A FIESOLE FONTANELLI CON LE BOLLICINE

L’Amministrazione Comunale di Fiesole, in collaborazione con il gestore Acque Toscane S.p.A. ha potenziato il servizio di distruzione dei fontanelli, chiesto a gran voce dai fiesolani che, con un piccolo contributo economico, potranno finalmente portare a casa l’acqua con le bollicine.

fontanelli

Tutti i cittadini sono pertanto invitati all’inaugurazione, che si terrà il giorno 14 luglio alle ore 9.30 presso il fontanello di Compiobbi e alle ore 12.00 presso l’impianto di Caldine. Saranno presenti il Sindaco di Fiesole Anna Ravoni, l’Amministratore delegato di Acque Toscane S.p.A. Mauro Alfieri. Per usufruire del servizio sarà necessario predisporre di una carta ricaricabile prepagata che sarà distribuita in occasione dell’inaugurazione; da lunedì 17 luglio potrà essere ritirata anche allo sportello del gestore, sito a Fiesole, in via San Francesco n.3. A ogni utenza verrà concessa una card in comodato gratuito, già ricaricata di 1 euro in omaggio; le eventuali card successive saranno venduto al costo di 1,50 euro. “Il servizio non può essere a costo zero- spiega Luca Manna, portavoce della società Acque Toscane S.p.A- dato che l’acqua gassata non è considerabile un bene primario. La soddisfazione degli utenti rappresenta comunque un obiettivo fondamentale per la nostra azienda. Ogni tessera sarà quindi ricarica di 1 euro, piccolo regalo di Acque Toscane S.p.A. per effettuare la prima consumazione. I cittadini potranno pertanto beneficiare gratuitamente di circa 10 litri d’acqua gassata, visto che il costo a litro si aggira intorno a 0,08 centesimi di euro”. Inoltre durante l’inaugurazione verranno date in omaggio delle borracce da mezzo litro nelle quali, a titolo dimostrativo, sarà versata l’acqua che sgorgherà dall’impianto. Si dichiara soddisfatta il sindaco di Fiesole Anna Ravoni “I fontanelli sono un’opportunità per le famiglie e l’Amministrazione ha lavorato per migliorare il servizio. A questo punto però spetta ai cittadini farne un uso rispettoso; si tratta infatti di impianti avanzati. Si raccomanda quindi di adottare un comportamento corretto nei prelievi così da garantire il buon funzionamento dell’impianto e l’accesso di tutti all’acqua”.

The post A FIESOLE FONTANELLI CON LE BOLLICINE appeared first on Controradio.

Net Economy’s Got Talent: ecco la talentuosa vincitrice del premio dedicato alla Net Economy

E’ Fajoui Houda, una giovane talentuosa di 23 anni, la vincitrice di Net Economy’s Got Talent, l’iniziativa organizzata da FairOne S.p.A per supportare i più giovani ad inserirsi nello scenario della Net Economy.

L’intento dell’iniziativa era quello di offrire una borsa di studio del valore di 1000 euro ad uno studente meritevole di Economia & Management e Ingegneria Gestionale, che avesse dimostrato, durante il proprio percorso di studi, una forte propensione e interesse per le tematiche legate alla gestione d’impresa, alla finanza e all’intermediazione finanziaria collegate all’innovazione digitale e tecnologica.

Il regolamento completo dell’iniziativa svolta è disponibile qui https://www.mutuisupermarket.it/borsa-di-studio-studenti-economia.

La vincitrice, Fajoui Houda è una ragazza di 23 anni, che vanta una laurea in Economia delle Banche e degli Intermediari Finanziari conseguita con lode. Attualmente è iscritta al secondo anno di Scienze Economico – Aziendale (specializzazione per Dottori Commercialisti e Revisori Legali) che sta concludendo con il massimo dei voti.

Houda dai suoi professori viene definita: “Studentessa di prim’ordine, che ha saputo affiancare a un percorso di studi all’insegna dell’eccellenza una serie di esperienze lavorative che la hanno sicuramente forgiata […] Colpisce in Houda il desiderio profondo di migliorarsi continuamente”.

Queste sue caratteristiche l’hanno portata ad essere selezionata dall’Ernest and Young di Milano per partecipare al corso Talent – Lab Empower Your Future e dal Boston Consulting Group come una dei 100 migliori studenti italiani che parteciperanno al progetto “The Future Makers”.

Per il futuro ha in programma di partecipare a un progetto di ricerca di Dottorato.

La studentessa è stata giudicata da una giuria composta da Stefano Rossini, amministratore delegato e founder di FairOne S.p.A e di altre iniziative nel campo della comparazione online come Gruppo MutuiOnline, e Giuseppe Neri CTO e Responsabile IT di FairOne S.p.A.

 

RESISTENZA, E’ MORTA LA PARTIGIANA LAURA SEGHETTINI

Resistenza Laura Seghettini“E’ venuta a mancare una grande donna, una combattente per la libertà, un esempio per tutti noi”. Con queste parole il presidente della Toscana Enrico Rossi dà la notizia. “proteggere democrazia da rigurgiti fascismo.” Al via i lavori della “Campana della Pace” per ricordare eccidio di Sant’Anna.

E’ venuta a mancare Laura Seghettini, 95 anni, partigiana combattente prima nel Battaglione Guido Picelli, poi comandante di distaccamento e infine  vicecommissario politico della XII Brigata Garibaldi.

“Con Laura Seghettini – afferma Rossi – scompare un’altra voce di quelle donne e quegli uomini che più di settant’anni fa, con straordinaria generosità, misero a rischio le loro vite e diedero un decisivo contributo alla Liberazione dell’Italia dall’oppressione nazi-fascista”. “In tutta Italia – prosegue – assistiamo al ritorno di rigurgiti del fascismo: dalla spiaggia di Chioggia alle bancarelle con i cimeli del Duce, alle manifestazioni xenofobe di questi mesi. ‘La democrazia, come scrive Piero Ignazi, necessita di continua manutenzione per non farla scadere a ritualità’. Questo è il compito che la storia ci affida”.

Ed è iniziato da alcuni giorni, e si concludera nei primi giorni di agosto, il cantiere a Sant’Anna di Stazzema (Lucca), teatro della strage nazista del 12 agosto 1944 che costò la vita a 560 persone, per la collocazione della Campana della pace, opera dell’artista Romano Cosci scomparso alcuni anni fa, e voluta fortemente con una raccolta di fondi, durata alcuni anni, da Angelo Berretti e dall’Associazione Nuova Sant’Anna che nei giorni scorsi ha donato la campana al Comune di Stazzema. Le incisioni sopra riportate raffigurano alcuni dei luoghi e degli episodi più noti che riguardano la strage come la casa della Vaccareccia, dove si consumò il sacrificio di Genny Bibolotti Marsili che scagliò lo zoccolo contro il soldato tedesco per salvare il piccolo Mario e la piazza della Chiesa dove il parroco, don Innocenzo Lazzeri, offrì la propria vita per avere salva quella dei suoi fedeli.

The post RESISTENZA, E’ MORTA LA PARTIGIANA LAURA SEGHETTINI appeared first on Controradio.

INCIDENTE MORTALE, MUOIONO DUE RAGAZZI

incidentePisa, incidente mortale sulla strada provinciale Vicarese, tra Vicopisano ed il capoluogo, all’altezza della piccola zona industriale nei pressi dell’incrocio per Calci.

Nello schianto sono morti due ragazzi che erano a bordo di una 500, le cause dell’incidente devono ancora essere accertate ma l’auto dopo aver sbattuto violentemente contro un albero, ha attraversato tutta la strada ed è finita in un fossato.

Il giovane è morto sul colpo, la ragazza che era apparsa in condizioni disperate ma ancora viva, purtroppo è deceduta poco dopo l’incidente.

Sul posto l’ambulanza della Misericordia di Lungomonte, una camionetta dei vigili del fuoco e anche i carabinieri, che hanno fatto i rilievi del caso, i due deceduti sono Alessio Stabile Pecora, 21enne di Santa Croce sull’Arno, e Giuseppa ‘Giusy’ Mosca, non ancora 18enne di Santa Maria a Monte.

I due ragazzi erano fidanzati da tempo e addirittura condividevano un profilo Facebook.

The post INCIDENTE MORTALE, MUOIONO DUE RAGAZZI appeared first on Controradio.

FIRENZE RICORDA IL TRAGICO BOMBARDAMENTO DI GIFU

GifuFirenze, domenica mattina, sulla Torre di Arnolfo, è stato ricordato il tragico bombardamento della città giapponese di Gifu.

Firenze, che con Gifu ha un ultratrentennale patto di amicizia, ha ricordato l’evento con una cerimonia che si è svolta sulla Torre di Arnolfo di Palazzo Vecchio.

Quest’anno alla cerimonia era presente il consigliere PD Cosimo Guccione e Kazuko Usui in rappresentanza del Comune di Gifu.

“Firenze conferma la sua vocazione di città di pace – spiega il consigliere PD Cosimo Guccione – e la cerimonia di oggi vuole, ancora una volta, dire no alla guerra. Un no che in questa fase storica assume particolare importanza. Sono infatti sempre molti i conflitti in corso nel mondo e Firenze ha la responsabilità di far partire dalle città l’appello per la pace. I bombardamenti di Gifu colpirono in particolare i civili e furono tantissimi quelli che rimasero senza casa”.

“E così accade oggi, dove a causa delle guerre – conclude il consigliere Guccionie – sono moltissime le persone che non hanno più un luogo dove abitare, hanno perso tutto e sono costrette a fuggire dalle proprie terre”.

“Ringrazio il Comune di Firenze che, ogni anno, ricorda con noi questa data” ha affermato Kazuko Usui, rappresentante della città di Gifu.

Il bombardamento della città  di Gifu avvenne nel 9 luglio del 1945 quando 20mila abitazioni furono distrutte, dal 1989, anno in cui Gifu è diventata città della Pace, ogni 9 luglio le campane di tutti i monasteri della città giapponese suonano per ricordare il terribile evento e per pregare per la Pace nel mondo.

 

The post FIRENZE RICORDA IL TRAGICO BOMBARDAMENTO DI GIFU appeared first on Controradio.