COMUNALI, ROSSI: “SCONFITTA CENTROSINISTRA SU SPALLE DI RENZI”

Rossi

“Il voto è locale, la responsabilità sconfitta nazionale” ha commentato il governatore Rossi in un botta e risposta col Pd: “non abbiamo costruito in tempo alternativa a sinistra.” Marras (Pd): “Rossi ha ancora voglia lavorare con noi?” Rossi: “sfiduciatemi o accettate le diversità politiche.”

“Una sconfitta grave e diffusa. Il voto è stato locale, ma la responsabilità del risultato è nazionale: è tutta sulle spalle del partito renziano”. Lo afferma il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in un post su facebook. “Su noi di Articolo UNO, invece,  – aggiunge Rossi – grava forse l’errore di non essere usciti prima, di non avere costruito in tempo un’alternativa a sinistra per tutti coloro, davvero tanti, che, proprio perché di sinistra, non possono riconoscersi più nel partito renziano”.

“Il nostro presidente Rossi, eletto nel Pd e oggi itinerante dirigente politico di un altro partito, ha ancora voglia di lavorare insieme a noi e rimettere in carreggiata la macchina della Toscana? Altrimenti è bene
dirselo subito e prendere altre strade”. Lo scrive il capogruppo Pd in Consiglio regionale Leonardo Marras in un post su Facebook a commento dei risultati delle comunali in Toscana. “Io penso – osserva il capogruppo – che ci sia un problema serio dovuto all’impatto sui territori delle politiche regionali senza spiegare bene cosa potrà succedere e quanto si potranno avvantaggiare i cittadini e le imprese dalle trasformazioni in atto.

Siamo in grande difficoltà, va detto, soprattutto nelle realtà più lontane dal centro: tutte queste città, non solo Grosseto, sono periferia di Firenze”. Per Marras “questo dibattito deve affrontarlo il Pd in Toscana ma non da solo. È giusto che si riapra il confronto con le forze sociali ed economiche e si prosegua nelle riforme e nella programmazione”. “C’è il tema di un rapporto più stretto con il governo nazionale e la necessità di chiudere le scelte sulle infrastrutture e sui singoli programmi: tutte questioni arcinote e invecchiate”, conclude.

E la risposta non tarda ad arrivare: “nessuno potrà farmi tacere, impedire che io esprima liberamente le mie opinioni politiche. Se il Pd in Toscana vuole farmi tacere con minacce indirette, sappia che accetto la sfida a viso aperto. Sfido il Pd a presentare una mozione di sfiducia in Consiglio Regionale nei miei confronti. Darò subito le dimissioni e la Toscana andrà al voto”. “Così i renziani regionali dopo aver perso già mezza Regione Toscana finiranno per completare l’opera – ha aggiunto Rossi in una nota -. Diversamente si accettino le diversità politiche e per la Toscana si lavori, come io faccio, sul programma che anche di recente è stato riapprovato dal Consiglio regionale”, conclude.

The post COMUNALI, ROSSI: “SCONFITTA CENTROSINISTRA SU SPALLE DI RENZI” appeared first on Controradio.

COMUNALI, ROSSI: “SCONFITTA CENTROSINISTRA SU SPALLE DI RENZI”

Rossi

“Il voto è locale, la responsabilità sconfitta nazionale” ha commentato il governatore Rossi in un botta e risposta col Pd: “non abbiamo costruito in tempo alternativa a sinistra.” Marras (Pd): “Rossi ha ancora voglia lavorare con noi?” Rossi: “sfiduciatemi o accettate le diversità politiche.”

“Una sconfitta grave e diffusa. Il voto è stato locale, ma la responsabilità del risultato è nazionale: è tutta sulle spalle del partito renziano”. Lo afferma il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi in un post su facebook. “Su noi di Articolo UNO, invece,  – aggiunge Rossi – grava forse l’errore di non essere usciti prima, di non avere costruito in tempo un’alternativa a sinistra per tutti coloro, davvero tanti, che, proprio perché di sinistra, non possono riconoscersi più nel partito renziano”.

“Il nostro presidente Rossi, eletto nel Pd e oggi itinerante dirigente politico di un altro partito, ha ancora voglia di lavorare insieme a noi e rimettere in carreggiata la macchina della Toscana? Altrimenti è bene
dirselo subito e prendere altre strade”. Lo scrive il capogruppo Pd in Consiglio regionale Leonardo Marras in un post su Facebook a commento dei risultati delle comunali in Toscana. “Io penso – osserva il capogruppo – che ci sia un problema serio dovuto all’impatto sui territori delle politiche regionali senza spiegare bene cosa potrà succedere e quanto si potranno avvantaggiare i cittadini e le imprese dalle trasformazioni in atto.

Siamo in grande difficoltà, va detto, soprattutto nelle realtà più lontane dal centro: tutte queste città, non solo Grosseto, sono periferia di Firenze”. Per Marras “questo dibattito deve affrontarlo il Pd in Toscana ma non da solo. È giusto che si riapra il confronto con le forze sociali ed economiche e si prosegua nelle riforme e nella programmazione”. “C’è il tema di un rapporto più stretto con il governo nazionale e la necessità di chiudere le scelte sulle infrastrutture e sui singoli programmi: tutte questioni arcinote e invecchiate”, conclude.

E la risposta non tarda ad arrivare: “nessuno potrà farmi tacere, impedire che io esprima liberamente le mie opinioni politiche. Se il Pd in Toscana vuole farmi tacere con minacce indirette, sappia che accetto la sfida a viso aperto. Sfido il Pd a presentare una mozione di sfiducia in Consiglio Regionale nei miei confronti. Darò subito le dimissioni e la Toscana andrà al voto”. “Così i renziani regionali dopo aver perso già mezza Regione Toscana finiranno per completare l’opera – ha aggiunto Rossi in una nota -. Diversamente si accettino le diversità politiche e per la Toscana si lavori, come io faccio, sul programma che anche di recente è stato riapprovato dal Consiglio regionale”, conclude.

The post COMUNALI, ROSSI: “SCONFITTA CENTROSINISTRA SU SPALLE DI RENZI” appeared first on Controradio.