FIRENZE, DOMANI FLASH MOB AMNESTY PER RIFUGIATI

Amnesty Flash Mob Firenze

In occasione della Giornata mondiale dei rifugiati Amnesty scende in piazza in varie città italiane per dimostrare sostegno alla solidarietà e accoglienza.

Domani, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, centinaia di attiviste e attivisti di Amnesty International Italia scenderanno in piazza a organizzare flash mob in numerose città come Bologna, Firenze, Mantova, Marsala, Perugia, Pescara, Roma, Termini Imerese, Torino, Treviso e Ventimiglia, per dimostrare il sostegno ai valori della solidarietà e dell’accoglienza e rimarcare l’urgenza di una gestione ordinaria del fenomeno migratorio che tuteli i diritti di uomini, donne e bambini che cercano protezione internazionale o una vita migliore in Europa.

L’organizzazione per i diritti umani continua a chiedere alla comunità internazionale di intraprendere azioni concrete per sostenere la protezione dei rifugiati, attivare canali sicuri per richiedenti asilo e rifugiati e opportunità di mobilità per i migranti e creare un’alternativa alle pericolose traversate irregolari, riaffermando nel frattempo la necessità di garantire risorse e capacità adeguate per le attività di ricerca e soccorso in mare.

A Roma, il flash mob si terrà alle ore 19 davanti al Pantheon. Decine di attiviste e attivisti di Amnesty
International si raduneranno per un’azione evocativa: l’odissea del viaggio si dipana simbolicamente dal Pantheon, cuore della città, indossando teli termici come i migranti all’approdo. Voci dalle operazioni di salvataggio in mare risuoneranno nell’aria.

The post FIRENZE, DOMANI FLASH MOB AMNESTY PER RIFUGIATI appeared first on Controradio.

FIRENZE, DOMANI FLASH MOB AMNESTY PER RIFUGIATI

Amnesty Flash Mob Firenze

In occasione della Giornata mondiale dei rifugiati Amnesty scende in piazza in varie città italiane per dimostrare sostegno alla solidarietà e accoglienza.

Domani, in occasione della Giornata mondiale del rifugiato, centinaia di attiviste e attivisti di Amnesty International Italia scenderanno in piazza a organizzare flash mob in numerose città come Bologna, Firenze, Mantova, Marsala, Perugia, Pescara, Roma, Termini Imerese, Torino, Treviso e Ventimiglia, per dimostrare il sostegno ai valori della solidarietà e dell’accoglienza e rimarcare l’urgenza di una gestione ordinaria del fenomeno migratorio che tuteli i diritti di uomini, donne e bambini che cercano protezione internazionale o una vita migliore in Europa.

L’organizzazione per i diritti umani continua a chiedere alla comunità internazionale di intraprendere azioni concrete per sostenere la protezione dei rifugiati, attivare canali sicuri per richiedenti asilo e rifugiati e opportunità di mobilità per i migranti e creare un’alternativa alle pericolose traversate irregolari, riaffermando nel frattempo la necessità di garantire risorse e capacità adeguate per le attività di ricerca e soccorso in mare.

A Roma, il flash mob si terrà alle ore 19 davanti al Pantheon. Decine di attiviste e attivisti di Amnesty
International si raduneranno per un’azione evocativa: l’odissea del viaggio si dipana simbolicamente dal Pantheon, cuore della città, indossando teli termici come i migranti all’approdo. Voci dalle operazioni di salvataggio in mare risuoneranno nell’aria.

The post FIRENZE, DOMANI FLASH MOB AMNESTY PER RIFUGIATI appeared first on Controradio.

FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL”

Refugees

Dal 26 al 30 giugno 2017, quattro ristoranti apriranno le porte a chef rifugiati. Presso il ristorante Quinoa la conferenza stampa di presentazione.

L’incontro, moderato da Jacopo Storni, è pensato come un’occasione informale per ascoltare le voci dei protagonisti del dietro le quinte del Festival che vedrà quattro ristoranti di Firenze (La Brac, Quinoa, Zenzero biocatering e Culinaria) aprire le loro cucine agli chef rifugiati (Sara Unatu Tagi dall’Etiopia, Awon Raza dal Pakistan, Masoud Sayed Housseini dall’Afghanistan, Slay Baki e Zakari Abasse dal Togo). L’evento conclusivo avrà luogo presso il Villaggio la Brocchi di Borgo San Lorenzo con attività a partire dalle 17:00 e cena finale presso Ristorante Ethnos, in collaborazione con lo chef Marco Stabile. 
 
Tra i relatori il team di Festina Lente (organizzatore locale), Cristina Franchini (UNHCR), Luigi Andreini (presidente del Progetto Accoglienza), gli chef protagonisti. “Refugee Food Festival Firenze” è un’iniziativa che parte dai cittadini e che, scommettendo sul potere universale del cibo, si prefigge un superamento della concezione stereotipata dello status di “rifugiato”. Nella proposta partecipata di menu di qualità ispirati alle cucine del mondo, l’occasione di un’esperienza di condivisione e conoscenza per il pubblico e l’avvio di una rete di opportunità lavorative tra gli chef selezionati ed i ristoranti partecipanti. L’evento è organizzato con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze.

 

The post FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL” appeared first on Controradio.

FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL”

Refugees

Dal 26 al 30 giugno 2017, quattro ristoranti apriranno le porte a chef rifugiati. Presso il ristorante Quinoa la conferenza stampa di presentazione.

L’incontro, moderato da Jacopo Storni, è pensato come un’occasione informale per ascoltare le voci dei protagonisti del dietro le quinte del Festival che vedrà quattro ristoranti di Firenze (La Brac, Quinoa, Zenzero biocatering e Culinaria) aprire le loro cucine agli chef rifugiati (Sara Unatu Tagi dall’Etiopia, Awon Raza dal Pakistan, Masoud Sayed Housseini dall’Afghanistan, Slay Baki e Zakari Abasse dal Togo). L’evento conclusivo avrà luogo presso il Villaggio la Brocchi di Borgo San Lorenzo con attività a partire dalle 17:00 e cena finale presso Ristorante Ethnos, in collaborazione con lo chef Marco Stabile. 
 
Tra i relatori il team di Festina Lente (organizzatore locale), Cristina Franchini (UNHCR), Luigi Andreini (presidente del Progetto Accoglienza), gli chef protagonisti. “Refugee Food Festival Firenze” è un’iniziativa che parte dai cittadini e che, scommettendo sul potere universale del cibo, si prefigge un superamento della concezione stereotipata dello status di “rifugiato”. Nella proposta partecipata di menu di qualità ispirati alle cucine del mondo, l’occasione di un’esperienza di condivisione e conoscenza per il pubblico e l’avvio di una rete di opportunità lavorative tra gli chef selezionati ed i ristoranti partecipanti. L’evento è organizzato con il patrocinio di Regione Toscana e Comune di Firenze.

 

The post FIRENZE, QUATTRO RISTORANTI UNITI PER IL “REFUGEE FOOD FESTIVAL” appeared first on Controradio.