Maltempo: Firenze in ultimi giorni caduti tre alberi

Maltempo: Firenze in ultimi giorni caduti tre alberi

Ieri a Lucca episodio analogo ha ferito donna che guidava la propria vettura. A Firenze le cadute degli alberi non hanno avuto conseguenze.

La caduta dell’albero di ieri a Lucca su una donna che stava guidando la propria macchina su viale Luporini non è stato un fatto isolato, anche se a Firenze non si riportano conseguenze. Venerdì, in viale Galilei, è crollato un ippocastano, il giorno dopo, a Poggio Imperiale, un leccio. In tutti e due i casi si è verificato il cedimento della zolla radicale, causato dal maltempo. Il tronco dell’ippocastano, sezionato dai vigili del fuoco, presentava marcescenza interna. Entrambe gli alberi erano stati classificati con la lettera C delle “classi di propensione al cedimento”.
Lunedì pomeriggio, in piazza Madonna della Neve, alle Murate, è toccato ad una pianta di Melia azedarach (il cosiddetto “albero dei rosari” o “albero dei paternostri”) del diametro di circa 40 centimetri. Il professionista incaricato dal Comune l’aveva controllata l’ultima volta il 18 novembre scorso classificandola con la lettera B e prescrivendo un’ulteriore verifica Vta (la Visual tree assessment, la valutazione visiva dell’albero) nel 2018. Gli esperti stanno accertando le cause del crollo per il quale potrebbe aver contribuito anche il vento: sabato e domenica le raffiche hanno raggiunto punte intorno ai 39 chilometri all’ora.

L'articolo Maltempo: Firenze in ultimi giorni caduti tre alberi proviene da www.controradio.it.