“Corri la vita” si trasferisce alle Cascine per ‘sicurezza’

“Corri la vita” si trasferisce alle Cascine per ‘sicurezza’

“Corri la vita” si sposta da Piazza del Duomo alle Cascine per ragioni di sicurezza. Cambia la partenza, ma non l’appuntamento: 24 settembre alle ore 9.30.

La famosa e storica manifestazione fiorentina, “Corri la vita”, giunge alla sua quindicesima edizione, ma la sicurezza costringe a cambiare il percorso.

Come rende noto La Nazione, dopo i fatti di Torino in occasione della finale di Champions League della Juventus, il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha imposto il rispetto delle garanzie di sicurezza, senza le quali nessuna manifestazione potrà essere autorizzata.

Dovranno quindi essere individuate aree di soccorso idonee e spazi per la manifestazione sufficientemente capienti, visto anche il record di quest’anno di oltre trentamila presenze. Gli accessi dovranno essere regolati e monitorati con sistemi di rilevazione numerica ai vari ingressi per non superare la capacità ricettiva totale. Inoltre, le aree di accesso e di deflusso dovranno essere separate e correttamente segnalate.

Tutto ciò esclude la possibilità che la corsa possa, come ogni anno, partire da Piazza del Duomo: per oltre 30.000 persone le vie di fuga sono considerate insufficienti.

L’assessore allo Sport, Andrea Vannucci, commenta in un articolo de La Nazione: «L’importante è che si riesca a non cambiare le nostre abitudini, che si continua a poter fare le manifestazioni. Con la circolare Gabrielli sarebbe stato impossibile far partire 30mila persone da piazza Duomo, partiremo dalle Cascine, ma sarà comunque una festa. Vediamo se riusciamo a mantenere l’arrivo in piazza Signoria».

La manifestazione prevede una corsa non competitiva di 12 chilometri ed una passeggiata di 5 chilometri. Entrambi i percorsi toccheranno vie e luoghi suggestivi della città di Firenze.

Come ormai da quindici anni, “Corri la vita” raccoglie fondi per la lotta al tumore al seno e per altre associazioni benefiche. Iniziata nell’ottobre del 2003 da un’idea di Natalie Rucellai e Neri Torrigiani, contribuisce a realizzare ed a qualificare le strutture sanitarie pubbliche di Firenze specializzate nella lotta contro il tumore al seno.

In questa giornata speciale si unisce del sano sport alla cultura ed alla solidarietà. Una giornata all’insegna del divertimento, della condivisione e dell’impegno sociale.

Per ulteriori informazioni http://www.corrilavita.it/

L'articolo “Corri la vita” si trasferisce alle Cascine per ‘sicurezza’ proviene da www.controradio.it.

Alberi. Scatta il piano di sostituzione per 800 piante, interventi anche in 15 scuole

Alberi. Scatta il piano di sostituzione per 800 piante, interventi anche in 15 scuole

Scatta a fine luglio il nuovo piano di rinnovo degli alberi a Firenze. Un pacchetto di interventi coordinati (per un investimento totale di oltre mezzo milione di euro) che riguarderà i Quartieri 1, 3 e 5 e i giardini di 15 scuole nei Quartieri 1 e 3.
Ad illustrarlo, questa mattina in Palazzo Vecchio, la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi e l’assessora all’ambiente Alessia Bettini. Si tratta complessivamente di oltre 802 nuovi alberi, dei quali 282 in sostituzione di altrettante piante in condizioni critiche dal punto di vista statico e fitosanitario.

Si parte il 24 luglio nei giardini delle scuole e all’interno del Parco delle Cascine, e si prosegue il 31 luglio in viale Belfiore, in viale Corsica (proprio qui, il 26 ottobre scorso, era crollato un ippocastano) e viale Guidoni. Nel corso del mese di agosto, invece, sarà la volta di piazza Stazione e piazza San Marco. Si tratta complessivamente di oltre 802 nuovi alberi, dei quali 282 in sostituzione di altrettante piante in condizioni critiche dal punto di vista statico e fitosanitario, che verranno rimpiazzati con  piante scelte per resistere meglio ai cambiamenti climatici: nel solo Quartiere 1 saranno piantati quasi 400 alberi, di cui oltre 200 alle Cascine, a fronte di un centinaio di abbattimenti.
Giardini delle scuole – In 15 scuole saranno eliminate, complessivamente, 135 ceppaie. In tre istituti (la primaria Pertini, la foresteria Pertini e la secondaria di primo grado Puccini) saranno sostituiti 36 pini neri. In sostituzione verranno piantati 210 nuovi alberi di varie specie tra le quali acero campestre, carpino, frassino, quarcia, salice, ginkgo biloba.
Viale Belfiore – Saranno sostituiti 44 alberi di Pinus pinea (Pino domestico) ed eliminate sei ceppaie. Li sostituiranno nuove piante di tigli.
Viale Strozzi – Qui saranno sostituiti 7 platani e saranno eliminate 5 ceppaie. Al loro posto nuove piante di platano.
Viale Fratelli Rosselli – Qui le piante da sostituire sono 4, tutti olmi. Al loro posto sono previsti ippocastani. Saranno eliminate 2 ceppaie.
Piazza San Marco – Cinque olmi saranno sostituiti con altrettante piante della stessa specie. Sarà eliminata una ceppaia.
Piazza della Stazione – Il piano prevede la sostituzione di 20 pini domestici con altrettanti alberi della stessa specie. Saranno estirpate 15 ceppaie.
Parco delle Cascine – In riva destra e al parco delle Cascine si pianteranno 181 nuovi alberi in filare di 8 specie diverse, prevalentemente lecci (76 piante), tigli (42 piante), Olmi (31 piante), bagolari (15 piante), oltre a 120 nuovi alberi in bosco, di 23 specie arboree diverse.
Viale Corsica – Si prevede, anzitutto, l’abbattimento di 59 piante di ippocastano il cui apparato radicale risulta compromesso con conseguenti danni alla loro stabilità e innalzamento del rischio per i cittadini. Saranno reimpiantate 70 nuove piante di pero ornamentale.
Viale Guidoni – L’intervento si propone di rinnovare il patrimonio arboreo del secondo tratto del viale sostituendo le magnolie, i 92 pini neri e numerosi piccoli cespugli ad alberello. Saranno rimosse le vecchie ceppaie e reimpiantati114 nuovi alberi (tigli argentati e parrotie).
Via Pistoiese, via Panciatichi, via di Caciolle, piazza Mattei, via Circondaria, via Cironi, via Sighele, via del Terzolle, via Morgagni, via Forlanini, via Piemonte, via Accademia del Cimento e piazza Danti via XX settembre, viale Milton e viale Cadorna – In queste strade saranno piantati, complessivamente, 89 nuovi alberi di 8 specie, e d estirpate 63 ceppaie. Qui gli alberi da abbattere sono 14. É prevista l’installazione di sistemi di protezione delle piante.
«Sarà un estate dedicata, oltre agli imponenti lavori estivi alle scuole, alla sistemazione dei giardini degli istituti – ha spiegato la vicesindaca Giachi – useremo questo periodo di chiusura per togliere alberi e ceppaie in sicurezza ma pianteremo le nuove piante in autunno: questo è il momento migliore per mettere a dimora le piante e non farlo soffrire. Alcuni degli alberi che dovremo tagliare perché fragili e molto invecchiati, come i pini neri, sono quelli dove le processionarie si annidano di più: un’occasione propizia, dunque, anche per prevenire infestazioni. Naturalmente saranno tutti sostituiti da altre piante che crescono in fretta, radicano bene e fanno ugualmente ombra».
«La messa in sicurezza e il ripristino dei viali alberati, è una delle priorità della città insieme all’arricchimento del patrimonio arboreo – ha spiegato l’assessore Bettini – in queste ultimi anni abbiamo anche intensificato i controlli. I tagli sono dolorosi ma tutti necessari: anche gli alberi sono organismi viventi che invecchiano e vengono attaccati dalle malattie. Naturalmente tutte le piante saranno sostituite ma non solo: colmeremo anche i vuoti creati dai precedenti abbattimenti. L’obiettivo è lasciare alle future generazioni un patrimonio arboreo più ricco e con piante che possano reggere con successo ai cambiamenti climatici in atto».
«Siamo estremamente soddisfatti – ha dichiarato il presidente Sguanci – sia per il saldo positivo del piano, che ammonta a diverse centinaia di piante, sia per la tempistica, soprattutto per quello che riguarda l’intervento in viale Belfiore che quest’estate sarà aggravato anche per l’attraversamento dei binari della linea 2 della tramvia. Grande soddisfazione anche per lo sforzo fatto sul parco delle Cascine che vedrà un saldo positivo superiore a 200 alberi tra quelli che verranno rimossi e quelli che verranno piantati. Ringrazio l’assessorato e la direzione ambiente per l’attenzione continua che viene messa sulla valutazione del patrimonio arboreo e la grande capacità: si è trasformato gli interventi da operazioni in emergenza ad attività di programmazione».
«Continua – ha detto il presidente Esposito – il forte impegno dell’amministrazione sulla messa in sicurezza e valorizzazione del patrimonio arboreo del nostro territorio, fortemente colpito dagli eventi calamitosi di questi ultimi anni».
«I progetti di riqualificazione e sostituzione delle alberature – ha ricordato il presidente Balli – sono stati presentati il 12 luglio scorso al consiglio di Quartiere dall’assessore Bettini e dai tecnici direzione ambiente. L’assemblea ha accolto con interesse i progetti: sono inquadrati in un intervento complessivo che prende il via dal ripensamento della presenza delle alberature in città con il rinnovo de patrimonio arboreo e un suo complessivo aumento É un grande investimento per il futuro».
«Oltre alle ripiantumazioni, che permetteranno di arricchire il patrimonio arboreo pubblico – ha rilevato il presidente Ricci – c’è anche da sottolineare il cambiamento di tendenza voluto da questa amministrazione: si sostituiscono gli alberi prevenendo tutti quei pericoli che potrebbero interessare la nostra città. Questo significa più sicurezza e più vivibilità, soprattutto per i più piccoli, ma anche per gli adulti e per gli anziani».

L'articolo Alberi. Scatta il piano di sostituzione per 800 piante, interventi anche in 15 scuole proviene da www.controradio.it.

JAMIROQUAI IN CONCERTO AL VISARNO ARENA

Jamiroquai Visarno Arena Cascine

Chiusura soft per il concerto di Jamiroquai domani al Parco delle Cascine: chiuso via del Visarno e area tra viale degli Olmi e piazzale delle Cascine. Corse in più della linea 1 tramvia.

Chiusura ‘soft’ al parco delle Cascine di Firenze, domani in occasione del concerto di Jamiroquai. Se per Aerosmith, Eddie Vedder e System of a Down, alcune settimane fa, il parco era stato chiuso integralmente fin dalla mattina, in questo caso i divieti di transito ne interesseranno solo una parte. Si tratta di via del Visarno e l’area di intersezione tra viale degli Olmi e piazzale delle Cascine. Il viale degli Olmi rimarrà quindi aperto a transito e sosta ma l’accesso sarà consentito solo da via del Fosso Macinante (l’uscita sarà garantita da via delle Cascine).

Chi entra invece da via delle Cascine potrà parcheggiare soltanto nel piazzale omonimo perché l’accesso in viale degli Olmi sarà chiuso. In dettaglio dalle 7 a mezzanotte sarà chiusa via del Visarno tra via delle Cascine a piazzale Jefferson (anche divieto di sosta).  Dalle 18 si aggiungerà anche il divieto di transito nell’area di intersezione tra viale degli Olmi e il piazzale delle Cascine, mentre in via del Visarno, nel tratto tra il Fosso Macinante e piazzale Jefferson, sarà istituito un  senso unico in direzione di quest’ultimo. Gli stessi provvedimenti saranno istituiti il 18 luglio in occasione del concerto degli Arcade Fire.

Per quanto riguarda il trasposto pubblico, Gest ha confermato il servizio straordinario della linea 1 fino alle 2 di notte. Previste quindi corse supplementari che, da mezzanotte e mezzo alle 2, garantirà un tram ogni 8 minuti. Si ricorda inoltre che i parcheggi scambiatori presso le fermate della tramvia (Nenni Torregalli, Resistenza, Villa Costanza) saranno in funzione.

The post JAMIROQUAI IN CONCERTO AL VISARNO ARENA appeared first on Controradio.

CASCINE, PALAZZINA EX INDIANO: CERCASI NUOVA GESTIONE DISPERATAMENTE

Palazzina Ex Indiano

Il Comune di Firenze ha pubblicato un nuovo  bando per cercare nuovo gestore dell’immobile di due piani: concessione di 5 anni con canone di 1.100 euro. Il bene dovrà essere adibito alla “somministrazione di bevande e alimenti per frequentatori Cascine.”

È stato pubblicato oggi il bando per l’individuazione di un operatore per la gestione della palazzina ex Indiano. Una concessione della durata quinquennale con un canone mensile di almeno di 1.100 euro. Nel bando si ricorda che l’immobile è costituito da una palazzina di due piani fuori terra, oltre resede ed ha una superficie complessiva coperta di poco meno di 210 metri quadrati, oltre 50 metri quadrati di terrazza e 263 metri quadrati di resede esterno.
E che il bene, assegnato mediante atto di concessione, “dovrà essere adibito ad attività di somministrazione di alimenti e bevande al servizio degli utilizzatori del Parco delle Cascine, attività di matura culturale e ricreativa comunque compatibili con il carattere storico e artistico del bene immobile e tali da garantire la sua conservazione e fruizione pubblica, oltre che attività e servizi funzionali alla fruizione del Parco delle Cascine, al fine della valorizzazione e qualificazione del medesimo nel suo complesso”. E aggiunge che questi usi dovranno essere preventivamente autorizzate dalla Sovrintendenza.

Nel bando viene specificato inoltre che gli eventuali lavori di adeguamento e ripristino (valutati comunque di entità modesta) saranno a carico del concessionario. Le buste contenenti le offerte dovranno pervenire entro le 13 del 3 agosto giugno all’Ufficio Protocollo della Direzione Patrimonio Immobiliare, posta in via dell’Anguillara 21 (I piano), 50121 Firenze.

La selezione delle offerte sarà effettuata con il sistema dell’offerta economicamente più conveniente, con pesatura del progetto pari al 70% e pesatura del canone pari al 30%. L’effettuazione di un sopralluogo preventivo all’immobile è condizione necessaria per poter partecipare alla selezione pubblica. Un appuntamento può essere concordato via mail o telefonicamente. I recapiti sono elencati nel bando pubblicato sulla rete civica del Comune, nella sezione “Bandi e avvisi”.

The post CASCINE, PALAZZINA EX INDIANO: CERCASI NUOVA GESTIONE DISPERATAMENTE appeared first on Controradio.

CASCINE, PALAZZINA EX INDIANO: CERCASI NUOVA GESTIONE DISPERATAMENTE

Palazzina Ex Indiano

Il Comune di Firenze ha pubblicato un nuovo  bando per cercare nuovo gestore dell’immobile di due piani: concessione di 5 anni con canone di 1.100 euro. Il bene dovrà essere adibito alla “somministrazione di bevande e alimenti per frequentatori Cascine.”

È stato pubblicato oggi il bando per l’individuazione di un operatore per la gestione della palazzina ex Indiano. Una concessione della durata quinquennale con un canone mensile di almeno di 1.100 euro. Nel bando si ricorda che l’immobile è costituito da una palazzina di due piani fuori terra, oltre resede ed ha una superficie complessiva coperta di poco meno di 210 metri quadrati, oltre 50 metri quadrati di terrazza e 263 metri quadrati di resede esterno.
E che il bene, assegnato mediante atto di concessione, “dovrà essere adibito ad attività di somministrazione di alimenti e bevande al servizio degli utilizzatori del Parco delle Cascine, attività di matura culturale e ricreativa comunque compatibili con il carattere storico e artistico del bene immobile e tali da garantire la sua conservazione e fruizione pubblica, oltre che attività e servizi funzionali alla fruizione del Parco delle Cascine, al fine della valorizzazione e qualificazione del medesimo nel suo complesso”. E aggiunge che questi usi dovranno essere preventivamente autorizzate dalla Sovrintendenza.

Nel bando viene specificato inoltre che gli eventuali lavori di adeguamento e ripristino (valutati comunque di entità modesta) saranno a carico del concessionario. Le buste contenenti le offerte dovranno pervenire entro le 13 del 3 agosto giugno all’Ufficio Protocollo della Direzione Patrimonio Immobiliare, posta in via dell’Anguillara 21 (I piano), 50121 Firenze.

La selezione delle offerte sarà effettuata con il sistema dell’offerta economicamente più conveniente, con pesatura del progetto pari al 70% e pesatura del canone pari al 30%. L’effettuazione di un sopralluogo preventivo all’immobile è condizione necessaria per poter partecipare alla selezione pubblica. Un appuntamento può essere concordato via mail o telefonicamente. I recapiti sono elencati nel bando pubblicato sulla rete civica del Comune, nella sezione “Bandi e avvisi”.

The post CASCINE, PALAZZINA EX INDIANO: CERCASI NUOVA GESTIONE DISPERATAMENTE appeared first on Controradio.