Aferpi, Rebrab: cerchiamo nuovi partners e andiamo avanti

Aferpi, Rebrab: cerchiamo nuovi partners e andiamo avanti

“Ci sono condizioni per eseguire piano industriale”.

Il miglioramento del mercato dell’acciaio e l’individuazione di nuovi partners consentiranno
da subito la produzione di 3 milioni di tonnellate per anno di acciaio, ed entro due anni di un ulteriore milione, così da non dover dipendere ulteriormente dall’acquisto di semilavorati e tornare a controllare l’intera value chain. E’ quanto si legge in una nota di Aferpi emessa dopo l’assemblea dei soci che si è tenuta oggi a Roma.

All’assemblea, oltre al presidente, Issad Rebrab, erano presenti l’amministratore delegato del gruppo Cevital, Said Benikene, i consiglieri e sindaci della società e il commissario
della Lucchini, Piero Nardi. All’ esame i conti della società al 30 giugno, approvati dal cda lo scorso 20 ottobre, anche in vista dell’ingresso di nuovi soci e della preparazione del nuovo
piano industriale.

L’analisi dei conti, si legge nella nota, ha confermato che ‘esistono tutte le condizioni economiche per eseguire il piano industriale oggetto del previsto accordo coi nuovi partners comunicati all’amministrazione Nardi ed al Governo, entro il termine concordato del 31 ottobre’.

Prima dell’inizio dell’assemblea, Issad Rebrab, informa ancora Aferpi, ha ricevuto le rappresentanze sindacali che stazionavano dinanzi agli uffici che ospitavano l’assemblea ed ha ‘chiesto loro fiducia, in risposta alla lettera a lui indirizzata dai sindacati, illustrando i prossimi passi previsti con i nuovi partners’. Con l’occasione, ha ricordato – si sottolinea – che i tempi per attuare l’investimento di Piombino ‘sono stati dilatati, come noto, da complesse circostanze non tutte nel controllo di Cevital’.

L'articolo Aferpi, Rebrab: cerchiamo nuovi partners e andiamo avanti proviene da www.controradio.it.

Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente

Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente

Firenze, passa al Franchi la Roma che colleziona la sua dodicesima vittoria consecutiva in trasferta, un record questo che non era mai riuscito a nessuno in serie A.

Nel primo tempo la gara è stata equilibrata e divertente con be quattro goal realizzati, due volte in vantaggio con un due precisi sinistri rasoterra di la Roma e per due volta La Viola aveva pareggiato prima con Veretout e poi con un bel colpo di testa di Simeone.

La Fiorentina ha giocato un bel primo tempo e nel finale aveva anche sfiorato per due volte il 3-2 con Chiesa, che aveva preso il palo, e Veretout.

Ma nel secondo tempo i giallorossi hanno chiuso la partita segnando altri due gol e la squadra a fine partita va sotto la Curva Ferrovia  a festeggiare la vittoria con i tifosi in trasferta.

Primo Tempo
5° Gol Della Roma. Gerson, El Shaarawy lancia in area sulla destra Gerson che di sinistro infila il pallone nell’angolino opposto.
9° Gol Della Fiorentina. VeretoutDias sulla destra va via a Kolarov e centra di sinistro per Veretout che con il sinistro infila Alisson.
30° Gol Della Roma. Gerson, Gonalons lancia in area sulla destra Gerson che controlla e con il sinistro insacca.
39° Gol Della Fiorentina. Simeone, Cross da sinistra di Biraghi per Simeone che di testa manda in rete.

Secondo Tempo
5° Gol Della Roma, Manolas. Sull’angolo dalla destra di Kolarov, Dzeko di nuca prolunga il pallone in mezzo per Manolas che di spalla lo manda dentro.
42° Gol Della Roma, Perotti. Nainggolan recupera palla e lancia in area sulla sinistra Perotti che con sinistro rasoterra batte Sportiello.

L'articolo Fiorentina – Roma, 2 – 4, sotto pioggia battente proviene da www.controradio.it.

AFERPI, ROSSI CHIEDE A POLETTI RINNOVO CONTRATTI SOLIDARIETA’

Aferpi piombino lettera vice incontro

Il presidente Rossi in contatto con Poletti per prolungamento contratti solidarietà: domani la richiesta nel corso riunione al Mise. “Preoccupazione per crescita tensione sociale a Piombino, sbloccare 30 mln per sostegno reddito e lavoro.”

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, si è messo in contatto col ministro del lavoro, Giuliano Poletti, per chiedere il prolungamento dei contratti di solidarietà per i lavoratori di Aferpi a Piombino. Il presidente Rossi, informa una nota, avanzerà questa richiesta domani nel corso della riunione del Comitato esecutivo sull’accordo di programma per Piombino prevista a Roma al Ministero per lo sviluppo economico.

Rossi ha espresso a Poletti “la preoccupazione per il crescere di una forte tensione sociale a Piombino in relazione alla ipotesi di non concedere il prolungamento dei Contratti di solidarietà ad Aferpi”, giudicandola una decisione che “seppur accompagnata dalla concessione della cassa integrazione e successivamente da eventuali contratti di solidarietà previsti dal nuovo regime, determinerebbe una riduzione della protezione sociale e del reddito per i lavoratori oltre che un aggravio per l’azienda”.

Rossi chiederà inoltre che siano immediatamente sbloccati i 30 milioni di euro destinati alla Regione Toscana per interventi di sostegno al reddito e politiche attive per il lavoro e che servono per concedere gli aiuti a quei lavoratori che il lavoro lo hanno già perso

The post AFERPI, ROSSI CHIEDE A POLETTI RINNOVO CONTRATTI SOLIDARIETA’ appeared first on Controradio.

AFERPI, ROSSI CHIEDE A POLETTI RINNOVO CONTRATTI SOLIDARIETA’

Aferpi piombino lettera vice incontro

Il presidente Rossi in contatto con Poletti per prolungamento contratti solidarietà: domani la richiesta nel corso riunione al Mise. “Preoccupazione per crescita tensione sociale a Piombino, sbloccare 30 mln per sostegno reddito e lavoro.”

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, si è messo in contatto col ministro del lavoro, Giuliano Poletti, per chiedere il prolungamento dei contratti di solidarietà per i lavoratori di Aferpi a Piombino. Il presidente Rossi, informa una nota, avanzerà questa richiesta domani nel corso della riunione del Comitato esecutivo sull’accordo di programma per Piombino prevista a Roma al Ministero per lo sviluppo economico.

Rossi ha espresso a Poletti “la preoccupazione per il crescere di una forte tensione sociale a Piombino in relazione alla ipotesi di non concedere il prolungamento dei Contratti di solidarietà ad Aferpi”, giudicandola una decisione che “seppur accompagnata dalla concessione della cassa integrazione e successivamente da eventuali contratti di solidarietà previsti dal nuovo regime, determinerebbe una riduzione della protezione sociale e del reddito per i lavoratori oltre che un aggravio per l’azienda”.

Rossi chiederà inoltre che siano immediatamente sbloccati i 30 milioni di euro destinati alla Regione Toscana per interventi di sostegno al reddito e politiche attive per il lavoro e che servono per concedere gli aiuti a quei lavoratori che il lavoro lo hanno già perso

The post AFERPI, ROSSI CHIEDE A POLETTI RINNOVO CONTRATTI SOLIDARIETA’ appeared first on Controradio.

LA VIA FRANCIGENA IN TRENO: “SCONTO 10% BIGLIETTI”

Francigena treni sconto

L’accordo Trenitalia-Associazione Europea delle Vie Francigene prevede una riduzione del 10% biglietti treni Regionali e coinvolge 22 stazioni. Tedeschi: “50 mila pellegrini in Italia nel 2016″

La Via Francigena a piedi, come i pellegrini mille anni fa, in bici, a cavallo. Ora anche in treno con sconto dedicato. E’ il nuovo accordo fra Trenitalia e Associazione Europea delle Vie Francigene per una riduzione del 10% sul biglietto a pellegrini e turisti che utilizzino i treni Regionali per spostarsi lungo il tratto italiano del cammino, tra Valle d’Aosta e Roma, con ben 22 stazioni coinvolte.

”L’Enit punta molto su questo tipo di prodotti turistici che esaltano caratteristiche che ha solo l’Italia – racconta il direttore esecutivo Giovanni Bastianelli – La presenza diffusa sul territorio di tanta attrattività, dai beni culturali al paesaggio e il cibo”, ”passare per le strade dei borghi, brand apprezzato in tutto il mondo, sono tutte esperienze uniche e straordinarie” di un modo più ”lento, ecologico e sostenibile” di godere il nostro paese.

”La via Francigena – spiega il presidente dell’Aevf, Massimo Tedeschi – è un asse europeo di 1800 km, da Canterbury a Roma. Ora è in atto l’estensione in Puglia, fino a Santa Maria di Leuca. Nel 2016 si stima in Italia l’abbiamo percorsa in 50 mila. La maggior parte va a piedi, un quinto dei viaggiatori in bici, ma è sempre più apprezzato anche il treno”. Dai sondaggi, poi, risulta un identikit molto interessante con viaggiatori ”generalmente di elevati livello di istruzione – prosegue Tedeschi – quindi curiosi di conoscere non solo l’Italia di Roma, Venezia e Firenze. Mediamente hanno una certa disponibilità di spesa.

Circa la metà impegna una settimana, un quarto un weekend, Ma un altro quarto resta anche due-tre
settimane: dato molto interessante per destagionalizzazione e sviluppo dei piccoli paesi. Promuovendo ora l’utilizzo del mezzo ferroviario offriamo un importante aiuto alle persone anziane o non allenate”, che possono così alternare tappe a piedi e altre in treno. La risposta è già positiva se in tre mesi dalla nascita dell’accordo, ”senza ancora una particolare pubblicità, sono state distribuite 4 mila credenziali numerate al costo di 5 euro, con 100 mila visitatori mensili sulle pagine web dedicate.

”L’accordo – aggiunge Orazio Iacono, direttore Divisione passeggeri Regionale di Trenitalia – è una delle iniziative per incentivare l’uso dei treni regionali nel tempo libero, per turismo e piacere. Con il progressivo rinnovo della flotta, 4 miliardi e mezzo per 500 nuovi esemplari, i nostri clienti hanno a disposizione treni sempre più moderni, confortevoli e ospitali”. Per il momento l’accordo riguarda solo il tratto italiano della Francigena fino a Roma, ma sarà esteso alla parte sud del percorso, quando sarà ultimato, e si pensa a collaborazioni internazionali per le tratte in Inghilterra, Francia e Svizzera. Info: www.viefrancigene.org

The post LA VIA FRANCIGENA IN TRENO: “SCONTO 10% BIGLIETTI” appeared first on Controradio.