BLOCCATA ACCOGLIENZA, DENUNCIA MOVIMENTO LOTTA PER LA CASA

 Bloccata

 Stamattina manifestazione del Movimento di lotta per la casa in viale de Amici. Luca Toscano, esponente del Movimento ” C’è una circolare che dispone il blocco dell’accoglienza. Gli sgomberi possono essere fatti solo se si offrono soluzione abitative stabili e dignitose”

Bloccata l’accoglienza a Firenze, questa la denuncia del Movimento di lotta per la casa questa mattina sotto la sede della direzione dei servizi sociali con una manifestazione.

“Abbiamo chiesto un incontro al dirigente per sapere come pensa di gestire l’emergenza casa, ma ci è stato negato” così uno degli esponenti del Movimento di lotta per la casa di Firenze, Luca Toscano, durante la manifestazione di questa mattina organizzata davanti alla sede della direzione dei servizi sociali, in viale de Amici a Firenze.

“C’è una circolare del 12 giugno- prosegue Luca Toscano- firmata dal dirigente dei servizi sociali per cui l’accoglienza è stata bloccata nelle strutture, per problemi di bilancio, questo vuol dire che se qualcuno viene sfrattato e viene eseguito uno sgombero le persone finiranno per la strada”.

Su un volantino diffuso per l’occasione della manifestazione si legge: ” Dalla metà dell’anno in corso il servizio sociale ha esaurito le proprie disponibilità economiche senza riuscire ad arginare minimamente l’emergenza abitativa, questo la dice lunga sul completo fallimento di una politica che negli ultimi anni ha deciso di sprecare fiumi di denaro per il sistema  delle accoglienze nelle strutture, nei fatti bloccata”.

Alla protesta hanno partecipato alcune decine di aderenti al Movimento di lotta per la casa e, presenti alla protesta, anche alcuni degli occupanti dello stabile di via Spaventa, di proprietà dei gesuiti: ” Per quanto riguarda via Spaventa- commenta Toscano- avremmo voluto sapere dal dirigente dei servizi sociali se c’è un piano di accoglienza, visto che c’è l’ipotesi di uno sgombero. Per noi- conclude- gli sgomberi possono essere fatti solo se si offrono soluzione abitative stabili e dignitose”.

The post BLOCCATA ACCOGLIENZA, DENUNCIA MOVIMENTO LOTTA PER LA CASA appeared first on Controradio.

SFRATTO: 64ENNE SALE SU UNA GRU PER PROTESTA

gruFirenze, terminata la protesta di un 64enne che lunedì mattina era salito su una gru per protestare per una lettera di sfratto, l’uomo ha deciso di scendere dopo un colloquio con l’assessora Sara Funaro.

Il fatto è accaduto in via Torre degli Agli, nella zona di Novoli, dove un uomo di 64 anni era salito su una gru di un cantiere. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, che dalla prima ore della mattina si trovava sul posto, l’uomo avrebbe compiuto il gesto per protesta dopo aver ricevuto una lettera di sfratto. Sul posto anche i vigili del fuoco. L’ uomo di 64 anni ha deciso di mettere fine alla sua protesta, dopo aver parlato con l’assessora comunale Sara Funaro.

The post SFRATTO: 64ENNE SALE SU UNA GRU PER PROTESTA appeared first on Controradio.

PROTESTA ARTISTI DI STRADA DAVANTI A PALAZZO VECCHIO

artisti di strada protesta Firenze

La protesta va contro il nuovo regolamento che disciplina postazioni in città e trasferisce alcuni artisti da piazzale degli Uffizi a San Lorenzo per cinema all’aperto: “vogliamo criteri per anzianità di servizio.”

Protesta, colorata, degli artisti di strada, oggi di fronte a Palazzo Vecchio, contro il nuovo regolamento che disciplina le postazioni in città, e contro il trasferimento di alcuni di loro dal piazzale degli Uffizi a piazza San Lorenzo per la durata dell’iniziativa del cinema all’aperto nell’area antistante la galleria. Una cinquantina i manifestanti: i pittori esponevano grandi tavolozze, i mimi sfilavano con il volto dipinto, i musicisti si sono esibiti in performance estemporanee.

Il nuovo regolamento, già approvato dalla giunta, attende il voto del Consiglio comunale, dove dovrebbe sbarcare a settimane. Gli artisti di strada, come hanno spiegato alcuni dei partecipanti alla protesta, vorrebbero nella nuova norma criteri premiali per l’ ‘anzianità di servizio’ nell’assegnazione delle postazioni, introdurre la valutazione per titoli e un tavolo di confronto permanente con l’amministrazione comunale.

Oltre ad una mappa per valorizzare arti di strada e combattere abusivismo, sarà prevista la georeferenziazione e ablita la tassa per postazioni fuori dal centro, l’esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico fuori dall’area Unesco e promozione online con una mappa per valorizzare le arti di strada.

The post PROTESTA ARTISTI DI STRADA DAVANTI A PALAZZO VECCHIO appeared first on Controradio.