Sfruttava prostitute a Milano, arrestato a Firenze

Sfruttava prostitute a Milano, arrestato a Firenze

Un 29enne di origine albanese è stato arrestato dalla polizia a Signa, in provincia di Firenze. L’uomo rappresenta l’ultimo di una serie di arresti iniziati dallla squadra mobile di Milano che ha smantellato un giro di sfruttamento della prostituzione nel capoluogo Lombardo.

Un 29enne albanese è stato arrestato la notte scorsa dalla polizia in un affittacamere di Signa (Firenze) con l’accusa di sfruttamento della prostituzione. L’uomo, destinatario di una misura di custodia cautelare in carcere disposta dal gip del tribunale di Milano, è stato rintracciato grazie al sistema ‘alloggiati web’ della questura, che ha segnalato la presenza di un ricercato nella struttura ricettiva.

Il 29enne è stato arrestato nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla squadra mobile di Milano, che il 31 gennaio scorso ha portato all’arresto di 25 persone, tutte albanesi, con le accuse di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione e traffico di sostanze stupefacenti. Per gli investigatori, il 29enne sarebbe stato incaricato tra l’altro di sorvegliare le lucciole e riscuotere i loro incassi.

L'articolo Sfruttava prostitute a Milano, arrestato a Firenze proviene da www.controradio.it.

Nardella: Quartiere luci rosse per Lega? Proposta “a bischero”

Nardella: Quartiere luci rosse per Lega? Proposta “a bischero”

Il sindaco di Firenze critica la proposta di Salvini sul tema della prostituzione, sottilineando come l’ordinanza “antitratta” sia efficacia ed abbia portato ” risultati, il fenomeno è diminuito”.

Aprire i quartieri a luci rosse è “la proposta di Salvini; ma quando si lanciano, vorrei dire in toscanaccio ‘a bischero’, certe proposte, nessuno si pone poi il problema di come vengano realizzate. Ma i fenomeni come la prostituzione vanno contrastati con proposte serie concrete, non a chiacchiere”.

Il quartiere a luci rosse, aggiunge Nardella, “vorrei chiedere ai fiorentini dove lo mettiamo? Sotto casa di chi lo mettiamo? Dove lo vuole fare Salvini? Per ora la nostra ricetta di contrastare lo sfruttamento della prostituzione, multando chi approfitta di queste donne, spesso minorenni, sta portando risultati, il fenomeno è diminuito”, aggiunge Nardella, che poi racconta: “Nei giorni scorsi mi ha chiamato il sindaco di Bologna mi ha detto lo voglio fare anche qua”.

L’articolo Nardella: Quartiere luci rosse per Lega? Proposta “a bischero” proviene da www.controradio.it.

Firenze: nuova denuncia per ordinanza antitratta

Firenze: nuova  denuncia per ordinanza antitratta

L’ordinanza antitratta, varata a settembre da Palazzo Vecchio, ha colpito un ventenne in via Pistoiese. La Polizia Municipale ricorda che le sanzioni per la denuncia possono arrivare sino a tre mesi di reclusione.

Ventiquattresima denuncia per la violazione dell’ordinanza antitratta varata a Firenze lo scorso settembre a settembre per colpire i clienti delle prostitute.

A finire nei guai è stato un ventenne residente nella provincia di Firenze che ieri sera è stato colto in flagrante dalla polizia municipale dopo aver consumato un rapporto sessuale a pagamento con una giovane rumena.

È successo intorno alle 23,30 in via Pistoiese. Il ventenne aveva fatto salire la prostituta sulla sua auto all’inizio di via Pistoiese e poi si erano appartati poco oltre. Agli agenti, intervenuti al termine del rapporto, la ragazza ha dichiarato di svolgere questa attività per pagarsi gli studi.

Il giovane è stato denunciato. Le persone sanzionate in base all’ordinanza, ricorda la polizia municipale, rischiano l’arresto fino a tre mesi.

L’articolo Firenze: nuova denuncia per ordinanza antitratta proviene da www.controradio.it.

Tratta donne nigeriane per prostituzione, fermi anche a Livorno

Tratta donne nigeriane per prostituzione, fermi anche a Livorno

I carabinieri del Gruppo di Lamezia Terme stanno eseguendo, tra Lamezia, Rosarno (Reggio Calabria) e Livorno, un provvedimento di fermo emesso dalla Dda di Catanzaro nei confronti di sette soggetti, di cui un italiano e sei nigeriani.

Sono accusati di far parte di un’organizzazione in grado di far arrivare clandestinamente in Italia decine di giovani nigeriane costringendole a prostituirsi, anche con violenze e minacce con riti di magia nera “vodoo/juju”, per ripagare il debito contratto per il viaggio, di 30 mila euro.

I fermati sono indagati, a vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani, acquisto e alienazione di schiavi, immigrazione clandestina, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione con l’aggravante della transnazionalità.

Le indagini, iniziate nel gennaio 2017 dopo la denuncia di una delle vittime, hanno permesso agli investigatori del carabinieri di individuare uno strutturato e pericoloso sodalizio criminale, operante in diverse località del territorio italiano e con ramificazioni in Nigeria e Libia. I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa  alla Procura della Repubblica di Catanzaro.

(notizia in aggiornamento)

L’articolo Tratta donne nigeriane per prostituzione, fermi anche a Livorno proviene da www.controradio.it.