LUCCA, ASSESSORE PD A CANDIDATO CENTRODESTRA: “TI AIUTO”

Lucca Remaschi anticipato incendi

In una telefonata l’assessore Remaschi (Pd) avrebbe promesso aiuto al candidato di centrodestra Santini per le comunali di Lucca. Remaschi: “era solo uno scherzo, ho sempre sostenuto Tambellini.”

Le elezioni di Lucca sono state vinte per 350 voti dal sindaco uscente Tambellini. In seguito Santini ha ha reso noto l’audio attraverso il sito della ‘Gazzetta di Lucca’: “Ti volevo dire in maniera del tutto riservata, io non solo non gli do una mano, se posso, quello che posso, poco, te la do a te. Punto. Ciao” queste le parole di Remaschi al telefono. Ovvio l’imbarazzo per il Pd e anche il governatore toscano Enrico Rossi e la  permanenza nella squadra del governo toscano di Remaschi si mostra ora, inevitabilmente più difficile. Remaschi che, nel giorno della pubblicazione dell’audio, si trova in Olanda, si difende dicendo che la telefonata era uno scherzo.

“Dispiace che Santini abbia potuto equivocare una telefonata dal contenuto scherzoso, come molte altre tra di noi” ha commentato Remaschi “sfido chiunque a trovare anche una sola persona a cui io abbia detto di votare il candidato di destra”, è la linea difensiva scelta da Remaschi. Che aggiunge anche: “Utilizzare una conversazione personale per screditarmi è davvero il punto più basso che Santini poteva raggiungere. L’insuccesso gli ha dato alla testa. Per quanto mi riguarda, io ho sostenuto Alessandro Tambellini senza se e senza ma”. Ma non tutti credono alla versione offerta da Remaschi e l’imbarazzo nel Partito Democratico toscano permane.

The post LUCCA, ASSESSORE PD A CANDIDATO CENTRODESTRA: “TI AIUTO” appeared first on Controradio.

LUCCA, ASSESSORE PD A CANDIDATO CENTRODESTRA: “TI AIUTO”

Lucca Remaschi anticipato incendi

In una telefonata l’assessore Remaschi (Pd) avrebbe promesso aiuto al candidato di centrodestra Santini per le comunali di Lucca. Remaschi: “era solo uno scherzo, ho sempre sostenuto Tambellini.”

Le elezioni di Lucca sono state vinte per 350 voti dal sindaco uscente Tambellini. In seguito Santini ha ha reso noto l’audio attraverso il sito della ‘Gazzetta di Lucca’: “Ti volevo dire in maniera del tutto riservata, io non solo non gli do una mano, se posso, quello che posso, poco, te la do a te. Punto. Ciao” queste le parole di Remaschi al telefono. Ovvio l’imbarazzo per il Pd e anche il governatore toscano Enrico Rossi e la  permanenza nella squadra del governo toscano di Remaschi si mostra ora, inevitabilmente più difficile. Remaschi che, nel giorno della pubblicazione dell’audio, si trova in Olanda, si difende dicendo che la telefonata era uno scherzo.

“Dispiace che Santini abbia potuto equivocare una telefonata dal contenuto scherzoso, come molte altre tra di noi” ha commentato Remaschi “sfido chiunque a trovare anche una sola persona a cui io abbia detto di votare il candidato di destra”, è la linea difensiva scelta da Remaschi. Che aggiunge anche: “Utilizzare una conversazione personale per screditarmi è davvero il punto più basso che Santini poteva raggiungere. L’insuccesso gli ha dato alla testa. Per quanto mi riguarda, io ho sostenuto Alessandro Tambellini senza se e senza ma”. Ma non tutti credono alla versione offerta da Remaschi e l’imbarazzo nel Partito Democratico toscano permane.

The post LUCCA, ASSESSORE PD A CANDIDATO CENTRODESTRA: “TI AIUTO” appeared first on Controradio.

LUCCA, NESSUN APPARENTAMENTO IN VISTA EL BALLOTTAGGIO

provocazione Casapound e Alleanza per Lucca, terzi con oltre il 7%, hanno deciso di lasciare liberi i loro elettori in occasione del ballottaggio del 25 giugno. Barsanti ha detto durante una conferenza stampa che la città non può permettersi altri cinque anni di governo del sindaco uscente

A Lucca non ci sono stati apparentamenti ufficiali con i candidati di centrodestra e Centrosinistra Remo Santini e Alessandro Tambellini. Anche Fabio Barsanti, Casapound e Alleanza per Lucca, terzi con oltre il 7%, hanno deciso di lasciare liberi i loro elettori in occasione del
ballottaggio del 25 giugno. Barsanti ha detto durante una conferenza stampa che la città non può permettersi altri cinque
anni di governo del sindaco uscente, in sostanza un’indicazione a non votare Tambellini. Il leader lucchese di Casapound ha
comunque chiarito che in consiglio comunale rimarrà all’opposizione, qualunque sia il vincitore del ballottaggio.
Nessun apparentamento anche per la lista “Lei Lucca” di Donatella Buonriposi che alla prima tornata ha superato il 5%.
Ma l’ex candidata a sindaco ha rivelato in una intervista la sua  scelta personale, il 25 giugno voterà per Alessandro Tambellini:
“Nello schieramento di Santini – ha detto la Buonriposi – ci sono i soliti volti di dieci anni fa e l’unica novità è una  pericolosa deriva verso l’estrema destra”. “Obtorto collo – ha Concluso – voterò per Tambellini, che è una persona che stimo”.
Infine il candidato M5S Massimiliano Bindocci che ha spiegato che comunque vada il Movimento lavorerà in autonomia all’interno
del consiglio comunale.

The post LUCCA, NESSUN APPARENTAMENTO IN VISTA EL BALLOTTAGGIO appeared first on Controradio.

LUCCA, NESSUN APPARENTAMENTO IN VISTA EL BALLOTTAGGIO

provocazione Casapound e Alleanza per Lucca, terzi con oltre il 7%, hanno deciso di lasciare liberi i loro elettori in occasione del ballottaggio del 25 giugno. Barsanti ha detto durante una conferenza stampa che la città non può permettersi altri cinque anni di governo del sindaco uscente

A Lucca non ci sono stati apparentamenti ufficiali con i candidati di centrodestra e Centrosinistra Remo Santini e Alessandro Tambellini. Anche Fabio Barsanti, Casapound e Alleanza per Lucca, terzi con oltre il 7%, hanno deciso di lasciare liberi i loro elettori in occasione del
ballottaggio del 25 giugno. Barsanti ha detto durante una conferenza stampa che la città non può permettersi altri cinque
anni di governo del sindaco uscente, in sostanza un’indicazione a non votare Tambellini. Il leader lucchese di Casapound ha
comunque chiarito che in consiglio comunale rimarrà all’opposizione, qualunque sia il vincitore del ballottaggio.
Nessun apparentamento anche per la lista “Lei Lucca” di Donatella Buonriposi che alla prima tornata ha superato il 5%.
Ma l’ex candidata a sindaco ha rivelato in una intervista la sua  scelta personale, il 25 giugno voterà per Alessandro Tambellini:
“Nello schieramento di Santini – ha detto la Buonriposi – ci sono i soliti volti di dieci anni fa e l’unica novità è una  pericolosa deriva verso l’estrema destra”. “Obtorto collo – ha Concluso – voterò per Tambellini, che è una persona che stimo”.
Infine il candidato M5S Massimiliano Bindocci che ha spiegato che comunque vada il Movimento lavorerà in autonomia all’interno
del consiglio comunale.

The post LUCCA, NESSUN APPARENTAMENTO IN VISTA EL BALLOTTAGGIO appeared first on Controradio.