Firenze: detenuto si suicida, era in degenza per problemi psichici

Firenze: detenuto si suicida, era in degenza per problemi psichici

Un detenuto si è suicidato, ieri pomeriggio, nel carcere fiorentino di Sollicciano, impiccandosi alla finestra del bagno della sua cella. Ne dà notizia il segretario toscano del Sappe Pasquale Salemme.

L’uomo, di origine marocchina, era in attesa di giudizio e, riporta il sindacato in una nota, si trovava nel reparto degenza per problemi psichici. L’intervento degli agenti di polizia penitenziaria, che hanno prestato anche i primi soccorsi, spiega Salemme, è stato “immediato ed ha consentito l’invio del detenuto” al pronto soccorso dell’ospedale cittadino.

“Purtroppo, tale tempestività non ha permesso di salvare la vita all’uomo che è deceduto in ospedale”. “Questo nuovo drammatico suicidio di un altro detenuto – afferma Donato Capece, segretario nazionale del Sappe – evidenzia come i problemi sociali e umani permangono nei penitenziari, lasciando isolato il personale di polizia penitenziaria a gestire queste situazioni di emergenza. Il suicidio è spesso la causa più comune di morte nelle carceri”.

L’articolo Firenze: detenuto si suicida, era in degenza per problemi psichici proviene da www.controradio.it.