Prato: ruba cellulare a minorenne, nigeriano lo blocca

Prato: ruba cellulare a minorenne, nigeriano lo blocca

Il ladro è stato preso in carico dalla polizia che lo ha denunciato ed ha prodotto il foglio di via.

Sorpreso a rubare il cellulare ad una adolescente cinese è stato bloccato da un 40enne nigeriano: un 21enne albanese denunciato per furto aggravato dalla polizia che gli ha anche consegnato un foglio di via con il divieto di far ritorno in città per tre anni. L’episodio è avvenuto ieri alla stazione ferroviaria di Prato Porta al Serraglio.

Il nigeriano era sul treno, quando ha visto il giovane albanese, e un suo complice poi riuscito a fuggire, sottrarre con destrezza il cellulare a un’ignara passeggera cinese. Una volta in stazione il 40enne ha bloccato il giovane fino all’arrivo degli agenti di polizia, che lo hanno preso in consegna. Il telefono cellulare è stato quindi restituito alla adolescente cinese.

L'articolo Prato: ruba cellulare a minorenne, nigeriano lo blocca proviene da www.controradio.it.

Pisa: pellegrino spagnolo rapina parafarmacia, arrestato

Pisa: pellegrino spagnolo rapina parafarmacia, arrestato

Il turista, bloccato da un finanziere ha dato in escandescenza, malmenando gli agenti ed il personale della reception di un l’albergo della zona prima di essere definitivamente immobilizzato ed arrestato.

In pellegrinaggio in Italia ruba alcune medicine in una parafarmacia di Pisa e picchia il titolare del negozio che tenta di fermarlo. Per questo un turista spagnolo, 44 anni, è stato arrestato stamani dagli agenti della polfer insieme a un finanziere fuori servizio, subito dopo avere cercato di rubare i farmaci appena richiesti. L’episodio è avvenuto alla stazione ferroviaria. Secondo quanto ricostruito dai poliziotti, lo spagnolo ha richiesto alcune medicine da banco e appena le ha ricevute si è allontanato senza pagarle malmenando il titolare che ha cercato di fermarlo.
Alla scena ha assistito anche un finanziere che ha tentato di bloccarlo senza riuscirvi e lo ha poi inseguito all’esterno della stazione, dove il turista è stato fermato dai poliziotti mentre cercava di salire su un taxi. Lo spagnolo ha continuato però a dare in escandescenza, malmenando gli agenti e il personale della reception di un l’albergo della zona prima di essere definitivamente immobilizzato e arrestato. Ora è in carcere.

L’articolo Pisa: pellegrino spagnolo rapina parafarmacia, arrestato proviene da www.controradio.it.

Prato: tandem “speciale” rubato torna al propietario dopo 10 giorni

Prato: tandem “speciale” rubato torna al propietario dopo 10 giorni

Il giovanissimo proprietario, un 14enne pratese, aveva realizzato con le proprie mani il mezzo. La restituzione è stata fatta da un cittadino straniero, si indaga sul suo ruolo nella vicenda.

A dieci giorni di distanza il quattordicenne autistico di Prato al quale era stato rubato proprio il giorno di Pasqua il tandem “speciale” realizzato da lui è tornato in possesso del mezzo per lui così importante.
A riportare il tandem, sparito dal garage della famiglia, sarebbe stato un cittadino straniero, secondo quanto riferiscono gli agenti. Proprio i poliziotti hanno poi provveduto a restituirlo alla famiglia. Gli inquirenti stanno cercando di capire quale ruolo abbia avuto esattamente lo straniero che ha riportato il tandem nella vicenda.
La consegna del mezzo ai genitori del quattordicenne è avvenuta stamane nel corso della festa della polizia, che si teneva al Centro per l’arte contemporanea ‘Luigi Pecci’ di Prato. Il padre del giovane, visibilmente commosso, ha ringraziato le forze dell’ordine e la città per l’impegno dimostrati in questi giorni.

L'articolo Prato: tandem “speciale” rubato torna al propietario dopo 10 giorni proviene da www.controradio.it.

Ricercato per tentato omicidio, molesta altra donna: arrestato a Pistoia

Ricercato per tentato omicidio, molesta altra donna: arrestato a Pistoia

L’uomo di 35 che aveva fatto perdere le proprie tracce nei pressi di Perugia è stato fermato e riconosciuto alal stazione della città toscana.

Un 35enne nigeriano, ricercato per tentato il tentato omicidio della ex in Umbria, è stato arrestato oggi dalla polizia a Pistoia, dopo essere stato denunciato da un’altra donna per stalking.
Nel marzo del 2017, in provincia di Perugia, l’uomo aveva cercato di uccidere con un coltello l’ex compagna, dopo che la donna gli aveva comunicato di volerlo lasciare. Per quei fatti il tribunale del capoluogo umbro aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere ma il nigeriano era riuscito a far perdere le proprie tracce e trasferirsi a Pistoia dove ha conosciuto una donna, sposata, della quale si è invaghito.
Non ricambiato, ha iniziato a perseguitarla, con messaggi telefonici e appostamenti. Attenzioni che hanno spinto la donna a sporgere denuncia. Il 35enne è stato riconosciuto e fermato dalla polizia stamani alla stazione di Pistoia. L’uomo si trova adesso in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria di Perugia.

L'articolo Ricercato per tentato omicidio, molesta altra donna: arrestato a Pistoia proviene da www.controradio.it.

Arezzo: arrestati con soldi falsi in auto, tornavano dal casinò

Arezzo: arrestati con soldi falsi in auto, tornavano dal casinò

Provenivano dal Casinò di Venezia ed avevano pernottato a Rovigo. Le banconote contraffatte e con differenti numeri seriali erano celate tra la tappezzeria e il tetto dell’auto.

Arrestati dai poliziotti con 3.200 euro falsi nell’area di servizio di Badia al Pino lungo il tratto aretino dell’A1 dopo che erano stati al Casinò di Venezia. I poliziotti hanno notato due uomini su una Lancia Y con targa prova, diretta verso sud e li hanno fermati più avanti nell’area di servizio di Badia al Pino accertando che erano di origine slava, di 25 e 30 anni, pregiudicati.

Non avendo fornito risposte convincenti, gli investigatori li hanno perquisiti e hanno scoperto che erano stati al Casinò di Venezia, dopo aver pernottato tra Treviso e Rovigo. Poi tra la tappezzeria e il tetto dell’auto sono spuntate 60 banconote da 50 euro, ben contraffatte e con differenti numeri seriali. Altri quattro pezzi erano nel portafoglio di uno dei due. La Polstrada li ha arrestati per detenzione di 3.200 euro falsi e ha sequestrato l’auto.

L'articolo Arezzo: arrestati con soldi falsi in auto, tornavano dal casinò proviene da www.controradio.it.