Pistoia, + 20,5% di turisti nel primo semestre 2017

Pistoia, + 20,5% di turisti nel primo semestre 2017

Su tutto il territorio provinciale oltre un milione di presenze. Nel comune capoluogo i turisti provengono principalmente da Cina, Spagna, Germania e Francia. Tra gli italiani che scelgono Pistoia ci sono siciliani, piemontesi, lombardi e laziali

A Pistoia, nei primi sei mesi dell’anno di Capitale Italiana della Cultura, i turisti aumentano del 20,5%rispetto allo stesso periodo del 2016, un dato in crescita rispetto anche ai primi mesi dell’anno. Stamani durante una conferenza stampa sono stati presentati i rapporti sui flussi turistici dei primi sei mesi dell’anno (da gennaio a giugno) del comune capoluogo e della provincia. Gli elaborati sono stati realizzati da Comune e Dipartimento di Scienze per l’Economia e l’Impresa dell’Università di Firenze.

I dati del territorio del Comune di PistoiaNel semestre gennaio-giugno 2017 i turisti aumentano del 20,5%, rispetto allo stesso periodo del 2016, per un totale di 31.602 arrivi. Anche le presenze registrano un dato positivo con il 18,5% in più con70.191 pernottamenti.

Visitatori italiani e stranieri. Gli italiani che visitano Pistoia sono cresciuti del 24,3% come arrivi (24,5% come presenze). L’aumento degli stranieri è stato del 14 % negli arrivi (12% come presenze). Sono gli stranieri a pernottare più giorni in città (permanenza si attesta sulle 3 giornate) rispetto agli italiani (2 giornate).

Gli italiani a Pistoia. Le principali regioni di provenienza sono Sicilia, Lombardia, Piemonte e Lazio.

Gli stranieri a Pistoia. Nel primo semestre del 2017 gli afflussi più consistenti sono quelli di cinesi con +109,1%:la loro permanenza a Pistoia però è bassa e in media di un giorno. In termini di presenze sul territorio al primo posto figurano gli spagnoli con una crescita rispetto al primo semestre del 2016 del 26,5% e una permanenza media di 13 giorni, seguiti da tedeschi, francesi e britannici e belgi.

Identikit del visitatore. Dai dati raccolti emerge che nella maggior parte dei casi il visitatore che arriva nel comune di Pistoia ha tra i 45 e i 54 anni, seguito dalla fascia 35-44 anni. Nel primo semestre del 2017 la componente femminile dei flussi turistici con 19.332 arrivi è in netta prevalenza rispetto a quella maschile (12.222), sia per gli italiani che per gli stranieri.

Flussi turistici su tutto il territorio provinciale

Nel primo semestre 2017 sono arrivati nella provincia di Pistoia 429.389 turisti, per un soggiorno medio di 2,4 giornate e quindi un totale di 1.024.840 presenze. L’incremento rispetto allo stesso periodo del 2016 è del 4,2% per gli arrivi e del 4,1% per le presenze, un numero che balza fino al 9,5% se si confronta il solo trimestre aprile, maggio, giugno del 2017 con quello del 2016. Va comunque precisato che l’effetto positivo è dato anche dalla  diversa cadenza della Pasqua che quest’anno si è avuta nel mese di aprile mentre nel 2016 a marzo. Facendo un ulteriore confronto con lo stesso trimestre nel 2015 (anche in questo caso la Pasqua era nel mese di aprile) il dato di quest’anno comunque cresce del 3,35delle presenze.

Visitatori italiani e stranieri. La componente estera (63,8% e quindi +1,1% rispetto all’anno passato) ha superato i turisti di nazionalità italiana (36,2%) nel primo semestre del 2017 sia negli esercizi alberghieri che in quegli extralberghieri. La permanenza media dei turisti stranieri è di 4,8 giorni, quella dei connazionali si ferma a 2,6. La Valdinievole nel primo semestre 2017 ha avuto un buon incremento di presenze sia italiane che straniere. Anche l’area Metropolitana è cresciuta mentre variazioni negative ha fatto registrare l’area Montana.

Provenienza dei turisti stranieri. Nel primo semestre del 2017 gli afflussi più consistenti, per quanto riguarda gli arrivi, sono stati quelli di Cina, Francia, Stati Uniti e Germania.

Per quanto riguarda le presenze sono in aumento turisti che provengono da Russia (+45%), Cina(39,5%), Stati Uniti (+22,5%) e Francia (+4%). La Germania resta comunque il paese con maggiore presenza numerica in provincia nonostante un calo del 24%, trend negativo che riguarda anche Paesi Bassi (-21,2%), Regno Unito (-11%) e Spagna (-3,8).

Nel primo semestre del 2017, hanno superato le 5 giornate di permanenza turisti provenienti da Irlanda e Danimarca. Hanno invece pernottato 4 giorni svedesi e olandesi.

“L’obiettivo è di promuovere al meglio questo settore – sottolinea l’assessore al turismo Alessandro Sabella – proprio per questo chiederemo alla Regione, visto che in questa materia ha competenze fondamentali, di intensificare i rapporti e gli scambi con Toscana Promozione. Da domani, invece, inizieremo a muoverci sul territorio per realizzare un piano sul turismo che sia frutto dell’apporto di tutti i protagonisti del settore affinché ognuno possa dare il suo contributo per creare una strategia comune che porti a sviluppare ancora di più il turismo nella nostra città”.

L'articolo Pistoia, + 20,5% di turisti nel primo semestre 2017 proviene da www.controradio.it.

Emergenza, boom di gatti abbandonati

Emergenza, boom di gatti abbandonati

Pistoia, situazione di emergenza quella dell’abbandono dei gatti nel territorio cittadino.

Per tentare di salvare i gatti in cerca di una famiglia il Rifugio del cane di Pistoia, che si occupa anche di altri amici a quattrozampe, ha accolto nel 2016 ben 1.618 gatti di cui 322 fra malati e feriti. Circa 700 erano gattini.

Gli operatori del canile, gestito da quest’anno e per i prossimi 5 anni dalla cooperativa sociale La Spiga di Grano e da Enpa, sono riusciti a sterilizzare in tutto lo scorso anno 620 gatti, una parte grazie a contribuiti della Asl e una parte con un progetto proprio del Rifugio.

Il fenomeno dei mici abbandonati riguarda per larga parte il Comune di Pistoia, da dove sono arrivati al Rifugio 772 gatti, ma anche il Comune di Quarrata dove sono stati abbandonati al loro destini 261 gatti nel 2016, il Comune di Serravalle dove i gatti in strada approdati poi in via Agati erano 159, mentre un altro centinaio di mici è stato trovato nel Comune di Agliana. Senza contare le migliaia di gatti censiti nelle quasi 400 colonie feline di cui si occupano gli operatori del canile.

A trovare una famiglia che si occupasse di loro sono stati 711 gatti adulti e cuccioli nel corso del 2016. Per aiutare gli altri in attesa di una casa al Rifugio del Cane (in via Agati 15 a Pistoia) ogni sabato pomeriggio (e nel periodo estivo anche la domenica) si celebra il “Micino Day”, un’iniziativa nata nel maggio 2014, per dare nuovo impulso alle adozioni e che ha riscosso sempre un gran successo richiamando gattofili anche da Firenze, Prato, Lucca.

L'articolo Emergenza, boom di gatti abbandonati proviene da www.controradio.it.

Pistoia: curiosi fanno selfie, Canadair rischiano colpirli

Pistoia:   curiosi fanno selfie, Canadair rischiano colpirli

Il Comune: non avvicinatevi alle fiamme per scattare foto

‘Grana’ curiosi per le autorità di  Pistoia nella vasta area del maxi incendio che da domenica brucia il territorio fra Montale e il capoluogo: le persone si
avvicinano alla zona di operazioni antincendio non solo per osservare le manovre di spegnimento, ma addirittura per scattare fotografie e perfino selfie con un doppio pericolo: quello più evidente dovuto al fuoco, ma anche quello dei lanci di acqua e liquido ritardante da parte di elicotteri e aerei Canadair, col
rischio di essere colpiti dai materiali sganciati dal cielo.
Così, il Comune di Pistoia, mentre sta predisponendo una linea tagliafuoco a nord di Santomato in via precauzionale per difendere la città, deve anche raccomandare alle persone di non avvicinarsi alle aree in fiamme.

Inoltre, precisa il Comune, non c’è alcuna criticità sui viveri con cui rifornire le decine e decine di persone che ormai da oltre due giorni lavorano contro
il fuoco perché la Protezione civile sta garantendo i rifornimenti sul campo.

Da questa mattina stanno operando tre elicotteri e due Canadair a supporto di circa 100 uomini tra vigili del fuoco e volontari. La situazione viene data dalle autorità comunali in via di miglioramento, ma occorre attendere l’evolvere dei
venti.

L'articolo Pistoia: curiosi fanno selfie, Canadair rischiano colpirli proviene da www.controradio.it.

Incendi: ancora una giornata ‘di fuoco’ in Toscana

Incendi: ancora una giornata ‘di fuoco’ in Toscana

Dopo la difficilissima giornata di ieri la Toscana continua a bruciare. Numerosi sono gli incendi ancora attivi, alcuni dei quali preoccupano non poco i vigili del fuoco e la protezione civile.

Tra gli incendi scoppiati oggi in Toscana, quello scoppiato nel primo pomeriggio a Fiumara, tra Castiglione della Pescaia e Marina di Grosseto: nonostante l’immediato intervento di vigili e dei volontari, 6 auto sono bruciate in un parcheggio a ridosso della pineta. Le fiamme hanno già attaccato 1 ettaro e mezzo dibosco e altrettanto di sterpaglie e colture.

Ancora attivo anche un rogo a Marina di Grosseto, dove ieri le fiamme hanno
attaccato alcune abitazioni. Sono invece in corso le operazioni di bonifica per altri 3 incendi a Castiglione, subito spenti grazie ai presidi lasciati nella zona.
Sempre difficili le operazioni in atto da ieri a Fognano, nel comune di Montale (Pistoia), per contenere le fiamme che in questo caso hanno attaccato le chiome degli alberi e perciò le operazioni di spegnimento sono ancora più difficili. Preoccupa pure il rogo attivo a Saline di Volterra, nel Pisano, dove i
vigili del fuoco presidiano alcune abitazioni. In tutte queste località sono a lavoro in forze i vigili del fuoco, i volontari e i mezzi aerei, sia elicotteri sia canadair, che si riforniscono anche oggi nel lago di Bilancino, in Mugello,
presidiato dai pompieri. Situazione ancora difficile anche nel comune di Piancastagnaio (Siena), dove il grosso incendio scoppiato venerdì non è ancora stato spento.

Sotto controllo, invece, le fiamme a Porto Azzurro, all’Isola d’Elba (Livorno), dove i vigili del fuoco sono riusciti ad impedire che attaccassero alcune abitazioni, e al Girone, nel comune di Fiesole, alle porte di Firenze. Pure qui erano state minacciate alcune case ma l’intervento da terra e quello
dell’elicottero della Regione Toscana, hanno impedito che i danni fossero maggiori.

L'articolo Incendi: ancora una giornata ‘di fuoco’ in Toscana proviene da www.controradio.it.

Abitanti del Nespolo, manifestano contro accoglienza migranti

Abitanti del Nespolo, manifestano contro accoglienza migranti

Pistoia, una folta rappresentanza del comitato pistoiese ‘Abitanti del Nespolo’, ha manifestato stamani davanti alla prefettura di Pistoia con cartelli, per ribadire la contrarietà alla struttura di accoglienza che potrebbe sorgere all’interno di un capannone di via Nuova Bure, alla periferia est della città.

Gli abitanti della zona protestano contro quella che definiscono “l’accoglienza business”.

Contro l’ipotesi della realizzazione di un centro di accoglienza nel quartiere del Nespolo, il comitato ha già raccolto oltre 400 firme in una petizione che hanno consegnato al sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, il quale ha ribadito la volontà politica di non essere disponibile ad accogliere altri immigrati sul territorio, già pesantemente gravato sul fronte dell’accoglienza.

“Non possiamo assistere senza far niente a scelte prese al di sopra delle persone che vivono al Nespolo, e al di sopra del sindaco”, ha dichiarato Tomasi.

“L’immobile – ha aggiunto il sindaco Tomasi – ha le finestre con le grate che non si possono aprire, non ha un giardino, ha soltanto pochi metri quadri sul fronte e sul retro, non ha una destinazione d’uso adatta ed è in una zona dove secondo me non si può far fare a questi ragazzi alcun tipo di attività”.

Il sindaco, che ha incontrato i manifestanti insieme all’assessore all’urbanistica Alessandro Capecchi, ha precisato che “il Comune di Pistoia è accogliente, non è razzista, anzi ha 88 ragazzi in più rispetto al numero concordato negli accordi tra Anci e Ministero”. “Noi – ha concluso Tomasi – chiediamo agli altri comuni di fare la loro parte e di dimostrare anche loro di essere accoglienti. Il problema grosso è che è tutto un’emergenza, siamo in situazioni emergenziali sempre, questo è il Paese, e a noi non piace”

L'articolo Abitanti del Nespolo, manifestano contro accoglienza migranti proviene da www.controradio.it.