BUON COMPLEANNO DANTE

BUON COMPLEANNO DANTE! IL SOMMO POETA INVADE LA CITTÀDante Alighieri invade la città. Nel 750/o anniversario della sua nascita Firenze lo celebra diffondendo la sua immagine austera e le sue terzine immortali tramite i principali mezzi di trasporto, cartelloni, manifesti, un sito internet dedicato e una campagna social. In tanti tra attori, registi, giornalisti, sportivi e personaggi pubblici hanno aderito facendo in video (caricati su twitter e facebook del Comune) gli auguri al Sommo Poeta.

Le iniziative sono state presentate dal sindaco presso la stazione di Santa Maria Novella, da dove è partito un ‘Dante tram’ con le immagini di Dante e con alcune sue famose terzine. Altri Dante faranno la loro comparsa sui bussini elettrici, auto del car sharing, presso le pensiline delle fermate, nelle locandine sparse in tutto il centro storico, nei grandi manifesti. Insomma l’illustre concittadino sorprenderà fiorentini e turisti in molti altri aspetti della quotidianità, presentandosi non solo con la sua icona ma soprattutto con la forza dei suoi versi, scelti dagli esperti della Società Dantesca.
Contemporaneamente è stato attivato un sito internet dedicato (www.comune.fi.it/dante750) e un hashtag per la campagna twitter (#dante750) con l’invito a farsi e inviare selfie con il Dante cartonato collocato nei principali punti di snodo turistico della città.
Per quanto riguarda il tram, l’iniziativa andrà avanti fino al 21 maggio e a bordo i viaggiatori troveranno ‘750 sfumature di Dante’, l’operazione di animazione culturale ideata dal Museo Casa di Dante, in collaborazione con l’Ufficio Comunicazione del Comune di Firenze: una coppia di attori, dotati di maglietta e cappello (il copricapo di Dante) identificativi del progetto, salirà a bordo di bus e tram e rivolgerà ai passeggeri domande su Dante, la sua opera e il suo tempo, inserendo nella conversazione la lettura di brani e citazioni e distribuendo materiale informativo sugli eventi predisposti in città per la celebrazione dei 750 anni dalla nascita del grande fiorentino. Le animazioni verranno filmate, selezionate e raccolte in un video finale che proverà ad elaborare il senso di quanto è emerso, invitando ad approfondire la conoscenza di Dante e del suo lascito culturale e spirituale.
Il quotidiano online www.ilreporter.it, inoltre, organizza il concorso “Fotografa il tuo Dante”, che invita a fotografare e postare su Instagram con gli hashtag #ilreporterfirenze e #Dante750 una foto scattata in città che abbia un legame con la figura del Sommo Poeta. L’immagine più bella, scelta da una giuria composta dal sindaco di Firenze, dal presidente della Casa di Dante Silvano Fei e dal direttore de il Reporter Matteo Francini, vincerà due biglietti per il concerto di Jovanotti del 5 luglio allo Stadio Artemio Franchi, messi a disposizione da Prg – Public relations group (info: www.ilreporter.it).
Nel giorno inaugurale, il 14 maggio, la coppia di attori agirà in doppio turno, in orario mattutino (ore 10-13) e pomeridiano (ore 16-19). In tutti gli altri giorni l’attività avrà luogo nel pomeriggio (ore 16-19). Info: www.museocasadidante.it; facebook.com/casadidantefirenze
In calendario anche itinerari danteschi, letture, spettacoli (il programma completo su www.comune.fi.it/dante750). La giornata è iniziata in Piazza della Signoria dove il sindaco insieme al presidente del Comitato promotore delle celebrazioni del 150° anniversario di Firenze Capitale d’Italia, in collaborazione con la Società Dantesca Italiana, hanno presieduto la rievocazione della sfilata dei gonfaloni con cui al tempo di Firenze capitale fu inaugurata la statua di Dante in Piazza Santa Croce. Sempre da piazza Signoria è partito l’evento dell’Associazione Culter “All’improvviso Dante 100 canti per Firenze”, al quale ha partecipato anche il sindaco leggendo il primo canto dell’Inferno. Da Piazza della Signoria è partito il corteo dei Gonfaloni che è arrivato in Piazza Santa Croce dove, sul sagrato della Basilica, i cantori di Culter hanno recitato tutti insieme. La kermesse è terminata col concerto organizzato da Padre Antonio Di Marcantonio.

750 anniversario della nascita di Dante

Al via domani 14 maggio le celebrazioni ufficiali per il 750 anniversario della nascita di Dante Alighieri. Firenze ricorderà il suo nobile concittadino con la decima edizione dei Cento Canti, con una sfilata di Gonfaloni e un concerto alla Basilica di Santa Croce.

Il Comune di Firenze nel tributare il suo omaggio al poeta e cittadino Dante Alighieri nell’anno in cui ricorrono i settecentocinquanta anni della nascita, patrocina quattro iniziative, co-finanziate dal Mibact, che vogliono riassumere, per ogni tipo di pubblico, la complessità della sua figura e della sua opera, sia come padre della lingua italiana sia come personaggio che ispira ancora oggi varie forme di produzione artistica, dimostrando in ogni tempo la sua contemporaneità. La giornata inaugurale dell’anno dedicato a Dante sarà domani, 14 maggio, giorno in cui si svolgerà la cerimonia che ricorda sia la nascita del poeta, avvenuta presumibilmente in questo periodo, sia la sua importanza per l’unità della nazione italiana di cui Firenze fu capitale proprio nel 1865, anno in cui fu alzata la statua a Dante nei pressi del santuario delle glorie italiche.

L’Accademia della Crusca in collaborazione con l’Opera del Vocabolario Italiano, sancita da una Convenzione quinquennale fra l’Accademia e il CNR, si propone di realizzare un Vocabolario che raccolga l’intero patrimonio lessicale contenuto nelle opere di Dante, latine e volgari, consultabile in versione sia informatica che cartacea. Il Progetto consentirà alle due istituzioni di valorizzare e mettere a frutto le vaste esperienze che entrambe hanno maturato in campo linguistico, filologico, lessicografico e informatico.

La Società Dantesca Italiana propone un calendario ricco di iniziative che includono sia momenti musicali che letterari, cercando il coinvolgimento di un vasto pubblico, con conferenze (7,14,21,28 maggio) sia per studiosi che per appassionati.

Virgilio Sieni, direttore della Biennale di Venezia per la Danza, uno dei protagonisti della scena contemporanea europea, con la sua Accademia sull’arte del gesto, dirige una produzione inedita dal titolo “BALLO 1265” , che consiste in 33 canti in forma di danza. Lo spettacolo debutterà a Firenze, in Palazzo Vecchio nel Salone dei Cinquecento, dal 28 al 30 dicembre 2015.
L’Associazione Culter -“All’improvviso Dante 100 canti per Firenze” organizza da anni un progetto di formazione alla lettura e all’approfondimento della Divina Commedia che ha come esito una grande performance popolare in cui tutti i partecipanti diventano protagonisti dando voce, insieme, all’intera Divina Commedia.

Il percorso di formazione coinvolge ogni anno giovani, anziani, famiglie, personaggi dello spettacolo, rappresentanti delle istituzioni fiorentine, scuole elementari, medie e superiori, detenuti delle case circondariali, lavoratori di Aziende pubbliche e private. La decima edizione sarà dedicata appunto ai 750 anni dalla nascita di Dante, in concomitanza con i 150 anni di Firenze Capitale, i due anniversari coincidono anche con quello che per i cantori sarà il compleanno dei 10 anni di una storia in comune.

Il programma di domani
Alle 9.15 in Piazza della Signoria il sindaco insieme al presidente del Comitato promotore delle celebrazioni del 150° anniversario di Firenze Capitale d’Italia, in collaborazione con la Società Dantesca Italiana, presiederanno la rievocazione della sfilata dei gonfaloni con cui al tempo di Firenze capitale fu inaugurata la statua di Dante in Piazza Santa Croce. In quest’occasione i cantori dell’Associazione Culter, organizzatori dell’evento “All’improvviso Dante 100 canti per Firenze”, dopo il ritrovo in piazza della Signoria dei gonfaloni delle città che parteciparono alla commissione della statua di Dante in Piazza Santa Croce nel 1865, leggeranno come d’abitudine il proprio Canto singolarmente o in gruppo e a seguire il Sindaco leggerà il I° Canto dell’Inferno sull’Arengario di Palazzo Vecchio.

Da Piazza della Signoria partirà il corteo che arriverà in Piazza Santa Croce dove, sul sagrato della Basilica, i cantori di Culter reciteranno tutti insieme il corale del XXXIII° Canto del Paradiso. Il corteo entrerà nella basilica di Santa Croce dove il Sindaco e le Autorità renderanno omaggio al grande poeta nazionale e a seguire si svolgerà un concerto organizzato da Padre Antonio Di Marcantonio dal titolo ” Alla Ricerca di Dante”, un’azione musicale di Federico Bonetti Amendola che si terrà alla Basilica di Santa Croce (invito in allegato).

Alle 13 il sindaco racconterà le ulteriori iniziative su Dante alla scalinata di piazza Stazione, davanti all’ufficio informazioni turistiche.
13/05/2015 13.14
Comune di Firenze

Eventi a Villa medicea di Cerreto Guidi

Entra nel vivo la terza stagione di eventi a  Villa medicea di Cerreto Guidi
Dopo i primi due appuntamenti d’esordio – in marzo e aprile – entra nel vivo la terza stagione di eventi previsti nella Villa medicea di Cerreto Guidi, unitamente all’Associazione Amici della Villa, fino a dicembre. Vediamoli nel dettaglio.

17 maggio ore 15,30 e ore 17: “La corte racconta” Commedia a cura della Compagnia “La Maschera”. Testo e allestimento a cura dell’Associazione Amici della Villa Medicea di Cerreto Guidi. La divertente commedia presenta, in forma itinerante, alcuni personaggi medicei della corte di Cosimo I visti nei loro aspetti più curiosi e talvolta con imprevedibili riferimenti alla realtà odierna. Il pubblico, coinvolto nel dialogo, diventerà a tratti protagonista.

23 maggio ore 19: “Gli echi del corno”. Premio Musicale di primavera Rotary Club. Strumento prescelto il corno. L’evento consiste nell’assegnazione del
Premio musicale “alla Carriera” 14a edizione, quest’anno assegnato al maestro Dale Clevenger già primo corno della Chicago Symphony Orchestra
Premio musicale “Primavera” 14a edizione, quest’anno assegnato al maestro Luca Benucci primo corno del Maggio Musicale Fiorentino.
Per l’occasione avrà luogo il concerto incentrato sull’esecuzione della versione originale per tredici elementi di orchestra dell’Idillio di Sigfrido di R. Wagner.
La cena conviviale, che nell’allestimento e nel menù avrà riferimenti storico culturali con la celebrazione dello strumento prescelto, porrà termine alla serata.

30 maggio ore 17: Presentazione del libro “La maschera di Esopo, animali in favola nella letteratura del ‘900” di Elisabetta Bacchereti, docente di letteratura italiana moderna e contemporanea presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Firenze.
Presentazione del volume a cura del professor Massimo Fanfani dell’Università di Firenze.
La dottoressa Angela Giuntini leggerà alcune favole.
Sarà presente l’autrice.

6 giugno ore 17: presentazione del volume “Trattato sul cocomero”, di Baccio Baldini a cura della società Bibliografica Toscana.

28 giugno ore 21: Cena Rinascimentale, “Bernardo delle Girandole”, banchetto in onore di Bernardo Buontalenti, l’architetto che mise il suo genio al servizio degli spettacoli e delle feste della corte medicea.

10 agosto ore 20: “A rimirar le stelle”, per la notte di San Lorenzo la “specola” della Villa medicea di Cerreto Guidi sarà aperta in via del tutto eccezionale per un evento dalla suggestione magica. I visitatori potranno salire a rimirare le stelle cadenti e lo splendido panorama di tutta la valle che si aprirà ai loro occhi. La serata sarà accompagnata da un piccolo aperitivo in Villa. Con la collaborazione dell’Associazione Astrofili di Montelupo.

26 settembre ore 21: Cena rinascimentale “Festina lente” in onore di Cosimo de Medici, primo granduca di Toscana al quale si deve la costruzione della Villa medicea di Cerreto Guidi.

3 ottobre “Thè a palazzo con l’autore”: Marco Vichi. Lo scrittore, nato a Firenze nel 1957, artista completo, autore di romanzi, racconti e testi teatrali, Vichi si rivolge ad un vasto pubblico, dall’infanzia ai novanta anni, con un’attenzione particolare all’esistenza e ai ritratti della gente comune. Numerosi i premi che ha ottenuto con la sua attività. Tra tutti ricordiamo il Premio Fedeli nel 2004 con Il nuovo venuto, Premio letterario Scerbanesco nel 2009 con Morte a Firenze, Premio delle Arti “Fiorentini nel Mondo” nel 2013. Mostra grande sensibilità anche per i piccoli lettori ai quali ha dedicato anche il suo ultimo libro Nel giardino di Boboli. L’autore risponderà alle domande dei presenti guidandovi tra le righe dei suoi libri.

4 ottobre – 25 ottobre, Mostra di pittura di Maria Grazia Morini. L’artista, che vive e lavora a Fucecchio, si è diplomata al liceo Artistico di Lucca nel 1972, insegna arte e immagine nelle scuole medie dal 1974 anno in cui esordisce con la prima personale. Tra gli anni 1979 e 1987 partecipa a vari eventi a carattere internazionale: III Mostra di Arte Sacra a KraKov (Polonia), Salone Europeo d’Autunno, Museo delle Belle Arti a La Valletta (Malta), Tsukuba Expo (Tokio), Maestri del Disegno e della Grafica contemporanei (Los Angeles). Ha collaborato con scrittori poeti e musicisti scoprendo la ricchezza creativa data dall’interazione tra i vari linguaggi espressivi. Forme dell’invisibile” è il titolo della raccolta di opere che l’artista presenterà nei suggestivi spazi della Villa Medicea di Cerreto Guidi. Anche in questi ultimi lavori la ricerca espressiva esplora materia, forme e colore spogliati della loro oggettività ma assunti a puri simboli e, attraverso l’intuizione creativa, rimanda la sua visualizzazione dei possibili mondi interiori

17 ottobre ore 16: Laboratorio didattico “Ospiti nel Palazzo del Granduca”, attività didattica per i bambini dai 6 ai 12 anni. A cura dell’Associazione Amici della Villa medicea di Cerreto Guidi.

6 e 7 novembre ore 20,30: “Il cavetto”, sarà l’occasione per assaporare gustose pietanze rinascimentali nel tipico piatto dell’epoca, il cavetto, fatto appositamente realizzare da artigiani locali.

21 novembre ore 16.30: Conferenza del dottor Fausto Berti direttore del Museo della ceramica di Montelupo Fiorentino.

12 dicembre ore 16,30: Concerto di auguri a cura della Accademia di Archi di San Miniato Basso.

 

Amico museo 2015

Con “Amico museo 2015” visite guidate gratuite in San Marco. Anche nel 2015 il Museo di San Marco parteciperà all’iniziativa Amico museo, promossa annualmente dalla Regione Toscana.


Nel periodo compreso dal 16 maggio al 2 giugno 2015 (giorni di chiusura per turno settimanale domenica 17 maggio, lunedì 25 maggio e domenica 31 maggio) saranno a disposizione del pubblico delle visite guidate alla Biblioteca Monumentale, con l’apertura straordinaria della Sala Greca.
Le visite, offerte dal personale del Museo di San Marco, con il coordinamento del Direttore Magnolia Scudieri, si terranno ogni giorno, con l’esclusione ovviamente dei giorni di chiusura per turno, alle ore 11 e alle ore 12.30.
La prenotazione è obbligatoria e i gruppi potranno essere composti da un massimo di 15 persone. Si precisa che la partecipazione alle visite è gratuita e compresa nel prezzo del biglietto d’ingresso al Museo.
La prenotazione si potrà effettuare telefonando al Museo al numero 055-2388608 o spedendo un’email all’indirizzo museosanmarco@polomuseale.firenze.it.

Riapre il Prato delle Colonne a Boboli

Riapre il Prato delle Colonne  a Boboli
È stato riaperto al pubblico il Prato delle Colonne del Giardino di Boboli, area importante ed estesa, transennata dalla scorsa estate per motivi di sicurezza in seguito all’evento atmosferico estremo che causò notevolissimi danni a tutta l’area. Adesso sarà quindi possibile ripercorrere integralmente la prospettiva seicentesca che unisce Porta Romana alla linea della mura di Cosimo, confine della parte alta del giardino, la più antica e prossima a Palazzo Pitti.

Nei mesi di chiusura è stata condotta una campagna di valutazione delle condizioni di stabilità degli impianti vegetali a seguito della quale si sono resi necessari interventi di abbattimento di un albero e di riduzioni di chioma di tutti gli esemplari presenti, effettuati attenendosi alle indicazioni prescritte dal Servizio Fitosanitario della Regione Toscana, in particolare per quanto concerne il controllo e la prevenzione del ‘Ceratocystis fimbriata’ (cancro colorato del platano).

Nello stesso periodo sono state restaurate le due colonne in granito rosso coronate da capitelli e urne in marmo bianco erette nella seconda metà del Settecento a marcare i fuochi dell’area semiellittica usata successivamente come cavallerizza.
Ulteriori circoscritte e brevi chiusure si renderanno necessarie nei prossimi mesi per perfezionare la cura degli apparati arborei e restaurare le numerose sculture disposte sul perimetro e l’asse mediana del prato che dal 9 maggio ospiterà temporaneamente cinque opere dell’artista inglese Lynn Chadwick.