Neonata perde la vita, procura Prato apre inchiesta

Neonata perde la vita, procura Prato apre inchiesta

La madre della bimba che ha perso la vita ha sporto denuncia per cercare di fare luce sull’accaduto. La procura pratese ha aperto un fascicolo ed ha disposto l’autopsia.

La procura di Prato ha aperto un’inchiesta per la morte di una neonata durante il parto in ospedale. È accaduto nella notte fra il 19 e il 20 febbraio presso l’Ospedale Santo Stefano di Prato, in zona Maliseti. La bambina avrebbe perso la vita durante le procedure ostretiche.

I medici dell’ospedale Santo Stefano di Prato hanno effettuato un taglio cesareo che purtroppo non è servito a salvare la vita della neonata. La donna ha presentato una denuncia in procura per cercare di capire cosa sia avvenuto: i magistrati hanno aperto un fascicolo di indagine contro ignoti ed hanno disposto l’autopsia per individuare le eventuali responsabilità.

L'articolo Neonata perde la vita, procura Prato apre inchiesta proviene da www.controradio.it.

Firenze: due bandi per 65 posti per servizio civile

Firenze: due bandi per 65 posti per servizio civile

Servizio civile regionale, due bandi per 65 posti. Educazione alla legalità e frodi agroalimentari nell’ambito del progetto Giovanisì.

Due bandi per il servizio civile regionale per complessivi 65 posti, promossi dalla Regione Toscana nell’ambito del progetto Giovanisì e finanziati con il POR FSE 2014-2020. Gli ambiti sono l’educazione alla legalità e il contrasto alle frodi agroalimentari.

Il primo, che è attivo fino all’11 settembre, è rivolto a 35 giovani, che potranno svolgere un periodo di servizio civile nelle Procure di Firenze, Prato e Pistoia in progetti nell’ambito dell’educazione alla legalità. Questi i posti a disposizione nelle Procure interessate: 5 Procura della Repubblica di Pistoia, 10 Procura della Repubblica di Firenze, 15 Procura della Repubblica di Prato, 5 Procura Generale della Repubblica di Firenze.

Il secondo, che è attivo fino al 15 settembre, è rivolto a 30 giovani che potranno svolgere un periodo di servizio civile nelle Procure di Firenze, Grosseto, Siena e Arezzo in progetti nell’ambito del contrasto alle frodi agroalimentari. Questi i posti a disposizione: 3 Procura Generale della Repubblica di Firenze, 4 Procura della Repubblica di Arezzo, 6 Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Firenze, 6 Procura della Repubblica di Grosseto, 11 Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena.

Sottolinea l’assessore al sociale e al diritto alla salute Stefania Saccardi: “come Regione Toscana puntiamo molto sul servizio civile. Per i giovani è un’esperienza formativa molto importante, che li mette a contatto con realtà interessanti e stimolanti. Tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, abbiamo promosso bandi per oltre 3.000 posti. Questi due nuovi bandi sono più ridotti e i posti sono limitati, ma gli ambiti dei progetti – educazione alla legalità e contrasto alle frodi agroalimentari – sono entrambi molto importanti. Invito quindi i giovani che hanno i requisiti necessari a presentare la domanda”.

Possono partecipare ai due bandi i giovani che, alla data di presentazione della domanda, sono in possesso di questi requisiti: regolarmente residenti in Italia; età compresa tra 18 e 30 anni (non compiuti); inoccupati, inattivi o disoccupati ai sensi del decreto legislativo n.150/2015; in possesso di idoneità fisica; non abbiano riportato condanna penale.

Vai al bando nell’ambito dell’educazione alla legalità

Vai al bando nell’ambito delle frodi agroalimentari

Vai alle pagine del servizio civile di Regione Toscana – Giovanisì

Tutte le informazioni: Tel. 0554383383 – 0554384632 – 0554384208 – 0554384633 – 0554385147 serviziocivile@regione.toscana.it

Vai alla pagina dedicata sul sito di Regione Toscana

Ufficio Giovanisì – Regione Toscana
numero verde 800 098 719
info@giovanisi.it

L'articolo Firenze: due bandi per 65 posti per servizio civile proviene da www.controradio.it.