Aperture straordinarie dei musei fiorentini

Gli aggiornamenti delle aperture straordinarie dei musei fiorentini per la Notte Bianca e Primo maggio. Il Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana e la Direzione del Polo Museale Regionale della Toscana hanno varato il programma delle aperture straordinarie di alcuni istituti museali.Stasera, 30 aprile – in occasione della Notte Bianca di Firenze – apriranno straordinariamente e con ingresso gratuito dalle 20 alle 24 il Museo Nazionale del Bargello e il Museo delle Cappelle Medicee. Domani primo maggio resteranno aperti: il Giardino di Boboli, il Museo degli Argenti e la Galleria del Costume e Giardino Bardini dalle 8,15 alle 18.30; il Museo Nazionale del Bargello dalle 8,15 alle 13,50; il Museo di Palazzo Davanzati dalle 8,15 alle 13,50; la Chiesa di Orsanmichele (escluso il museo) dalle 10 alle 17; il Cenacolo di Andrea Del Sarto dalle 8,15 alle 13,50; la Villa medicea della Petraia dalle 8,15 alle 18,30; la Villa medicea di Cerreto Guidi dalle 9 alle 18; la Villa medicea di Poggio a Caiano dalle 8,15 alle 18,30; il Giardino della Villa medicea di Castello dalle 8,15 alle 18,30.

 

Ztl notturna straordinaria per la Notte Bianca

Ztl notturna straordinaria per la Notte Bianca di domani 30 aprile. Una notte di eventi e iniziative. Anche quest’anno torna l’appuntamento con la Notte Bianca fiorentina in programma a cavallo tra giovedì 30 aprile e venerdì 1 maggio. Per consentire il regolare svolgimento della manifestazioni, è stata predisposta una serie di provvedimenti di circolazione come la ztl notturna straordinaria, la pedonalizzazione del centro e le modifiche per il trasporto pubblico. Predisposto inoltre un servizio aggiuntivo della Polizia Municipale con 90 vigili impegnati in tutto l’arco della notte.


Ztl notturna dalle 20
La maggior parte dei provvedimenti prenderà il via alle 20, orario in cui scatterà in anticipo nella versione notturna estiva in vigore dal 2 aprile. Ovvero le zone della ztl diurna A, B e O comprese all’interno dei viali e le ulteriori due aree individuate specificatamente per il provvedimento notturno, ovvero settori F e G: il primo corrisponde grossomodo a San Niccolò fino al viale dei Colli (a partire da piazza Ferrucci), il secondo riguarda l’area tra piazza Piave e piazza Cavalleggeri. Le porte telematiche rimarranno quindi accese per 24 ore, dalle 7.30 di giovedì alle 7.30 di venerdì; quelle agli accessi della ztl notturna (via dei Bastioni e lungarno Cellini) dalle 20 di giovedì alle 7.30 di venerdì.
I primi provvedimenti
Per quanto riguarda i provvedimenti per particolari eventi, si inizia il 30 aprile alle 8 con i divieti di sosta in piazza dei Giudici, dalle 12 sarà la volta di quelli in piazza dell’Isolotto e in piazza delle Cure (area del mercato e zona prospiciente sulla direttrice di marcia via Sacchetti-cavalcavia delle Cure); alle 14 poi si aggiungeranno i divieti di sosta in via del Sansovino (lato numeri civici dispari nel tratto compreso fra i numeri civici 185 e 199).
Dalle 8 di giovedì divieti di sosta anche in piazza Tasso, via dei Fibbiai e via Magliabechi per il posizionamento di bagni chimici.
Confermata la la zona pedonale
Sempre alle 20 di giovedì e fino alle 6 di venerdì sarà istituita una grande zona pedonale in centro storico: l’area sarà quella compresa nel perimetro via dei Benci (tratto Ponte alle Grazie-Corso Tintori), Corso dei Tintori, piazza Cavalleggeri, via Tripoli, via delle Casine, via Ghibellina, via delle Conce, via dell’Agnolo, via Santa Verdiana, piazza Ghiberti, via della Mattonaia, Borgo La Croce (incluso), piazza Sant’Ambrogio (inclusa), via dei Pilastri, via degli Alfani, via della Pergola, via Sant’Egidio, piazza Santa Maria Nuova, via dei Bufalini, via dei Servi (tratto via dei Bufalini-via del Castellaccio), via dei Servi (tratto via del Castellaccio-via Alfani inclusa), via degli Alfani, via Guelfa, via dei Ginori (inclusa), via Taddea (tratto via dei Ginori-via Rosina – inclusa), via Rosina, piazza del Mercato Centrale, via Santa Chiara, via Nazionale, largo Alinari, piazza Stazione, via Santa Caterina da Siena, via della Scala (tratto via Santa Caterina da Siena-via dell’Albero), via dell’Albero, via Maso Finiguerra, via Melegnano, Ponte Vespucci, via Sant’Onofrio, piazza dei Nerli (inclusa), via di Camaldoli (inclusa), piazza Tasso (inclusa, eccetto le carreggiata di collegamento tra viale Pratolini e viale Petrarca e tra viale Petrarca e via del Campuccio), via del Campuccio, via dei Serragli (tratto via del Campuccio-piazza della Calza), piazza della Calza (eccetto direttrice di collegamento via dei Serragli-Porta Romana), via Romana (inclusa), piazza San Felice (inclusa), piazza Pitti (inclusa), via Guicciardini (inclusa), piazza Santa Felicita (inclusa), via dei Bardi (tratto via Guicciardini-piazza Santa Maria Soprarno – inclusa), piazza Santa Maria Soprarno (inclusa, eccetto carreggiata di collegamento tra lungarno Torrigiani e via dei Bardi), lungarno Torrigiani, Ponte alle Grazie. In deroga sarà consentito il transito ai mezzi di soccorso e delle forze di polizia.
All’interno della zona interdetta rimarranno in vigore le discipline delle aree pedonali già in vigore, come quella del Duomo, di piazza Signoria, via di Tornabuoni, di Por Santa Maria e di piazza Pitti.
Il trasporto pubblico
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, la tramvia viaggerà tutta la notte. Potenziato anche il servizio Ataf&Li-nea per consentire ai cittadini di muoversi con il mezzo pubblico. Oltre al servizio programmato, sono state previste delle corse aggiuntive che garantiranno il collegamento da e per il centro di Firenze. Ovvero, le linee 14, 22 e 23 saranno potenziate dalle 21 alle 6 assicurando quindi il servizio per tutta la notte, con la punta massima programmata tra mezzanotte e le 4. In questa fascia oraria le linee di ATAF abbandoneranno le principali direttrici del centro (Agnolo-Salvemini, Verdi-Benci) che saranno presumibilmente molto affollate e pertanto non facilmente percorribili, garantendo comunque il transito delle varie linee nei principali punti di interesse del centro come piazza Stazione e piazza San Marco.
Nel dettaglio la linea 14 effettua tutte corse come 14A fino al Girone (quindi Careggi-piazza Dalmazia-Stazione-piazza San Marco-piazza Beccaria-via Aretina-Bellariva-Il Girone); la linea 22 non raggiunge piazza Santa Maria Maggiore fermandosi alla stazione Santa Maria Novella (quindi Novoli-piazza San Jacopino-stazione); il percorso della linea 23 sarà Nuovo Pignone-Rifredi-piazza San Jacopino-stazione-piazza San Marco-piazza Beccaria-piazza Ferrucci-Sorgane).
Inoltre, a seguito dei provvedimenti di circolazione predisposti per gli eventi e in considerazione del prevedibile afflusso di persone in strada, dalle 20 al termine del servizio alcune linee verranno deviate dai percorsi consueti.. Info su orari e deviazioni sul sito www.ataf.net.

70° anniversario della Liberazione

25 aprile, due giorni di celebrazioni per il 70° anniversario della Liberazione nazionale
Si inizia venerdì con l’apertura straordinaria fino alle 23 del Museo Novecento. Tra le varie iniziative di sabato ‘#ilcoraggiodi, il 25 aprile in piazza e su Twitter’ in Piazza Tasso e l’installazione di Garutti in piazza Santa Maria Novella.


Due giorni pieni di iniziative per celebrare il 70° anniversario della Liberazione nazionale organizzate dal Comune e dalla presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari di interesse nazionale.
Si inizia venerdì 24 aprile alle 19 con l’apertura straordinaria del Museo Novecento (piazza Santa Maria Novella), che resterà aperto, ad ingresso libero, fino alle 23. Alle 21 inoltre, all’interno del Museo Novecento, sarà presentato l’ultimo libro di Aldo Cazzullo ‘Possa il mio sangue servire’, storie di uomini e donne della Resistenza. La presentazione sarà arricchita dalla lettura di alcuni brani tratti dal testo, da parte degli attori Alessio Martinoli e Alessio Sardelli con la collaborazione del Teatro della Toscana. Insieme all’autore saranno presenti il sindaco di Firenze, il Direttore del Corriere fiorentino Paolo Ermini e Annalisa Bruchi, giornalista e conduttrice di 2Next.
Sabato 25 le celebrazioni inizieranno alle 9.30 in piazza dell’Unità italiana, dove saranno deposte le corone di fiori al monumento ai Caduti di tutte le guerre, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, con i gonfaloni del Comune di Firenze (che il prossimo agosto celebra il 71esimo anniversario della Liberazione), della Regione Toscana, della Città metropolitana, dei Comuni dell’area fiorentina, della bandiera del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale del Corpo Volontari della Libertà e dei labari delle associazioni dei partigiani. Al temine della cerimonia in piazza dell’Unità italiana si formerà un corteo, preceduto dalla Filarmonica Rossini, che sfilerà verso l’Arengario di Palazzo Vecchio, dove alle 10.15 sono previsti gli interventi del sindaco di Firenze, del presidente dell’Anpi provinciale di Firenze Silvano Sarti, dell’ex parlamentare inglese, insignito dal Quirinale del grado onorifico di grande ufficiale al merito della Repubblica italiana Sir Dennis Walters Churchill, e del sottosegretario alla presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’Editoria.
Alle 11 si svolgerà ‘Idee in cammino a Firenze’, un’iniziativa organizzata dalla presidenza del Consiglio dei Ministri con Impact Hub, presso la sede della start up in via Panciatichi. Un evento che coinvolgerà bambini e adulti per celebrare i percorsi del passato di coraggio e rinascita, immaginandone insieme di nuovi per il futuro, con l’artista Michelangelo Pistoletto, il delegato nazionale Coldiretti Giovani Impresa Maria Letizia Gardoni, Carlotta Sami, portavoce Alto Commissariato Onu per i rifugiati, Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina e Cesare Cacitti, 16 anni, il più giovane startupper italiano.
A partire da mezzogiorno poi, in piazza Tasso, si svolgerà la manifestazione ‘#ilcoraggiodi, il 25 aprile in piazza e su Twitter’ inserita nel programma di eventi della presidenza del Consiglio dei Ministri per celebrare il 70esimo anniversario della Resistenza e della guerra di Liberazione.
All’iniziativa, che sarà presentata dal direttore di Rtv38 Francesco Selvi, parteciperà il sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’Editoria e faranno da testimonial Carlo Conti, Irene Grandi, Vincenzo Montella e Gianfranco Monti. Insieme a numerosi partigiani racconteranno storie legate alla Resistenza e storie di attualità legate al coraggio. In piazza ci sarà anche la musica con Nicola Pecci, che accompagnerà la manifestazione con alcune canzoni. L’account ufficiale delle celebrazioni della presidenza del Consiglio dei Ministri è @70esimo e l’hashtag è #ilcoraggiodi.

In piazza Poggi è in programma il tradizionale pranzo della Liberazione, mentre alle 13 in piazza Santa Maria Novella, alla presenza del sottosegretario con delega all’editoria, ci sarà l’inaugurazione dell’installazione permanente site-specifc dell’artista Alberto Garutti di fronte al Museo Novecento e una performance commemorativa ideata per l’occasione dallo stesso artista. Garutti realizzerà un’installazione costituita da una lastra di pietra serena, della dimensione di 100 cm per 95 cm, incastonata nel lastrico solare di piazza Santa Maria Novella, che recherà l’iscrizione‘Tutti i passi che ho fatto nella mia vita mi hanno portato qui, ora’. L’installazione, resa possibile grazie alla presidenza del Consiglio dei Ministri, ha l’autorizzazione della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici ed Etnoantropologici per le province di Firenze, Pistoia e Prato.
Le celebrazioni si concluderanno alle 17.30 sull’Arengario di Palazzo Vecchio in piazza Signoria con il tradizionale concerto della Filarmonica Rossini.

Milioni cinesi per l’ex ippodromo: “Così faremo rinascere Le Mulina” – Firenze – La Nazione

Firenze, 22 aprile 2015 – Una straordinaria mostra florovivaistica, piante e fiori anche tropicali, bonsai centenari, un deserto, laghetti artificiali, un vulcano fiorito, microclimi e cascate d’acqua, sullo stile di quella del 1887, rimasta agli annali: questo e molto altro è, sarà, «Flora», vernissage il 29 sera all’ex ippodromo Le Mulina per proiettare Firenze nell’universo di Expo.

viaMilioni cinesi per l’ex ippodromo: “Così faremo rinascere Le Mulina” – Firenze – La Nazione – Quotidiano di Firenze con le ultime notizie della Toscana e dell’Umbria.

Notte Bianca e Primo maggio

 

Notte Bianca e Primo maggio: le aperture straordinarie nei musei dell’ex-Polo Fiorentino. Il Segretariato regionale del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per la Toscana e la Direzione del Polo Museale Regionale della Toscana hanno varato il programma delle aperture straordinarie di alcuni istituti museali.

La sera del 30 aprile – Notte Bianca di Firenze – apriranno straordinariamente dalle 20 alle 24 il Museo Nazionale del Bargello, il Museo delle Cappelle Medicee e il Cenacolo di Ognissanti.Venerdì primo maggio resteranno aperti: il Giardino di Boboli dalle 8,15 alle 18.30 (esclusi i musei degli Argenti, delle Porcellane, del Costume e Bardini); il Museo Nazionale del Bargello dalle 8,15 alle 13,50; il Museo di Palazzo Davanzati dalle 8,15 alle 13,50; la Chiesa di Orsanmichele (escluso il museo) dalle 10 alle 17; il Cenacolo di Andrea Del Sarto dalle 8,15 alle 13,50; la Villa medicea della Petraia dalle 8,15 alle 18,30; la Villa medicea di Cerreto Guidi dalle 9 alle 18; la Villa medicea di Poggio a Caiano dalle 8,15 alle 18,30; il Giardino della Villa medicea di Castello dalle 8,15 alle 18,30.