AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS

Auto elettriche Firenze residentiGiorgetti preplica a polemiche su ricarica elettrica

La giunta ha approvato, su proposta dell’assessore Giorgetti, delibera per parcheggi gratis a residenti con auto elettriche e ibride. Riduzione del 50% per i non residenti.

Via libera alla sosta gratis nei posti blu della zcs per le auto elettriche ed ibride dei residenti. La giunta comunale oggi ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, la delibera che modifica il disciplinare delle zona sosta controllata proprio per facilitare il parcheggio per i veicoli più ecologici e quindi promuovere la mobilità di questi veicoli in città. “Le auto elettriche e ibride dei residenti – spiega l’assessore Giorgetti – potranno parcheggiare gratuitamente negli spazi blu della zcs a sosta promiscua e a rotazione veloce senza limitazione di zcs di appartenenza.

Inoltre anche per i non residenti è prevista una agevolazione: una riduzione del 50% delle tariffe per la sosta. Questo sarà possibile però soltanto dopo abilitazione della targa e solo con pagamento tramite la App Tap&Park, già in funzione da gennaio, oppure sul sito web del gestore della sosta (SAS) per i soli abbonamenti”.

Un passo in più in vista dell’obiettivo dell’amministrazione che punta ad avere solo auto elettriche in centro “entro la fine del mandato”. Così Nardella,  nel corso della presentazione della donazione di un’auto Classe B Electric Drive di Mercedes-Benz al Comune di Firenze, (nell’ambito del tour #IoSonoElettrica in collaborazione con Aci, Enel e Michelin) lo scorso 14 ottobre. “E’ un obiettivo che stiamo perseguendo – aveva detto parlando con i cronisti – metteremo in campo i provvedimenti opportuni affinché l’area Unesco (cioè il centro storico più il quartiere dell’Oltrarno) sia tutelata il più possibile. Entro un mese presenteremo un piano di diffusione delle colonnine di ricarica elettrica. Complessivamente ci siamo dati un piano a 4 anni, ‘Firenze elettrica': presentato nel 2014, dovrebbe avere piena applicazione entro fine mandato. E’ un obiettivo ambizioso, ma ci stiamo avvicinando rapidamente”.

In questo senso “Firenze è prima città italiana per molti aspetti della mobilità elettrica. La conversione all’elettrico nei trasporti è la risposta migliore ad uno dei più gravi problemi del traffico. Con i car sharing a base di mezzi elettrici ci auguriamo di potenziare questo fronte, lo stesso vale per i taxi per i quali abbiamo appena approvato un bando per 70 nuove licenze legati a mezzi esclusivamente elettrici” aveva concluso.

The post AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS appeared first on Controradio.

AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS

Auto elettriche Firenze residentiGiorgetti preplica a polemiche su ricarica elettrica

La giunta ha approvato, su proposta dell’assessore Giorgetti, delibera per parcheggi gratis a residenti con auto elettriche e ibride. Riduzione del 50% per i non residenti.

Via libera alla sosta gratis nei posti blu della zcs per le auto elettriche ed ibride dei residenti. La giunta comunale oggi ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, la delibera che modifica il disciplinare delle zona sosta controllata proprio per facilitare il parcheggio per i veicoli più ecologici e quindi promuovere la mobilità di questi veicoli in città. “Le auto elettriche e ibride dei residenti – spiega l’assessore Giorgetti – potranno parcheggiare gratuitamente negli spazi blu della zcs a sosta promiscua e a rotazione veloce senza limitazione di zcs di appartenenza.

Inoltre anche per i non residenti è prevista una agevolazione: una riduzione del 50% delle tariffe per la sosta. Questo sarà possibile però soltanto dopo abilitazione della targa e solo con pagamento tramite la App Tap&Park, già in funzione da gennaio, oppure sul sito web del gestore della sosta (SAS) per i soli abbonamenti”.

Un passo in più in vista dell’obiettivo dell’amministrazione che punta ad avere solo auto elettriche in centro “entro la fine del mandato”. Così Nardella,  nel corso della presentazione della donazione di un’auto Classe B Electric Drive di Mercedes-Benz al Comune di Firenze, (nell’ambito del tour #IoSonoElettrica in collaborazione con Aci, Enel e Michelin) lo scorso 14 ottobre. “E’ un obiettivo che stiamo perseguendo – aveva detto parlando con i cronisti – metteremo in campo i provvedimenti opportuni affinché l’area Unesco (cioè il centro storico più il quartiere dell’Oltrarno) sia tutelata il più possibile. Entro un mese presenteremo un piano di diffusione delle colonnine di ricarica elettrica. Complessivamente ci siamo dati un piano a 4 anni, ‘Firenze elettrica': presentato nel 2014, dovrebbe avere piena applicazione entro fine mandato. E’ un obiettivo ambizioso, ma ci stiamo avvicinando rapidamente”.

In questo senso “Firenze è prima città italiana per molti aspetti della mobilità elettrica. La conversione all’elettrico nei trasporti è la risposta migliore ad uno dei più gravi problemi del traffico. Con i car sharing a base di mezzi elettrici ci auguriamo di potenziare questo fronte, lo stesso vale per i taxi per i quali abbiamo appena approvato un bando per 70 nuove licenze legati a mezzi esclusivamente elettrici” aveva concluso.

The post AUTO ELETTRICHE FIRENZE: I RESIDENTI PARCHEGGIANO GRATIS appeared first on Controradio.

SINDACO PIETRASANTA PARCHEGGIA IN SOSTA VIETATA E SI AUTODENUNCIA

mallegni

Un’email singolare quella arrivata questa mattina al comando di polizia municipale di Pietrasanta (Lucca): il sindaco Mallegni si è autodenunciato per parcheggio in sosta vietata. “Sindaci e amministratori devono dare l’esempio, ho già pagato la multa.”

Tolleranza zero: Anche se l’auto parcheggiata in divieto di sosta è quella del primo cittadino che, in questo caso, si è autodenunciato. Autore dell’autodenuncia il primo cittadino di Pietrasanta (Lucca), Massimo Mallegni. La multa non era stata rilevata dagli ausiliari del traffico ne’ dalla polizia municipale ma il sindaco Mallegni ha inviato, di prima mattina, una email al comando della polizia municipale di Pietrasanta, per autodenunciare l’infrazione.

“Sindaci ed amministratori dovrebbero sempre dare l’esempio. Ho parcheggiato in divieto di sosta, anche se la ragione è prettamente istituzionale dovendo portare manifesti e programmi per l’evento Dap (un evento culturale in corso, ndr) e anziché tornare a spostare l’auto, per la quale ho regolare permesso di accesso in centro storico, l’ho lasciata in una strada del centro dove non c’erano gli stalli per parcheggiare. Voglio pagare la multa. Mi pare un comportamento corretto. Mi sono autodenunciato alla Polizia Municipale e ho già pagato”.

L’input alla tolleranza zero era arrivato proprio da Mallegni. “Il divieto di sosta fuori dagli stalli vale per tutti, anche per me che sono il primo cittadino ma sono anche, e prima di tutto, un cittadino come tutti gli altri e non trovo giusto e corretto abusare di questo ruolo. Ho pagato la sanzione perché credo che sia giusto dare un segnale di correttezza, trasparenza e legalità. Anzi, direi che proprio perché si tratta di un primo cittadino o un amministratore locale, la sanzione dovrebbe essere raddoppiata. Il messaggio che voglio lasciare passare è chiaro: a Pietrasanta chi non rispetta le regole, che rappresentano un elemento indispensabile per mantenere il senso civico, viene multato. Ed il sindaco non è certo immune da questa filosofia”.

The post SINDACO PIETRASANTA PARCHEGGIA IN SOSTA VIETATA E SI AUTODENUNCIA appeared first on Controradio.