 cattedre!”

Circa i posti di sostegno la CGIL denuncia che “a metà settembre erano  quasi 1300 i posti di sostegno scoperti”.

“I numeri di questa “operazione Verità” smentiscono quindi in modo inequivocabile e su tutta la linea le affermazioni trionfalistiche della Ministra, la quale forse dovrebbe informarsi meglio, al fine di evitare di incorrere in un tale “inciampo”, chiosa Paola Pagano della FLC CGIL. Precisando che “ad oggi mancano ancora numerosi docenti in scuole complesse come Buontalenti (- 34 cattedre), Saffi (- 35 cattedre), Sassetti Peruzzi (- una decina di cattedre), ITI L. Da Vinci (- 20 cattedre, e 7/8 ITP)!Senza contare che “ mancano ancora oltre 20 Collaboratori scolastici nelle scuole fiorentine. Per questo partirà presto una mobilitazione, per il personale ATA, che non è più rinviabile”.

L'articolo Scuola, CGIL: In Toscana cattedre scoperte e caos proviene da www.controradio.it.