Talking about museums

Al via un ciclo di live su Instagram per parlare di musei al tempo del Coronavirus

In tempo di emergenza Coronavirus, che ha portato alla difficile decisione di chiudere tutti i musei e luoghi della cultura, anche MUS.E – nell’ottica di continuare a valorizzare il patrimonio artistico di Firenze e nella convinzione che in questo periodo, più che mai, la cultura possa offrire occasioni di riflessione, di educazione, di intrattenimento, di benessere nelle proprie case – ha aderito all’invito del MIBACT e alle campagne social #museichiusimuseiaperti, #laculturacura e #iorestoacasa, raccontando ogni giorno piccoli e grandi segreti dei Musei Civici Fiorentini su Facebook, Instagram e YouTube. Sebbene le proposte siano state, evidentemente, realizzate in urgenza e con gli strumenti disponibili, ne è derivato fino a oggi un affresco corale, composito e vivace, che ha preso spunto dalle infinite possibilità di lettura e di interpretazione del patrimonio civico offrendo alla comunità un’ampia serie di racconti, di approfondimenti e di attività intorno all’arte, dedicate sia agli adulti sia ai bambini.

A circa due settimane dal lockdown, dopo una produzione e una condivisione di contenuti testuali, foto e video realizzati nei musei prima della loro chiusura o direttamente nelle case di direttori, responsabili scientifici e mediatori culturali, MUS.E si propone di integrare il suo racconto ampliandone temi e modalità e diversificando le tipologie offerte dal digitale sui suoi profili social.

Per questo motivo, in alternanza ai contenuti che continueranno ad essere pubblicati e proposti al grande pubblico, sono in programma anche alcune dirette live speciali. La proposta nasce dalla volontà di condividere con i colleghi dei musei, che come MUS.E si sono trovati a reinventare in toto le proprie forme e modalità di dialogo con il proprio pubblico, interrogandosi su quale sia il ruolo della cultura in questo frangente e giungendo a definire formati innovativi e creativi, mai immaginati finora. 

Ecco perché, a partire da mercoledì 8 aprile, alla consueta programmazione si aggiungeranno alcune dirette live settimanali sul profilo Instagram @musefirenze con i colleghi di alcuni importanti musei italiani: chiacchierate informali per confrontarsi su come i musei possano e debbano ridefinire il proprio impegno nel contesto attuale, che ha stravolto le nostre vite e nel quale tuttavia continuiamo a cercare direzioni di orientamento, esperienze sociali, spunti di riflessione, occasioni di intrattenimento. 

Si tratterà di brevi “a tu per tu” (seppure filtrati da uno schermo) per fare rete tra le istituzioni, condividere le proprie esperienze e tessere trame di lavoro che potranno ispirare anche i mesi a venire. 

Tutti i mercoledì alle ore 16.00 si aprirà così un cantiere virtuale di discussione e condivisione, in cui mettere in circolo nuove idee perché ogni museo, istituto, centro culturale possa continuare ad assolvere, anche attraverso nuovi linguaggi, il proprio compito nella società. 

Il primo appuntamento è quindi in programma mercoledì prossimo 8 aprile alle h16: in dialogo con Valentina Zucchi, responsabile Mediazione MUS.E, avremo Michele Lanzingerdirettore del Museo delle Scienze di Trento, protagonista nel panorama museale italiano e luogo d’avanguardia in quanto a programmazione. 

Seguirà mercoledì 15, sempre alle h16, James Bradburne, direttore della Pinacoteca di Brera a Milano, fra gli innovatori dello scenario museale contemporaneo e fra i primi ad aver potenziato la presenza dei musei on line in questi tempi di chiusura. 

Per proseguire poi, a cadenza settimanale, con altri grandi personaggi dei musei e della cultura.

Morto il padre del presidente della Toscana Enrico Rossi

Morto il padre del presidente della Toscana Enrico Rossi

Pontedera, morto la notte scorsa all’ospedale di Pontedera, il padre del governatore della Toscana, Enrico Rossi.

“È morto mio padre, Angiolo Rossi, aveva 92 anni – ha scritto Enrico Rossi sulla sua pagina Facebook – È stato mezzadro, bracciante e camionista, un lavoratore instancabile. Era un uomo bello e forte. Antifascista e comunista italiano”.

Rossi ha più rivolto un pensiero al personale sanitario che ha assistito il padre negli ultimi giorni: “Ringrazio, con ammirazione, gli operatori sanitari dell’ospedale ‘Lotti’, il medico di famiglia, i volontari e tutti coloro che lo hanno assistito e aiutato. Ringrazio Graziana che gli è stata vicino in questi ultimi anni”.

Al Presidente Rossi vanno le più sentite condoglianze da parte di Controradio tutta.

L'articolo Morto il padre del presidente della Toscana Enrico Rossi proviene da www.controradio.it.

Museo chiama casa – speciale bambini

Uno speciale dedicato a una parte fondamentale del nostro pubblico che ci accompagna nel lavoro quotidiano: i bambini.

Ecco che, all’interno della campagna #museichiusimuseiaperti, le nostre attenzioni vanno ai più piccoli (ma anche ai più grandi insieme a loro!), che nonostante il bel tempo sono dovuti restare al sicuro in casa. Proprio per loro abbiamo pensato un piccolo viaggio tra favole e attività.

  • #3 – Attività per i più piccoli: il blu – Valentina Zucchi | MUS.E
    Inizia il nostro piccolo viaggio nel fantastico mondo dei colori e lo facciamo con due semplici attività ispirate a questo colore così profondo e misterioso, e la prima è… disegna il tuo arcobaleno!
    E se il blu è il vostro colore preferito o desiderate conoscerlo meglio qui vi lasciamo il libro da sfogliare con tutta calma sul vostro tablet o il vostro smartphone: bit.ly/PiccoleStorie_Blu

  • #2 – Favole e racconti – Ilaria Guccerelli | MUS.E
    Una storia che parla di bambini e di tartarughe, di velocità e di lentezza, di prudenza e di saggezza. Se vi diciamo “festina lente” cosa vi viene in mente?!

  • #1 – Attività per i più piccoli. Intruduzione – Valentina Zucchi | MUS.E
    Un percorso da intraprendere insieme nei prossimi giorni, dentro il grande mondo dei colori, proponendovi alcune attività manuali e creative da fare insieme in casa.

Museo chiama casa. #museichiusimuseiaperti

In questo momento complicato per tutti, finché ci sarà possibile farlo desideriamo restare fedeli alla nostra missione: valorizzare il patrimonio artistico della Città di Firenze e le sue bellezze.

Da qui la scelta di abbracciare la campagna #museichiusimuseiaperti nell’attesa di tornare ad accogliervi tra le meraviglie dei Musei Civici Fiorentini abbiamo deciso di portarne un pezzetto nelle vostre case: ogni giorno proveremo a raccontare, attraverso le opere d’arte, le storie e i personaggi, quelle piccole e grandi storie che quotidianamente si intrecciano con il nostro mestiere.
Ogni giorno una storia da raccontare sui nostri canali social, e se vi siete persi un appuntamento, nessun problema,  qui sotto potrete trovare i podcast raccolti di tutti i video.

 

  • #2 – Museo di Palazzo Vecchio. La Moda ai tempi dei Medici – Giaele| MUS.E
    Già allora, come oggi, ciò che veniva indossato parlava fortemente dell’identità delle persone, soprattutto se si viveva a corte.

  • #1 – Museo di Palazzo Vecchio. Tutto il mondo in una stanza – Valentina | MUS.E
    Il grande sogno di Cosimo I dei Medici divenne realtà a metà del XVI secolo. Una via di accesso per scoprire le terre d’Europa, dell’Africa, dell’Asia e dell’America… fino alle grandi costellazioni del cielo.

  • Intro – Portiamo i musei nelle vostre case – Valentina | MUS.E

Disco della settimana: Nadia Reid “Out Of My Province”

Disco della settimana: Nadia Reid “Out Of My Province”

Ventinovenne cantautrice neozelandese, con “Out Of My Province” arriva al terzo album, pubblicato da Spacebomb, l’etichetta di Matthew E. White con la co-produzione di Trey Pollard (già all’opera con i Waterboys). Per la stampa specializzata già uno dei migliori lavori del 2020 in ambito cantautorale.

Le registrazioni sono avvenute in America, in seguito a un periodo di frequenti viaggi e spostamenti, tanto che la diretta interessa ha definito le nuove canzoni delle vere e proprie “road songs”.

L'articolo Disco della settimana: Nadia Reid “Out Of My Province” proviene da www.controradio.it.