Camorra: clan Mallardo, maxi operazione Polizia di Napoli e Firenze

Camorra: clan Mallardo, maxi operazione Polizia di Napoli e Firenze

Alle prime luci dell’alba, è scattata una maxi operazione della Polizia di Stato nei confronti del clan Mallardo e dei cosiddetti scissionisti.

Gli operatori del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, gli agenti della Squadra Mobile di Napoli e Firenze stanno eseguendo misure cautelari, emesse dal Gip presso il Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti di diverse persone, responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, della violazione della normativa sulle armi, di riciclaggio e di intestazione fittizia di beni. E’ in corso di esecuzione anche  un sequestro preventivo di beni, tutti riconducibili al clan Mallardo.

La massiccia operazione, in maniera simultanea, ha visto interessate le città di Napoli, il comune di Giugliano in Campania (Napoli), Firenze ed altre province toscane. Sono 19 le persone colpite da misure cautelari.

Tra i destinatari della misura il capo clan Francesco Mallardo e suo cognato, Antimo Liccard, dipendente del Comune di Giugliano in Campania. Sottoposte a sequestro preventivo unità immobiliari, società operanti in vari settori, veicoli e rapporti bancari, per un valore stimato interno a 50.000.000 di euro.

L'articolo Camorra: clan Mallardo, maxi operazione Polizia di Napoli e Firenze proviene da www.controradio.it.

Nottata ‘Movimentata’ per le volanti della polizia

Nottata ‘Movimentata’ per le volanti della polizia

Firenze, nottata difficile, quella tra sabato e domenica, per gli agenti delle Volanti della polizia di Stato, chiamati a sedare diverse liti sia nel centro di storico che in altre parti della città.

Alle 5.00 una volante è stata fermata da un uomo nei pressi di piazza Santa Croce. Lo straniero, un magrebino di 34 anni, ha raccontato agli agenti di polizia di essere stato aggredito da un giovane che lo aveva ferito al volto dopo una lite per futili motivi.

Gli agenti, visionando le immagini delle telecamere di sicurezza, hanno ricostruito quanto successo. Il 34enne si era preso a bottigliate con un giovane statunitense, 24 anni, poi rintracciato dai poliziotti. Anche quest’ultimo è rimasto ferito, lievemente, a una mano. Entrambi sono stati denunciati per lesioni. Il magrebino, medicato al pronto soccorso, è stato dimesso con una prognosi di 7 giorni.

Poco prima, intorno alle 4.00, al 113 è arrivata una chiamata dal pronto soccorso dove i sanitari stavano curando un 25enne di Bagno a Ripoli, colpito al volto da un pugno mentre era in un locale in via Mannelli. Lo stesso 25enne ha detto di non conoscere il suo aggressore nè di essere in grado di identificarlo.

Alle 3.00 gli agenti delle volanti erano invece intervenuti nei pressi di una nota discoteca nel centro della città. Qui si erano affrontati due gruppi di ragazzi. La peggio è toccata a un ragazzo di 17 anni, residente a Firenze. Da quanto ricostruito sembra che proprio lui, che era con altri due coetanei, avesse provocato un gruppo di altri giovani, una decina in tutto, continuando a cercare il contatto anche dopo che l’addetto alla sicurezza della discoteca li aveva allontanati una prima volta. Il ragazzo è stato medicato per escoriazioni e contusioni al volto. Infine altra lite, intorno alle 2.00, all’ingresso di un locale nei pressi di piazza Giudici. Qui un cliente ‘indesiderato’ ha cercato di forzare l’ingresso ma è stato bloccato da un addetto alla sicurezza. All’arrivo della volante il giovane si era già allontanato.

L'articolo Nottata ‘Movimentata’ per le volanti della polizia proviene da www.controradio.it.

Ragazza di 17 anni denuncia di essere stata violentata

Ragazza di 17 anni denuncia di essere stata violentata

Firenze, una ragazza di 17 anni italiana, ha denunciato alla polizia di essere stata violentata in una specie di ripostiglio-magazzino di un locale notturno del centro, intorno alla mezzanotte.

La polizia si è messa alla ricerca di un giovane dell’Est Europa, sui 25 anni, che secondo la querela, presentata dalla ragazza di 17 anni, l’avrebbe avvicinata nel locale per poi portarla in un retrobottega buio e appartato, dove l’avrebbe violentata.

La ragazza avrebbe anche riferito che nel locale era andata con amici dai quali si era momentaneamente allontanata.

Proprio quando era rimasta isolata, sarebbe stata avvicinata con un pretesto dallo sconosciuto.

La 17enne avrebbe anche ammesso di aver bevuto alcolici nel locale, prima di incontrare l’uomo che, peraltro, l’avrebbe violentata indossando un profilattico.

A seguito della denuncia, gli investigatori stanno cercando di rintracciare il giovane straniero che potrebbe essere ancora a Firenze.

L'articolo Ragazza di 17 anni denuncia di essere stata violentata proviene da www.controradio.it.

Grosseto, droga e anabolizzanti: arrestato poliziotto

Grosseto, droga e anabolizzanti: arrestato poliziotto

Agli arresti domiciliari, in esecuzione di una misura di custodia cautelare, un poliziotto in servizio alla questura di Grosseto. Diversi i reati ipotizzati, tra cui detenzione a fine di spaccio e cessione di stupefacenti e commercio di farmaci anabolizzanti.

Arrestato poliziotto a Grosseto per diversi reati. Spiega una comunicato della procura del capoluogo che ha coordinato l’inchiesta: i reati “sono detenzione a fine di spaccio e cessione di stupefacenti, commercio di farmaci anabolizzanti attraverso canali diversi dalle farmacie, detenzione abusiva di armi, ricettazione, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici, rivelazione e utilizzazione del segreto di ufficio”.

La misura di custodia cautelare è stato eseguita stamani dai carabinieri del nucleo investigativo, che hanno svolto le indagini, insieme con la squadra mobile di Grosseto.

Il poliziotto arrestato è l’assistente capo della polizia di Stato, Stefano Giglio, 47 anni, fiorentino, in servizio all’ufficio volanti di Grosseto.

Le indagini, spiega sempre la procura nella nota, avrebbero consentito di ricostruire come, nel corso del 2016, il poliziotto “avrebbe ricevuto da più persone, tra cui anche extracomunitari e ceduto sostanze stupefacenti e in qualche caso anabolizzanti”.

Accertata inoltre la detenzione illecita di munizionamento nonché l’indebita rivelazione a terzi di notizie coperte da segreto di cui l’assistente capo era a conoscenza in ragione del proprio ufficio.

In una circostanza sarebbe poi anche emerso che “l’indagato aveva prodotto atti falsi incolpando un cittadino extracomunitario di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, pur sapendolo innocente”.

L'articolo Grosseto, droga e anabolizzanti: arrestato poliziotto proviene da www.controradio.it.

Rissa in centro a Pistoia, 4 arresti e 6 denunciati

Rissa in centro a Pistoia, 4 arresti e 6 denunciati

Quattro persone arrestate e sei denunciate per una violenta rissa avvenuta nel centro di Pistoia il 26 agosto scorso, con catene e cinghiate. Ci furono feriti, di cui uno in gravi condizioni, che però si è salvato.

La polizia di Pistoia è risalita ai responsabili dopo minuziose indagini, che in un primo tempo si erano indirizzate verso ambienti estremisti e ultras, mentre poi il motivo scatenante sarebbe stato un apprezzamento di troppo rivolto ad una ragazza.

I protagonisti, in tutto una decina, sono italiani residenti nelle province di Pistoia e Lucca. I particolari saranno illustrati nel corso di una conferenza stampa alle 11.45 in questura a Pistoia.

(notizia in aggiornamento)

L'articolo Rissa in centro a Pistoia, 4 arresti e 6 denunciati proviene da www.controradio.it.