Pistoia, 293 in gara per sezione grafica Campionato bugia

Pistoia, 293 in gara per sezione grafica Campionato bugia

Sono 293 i disegnatori in gara, provenienti da tutto il mondo, che si contenderanno il titolo di vignettista più bugiardo del mondo. I disegnatori stranieri partecipanti hanno inviato 900 disegni: in testa c’è l’Iran con 53 partecipanti poi la Cina con 41. I disegnatori italiani, che hanno una loro sezione esclusiva, sono 60 e concorrono con 140 disegni.

Lo rende noto l’Accademia della bugia de Le Piastre (Pistoia) che parla di “boom” riguardo alle iscrizioni per la 4/a edizione della gara internazionale, sezione grafica, che si terrà nell’ambito del Campionato italiano della bugia in programma a Le Piastre il 4 e 5 agosto prossimi.

Tra i partecipanti anche un australiano e 14 indonesiani, disegnatori di Marocco, Egitto, Tanzania, Nigeria, di Uruguay, Venezuela, Colombia, Perù, Argentina, Brasile, Messico e Cuba, di Bangladesh, India, Taiwan, Uzbekistan.

Tutti, italiani e stranieri, si sono misurati con il tema di quest’anno: il meteo e i cambiamenti climatici. Sono invece 72 gli italiani che si contenderanno il titolo di scrittore più bugiardo d’Italia. A sceglierlo sarà lo scrittore Sandro Veronesi, presidente della giuria.

L'articolo Pistoia, 293 in gara per sezione grafica Campionato bugia proviene da www.controradio.it.

Pistoia: riparte inceneritore di Montale

Pistoia: riparte inceneritore di Montale

La linea 1 dell’inceneritore di Montale (Pistoia) era ferma dal 28 maggio scorso a seguito del superamento dei livelli delle emissioni consentiti. I parametri sono ora tornati a norma e l’impianto ha ripreso a funzionare dopo il via libera dell’ Arpat.

Il gestore dell’inceneritore ha trasmesso ad Arpat il rapporto di prova sul parametro Pcdd/Pcdf (diossine e furani) relativo al campionamento effettuato in discontinuo alle emissioni della linea 1, venerdì scorso, alla riaccensione di prova dell’impianto, dopo la fermata per manutenzione straordinaria imposta dal superamento della soglia di attenzione di 0,05 ngTE/Nm3, nel monitoraggio in continuo delle emissioni di Pcdd/Pcdf.

Il gestore aveva individuato nell’invecchiamento del filtro a maniche (3 anni) la causa presunta del peggioramento delle emissioni riscontrato nelle ultime settimane di esercizio e aveva quindi deciso per la sua sostituzione.

Adesso Arpat fa sapere che “il valore riscontrato pari a 0,010 ngTE/Nm3 risulta essere ampiamente sotto il limite normativo di 0,1 ngTE/Nm3. Il gestore conseguentemente ha comunicato che nel pomeriggio della giornata odierna, verrà riattivata l’alimentazione di rifiuto al forno della Linea 1”.

L'articolo Pistoia: riparte inceneritore di Montale proviene da www.controradio.it.

Pistoia: manifesti per disertare la giostra dell’orso

Pistoia: manifesti per disertare la giostra dell’orso

“#Disertalagiostradell’orso”: a Pistoia sono stati affissi manifesti che invitano a disertare la Giostra dell’orso a causa della quantità di cavalli deceduti durante la manifestazione.

Manifesti che invitano a disertare la Giostra dell’orso di Pistoia, che si disputerà il 25 luglio prossimo, giorno in cui si celebra San Jacopo, patrono della città toscana, sono stati affissi nelle vie del centro di Pistoia.

“#Disertalagiostradell’orso” la scritta che campeggia sui manifesti giganti (sei metri per tre), sui quali sono riportati i nomi dei cavalli deceduti durante le manifestazioni dal 1980 al 2014, anno quest’ultimo, in cui a causa di due distinti incidenti sul finale della gara morirono due purosangue, Oracle Force e Golden Storming: il processo per quest’ultimi fatti è in corso.

Le associazioni animaliste contestano in particolare l’articolo 9 del nuovo regolamento della corsa che impone di effettuare la tornata in un tempo non inferiore a 26 secondi, indistintamente dal punteggio conseguito. Per le due associazioni il punteggio legato alla velocità è inaccettabile.

L'articolo Pistoia: manifesti per disertare la giostra dell’orso proviene da www.controradio.it.

Ferrovie: sospesa circolazione tratto Pistoia-Montecatini

Ferrovie: sospesa circolazione tratto Pistoia-Montecatini

Le Ferrovie dello Stato rendono noto che da lunedì 16 luglio a sabato 1 settembre, la circolazione dei treni tra Pistoia e Montecatini sarà sospesa per consentire i lavori del primo lotto per il raddoppio ferroviario tra Pistoia e Montecatini Terme, sulla linea Firenze Viareggio.

Durante l’interruzione, tra Pistoia e Montecatini sarà attivo un servizio sostitutivo con autobus via autostrada A/11, che replicherà quanto già sperimentato nel 2017 e nei fine settimana di attività già effettuati quest’anno.

I bus non fermeranno nella stazione intermedia di Serravalle Pistoiese.

Gli orari dei treni sul tratto dove la circolazione sarà sospesa rimarranno pressoché invariati.

Durante l’interruzione Trenitalia dà l’opportunità ai possessori di biglietto ed abbonamento Trenitalia da Lucca/Tassignano – Capannori/Porcari/Altopascio per Firenze e viceversa (senza costi ulteriori, nonostante la maggiore lunghezza del percorso) di percorrere l’itinerario via Lucca – Pisa – Empoli.

Tra Viareggio/Lucca e Firenze i tempi di viaggio si potrebbero allungare di 30 minuti per l’interscambio treno-bus tra Montecatini e Pistoia.

 

L'articolo Ferrovie: sospesa circolazione tratto Pistoia-Montecatini proviene da www.controradio.it.

Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana

Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana

Cambio al vertice per Fimaa-Confcommercio Toscana: Carlo Barbagli è il nuovo presidente degli Agenti immobiliari Toscani. La sua nomina è avvenuta ieri (mercoledì 11 luglio 2018) a Firenze durante la riunione del consiglio direttivo della categoria nella sede operativa di Confcommercio Toscana, in largo Annigoni.

Classe 1963, Barbagli lavora nel settore dal 1983 ed è attualmente titolare della ‘Barbagli Immobiliare’ di Castiglion Fiorentino. Succede al collega lucchese Alessandro Gabriele nella guida degli agenti toscani, in un momento molto delicato per il mercato immobiliare, che negli ultimi mesi sembra finalmente voler risalire la china dopo un periodo prolungato di stasi.

”Il mercato è in ripresa, nonostante persistano ancora tante criticità come l’incertezza politica, l’instabilità economica ed occupazionale, i timori del futuro che frenano le famiglie italiane, per non parlare del carico fiscale che grava sugli immobili”, sottolinea il neo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana Carlo Barbagli, ”i segnali positivi arrivano soprattutto dal mercato degli immobili residenziali: secondo i nostri rilevamenti le compravendite sono aumentate in quasi tutte le province toscane, ad eccezione di Pisa, Livorno e Pistoia.”

Sul fronte degli immobili commerciali, invece, l’andamento è ancora fiacco: ”c’è chi registra una lieve crescita, nell’ordine di pochi punti percentuali, in città come Firenze, Lucca e Pistoia.

In generale, nei centri storici i fondi delle strade più frequentate hanno un turn over ancora vivace, ma altrove si fa più fatica e il cartello ‘vendesi o affittasi’ resta affisso più a lungo.

Per i prossimi mesi confidiamo nella stabilizzazione dei prezzi e in un numero di scambi più alto, ma la cautela è diventata ormai la nostra parola d’ordine. Pensare che, in situazione di normalità, il comparto immobiliare contribuisce alla ripresa economica del Paese con oltre il 20% del Pil”.

Molto positiva per i professionisti del settore immobiliare è stata l’entrata in vigore, dal 15 febbraio scorso, della legge 3/2018, che prevede un inasprimento delle sanzioni penali anche per chi esercita in forma abusiva l’attività di agente.

Ora, in caso di recidiva dopo la prima multa, si rischiano infatti fino a tre anni di carcere.

“Un provvedimento utile a tutelare i consumatori e a colpire chi fa concorrenza sleale alle nostre imprese. L’importante è che vengano effettuati i controlli e applicate le sanzioni, altrimenti la legge resta lettera morta”.

“Oltre ai controlli e alla repressione gioverebbe anche una migliore informazione e formazione ai consumatori. Qualcuno fa ancora fatica a distaccarsi dalla vecchia immagine del sensale, ma oggi le cose sono molto cambiate.

A tutela dei clienti, gli agenti immobiliari sono tenuti ad osservare una serie di regole molto stringenti, a stipulare una copertura assicurativa annuale, per non parlare degli obblighi in materia di privacy o di antiriciclaggio”, sottolinea Carlo Barbagli, “misure che comportano un notevole impegno di tempo e risorse. È giusto quindi che la legge tuteli chi fa bene il proprio mestiere difendendolo dalla concorrenza sleale degli abusivi”.

 

L'articolo Carlo Barbagli nuovo presidente di Fimaa-Confcommercio Toscana proviene da www.controradio.it.