Artiste. Firenze 1900 – 1950

Artiste. Firenze 1900 – 1950

Artiste. Firenze 1900-1950 è la mostra che inaugura oggi 22 settembre allo Spazio Mostre di Fondazione CR Firenze, in Via Bufalini al numero 6.

Artiste. Firenze 1900-1950 fa parte del programma del Festival “L’Eredità delle donne”  che, come potete leggere qui e qui, è dedicato al tema dell’empowerment femminile e agli infiniti contributi delle donne al progresso dell’umanità.

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione CR Firenze e Advancing Women Artists, in collaborazione con il Gabinetto G. P. Vieusseux e l’Associazione culturale Il Palmerino, ed è patrocinata dal Consolato degli Stati Uniti d’America di Firenze.

Artiste. Firenze 1900-1950 è curata da Lucia Mannini e Chiara Toti, ed è incentrata su due artiste amiche, brave, ed entrambe allieve di Giovanni Fattori, cioè Leonetta Pieraccini e Fillide Giorgi.

Leonetta dipinge ritratti di esponenti della cultura e della letteratura del tempo e soggetti legati alla vita familiare. Fillide invece nature morte e vedute fiorentine, esito di un personalissimo stile, quasi naïf, che restituisce vivide immagini della città, in particolare della zona di viale Milton, dove aveva lo studio.

Intorno alle loro opere in mostra compaiono quelle di altre artiste coeve, che per una ragione o un’altra si trovarono a lavorare a Firenze nella prima metà del Novecento. Si tratta di Flavia Arlotta, Elisabeth Chaplin, Vittoria Morelli, Marisa Mori, Elena Salvaneschi e Adriana Pincherle, tutte pittrici. Questi lavori sono accompagnati dalle sculture di Evelyn Scarampi.

In tutto la mostra Artiste. Firenze 1900-1950 propone una quarantina di opere, alcune delle quali mai esposte al pubblico. Parecchie sono quelle concesse in prestito da collezionisti privati oltre che da musei e istituzioni pubbliche. Come la Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma, le Gallerie degli Uffizi-Galleria d’Arte Moderna di Palazzo Pitti e il Gabinetto scientifico e letterario G.P. Vieusseux.

Artiste. Firenze 1900-1950  offre anche l’occasione di ammirare opere appena restaurate grazie al contributo della Advancing Women Foundation. Che, come sostiene la direttrice Linda Falcone, restaurando l’arte delle donne, “mira anche a ripristinare il loro posto negli annali della storia dell’arte. Le loro storie devono essere ascoltate e le loro opere rivelate”.

Alleluja.

 

Margherita Abbozzo

Artiste. Firenze 1900-1950  è accompagnata da un ciclo di conferenze dal titolo “Storie di artiste tra pagine e pennelli”, organizzate dall’Associazione Culturale Il Palmerino, e dalla mostra Un’artista con l’apostrofo. Tra le carte di Fillide Levasti.

 

L'articolo Artiste. Firenze 1900 – 1950 proviene da www.controradio.it.

AMIR: Giornate di formazione per il personale dei musei 24 settembre e 4 ottobre 2018

AMIR accoglienza, musei, inclusione e relazione
Giornate di formazione e aggiornamento per il personale dei musei
24 settembre e 4 ottobre 2018
Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, piazza delle Murate, Firenze

 

Nell’ambito di un percorso teso a una sempre più piena e inclusiva accessibilità del patrimonio culturale – sostenuto dalla Regione Toscana, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con un contributo del Programma ERASMUS+ – i Musei di Fiesole, i Musei Civici Fiorentini con MUS.E, il Museo degli Innocenti, la Fondazione Primo Conti, il Complesso Monumentale di Santa Maria del Fiore con Stazione Utopia, propongono al personale dei musei due giornate di formazione e aggiornamento sulla relazione fra patrimonio e immigrati.
Durante le giornate saranno indagati da una parte i temi storici, artistici e simbolici connessi alle culture extra-europee, individuando temi ed elementi artistici comuni alle civiltà del Mediterraneo, e dall’altra saranno illustrati i caratteri e le esigenze dei potenziali visitatori stranieri.

24 settembre 2018
h 9.30: introduzione ai lavori
h 10.00-11.30: Dora Liscia Bemporad, Simboli e figure: un dialogo tra le culture del Mediterraneo nel Medioevo
h 11.30-13.00: Isabella Gagliardi, Storia delle civiltà Mediterranee nel Medioevo
h 13.00-14.00: Pausa pranzo (libera)
h 14.00-15.30: Khadija Madda, Comunicare la cultura e il patrimonio dei musei nella società plurilingue e multiculturale
h 15.30-17.00: Hiba Qassar, La percezione del museo e il suo ruolo sociale nei paesi non occidentali

4 ottobre 2018
h 9.30: introduzione ai lavori
h 10.00-11.30: Daniele Maltoni e Catalina Diaconescu, Un quadro sull’immigrazione fiorentina e toscana
h 11.30-13.00: Valentina Lusini, Autenticità ed esotismo nel sistema dell’arte contemporanea globale
h 13.00-14.00: Pausa pranzo (libera)
h 14.00-17.00: Elisa Sensi e Maria Angela Rocchi, Tecniche e approcci di facilitazione linguistica

La partecipazione è gratuita. L’iscrizione è obbligatoria (in fase di iscrizione si prega di indicare se l’iscrizione è per una sola giornata o per entrambe).
Per iscrizioni >> edu@stazioneutopia.com, Mob. 3287084059

Un progetto a cura di
Comune di Fiesole
Comune di Firenze – MUS.E
Istituto degli innocenti
Fondazione Primo Conti
Stazione Utopia

Con il contributo di

 

logo-regione-e-cr