Cascine: controlli antidroga, carabinieri accerchiati e minacciati con bastone

Cascine: controlli antidroga, carabinieri accerchiati e minacciati con bastone

Momenti di tensione durante un controllo dei carabinieri al parco delle Cascine, a Firenze. Un 32enne originario del Ghana, infastidito dalle verifiche, ha inveito contro i militari e poi li ha minacciati impugnando un bastone di legno.

Una ventina di suoi connazionali, vista la scena, si sono fatti avanti,  circondando i militari, che hanno atteso l’arrivo dei rinforzi. L’uomo, già noto alle forze dell’ordine e in Italia come richiedente asilo, è stato bloccato e arrestato con le accuse di oltraggio, resistenza aggravata e minacce a pubblico ufficiale.
Secondo quanto emerso, i carabinieri erano intervenuti ieri sospettando un’attività di spaccio, dopo aver notato il 32enne e altri connazionali mentre facevano la spola tra il parco e il greto dell’Arno, dopo aver parlato con altre persone.
Complessivamente ieri nel parco ieri i militari hanno dentificato una trentina di persone, due delle quali sottoposte a fermo di identificazione poiché senza documenti.

“Le #Cascine sono di tutti i fiorentini. Grazie ai @_Carabinieri_ e alla polizia municipale che hanno intensificato la lotta allo spaccio. Ieri un carabiniere è stato aggredito da un pusher, a lui tutta la mia solidarietà. È grave e inaccettabile. Andiamo avanti in questo
impegno”. Lo scrive su twitter il sindaco di Firenze Dario Nardella.

L'articolo Cascine: controlli antidroga, carabinieri accerchiati e minacciati con bastone proviene da www.controradio.it.

Domenica prossima seconda edizione di CASCì-NìC alle Cascine

Domenica prossima seconda edizione di CASCì-NìC alle Cascine

Dopo il successo della prima edizione, torna domenica 16 settembre “CASCì-NìC”, il picnic al Parco delle Cascine, una giornata da trascorrere nel polmone verde della città con un programma ricco di attività per tutte le età, suddivise in 5 aree tematiche, e uno spettacolo che vedrà fra gli ospiti anche il comico fiorentino Alessandro Paci e i Killer Queen, la cover band italiana ufficiale dello storico gruppo rock.

La giornata sarà anche l’occasione per presentare ufficialmente il neonato progetto delle “Mezze Cacce Fiorentine”, il cui obiettivo è avvicinare i più piccoli alla tradizione del Calcio Storico Fiorentino. Il CASCì-NìC mira a far riscoprire ai fiorentini ad una delle zone più significative della città ma troppo poco vissuta, il Parco delle Cascine, trascorrendo una giornata all’insegna del relax e del divertimento, e allo stesso tempo sostenendo un simbolo di Firenze come l’Istituto degli Innocenti a cui sarà devoluto il ricavato della vendita dei cestini.

L’evento, organizzato dall’associazione culturale PopUp, fa parte del calendario dell’Estate Fiorentina ed è realizzato grazie al sostegno dei main sponsor Conad ed Unicredit e con il contributo di Runnerpizza, Gruppo Brandini, Paragon, Hoka, Crocs, Etruria Luce e Gas, Mercafir e Save The City.Media Partner: Mitology, Lady Radio e RDF.

Sarà una giornata da trascorrere all’aria aperta, con famigliari e amici, scegliendo fra le oltre 30 attività, tutte gratuite, disseminate sul Prato delle Cornacchie, suddivise in 5 aree tematiche: BENESSERE, ARTE , SPORT, BIMBI e SPECIAL, per un’offerta variegata, pensata per soddisfare tutti i gusti e togliersi la voglia di sperimentare. Dalla corsa non competitiva di 5 km, aperta a bambini e amici a quattro zampe, ai laboratori per costruire utensili ricavati da materiale naturale; dalle sessioni di yoga, agli esercizi di recitazione; dalla riflessologia plantare, allo skateboard; dal ballo, alla pittura, ai poeti ambulanti e molto altro.

Il CASCì-NìC segnerà anche la nascita ufficiale del progetto delle “Mezze Cacce Fiorentine”, nato da un’idea di Pier Egidio Petrucci, vice presiedente dell’associazione culturale PopUp, e sviluppato insieme ai quattro quartieri del Calcio Storico Fiorentino e ad Alessandro Prosperi, figlio di Franco Prosperi, storico calciante dei Verdi.

Le attività prenderanno il via alle 10 e termineranno alle 18. Inizierà, invece, alle 13:30 lo spettacolo del comico fiorentino Alessandro Paci, sul Palco dell’Anfiteatro, al quale sarà possibile accedere solo acquistando uno dei 1400 cestini da picnic offerti anche quest’anno da Conad.

I cestini saranno disponibili in 4 tipologie diverse – classico riso, classico pasta,  vegan e celiaci – lasciando un contributo di €10,00 a testa, e saranno gratuiti per i bambini al di sotto dei 10 anni. Per prenotare il cestino basta registrarsi al link https://goo.gl/GUK6BJ. Le prenotazioni saranno valide fino alle ore 13.
Il ricavato della vendita dei cestini sarà devoluto anche quest’anno all’Istituto degli Innocenti, istituzione storica di Firenze, parte del patrimonio cittadino, che sarà presente al CASCì-NìC con laboratori tematici proprio per i più piccoli.

Ad animare il palco anche i Killer Queen, amatissima cover band ufficiale dei Queen, che si esibirà nel pomeriggio riproponendo i successi del gruppo britannico ancora amatissimo. Uno spettacolo reso possibile anche grazie al contributo del main sponsor Unicredit che dallo scorso anno ha scelto di sostenere CASCì-NìC.

L’evento, organizzato dall’Associazione culturale PopUp  (Bacio Al Piazzale, I Love Disco), fa parte del calendario dell’Estate Fiorentina.

L'articolo Domenica prossima seconda edizione di CASCì-NìC alle Cascine proviene da www.controradio.it.

Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa”

Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa”

Torna la Festa dell’Unità nel parco delle Cascine di Firenze che anche quest’anno è festa del Pd di Firenze e regionale. “Città, comunità, Europa” è il titolo scelto per 18 giorni di politica, presentazioni di libri, intrattenimento e gastronomia, che vedranno impegnati in totale circa mille volontari e quasi 100 relatori dal 30 agosto al 16 settembre.

Giovedì 30 gli stand apriranno alle 19, ma l’inaugurazione ufficiale sarà alle 21 con un minuto di silenzio per le vittime del crollo di Genova e quelle della tragedia del Pollino. Poi taglio del nastro con i segretari del Pd comunale e metropolitano, Massimiliano Piccioli e Marco Recati, insieme al sindaco di Firenze Dario Nardella. A seguire primo appuntamento della Festa con la presentazione del libro di Marco Damilano “Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia”.

Il programma, ancora in via di integrazione, prevede la presenza di parlamentari, sindaci, consiglieri e assessori comunali e regionali. Il segretario nazionale Maurizio Martina interverrà il 10 settembre. Il sindaco di Firenze Dario Nardella sarà sul palco centrale sabato 8 settembre, con Marco Minniti per parlare di flussi migratori, e sabato 15 settembre. Gli eurodeputati Nicola Danti e Simona Bonafè saranno sul palco centrale domenica 2 settembre alle 21. Teresa Bellanova discuterà di contratti e di occupazione con Fiom-Cgil, Cisl e Uil il 9 settembre. Sarà anche l’occasione per parlare della vertenza Bekaert. Il 13 settembre Graziano del Rio discute di infrastrutture con Riccardo Nencini. Il 14 settembre iniziativa sullo sport con Luca Lotti.

Il 7 settembre i Giovani democratici intervistano Enrico Mentana su social network e fake news. Sabato 8 settembre ospite Vittorio Sgarbi alle 19 per parlare di come l’arte cambia le città.

Nel corso della festa proseguirà la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per sostenere l’introduzione della materia di educazione alla cittadinanza come materia scolastica, lanciata dal Comune di Firenze e promossa dall’Anci.

La Festa è organizzata dal Pd in collaborazione con “Sicrea”. Otto sono gli stand gestiti direttamente dal partito e dai Giovani Democratici. Lo spazio concerti “Endless summer” è curato da Davide Pispicia, con una programmazione rivolta ai giovani.

La Festa sarà l’occasione per ribadire la nostra visione, i nostri valori e le nostre idee, in tutto e per tutto alternative a quelle del governo Lega-5 Stelle. Mai come adesso c’è bisogno della nostra voce e del contributo di tutti noi per rilanciare una prospettiva di centrosinistra forte e in grado di rispondere colpo su colpo alla pericolosa deriva di xenofobia e intolleranza in cui l’attuale governo vorrebbe trascinare il Paese. Sarà anche l’occasione per discutere insieme dei temi concreti che vedono impegnato quotidianamente il nostro partito, dal livello locale a quello nazionale ed europeo. Sarà soprattutto la Festa del nostro popolo, a partire dai volontari, senza la cui generosità non sarebbe possibile mettere in piedi un evento così impegnativo. A loro va il mio grazie più grande” ha detto oggi in conferenza stampa Marco Recati, segretario metropolitano del PD.

Del solo territorio di Firenze città si alterneranno oltre 400 volontari, più degli scorsi anni. E’ stato un grande impegno organizzare un appuntamento così complesso, anche per quanto riguarda le normative sulla sicurezza di un evento molto grande. Ma anche quest’anno ci siamo riusciti: il modo migliore per rispondere a chi dai vari pulpiti disegna il futuro del Pd in discesa. Abbiamo scelto di non invitare gli attuali partiti di governo nazionale. Il Pd è un partito sempre aperto al dibattito con tutti, ma certamente non con chi in queste settimane si è reso responsabile di proclami xenofobi e azioni inaccettabili, ultima quella di tenere in ostaggio persone indifese pur di proseguire con la propaganda di destra” ha spiegato Massimiliano Piccioli, segretario comunale del Pd di Firenze.

L'articolo Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa” proviene da www.controradio.it.

Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa”

Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa”

Torna la Festa dell’Unità nel parco delle Cascine di Firenze che anche quest’anno è festa del Pd di Firenze e regionale. “Città, comunità, Europa” è il titolo scelto per 18 giorni di politica, presentazioni di libri, intrattenimento e gastronomia, che vedranno impegnati in totale circa mille volontari e quasi 100 relatori dal 30 agosto al 16 settembre.

Giovedì 30 gli stand apriranno alle 19, ma l’inaugurazione ufficiale sarà alle 21 con un minuto di silenzio per le vittime del crollo di Genova e quelle della tragedia del Pollino. Poi taglio del nastro con i segretari del Pd comunale e metropolitano, Massimiliano Piccioli e Marco Recati, insieme al sindaco di Firenze Dario Nardella. A seguire primo appuntamento della Festa con la presentazione del libro di Marco Damilano “Un atomo di verità. Aldo Moro e la fine della politica in Italia”.

Il programma, ancora in via di integrazione, prevede la presenza di parlamentari, sindaci, consiglieri e assessori comunali e regionali. Il segretario nazionale Maurizio Martina interverrà il 10 settembre. Il sindaco di Firenze Dario Nardella sarà sul palco centrale sabato 8 settembre, con Marco Minniti per parlare di flussi migratori, e sabato 15 settembre. Gli eurodeputati Nicola Danti e Simona Bonafè saranno sul palco centrale domenica 2 settembre alle 21. Teresa Bellanova discuterà di contratti e di occupazione con Fiom-Cgil, Cisl e Uil il 9 settembre. Sarà anche l’occasione per parlare della vertenza Bekaert. Il 13 settembre Graziano del Rio discute di infrastrutture con Riccardo Nencini. Il 14 settembre iniziativa sullo sport con Luca Lotti.

Il 7 settembre i Giovani democratici intervistano Enrico Mentana su social network e fake news. Sabato 8 settembre ospite Vittorio Sgarbi alle 19 per parlare di come l’arte cambia le città.

Nel corso della festa proseguirà la raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per sostenere l’introduzione della materia di educazione alla cittadinanza come materia scolastica, lanciata dal Comune di Firenze e promossa dall’Anci.

La Festa è organizzata dal Pd in collaborazione con “Sicrea”. Otto sono gli stand gestiti direttamente dal partito e dai Giovani Democratici. Lo spazio concerti “Endless summer” è curato da Davide Pispicia, con una programmazione rivolta ai giovani.

La Festa sarà l’occasione per ribadire la nostra visione, i nostri valori e le nostre idee, in tutto e per tutto alternative a quelle del governo Lega-5 Stelle. Mai come adesso c’è bisogno della nostra voce e del contributo di tutti noi per rilanciare una prospettiva di centrosinistra forte e in grado di rispondere colpo su colpo alla pericolosa deriva di xenofobia e intolleranza in cui l’attuale governo vorrebbe trascinare il Paese. Sarà anche l’occasione per discutere insieme dei temi concreti che vedono impegnato quotidianamente il nostro partito, dal livello locale a quello nazionale ed europeo. Sarà soprattutto la Festa del nostro popolo, a partire dai volontari, senza la cui generosità non sarebbe possibile mettere in piedi un evento così impegnativo. A loro va il mio grazie più grande” ha detto oggi in conferenza stampa Marco Recati, segretario metropolitano del PD.

Del solo territorio di Firenze città si alterneranno oltre 400 volontari, più degli scorsi anni. E’ stato un grande impegno organizzare un appuntamento così complesso, anche per quanto riguarda le normative sulla sicurezza di un evento molto grande. Ma anche quest’anno ci siamo riusciti: il modo migliore per rispondere a chi dai vari pulpiti disegna il futuro del Pd in discesa. Abbiamo scelto di non invitare gli attuali partiti di governo nazionale. Il Pd è un partito sempre aperto al dibattito con tutti, ma certamente non con chi in queste settimane si è reso responsabile di proclami xenofobi e azioni inaccettabili, ultima quella di tenere in ostaggio persone indifese pur di proseguire con la propaganda di destra” ha spiegato Massimiliano Piccioli, segretario comunale del Pd di Firenze.

L'articolo Il Pd torna alle Cascine con “Città, comunità, Europa” proviene da www.controradio.it.

Cascine: per M5s sono “discarica”, sindaco intervenga

Cascine: per M5s sono “discarica”, sindaco intervenga

Il Parco delle Cascine di Firenze il lunedi’ mattina, dopo “i festeggiamenti non autorizzati della domenica”, sono una discarica a cielo aperto, non solo a causa dei rifiuti, ma anche dei relativi escrementi”.

Per questo “ho chiesto al sindaco Dario Nardella se nel prossimo programma elettorale per il 2019 inserira’ il rilancio delle Cascine, perche’ dopo due legislature, i cittadini potrebbero non credergli piu’. A puntare il dito su una situazione “nota da anni” ma che “negli ultimi tempi e’ addirittura peggiorata” e’ la consigliera comunale M5s Silvia Noferi, in una interrogazione al primo cittadino.

Il lunedi’, aggiunge pentastellata, agli spazzini va il compito di ripulire tutto “senza che al Comune venga pagata la tassa di occupazione del suolo pubblico o che a qualcuno venga in mente di controllare se le norme in fatto di sicurezza vengano rispettate”. Eppure, il rilancio del parco, attacca Noferi, e’ stato “ripetutamente messo nei programmi elettorali almeno degli ultimi dieci anni, da Matteo Renzi a Dario Nardella”, e pero’ ogni azione “e’ miseramente fallita: fallito il trasferimento della movida notturna, fallito il cambio di destinazione dell’ex-ippodromo delle Mulina, fallito il ripristino della legalita’”.

Durante la notte, e’ l’ultimo affondo, “il parco si trasforma in terra di nessuno, dove regnano le attivita’ illecite come spaccio e prostituzione, anche minorile”.

L'articolo Cascine: per M5s sono “discarica”, sindaco intervenga proviene da www.controradio.it.