VALOREMUSEO: un bando rivolto ai giovani under35 e ai musei toscani

Si chiama ValoreMuseo il Bando realizzato da Fondazione CR Firenze e Regione Toscana, e incluso tra le attività promosse da Giovanisì, il programma regionale per l’autonomia dei giovani.
Collaborano, inoltre, ICOM Italia e MIBACT- Polo Museale della Toscana. Le attività sono realizzate con la consulenza della Fondazione Fitzcarraldo.

Il Bando si rivolge ai musei, compresi nei territori della Città Metropolitana di Firenze e delle province di Grosseto e Arezzo, che vogliono aggiornare le proprie competenze e a giovani laureati, under 35 e domiciliati in Toscana, in cerca di lavoro e interessati ad approfondire la propria. Il tema dell’edizione 2017 è dedicato all’ambito marketing e nuovi pubblici.

Il bando metterà a disposizione:

Per i giovani:
– un programma di attività di formazione e una job experience retribuita di 6 mesi presso i musei selezionati

Per i musei:
– un team di esperti del settore dedicato e un progetto in marketing e studio dei pubblici

Premialità finali:
– un contributo economico per la realizzazione di un progetto di comunicazione per i musei e uno study tour all’estero per i giovani

Il bando, on line a partire dal 17 gennaio su www.valoremuseo.it , sarà presentato giovedì 19 gennaio alle ore 11 al Teatro Niccolini di Firenze. Info e prenotazioni: 055 5384010 (ore 8.30/13.30) – valoremuseo@fcrf.it .

Alla giornata di presentazione saranno presenti, tra gli altri, Umberto Tombari, Presidente della Fondazione CR Firenze, Monica Barni in qualità di assessore alla Cultura della Regione Toscana e Daniele Jalla, già presidente di ICOM Italia, per i saluti istituzionali.
Lucio Argano, Docente di Progettazione Culturale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore Milano, Michele Lanzinger, Direttore MUSE di Trento, Paolo Giulierini, Direttore Museo Archeologico nazionale di Napoli e Alessandro Bollo, Direttore Fondazione Fitzcarraldo porteranno invece testimonianze dirette sul tema della progettazione, innovazione e lavoro in ambito culturale e museale.

SCARICA IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA DI PRESENTAZIONE

Il Teatro? #Bellastoria…Un abbonamento speciale per i giovani tra i 16 e i 21 anni

Andare al concerto di J-AX & Fedez, o di Marracash e Guè Pequeno all’Obihall, ascoltare l’Orchestra della Toscana al Teatro Verdi, assistere ai Racconti del Bar Sport al Teatro di Rifredi e ridere di gusto con Massimo Ceccherini e Alessandro Paci con la nuova creatura Frankostein al Teatrodante Carlo Monni.

Tutto questo, e non solo, si può fare a soli 28 euro per un totale di 7 spettacoli grazie all’abbonamento “Il Teatro? Bellastoria!” il progetto ideato e promosso da Fondazione CR Firenze, per i giovani tra i 16 e 21 anni, acquistabile online sul sito www.ilteatrobellastoria.it. L’abbonamento offre la possibilità di scegliere 6 spettacoli, a scelta tra le 13 proposte, e uno dei due concerti all’Obihall da gennaio a maggio 2017 (secondo i cartelloni della stagione dei partner).
Tra l’altro, oggi sul sito del progetto, saranno resi noti i vincitori dei biglietti omaggio per il concerto dei Green Day che sono andati ai primi 6 abbonati.

Tutte le informazioni e il programma degli spettacoli su www.ilteatrobellastoria.it

SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO

Annullato il concerto “Firenze per l’Umbria” diretto da Zubin Mehta

Il concerto dell’Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino, diretto da Zubin Mehta, previsto per il 14 dicembre alle 20, è stato cancellato a causa di improvvisi problemi tecnici della struttura dove avrebbe dovuto aver luogo, il Mandela Forum.

Il ricavato del concerto ideato dalla Fondazione CR Firenze, dall’Opificio delle Pietre Dure, dalla Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, in collaborazione con il Mandela Forum e in accordo col Segretariato regionale del Mibact per l’Umbria e la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio dell’Umbria, avrebbe potenziato le attività della Soprintendenza per gli interventi di messa in sicurezza delle opere danneggiate dal terremoto di questa estate.

A questo riguardo verrà individuata un’analoga iniziativa a sostegno del progetto.
Sarà possibile richiedere il rimborso dei biglietti presso il punto vendita dove è stato effettuato l’acquisto, presentando il tagliando d’ingresso integro.

Coloro che hanno effettuato l’acquisto:

  • online su www.boxol.it riceveranno le modalità di rimborso per e-mail, con possibilità di riaccredito diretto sul proprio conto.
  • presso la Biglietteria dell’Opera di Firenze potranno richiedere il rimborso da martedì 13 fino a sabato 17 dicembre.
  • nei punti vendita Boxoffice potranno richiedere il rimborso nel medesimo punto vendita da sabato 10 fino a sabato 17 dicembre.

Leggi il Comunicato stampa

Nasce il progetto “Il Teatro? #Bellastoria!”

Un abbonamento speciale per 6 spettacoli e 1 concerti dedicato ai ragazzi tra i 16 e i 21 anni

“A teatro c’è sempre una bella storia da raccontare” spiegano gli organizzatori e ideatori dell’iniziativa, il nuovo progetto della Fondazione CR Firenze, unico in Italia a mettere a sistema sei teatri di Firenze (Opera di Firenze Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra della Toscana, Teatro della Toscana – Pergola e Niccolini, Teatrodante Carlo Monni, Teatro di Rifredi e Teatro Puccini) e un’agenzia di produzione di concerti (PRG) in un cartellone unico per avvicinare i giovani tra i 16 e i 21 anni al mondo del teatro.

Ma come funziona?
A partire dalle ore 15 del 7 dicembre 2016 sul sito www.ilteatrobellastoria.it sarà possibile acquistare l’abbonamento speciale che, con soli 28 €, consentirà ai nati tra il 1996 e il 2001, i cosiddetti millennials, di vedere 6 spettacoli di teatro e 1 concerto pop a scelta tra quello di J-AX & Fedez (15 marzo 2017) e Marra/Guè (16 febbraio 2017). Ciascun abbonato potrà selezionare 1 spettacolo per ciascuno dei 6 teatri e soltanto 1 dei due concerti messi a disposizione. I primi sei abbonamenti acquistati si aggiudicheranno sei biglietti omaggio per il concerto dei Green Day dell’11 gennaio 2017 (i vincitori saranno annunciati il 13 dicembre sui canali web). Tra le novità la possibilità di chiedere informazioni tramite la chat “what’s up” (al numero 346.0687210).

Seguite la pagina Facebook del Progetto

Per maggiori informazioni SCARICA IL COMUNICATO COMPLETO

Apre a Firenze la Casa della Carità. Un condominio solidale che ospiterà anziani, bambini e persone svantaggiate

Prende forma a Firenze nel quartiere di Novoli la ‘Casa della Carità‘ un progetto innovativo, nella forma e nella gestione, nato per dare una riposta concreta all’esigenza di servizi e housing sociale in uno dei quartieri periferici più popolosi di Firenze.

La ‘Casa della Carità’, la cui conduzione è stata affidata alla Caritas diocesana, è sostenuta economicamente dalla Conferenza Episcopale Italiana, dalla Fondazione CR Firenze, e dall’Arcidiocesi di Firenze.

Oggi, 5 dicembre 2016, è stato inaugurato il primo lotto (l’edificio su via Corelli): al piano terra si trovano la portineria, un centro diurno per minori, due locali destinati a centro di ascolto e una grande sala incontri, con dotazioni multimediali, in grado di ospitare 85 persone. Questo ultimo spazio, sarà utilizzato per attività comuni, corsi di formazione, ma anche come sala a disposizione del quartiere con accesso indipendente direttamente dall’esterno.

Al primo e al secondo piano sono stati invece realizzati 14 appartamenti, destinati a singoli o coppie di anziani autosufficienti e piccoli nuclei familiari.

Gli appartamenti del condominio solidale inizieranno ad essere occupati all’inizio dell’anno nuovo, una commissione costituita ad hoc, insieme alla rete dei servizio sociali del territorio, valuterà caso per caso i criteri di ammissione delle persone nella struttura.

Autosostenibilità e reciprocità, questi i principi su cui si baserà la gestione del condominio solidale: gli abitanti della ‘Casa della Carità’ dovranno infatti garantire la copertura delle spese condominiali e non solo. Ci sarà chi farà le pulizie, chi si occuperà della portineria, o di dare un piccolo aiuto ai vicini. Si tratta quindi di un progetto innovativo di inserimento in un contesto di normalità di persone che, pur non essendo in grado di pagare un affitto, possono vivere in autonomia e mettere anche a disposizione il loro tempo per aiutare gli altri.

Entro la fine del 2017 potrà essere inaugurato il secondo lotto, il complesso ubicato nella parte interna, dove troveranno spazio un centro di accoglienza per emergenze abitative, una grande cucina, un centro diurno per anziani, l’abitazione della comunità di suore, e una cappella che sarà realizzata in collaborazione con la Scuola di Arte Sacra di Firenze e l’Ufficio Liturgico Diocesano.

Cartella Stampa (comunicato + immagini)