A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO

polizia Pisano padre e figlio investire straniero

La scintilla sarebbe scoccata dopo un banale litigio per viabilità nel centro di Pontedera e un pugno sferrato dallo straniero. Padre e figlio denunciati.

Padre e figlio, entrambi di Pontedera (Pisa) di 52 e 27 anni, sono stati denunciati ieri sera per lesioni personali aggravate e minacce dopo avere tentato di investire volontariamente uno straniero che sitrovava sull’argine del torrente Era e nonostante fossero presenti gli agenti della polizia.  L’episodio, secondo quanto ricostruito dai poliziotti, sarebbe scaturito in seguito a un presunto diverbio per motivi di viabilità avvenuto il giorno prima tra il pontederese e tre stranieri.

Era stato proprio il ventisettenne a riferire agli agenti, intervenuti in una piazza del centro di Pontedera per un litigio avvenuto fuori da un circolo, che la contesa era nata proprio dal litigio per la viabilità. Il giovane italiano, in compagnia della figlia piccola, era stato invitato a uscire e subito dopo ha detto di essere stato colpito con un pugno al volto al quale non ha reagito per non mettere in pericolo la bambina.

I tre presunti aggressori si sono poi allontanati. Poco dopo mentre la polizia stava accertando i fatti, l’uomo ha ricevuto una telefonata dal padre che riferiva della presenza di uno dei tre aggressori sull’argine del fiume. Giunti sul posto e preso in consegna lo straniero, la pattuglia ha visto arrivare a forte velocità un’auto che ha provato a investirlo, colpendolo di striscio.

Operazione tentata nuovamente dopo avere arrestato la marcia e colpendo il malcapitato, per fortuna procurandogli solo ferite lievi, che riusciva a mettersi al sicuro all’interno della Volante. Alla fine la polizia è riuscita a fermare la macchina scoprendo che all’interno c’erano il ventisettenne e suo padre che continuavano a inveire e minacciare di morte lo straniero.

The post A PONTEDERA PADRE E FIGLIO TENTANO DI INVESTIRE STRANIERO DOPO LITIGIO appeared first on Controradio.