Firenze: presidio della polizia contro il Governo

Firenze: presidio della polizia contro il Governo

Presidio di protesta anche a Firenze da parte della polizia di Stato e della polizia penitenziaria nell’ambito della mobilitazione nazionale per il mancato rinnovo del contratto. Gli esponenti delle forze dell’ordine si sono dati appuntamento stamani sotto la prefettura per protestare “contro le promesse non mantenute dal Governo del cambia-niente”.

“Stamattina – ha detto Antonio Giordano, segretario provinciale Silp Cgil – siamo qui per richiamare il Governo alle promesse fatte in campagna elettorale, perché alle parole devono seguire i fatti e dato che abbiamo già il contratto scaduto al 31 dicembre entriamo in quella che sia chiama la ‘vacanza contrattuale’ che prevede un’indennità irrisoria per compensare l’assenza del contratto”. Per Giordano “se questa compagine governativa vuole cambiare le cose deve cominciare a cambiarle sul serio, per prima cosa cancellando queste cattive pratiche di far scadere i contratti e poi aspettare tempi indeterminati per il rinnovo. Abbiamo chiesto di essere convocati al tavolo contrattuale ministeriale e siamo in attesa che le promesse vengano mantenute al più presto”.

Giordano ha spiegato che la polizia di Stato conta circa 95mila dipendenti in Italia e 1.600 nella sola provincia di Firenze. In protesta anche la polizia penitenziaria, che conta circa 40mila dipendenti in Italia, di cui duemila in Toscana. “Oggi – ha spiegato Donato Nolè, coordinatore regionale per la polizia penitenziaria Fp Cgil – ci sono presidi davanti a quasi tutte le prefetture d’Italia. Auspicavamo da parte di chi ci governa che le promesse fatte in campagna elettorale e la vicinanza dichiarata alle forze di polizia si trasformasse in attenzione una volta arrivati al Governo”.

L'articolo Firenze: presidio della polizia contro il Governo proviene da www.controradio.it.

Firenze: presidio della polizia contro il Governo

Firenze: presidio della polizia contro il Governo

Presidio di protesta anche a Firenze da parte della polizia di Stato e della polizia penitenziaria nell’ambito della mobilitazione nazionale per il mancato rinnovo del contratto. Gli esponenti delle forze dell’ordine si sono dati appuntamento stamani sotto la prefettura per protestare “contro le promesse non mantenute dal Governo del cambia-niente”.

“Stamattina – ha detto Antonio Giordano, segretario provinciale Silp Cgil – siamo qui per richiamare il Governo alle promesse fatte in campagna elettorale, perché alle parole devono seguire i fatti e dato che abbiamo già il contratto scaduto al 31 dicembre entriamo in quella che sia chiama la ‘vacanza contrattuale’ che prevede un’indennità irrisoria per compensare l’assenza del contratto”. Per Giordano “se questa compagine governativa vuole cambiare le cose deve cominciare a cambiarle sul serio, per prima cosa cancellando queste cattive pratiche di far scadere i contratti e poi aspettare tempi indeterminati per il rinnovo. Abbiamo chiesto di essere convocati al tavolo contrattuale ministeriale e siamo in attesa che le promesse vengano mantenute al più presto”.

Giordano ha spiegato che la polizia di Stato conta circa 95mila dipendenti in Italia e 1.600 nella sola provincia di Firenze. In protesta anche la polizia penitenziaria, che conta circa 40mila dipendenti in Italia, di cui duemila in Toscana. “Oggi – ha spiegato Donato Nolè, coordinatore regionale per la polizia penitenziaria Fp Cgil – ci sono presidi davanti a quasi tutte le prefetture d’Italia. Auspicavamo da parte di chi ci governa che le promesse fatte in campagna elettorale e la vicinanza dichiarata alle forze di polizia si trasformasse in attenzione una volta arrivati al Governo”.

L'articolo Firenze: presidio della polizia contro il Governo proviene da www.controradio.it.

Rapinata gioielleria in viale don Minzoni

Rapinata gioielleria in viale don Minzoni

Firenze, armati di pistola e con il volto travisato due malviventi hanno rapinato una gioielleria in viale don Minzoni.

La rapina è avvenuta sabato successo intorno alle 16:30, quando due malviventi, una volta all’interno della gioielleria, hanno costretto la proprietaria del negozio, in quel momento l’unica persona presente, a sdraiarsi in terra minacciandola con le pistole.

I due si sono poi hanno arraffato tutti i gioielli che hanno trovato nelle vetrine e nei cassetti della gioielleria

L’allarme al 113 è stato dato dalla proprietaria appena i due sono fuggiti con il bottino, ancora da quantificare.

Sul posto sono subito arrivate le volanti ed è scattata la caccia ai due ladri. Secondo quanto appreso, la donna anche se sotto choc, ha rifiutato il trasporto al pronto soccorso con l’ambulanza del 118.

L'articolo Rapinata gioielleria in viale don Minzoni proviene da www.controradio.it.

Confermata la denuncia per la violenza sessuale

Confermata la denuncia per la violenza sessuale

Firenze, avrebbe confermato in questura la violenza sessuale subita la notte di venerdì in un discopub la studentessa statunitense di 20 anni, che sabato mattina si era presentata al pronto soccorso di Careggi.

Secondo quanto appreso, al pronto soccorso la ragazza era arrivata in stato confusionale, ed avrebbe spiegato di non ricordare molto di quello che era successo nel locale, dove avrebbe consumato alcol e dove sarebbe avvenuta la violenza sessuale.

La prima denuncia di violenza subita, la ragazza l’aveva fatta ai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Careggi, dove la giovane era stata accompagnata da alcune amiche intorno alle 7:00 di sabato mattina.

Secondo quanto raccontato dalla ragazza agli agenti della volante della polizia, chiamati dai sanitari, all’interno del locale sarebbe stata avvicinata da un uomo che l’avrebbe convinta ad appartarsi in uno stanzino, e qui avrebbe avuto luogo la violenza sessuale.

Per la 20enne i sanitari avevano subito avviato il ‘Codice rosa‘ che scatta nei casi di presunti abusi, ed ancor prima di una formale denuncia, gli agenti della Polizia si erano messi a lavoro per verificare quanto successo nel discopub, sia attraverso le testimonianze delle amiche, sia con le immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale e della zona.

L'articolo Confermata la denuncia per la violenza sessuale proviene da www.controradio.it.

Studentessa Usa denuncia violenza in discopub

Studentessa Usa denuncia violenza in discopub

Firenze una 20enne statunitense si è presentata stamani al pronto soccorso di Careggi, denunciando il fatto di avere subito violenza in un discopub nel centro di Firenze.

La denuncia di violenza subita dalla ragazza, è avvenuta stamani ai medici del pronto soccorso dell’ospedale di Careggi, dove la giovane è stata accompagnata da alcune amiche intorno alle 7:00.

Secondo quanto raccontato dalla ragazza agli agenti della volante della polizia, chiamati dai sanitari, all’interno del locale sarebbe stata avvicinata da un uomo che l’avrebbe convinta ad appartarsi in uno stanzino e qui avrebbe avuto luogo la violenza sessuale.

Secondo quanto appreso, quando è arrivata al pronto soccorso la giovane era in stato confusionale, per la 20enne i sanitari hanno subito avviato il ‘Codice rosa‘ che scatta nei casi di presunti abusi e la squadra mobile ha immediatamente avviato le indagini.

Anche se al momento non è stata ancora sporta una formale denuncia gli agenti della Polizia sono già a lavoro per verificare quanto successo nel discopub, sia attraverso le testimonianze delle amiche, sia con le immagini delle telecamere di videosorveglianza del locale e della zona.

L'articolo Studentessa Usa denuncia violenza in discopub proviene da www.controradio.it.