Giovani Erasmus morte in bus Catalogna: date borse studio in ricordo di Lucrezia

Giovani Erasmus morte in bus Catalogna: date borse studio in ricordo di Lucrezia

Sono state assegnate a due giovani di San Casciano e Greve in Chianti (Firenze), Valentina Balestri ed Emilio Mannucci, studenti dell’Università di Firenze, le borse di studio in memoria di Lucrezia Borghi, una delle studentesse morte in Catalogna (Spagna) nell‘incidente del pullman che trasportava partecipanti all’Erasmus.

Le borse, del valore di 700 euro l’una, sono finanziate dal Comune di Greve, che ha istituito l’iniziativa, e dal Rotaract Chianti.
Gli assegni finanziano viaggi di studio, nell’ambito del progetto di mobilità studentesca Erasmus Plus. La studentessa, sancascianese, iscritta alla Facoltà di Economia, partirà il 28 gennaio per il Portogallo, mentre il ragazzo, grevigiano, iscritto al corso di laurea triennale in Sviluppo economico, Cooperazione internazionale socio-sanitaria e gestione dei conflitti alla Facoltà di Scienze politiche e sociali, raggiungerà Budapest il 25 gennaio.

Un ricordo della famiglia contenente un augurio ai giovani è stato consegnato dal padre Fabrizio Borghi. Hanno preso parte alla cerimonia il sindaco di Greve Paolo Sottani, il rettore Luigi Dei, il vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, il presidente della
Fondazione Meyer Gianpaolo Donzelli.

L'articolo Giovani Erasmus morte in bus Catalogna: date borse studio in ricordo di Lucrezia proviene da www.controradio.it.

Expo Chianti Classico: al via la 48esima edizione

Expo Chianti Classico: al via la 48esima edizione

Dal 6 al 9 settembre a Greve in Chianti, in piazza Matteotti, torna l’Expo Chianti Classico con circa 70 aziende e centinaia di vini in mostra e da degustare.

Presentato oggi il programma di Expo Chianti Classico, un’iniziativa promossa dal Comune di Greve in Chianti, Consorzio Vino Chianti Classico, Regione Toscana e i Comuni del Chianti. Dopo la scorsa edizione, che ha visto la presenza di 15mila persone e 8mila calici venduti, settanta aziende agricole, provenienti dai comuni del Chianti, di area fiorentina e senese, mostreranno “la qualità, la forza della tradizione e il coraggio dell’innovazione delle produzioni vinicole locali”, si legge nel comunicato stampa.

Il sindaco di Greve, Paolo Sottani, dichiara: “L’Expo ha una forza promozionale di straordinario valore in quanto rappresenta l’intero territorio del Chianti Classico. La possibilità di stabilire un contatto diretto con il produttore è il punto di forza della manifestazione, degustare circa 200 tipologie di vini attraverso le eccellenze espose da un centinaio di aziende di cui quasi 70 attive in piazza Matteotti, le altre rappresentate nel padiglione comune”.

L’evento prende il via il 6 settembre con l’apertura degli stands a partire dalle 17. Con dibattiti, approfondimenti, degustazioni, concerti e spettacoli “l’Expo è un momento di festa e di alta promozione, arricchito da un programma di eventi che invita intere famiglie a vivere i quattro giorni come un’occasione di conoscenza del nostro territorio – sottolinea il sindaco Sottani – e una proposta turistica rivolta ad un pubblico eterogeneo, dai visitatori appassionata, dai curiosi a coloro che giungono nel nostro territorio, da operatori ed esperti del settore”.

All’ingresso, con l’acquisto di un calice sarà consegnato un ticket con la possibilità di effettuare sette degustazioni tra tutte le offerte presenti.

Inoltre, al Museo San Francesco saranno esposte le opere del fotografo Alessandro Becattini e, per coloro che vorranno dedicarsi alle passeggiate escursionistiche, verranno proposti tour guidati, sia per sabato 8 sia domenica 9 settembre, per i castelli di Greve, laboratori artigianali e Montefioralle.

Per maggiori info: www.expochianticlassico.com e www.comune.greve-in-chianti.fi.it

 

L'articolo Expo Chianti Classico: al via la 48esima edizione proviene da www.controradio.it.

Chianti: nasce l’ufficio che gestisce i conflitti tra gli inquilini

Chianti: nasce l’ufficio che gestisce i conflitti tra gli inquilini

Il progetto è promosso da Casa Spa e dai Comuni del Chianti fiorentino
Prima esperienza in Italia. I sindaci: “con questo nuovo servizio che favorisce la pacifica convivenza tra gli inquilini contrastiamo le marginalità e diamo un supporto concreto alle persone che risiedono negli alloggi Erp”

“Case con l’anima sociale”, da gestire non solo come edifici, come strutture, progettate e costruite per rispondere ai bisogni primari delle fasce deboli della popolazione, ma come luoghi del vivere civile nel rispetto dell’abitare solidale. Si chiama ufficio di gestione sociale e nasce in Italia come la prima esperienza che interviene sulla vita domestica e familiare dei condomini di case Erp, una nuova attività promossa da Casa Spa e dai Comuni del Chianti fiorentino.

E’ il nucleo operativo di un progetto che in forma sperimentale prende le mosse dalla Toscana, dai territori dell’Unione comunale del Chianti fiorentino, per attivare un servizio che mira a supportare i cittadini residenti nelle case popolari. Sarà attivo già dal primo agosto, secondo quanto stabilito dal protocollo d’Intesa che questa mattina, nella sala riunioni del Comune di Tavarnelle, è stato sottoscritto dal presidente dell’Unione comunale del Chianti Fiorentino David Baroncelli e dal presidente di Casa Spa Luca Talluri, alla presenza dei sindaci Paolo Sottani, Giacomo Trentanovi e Massimiliano Pescini e delle assessore alle Politiche sociali Giulia Casamonti e Cristina Faini. E’ un progetto che scaturisce da un bisogno reale e sempre più diffuso legato alla molteplicità di problematiche di natura sociale e all’esigenza di promuovere maggiormente percorsi legati alla pacifica convivenza negli alloggi Erp.

“Si tratta di un’operazione ambiziosa – dichiara Luca Talluri – che mira ad individuare e far fronte alle esigenze e alle difficoltà poste dai singoli condomini degli appartamenti, un tema di grande attualità che non può essere delegato esclusivamente alla parte politica e alle amministrazioni comunali ma deve essere gestito in maniera sistemica e organica con un servizio che lavora permanentemente e favorisce la creazione di una rete territoriale, tesa al coinvolgimento delle assistenti sociali, della macchina socio-sanitaria, delle associazioni locali, della Polizia Locale e delle forze dell’ordine”.

Il primo a partire, dopodomani insieme a Bagno a Ripoli, con la realizzazione del progetto è il territorio del Chianti, costituito dai Comuni di Barberino Val d’Elsa, Greve in Chianti, San Casciano e Tavarnelle Val di Pesa. Le attività dell’Ufficio inizieranno da una sorta di mappatura delle esigenze e delle caratteristiche sociali dei nuclei e dei fabbricati per poi intervenire direttamente attraverso colloqui, incontri e contatti specifici con le famiglie che presentano istanze di aiuto e si trovano in situazioni di disagio e scontro con i vicini di casa. “E’ un servizio necessario che risponde ad un’esigenza concreta e reale – dichiarano i sindaci David Baroncelli, Paolo Sottani, Giacomo Trentanovi e Massimiliano Pescini – con la realizzazione del progetto l’approccio infrastrutturale si converte in un approccio sociale, avremo a disposizione senza alcun costo ulteriore per gli enti pubblici di un servizio che gestisce un’attività non sporadica o affidata al trasferimento casuale di informazioni ma metodica e regolare che permetterà un maggiore controllo, contrasterà le marginalità, aiuterà i nostri cittadini a dirimere problematiche di varia entità, da quelle più semplici a quelle più complesse, un front office a supporto dell’inquilino che articolerà l’attività in procedura, istruzione e prassi”.

L'articolo Chianti: nasce l’ufficio che gestisce i conflitti tra gli inquilini proviene da www.controradio.it.

Maltempo: Toscana, codice giallo per pioggia e ghiaccio

Maltempo: Toscana, codice giallo per pioggia e ghiaccio

Pioggia per quasi tutta la giornata di oggi su tutta la Toscana e abbassamento delle temperature dalla serata di ieri, con locali episodi di gelicidio in Lunigiana e Alto Mugello.

La sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un codice giallo maltempo per pioggia dalla mezzanotte  fino alla mezzanotte di  sabato 3 marzo. Inoltre è stato emesso un codice giallo per ghiaccio  fino alle 13 di oggi  per tutta l’area centro settentrionale della Toscana. Nel dettaglio, sono attese precipitazioni diffuse su gran parte della regione a tratti anche di moderata intensità con cumulati tra poco significativi e significativi. Quota neve intorno a mille metri. Attesi anche locali episodi di gelicidio, pioggia che si congela al suolo, sulla Lunigiana e alto Mugello. Il vento forte di Libeccio-Maestrale sulla costa e sulle zone limitrofe andrà attenuandosi in serata e lascerà il posto a vento di Scirocco moderato-forte. Per il codice giallo per ghiaccio il sindaco di Greve in Chianti (Firenze) Paolo Sottani ha emesso un’ordinanza che stabilisce la chiusura di tutti i cimiteri comunali, ad esclusione di quello del capoluogo, e di alcuni campi sportivi in condizioni di inagibilità a causa del gelo. La protezione civile della Città metropolitana segnala un codice giallo per rischio idrogeologico-idraulico sul reticolo minore e per ghiaccio su tutte le aree del territorio

L'articolo Maltempo: Toscana, codice giallo per pioggia e ghiaccio proviene da www.controradio.it.