Polizia Stradale, controlli a tappeto entrate autostrada

Polizia Stradale, controlli a tappeto entrate autostrada

Firenze, la scorsa notte la Polizia Stradale ha effettuato anche in Toscana l’operazione ‘No binge drinkers on highway’, finalizzata al controllo a tappeto di chi entra in autostrada ma guida dopo essersi sballato con droga e alcol.

Sono stati monitorati in particolare i flussi in ingresso alle barriere autostradali di Firenze Sud, Pisa centro e Livorno, con l’impiego complessivo di 30 pattuglie della Polizia Stradale, supportate da Uffici Mobili, unità cinofile e auto civetta.

Alla barriera di Firenze sud ha partecipato anche personale sanitario della Polizia di Stato, che ha utilizzato il drug test, lo speciale tampone che serve a sgamare chi guida dopo aver assunto droghe.

Sul posto erano presenti anche 5 equipaggi della Questura di Firenze, che ha messo in campo anche un team della Polizia Scientifica, in modo da estendere l’area dell’operazione ad ampio raggio rispetto alle vie di accesso sull’A/1.

I controlli hanno interessato 250 veicoli ed oltre 300 persone, di cui 21 risultate positive all’etilometro, e ai quali è stata ritirata la patente.

Inoltre, sono stati sequestrati 2 veicoli senza assicurazione e accertati 5 casi di mancata revisione, nonché fermato un automobilista che guidava senza patente.

L'articolo Polizia Stradale, controlli a tappeto entrate autostrada proviene da www.controradio.it.

Toscana, ritirate 16 patenti in controlli della Polstrada

Toscana, ritirate 16 patenti in controlli della Polstrada

Firenze, sedici patenti ritirate, 177 punti decurtati, 484 persone identificate e 444 veicoli controllati, questo è il bilancio di un’operazione della scorsa notte della Polstrada contro alcool e droga lungo le principali arterie della Toscana.

In particolare, è stato monitorato il flusso veicolare diretto da Nord a Sud, con l’impiego di 40 pattuglie, supportate da uffici mobili, da unità cinofile e da auto civetta.

Inoltre, gli autovelox hanno fotografato altri 2203 conducenti poiché andavano troppo velocemente e sui quali sono in corso ulteriori verifiche.

In 16 sono risultati positivi all’etilometro, mentre due anche a cocaina e cannabis, nei confronti di tutti, oltre alla segnalazione per guida in stato di ebbrezza e sotto l’influenza di droghe, la polstrada ha disposto il ritiro della patente ai fini della sua sospensione.

Per un fiorentino di 35 anni è scattato anche il sequestro dell’auto, perché aveva un tasso alcolemico tre volte superiore al consentito. Le infrazioni al codice della strada contestate sono state 49 mentre sono stati ritirati 18 tra libretti di circolazione e patenti.

Al dispositivo, coordinato dal compartimento Polstrada Toscana, ha partecipato anche personale sanitario della polizia di Stato, con il medico della questura che ha usato il drug-test, ossia un tampone ove raccogliere la saliva di chi è sospettato di essersi messo al volante dopo l’assunzione di droghe.

L'articolo Toscana, ritirate 16 patenti in controlli della Polstrada proviene da www.controradio.it.

Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Il tratto di strada interessato è all’altezza di Magliano, pericoloso perchè il guard rail si interrompe in più punti. L’uomo, orginario di Roma, si è giustificato dicendo di accusare un malessere.

Stava viaggiando su una Mercedes a 228 chilometri orari sull’Aurelia, all’altezza di Magliano (Grosseto). Ma il telelaser della polizia stradale di Orbetello ha fotografato la sua targa. All’uomo, 50 anni, di Roma, la polizia ha ritirato la patente per sei mesi e lo ha multato di 1.000 euro. La strada era libera e l’automobilista ha premuto il gas raggiungendo quella velocità in un tratto dove il limite è di 90 km orari.

Il tratto è considerato ad alto rischio, con il guard-rail che si interrompe in più punti. Gli agenti non erano lì per caso e stavano attuando un ‘dispositivo a reticolo’, un piano che ogni giorno impegna gli equipaggi della Polstrada in Toscana alla ricerca sia di automobilisti poco virtuosi che di delinquenti. I poliziotti si sono stropicciati gli occhi quando hanno visto che il display dell’apparecchio segnava 228 di velocità. L’auto, 3.500 di cilindrata, stava percorrendo oltre 63 metri al secondo. Il conducente si è giustificato dicendo avere un malessere. Negli ultimi giorni la Polstrada di Grosseto con il telelaser ha contestato 53 infrazioni al codice delle strada, ritirando 34 patenti e togliendo quasi 300 punti.

L'articolo Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia proviene da www.controradio.it.

Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia

Il tratto di strada interessato è all’altezza di Magliano, pericoloso perchè il guard rail si interrompe in più punti. L’uomo, orginario di Roma, si è giustificato dicendo di accusare un malessere.

Stava viaggiando su una Mercedes a 228 chilometri orari sull’Aurelia, all’altezza di Magliano (Grosseto). Ma il telelaser della polizia stradale di Orbetello ha fotografato la sua targa. All’uomo, 50 anni, di Roma, la polizia ha ritirato la patente per sei mesi e lo ha multato di 1.000 euro. La strada era libera e l’automobilista ha premuto il gas raggiungendo quella velocità in un tratto dove il limite è di 90 km orari.

Il tratto è considerato ad alto rischio, con il guard-rail che si interrompe in più punti. Gli agenti non erano lì per caso e stavano attuando un ‘dispositivo a reticolo’, un piano che ogni giorno impegna gli equipaggi della Polstrada in Toscana alla ricerca sia di automobilisti poco virtuosi che di delinquenti. I poliziotti si sono stropicciati gli occhi quando hanno visto che il display dell’apparecchio segnava 228 di velocità. L’auto, 3.500 di cilindrata, stava percorrendo oltre 63 metri al secondo. Il conducente si è giustificato dicendo avere un malessere. Negli ultimi giorni la Polstrada di Grosseto con il telelaser ha contestato 53 infrazioni al codice delle strada, ritirando 34 patenti e togliendo quasi 300 punti.

L'articolo Grosseto: pizzicato a 228 km/h su Aurelia proviene da www.controradio.it.

A1, incidente nel Fiorentino causa caduta masso

A1, incidente nel Fiorentino causa caduta masso

Firenze, in seguito ad un movimento franoso un masso è caduto stamani intorno sulla carreggiata nord dell’A1, all’ingresso della galleria Bruscheto, tra Incisa e Firenze Sud.

Un’auto ha poi urtato il masso ed una persona è rimasta ferita in modo lieve, venendo successivamente portata in ospedale. E’ quanto riferisce la Polstrada.

Un’altra vettura e un camion sono stati colpiti dalle schegge del masso: nessuna conseguenza per le persone a bordo. L’A1 è stata chiusa e poi riaperta e attualmente sono 13 i km di coda tra le uscite di Valdarno e Firenze Sud: si viaggia solo in corsia di sorpasso. Sul posto intervenuti anche i tecnici di Autostrade.

Secondo quanto spiegato dalla polstrada, in seguito al movimento franoso alcuni massi sono venuti giù dal terrapieno, venendo fermati dalla rete di contenimento tranne uno che è finito sulla carreggiata.

È stato poi deciso di far cadere anche altri massi sull’autostrada. Per il traffico in nord consigliati come percorsi alternativi la Sr69, la Sp1 e il raccordo Siena-Bettolle

L'articolo A1, incidente nel Fiorentino causa caduta masso proviene da www.controradio.it.