Nencini: in Toscana “C’è un eccesso di finanziamenti”

Nencini: in Toscana “C’è un eccesso di finanziamenti”

🔈Firenze, si è tenuta, presso il Provveditorato per le Opere Pubbliche, una conferenza stampa sulle infrastrutture Toscane, alla presenza del ministro dello Sport, Luca Lotti, del vice ministro delle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini e dell’assessore alle Infrastrutture della Toscana, Vincenzo Ceccarelli.

Lo scopo della conferenza stampa era quello di illustrare gli investimenti infrastrutturali e quelli sulle opere strategiche della Regione Toscana, messi in campo durante il governo Renzi e il governo Gentiloni, promossi dal vice Ministro Nencini.

Si tratta di opere che, come ha detto il viceministro Riccardo Nencini, ammontano per l’esattezza a 19.679 milioni di euro.

Quasi venti miliardi di euro quindi, appostati nel bilancio dello Stato, delle Ferrovie, di Anas e Autostrade per le infrastrutture in Toscana con gli ultimi governi.

C’è un eccesso di finanziamenti – ha esordito Nencini – figlio di una coordinazione straordinaria fra la regione Toscana, il ministro Lotti che si è occupato in questi anni di Cipe ed il ministero delle infrastrutture e trasporti”.

Finalmente abbiamo allocato delle risorse, abbiamo messo dei soldi dove devono andare secondo noi: se qualcuno con diverso colore vorrà cambiare i progetti infrastrutturali, dovrà spiegare perché, dovrà spiegarlo ai toscani, dovrà spiegarlo agli elettori, dovrà spiegarlo agli altri cittadini delle altre regioni d’Italia”. Ha affermato invece Luca Lotti, ministro e segretario del Cipe,

Gimmy Tranquillo ha intervistato il vice Ministro Nencini e l’assessore regionale Ceccarelli:

Ed il ministro Lotti:

 

Fra gli interventi per le città, ha ricordato Nencini, “il grosso riguarda Firenze con il Tpl, quasi 2 miliardi di finanziamento ma anche la complanare di Lucca, interventi su Prato, ed altri. La seconda fascia riguarda i collegamenti, penso al potenziamento ferroviario tra Firenze, Lucca e Pistoia, penso all’intervento su Castelnuovo Garfagnana, gli interventi che riguardano il collegamento con il porto di Livorno e molti altri, la bretellina di Piombino”. Infine, ha sottolineato il viceministro, “gli interventi infrastrutturali di carattere nazionale o internazionale: aeroporto di Firenze e di Pisa, il grande intervento sul Porto di Livorno, quasi 670 milioni di euro sulla piattaforma Europa, e i due grandi interventi infrastrutturali stradali, la Fano-Grosseto ormai in esecuzione molto avanzata e l’ultimo intervento sulla Tirrenica”

Sulla base di un’intesa raggiunta tra Governo e Regione, interventi infrastrutturali per 170 milioni saranno finanziati nei prossimi anni con risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2014-20. Si tratta principalmente, spiega la Regione, di opere sulla viabilità regionale e locale che consentiranno di migliorare sicurezza e fluidità del traffico, e infrastrutture ciclabili e interventi finalizzati ad aumentare la capacità operativa del Canale Navicelli.

Le risorse in questione consentiranno di realizzare l’asse stradale di collegamento tra gli svincoli di Prato Est e Prato Ovest; il collegamento tra Fibbiana, nel comune di Montelupo Fiorentino, e La Fonte; il lotto III della variante alla Sr 429 nel tratto tra Castelfiorentino e Certaldo; gli interventi per il ponte sul Serchio per collegare la Ss 12 e la sp1 Francigena. E ancora: l’adeguamento della viabilità locale a Signa, Lastra a Signa e Campi Bisenzio; i primi lotti funzionali per il miglioramento della tangenziale a nord di Pisa; il II lotto della variante di Santa Chiara, a Fivizzano; la realizzazione di una conca di navigazione all’intersezione tra il Canale Navicelli e l’A12 a Pisa; due interventi sulla Sr 71 che interesseranno i Comuni di Cortona, Chiusi della Verna, Subbiano e Bibbiena. Infine, sono previste la messa in sicurezza e l’adeguamento della sr325 nella Val di Bisenzio in provincia di Prato; il miglioramento della sicurezza sulla Sr 74 nel Comune di Pitigliano; la variante di Ponte Mocarini sulla Sr 69 nel comune di Terranuova Bracciolini; nuovi interventi per il completamento del sistema ciclabile Ciclopista dell’Arno-Sentiero della bonifica-Ciclopista Tirrenica; la progettazione del II stralcio del Sistema tangenziale di Lucca, per un importo di 5 milioni.

L'articolo Nencini: in Toscana “C’è un eccesso di finanziamenti” proviene da www.controradio.it.

Elezioni, Nencini: necessari accordi a sinistra

Elezioni, Nencini: necessari accordi a sinistra

All’incontro sulle infrastrutture, che si è tenuto questa mattina a Firenze, il segretario del Psi, Riccardo Nencini,che correrà alle politiche del 4 marzo nella lista ‘Insieme’ alleata del Pd, ha rilasciato delle dichiarazioni ai giornalisti, ribadendo la necessità di accordi nella sinistra anche per le Regionali.

“Questa è una coalizione che gioca per vincere la partita piena, e penso che potrebbero bastare anche 90 minuti senza supplementari”, ha dichiarato Nencini. “Io, Salvini ministro degli Interni proverei ad evitarlo, se poi agli italiani piace Salvini ministro degli Interni e quant’altro se lo votino”, ha aggiunto, dicendo di considerare “nettamente” più pericoloso il centrodestra del M5s.

In generale, pensando anche alle prossime regionali, Nencini ha sottolineato che “problema atavico e purtroppo spesso frequente in Italia è il rancore: il tuo nemico non è il blocco di partiti o di forze che si oppongono a te e che hanno un progetto alternativo di governo, di una regione, di una città o di uno stato, ma quello che in genere ti è più vicino”. Dunque, per il leader del Psi, si rischierebbe “un duello a sinistra spesso letale, se non mortale, che perlomeno nelle regioni che vanno al voto, Lombardia e Lazio le due più importanti, spero che non possa ripetersi”.

“Un accordo a sinistra in Lombardia sarebbe ‘assolutamente’ da fare, come lo farei nel Lazio, come lo farei Friuli, come lo farei in Molise”, ha continuato Nencini. “Il punto è avere non solo ideali comuni, ma una piattaforma programmatica comune per governare una regione”. La domanda da farsi, per Nencini, “è se questa volta poi alla fine si riconsegna la Lombardia o altre regioni a chi ha un progetto alternativo e conflittuale con il tuo, tanto più ora che in Lombardia il centrosinistra sarebbe ‘assolutamente’ competitivo, con la fuoriuscita di Maroni, che non so quanto sia di natura familiare”.

Riguardo la sua candidatura, il segretario del Psi ha espresso la speranza di essere candidato in Toscana, il luogo da cui proviene: “Non lo so, ma è il problema minore: penso in Toscana, e spero in Toscana, perché ciascuno di noi quando lavora sul territorio è giusto che torni in qualche modo anche a casa. Intanto – ha affermato- ci preoccupiamo di rendere questa coalizione la più competitiva possibile, e ora le cose cominciano a funzionare per il verso giusto”

L'articolo Elezioni, Nencini: necessari accordi a sinistra proviene da www.controradio.it.

Ferrovie: 47 mln per riqualificazione Faentina e Valdisieve

Ferrovie: 47 mln per riqualificazione Faentina e Valdisieve

Lo prevede un protocollo d’intesa illustrato oggi a Borgo San Lorenzo. Il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini: “accordo che permetterà al Mugello di uscire dall’isolamento in cui era precipitato”.

Un plafond di 47 milioni di euro di fondi pubblici per la riqualificazione delle linee ferroviarie Faentina e Valdisieve. Lo prevede un protocollo d’intesa illustrato oggi a Borgo San Lorenzo dai firmatati: il viceministro dei Trasporti Riccardo Nencini, l’assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli, il consigliere regionale Fiammetta Capirossi, il sindaco di Borgo San Lorenzo e presidente dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello Paolo Omoboni, e numerosi altri sindaci. Il protocollo era stato firmato il 4 dicembre scorso a Firenze.

“Sono orgoglioso di questo accordo che permetterà al Mugello di uscire dall’isolamento in cui era precipitato qualche decennio fa – ha commentato Nencini -. Maggiore velocità e maggiore sicurezza non solo per chi usa la strada ferrata, ma anche per chi usa la strada statale che corre lungo l’arco della Sieve grazie alla soppressione dei passaggi a livello tra Borgo San Lorenzo e Pontassieve”.

Nencini ha aggiunto che è “una misura importante perché investiamo 47 milioni di euro, la cifra più alta che attraverso Ferrovie verrà messa a disposizione delle amministrazioni locali e dei cittadini del Mugello, che riguarda interventi sulla linea ferroviaria ma riguarda anche la realizzazione di una ciclovia tra Vicchio, Borgo, i comuni di San Piero a Sieve, Scaperia e Barberino e quindi un anello che può’ portare direttamente fino al lago di Bilancino”. Secondo Ceccarelli, “si tratta di investimenti rilevanti e straordinari per il Mugello e la Valdisieve”.

L'articolo Ferrovie: 47 mln per riqualificazione Faentina e Valdisieve proviene da www.controradio.it.

Industriali fiorentini in piazza: “Facciamo volare il nostro territorio. Sì all’aeroporto”

Industriali fiorentini in piazza: “Facciamo volare il nostro territorio. Sì all’aeroporto”

Questo lo slogan sullo striscione delle categorie economiche oggi in piazza per l’ampliamento di Peritola.

La manifestazione ‘in giacca e cravatta’ indetta da Confindustria Firenze a sostegno della nuova pista del Vespucci si è svolta stamani sotto lo scalo fiorentino, a pochi giorni dal sondaggio commissionato sempre dall’associazione degli industriali a sostegno del progetto per il quale si attende la valutazione di impatto ambientale promessa più volte dal ministro Galletti.

Alla manifestazione degli industriali Gimmy Tranquillo ha intervistato il presidente della Camera di Commercio Leonardo Basilici e il viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini.

L'articolo Industriali fiorentini in piazza: “Facciamo volare il nostro territorio. Sì all’aeroporto” proviene da www.controradio.it.

Ius soli: Nencini, per approvarlo utile anche voto fiducia

Ius soli: Nencini, per approvarlo utile anche voto fiducia

“Verdini non ha torto, sempre stato maggioranza”.

“Sullo Ius Soli ho suggerito a suo tempo che anche il voto di fiducia sarebbe stato utile per approvare la norma, non ho cambiato opinione”. Lo ha detto il viceministro alle infrastrutture Riccardo Nencini, intervenendo oggi al programma Telegram, in onda questa sera su Tele Iride.
“Conosco Grasso – ha continuato Nencini – l’ho stimato come magistrato, ha fatto il suo lavoro come presidente del Senato. Ha fatto una scelta che politicamente non comprendo, posso comprenderla dal punto di vista istituzionale”
“Quando Denis Verdini dice di “essere in sempre stato in maggioranza”, non ha torto, e magari conviene rendere conto a chi si stupisce oggi del voto di Verdini sulla legge elettorale, del perché non si sia stupito quando i verdiniani hanno votato il divorzio breve, o quando potrebbero votare, probabilmente decisivi, lo Ius soli” conclude Nencini.

L'articolo Ius soli: Nencini, per approvarlo utile anche voto fiducia proviene da www.controradio.it.