Pisa: atto vandalico contro chiesa simbolo bombardamenti del ’43

Pisa: atto vandalico contro chiesa simbolo bombardamenti del ’43

Atto vandalico la scorsa notte alla chiesa di San Giovanni al Gatano nel quartiere di Porta a Mare a Pisa: ignoti hanno disegnato croci rovesciate e simboli fallici sulla facciata e anche sul pavimento del sagrato.

Sull’accaduto stanno indagando i carabinieri. Nel frattempo alcuni volontari si sono già attivati per pulire, almeno sommariamente, la facciata. Sul posto si è
recato anche l’assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli.

“Uno scempio vergognoso che offende il sentimento della città intera – ha dichiarato il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi che in giornata si è recato sul posto – Solidarietà a don Luca Volpi, alla comunità parrocchiale colpita e alla Chiesa pisana. Spero che gli inquirenti individuino prontamente i colpevoli e che questi siano puniti con il
massimo rigore dalla legge. La ferita inferta alla Chiesa di San Giovanni al Gatano è uno sfregio fatto a Pisa”.

“Un atto vile da condannare – ha dichiarato l’assessore Andrea Ferrante – uno sfregio a un simbolo della ricostruzione di un quartiere. È un’offesa profonda alla città e a Porta a Mare. La Chiesa di San Giovanni al Gatano è una testimonianza importante di rinascita, un vero e proprio monumento tra i più importanti – tra quelli recenti
– della città”.

“Un atto vile, un’esibizione di inciviltà e ignoranza difficilmente eguagliabile. San Giovanni al Gatano, nel quartiere di Porta a Mare, è tra i simboli della memoria dei bombardamenti che nell’agosto del 1943 colpirono Pisa. E’ uno sfregio alla città e alla sua memoria”. E’ quanto scrive sulla sua pagina Facebook il deputato del Pd, Federico Gelli, commentando la chiesa pisana sfregiata la scorsa notte con il disegno di enormi simboli fallici sulla facciata e il sagrato. “Mi auguro – aggiunge il parlamentare – che i responsabili siano puniti quanto prima. Un sentito ringraziamento ai volontari che si stanno adoperando per ripulire la facciata della chiesa”.

 

L'articolo Pisa: atto vandalico contro chiesa simbolo bombardamenti del ’43 proviene da www.controradio.it.

“Welcome to Pisa”: l’arte contemporanea trasforma Porta a Mare

“Welcome to Pisa”: l’arte contemporanea trasforma Porta a Mare

Dalla prossima settimana a Pisa l’arte trasformerà un’intero quartiere: gli edifici di Porta a Mare saranno la tela di artisti di fama internazionale. “Costruiamo nuova identità e ulteriori vocazioni.”

Dalla prossima settimana artisti di fama internazionale faranno di alcuni edifici di Porta a Mare, a Pisa, la loro superficie di disegno. Un’ondata di colori, diffusa per tutto il quartiere, darà un nuovo volto a una delle aree urbane più dinamiche della città. Secondo l’assessore alla Cultura pisano, Andrea Ferrante, “Welcome to Pisa” è “un’iniziativa pienamente inserita nelle linee di politica culturale che stiamo perseguendo, in costante dialogo col territorio, che lascerà al quartiere vere e proprie testimonianze monumentali”.

“E’ un contributo – aggiunge l’assessore – alla costruzione di una nuova identità e di ulteriori vocazioni. Pisa può vantare la presenza del murales ‘Tuttomondo’ di Keith Haring e reiterando questa nuova esperienza può costruire in pochi anni un vero e proprio percorso di arte urbana, che certamente potrà sviluppare nel tempo una sua propria attrattività”. Dal canale mediceo, alle grandi fabbriche della Pisa industriale che furono distrutte dai bombardamenti, alle lotte operaie, Porta a Mare è testimone di parti decisive della storia pisana remota e recente e rappresenta uno dei principali accessi alla città.

“Welcome to Pisa” intende trasformare il quartiere in un distretto di arte contemporanea per promuoverne la diffusione urbana, condividerla e viverla, attraverso 4 obiettivi principali: city beautification (arte come espressione pubblica di bellezza al servizio di tutti), riqualificazione urbana (vincere il degrado e l’anonimato del quartiere), partecipazione attiva della comunità e attrazione turistica.

L'articolo “Welcome to Pisa”: l’arte contemporanea trasforma Porta a Mare proviene da www.controradio.it.