Rapina in gioielleria Firenze, dipendente ammanettata

Rapina in gioielleria Firenze, dipendente ammanettata

In pieno centro storico, ad agire due uomini.

Rapina questa mattina in una gioielleria di via Vacchereccia, in pieno centro storico a Firenze a due passi da piazza della Signoria. Una dipendente della gioielleria è stata aggredita con dello spray urticante e poi ammanettata. Nel corso dell’aggressione la donna, che non ha riportato ferite gravi, sarebbe stata anche malmenata, sebbene in modo non grave, e si trova in ospedale per le cure del caso.
Ad agire sono stati due uomini che hanno agito con il volto parzialmente coperto con parrucche ed occhiali da sole. I due uomini si sono presentati nel negozio intorno alle 13.
Al momento del colpo nel negozio era presente anche la titolare, che è riuscita a rifugiarsi nel bagno posto al piano superiore.
In corso di quantificazione il valore dei monili che sono stati portati via.
“Esprimiamo forte preoccupazione per questa ennesima rapina commessa a Firenze in pieno giorno e in pieno centro, stavolta ai danni di una gioielleria nostra associata”. Così il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, attraverso una nota, ha commentato la rapina di stamani in una gioielleria del centro di Firenze.
“A sconvolgerci è in particolare la violenza con cui la rapina si è consumata, oltre al fatto che via Vacchereccia si trova a due passi da piazza della Signoria, proprio accanto al presidio delle forze dell’ordine. È il segnale evidente che qualcosa non funziona nel sistema della sicurezza e occorre che le forze dell’ordine, insieme agli altri soggetti interessati, prendano subito i necessari provvedimenti” ha continuato.
“Gli imprenditori dell’oro sono tra gli obiettivi sensibili della criminalità ma tutti gli operatori di negozi e pubblici esercizi, per il solo fatto di trovarsi in strada, si trovano in una posizione di vulnerabilità molto alta. Chiediamo – ha concluso Marinoni – quindi misure di sicurezza e di tutela più serrate perché tutti hanno diritto di vivere e lavorare nella piena serenità. Siamo certi che le forze dell’ordine, che godono della nostra più piena fiducia e della nostra totale stima, sapranno rispondere concretamente al nostro appello”.

L'articolo Rapina in gioielleria Firenze, dipendente ammanettata proviene da www.controradio.it.

28 e 29 Maggio, Visita-conversazione su “Jan Fabre. Spiritual guards”

Lo spettacolare palcoscenico teatrale di Piazza Signoria si è da poco animato di due nuovi protagonisti, un’imponente tartaruga e un piccolo uomo intento a misurare le nuvole. Opere altamente poetiche, frutto dell’immaginazione dell’artista belga Jan Fabre, figura eclettica e versatile che ha popolato anche Palazzo Vecchio delle sue creazioni: fra queste un impressionante globo di scarabei. La visita-conversazione permetterà di approfondire la conoscenza delle opere e di riflettere in forma dialogica sul rapporto fra antico e contemporaneo che connota questo tipo di azioni.

Dove: Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
Quando: sabato 28 (h15.00 e h16.30)  e domenica 29 maggio (h10.30 e h12.00)
Target: per tutti, a partire dai 10 anni
Durata: 1h15
Costo: €2,00 (residenti nella Città Metropolitana di Firenze), €4,00 (non residenti)