FIRENZE, ROLAND IN MANETTE

Roland arrestato Firenze

Il tedesco, che imperversava nei locali di Firenze bevendo e mangiando senza pagare, ieri sera ha aggredito titolare di minimarket in Via dell’Oriuolo. Il giudice ha processato Roland per direttissima.

Va in carcere, in attesa del processo fissato per il prossimo 29 luglio, Roland, il tedesco che da un paio di settimane imperversa nei locali pubblici di Firenze, bevendo e mangiando ‘a scrocco’ senza pagare osti e camerieri e collezionando varie denunce per insolvenza fraudolenta. Lo ha deciso oggi pomeriggio, nell’udienza per direttissima, il giudice Gaetano Magnelli di Firenze.

Il giudice ha convalidato l’ultimo arresto a carico del tedesco (ieri sera, per un episodio di rapina impropria in flagranza) e ha stabilito la misura del carcere, dove deve rimanere fino al giudizio. La misura restrittiva è scattata perché il giudice ha rilevato la violazione del divieto di dimora in Toscana, provvedimento che ha colpito Roland da alcuni giorni: non avendo una casa, essendo un ‘senza fissa dimora’, il giudice non ha potuto applicare gli arresti domiciliari ma ha dovuto optare per l’altra misura prevista, il carcere.

Inoltre, il giudice Magnelli non ha potuto decidere nel giudizio immediato per direttissima a causa dell’assenza di alcuni elementi necessari alla celebrazione del processo per rapina impropria, come l’ascolto di testimoni. Ieri sera, il tedesco è stato arrestato dai carabinieri a Firenze, in via dell’Oriuolo dove aveva preso due lattine di birra senza pagare. Ma diversamente da altri episodi analoghi e numerosi, stavolta però, ci sarebbe stato un contatto fisico col negoziante, un pakistano. Vistosi scoperto, il tedesco ha spintonato il commerciante e gli ha stretto le mani al collo. Per lui sono scattate le manette. Di qui l’intervento dei carabinieri e l’arresto. In udienza il tedesco era assistito dal difensore d’ufficio, avvocato Guido Pasquetti.

The post FIRENZE, ROLAND IN MANETTE appeared first on Controradio.

FIRENZE: ROLAND COLPISCE ANCORA

Roland mangia e beve gratis

Ancora una sortita di Roland, il 37/enne che da qualche tempo va nei ristoranti di Firenze, mangia e poi si allontana senza pagare, collezionando denunce, che ora cominciano a diventare numerose.

La notte scorsa, l’ultimo episodio, quando la polizia è stata chiamata da un’oste in piazza San Firenze, nel capoluogo. Roland aveva bevuto tre birre in un locale, per un valore di circa 20 euro, ma non ha saldato il conto e se ne è andato. Una pattuglia lo harintracciato poco distante, in piazza della Signoria. Fatti gli accertamenti, è scatta a suo carico un’altra denuncia per insolvenza fraudolenta. Ora sulla sua persona sono in corso valutazioni delle autorità anche alla luce del recente divieto
di dimora nell’intera regione Toscana che lo ha colpito nei giorni scorsi proprio a causa di questa ‘serialità’ nel ‘mangiare e non pagare’

Prima di essere di nuovo denunciato dalla polizia, la notte scorsa, alle 3, per le birre non pagate in piazza San Firenze, il tedesco Roland era già stato arrestato ieri pomeriggio dai carabinieri per un altro episodio di cibo ‘a scrocco’, fatto reso noto successivamente.
Stavolta l’episodio c’è stato al Caffè Giacosa Cavalli. I carabinieri hanno dovuto arrestarlo, il pm di turno ha convalidato il fermo ma poi ne ha disposto la liberazione. Ecco perché Roland in piena notte a continuato a girovagare in città.
L’episodio pomeridiano da Giacosa è delle 19.30 circa. Nel locale Roland ha ordinato sette birre, un toast ed un tramezzino per un totale di 62 euro. Ma come al solito, quando è arrivato il conto, non ha pagato niente e ai camerieri avrebbe perfino detto: “Pagano gli italiani”. Chiamati i carabinieri, Roland, privo di documenti, ha affermato le sue generalità e ha ribadito che non avrebbe pagato. Poi, in evidente stato di ebbrezza, ha iniziato ad offendere i militari a cui ha parlato in italiano ed
in inglese. Vista la situazione i militari hanno deciso di condurlo in caserma però anche qui il tedesco continuava ad agitarsi sino ad avventarsi contro un carabiniere. A quel punto i militare del nucleo radiomobile lo hanno tratto in arresto per oltraggio continuato, violenza, resistenza a pubblico ufficiale ed hanno informato il magistrato di turno in procura.

The post FIRENZE: ROLAND COLPISCE ANCORA appeared first on Controradio.

FIRENZE, ROLAND TORNA A ‘COLPIRE’: MANGIA E BEVE GRATIS

 

Roland mangia e beve gratis

Per Roland, l’uomo di origine tedesca, è stata chiesta una nuova misura cautelare. Due episodi ieri e un’episodio stamani.

E’ tornato a colpire Roland, l’uomo di origine tedesca che da qualche settimana riesce a mangiare e, soprattutto, a bere senza pagare il conto in bar e ristoranti del centro storico di Firenze. Due volte ieri e uno stamani gli episodi che le forze dell’ordine si augurano siano gli ultimi, anche perché alla fine i locali dovranno essere un po’ più previdenti: polizia e carabinieri hanno infatti chiesto per lui l’aggravamento della misura cautelare.

Dopo l’arresto di due giorni fa a Greve in Chianti, per l’uomo era già stato disposto il divieto di dimora in Toscana. Ieri mattina, intorno alle 10, in un bar in piazza Santa Maria Maggiore dopo aver mangiato tre schiacciate e bevuto due birre Roland si è alzato per andarsene senza pagare. Il proprietario ha chiamato il 113 e gli agenti lo hanno nuovamente denunciato per insolvenza. Nel tardo pomeriggio, intorno alle 19.30, questa volta al caffè interno a Palazzo Strozzi, ha bevuto per una cifra complessiva di 85 euro.

Anche qui, alla fine, discussione con il cameriere e intervento delle volanti. Infine oggi, verso l’ora di pranzo, Roland ha pensato bene di bere tre birre al bar di Palazzo Vecchio per poi rifiutarsi di pagare il conto. Il titolare, questa volta, non ha sporto querela ma visto che non ha ottemperato all’obbligo di divieto di dimora, per lui scatterà un’ulteriore richiesta di aggravamento della misura.

The post FIRENZE, ROLAND TORNA A ‘COLPIRE': MANGIA E BEVE GRATIS appeared first on Controradio.