Noferi (M5S): “Su giorno memoria, querelle montata ad arte”

Noferi (M5S): “Su giorno memoria, querelle montata ad arte”

“L’antifascismo e la Resistenza fanno parte della mia storia personale e delle cose in cui ho sempre creduto e difeso, non capisco tutta questa querelle montata ad arte da persone che cercano soltanto di farsi pubblicità con dei temi che meriterebbero solo rispetto”.

Lo afferma Silvia Noferi (M5S), consigliere comunale a Firenze, in merito alle polemiche legate al convegno ‘Fuga dal pensiero unico, alternative possibili al liberismo economico’ organizzato per il 27 gennaio, che coincide con le celebrazioni per il giorno della memoria, e ad alcune sue dichiarazioni.

“Non avevo assolutamente intenzione di offendere nessuno, soprattutto le vittime dell’Olocausto e delle deportazioni – sottolinea ancora Noferi (M5S)-, anzi nell’intervista dichiaravo che avrei fatto di tutto per partecipare alle celebrazioni e che non capivo le polemiche strumentali fatte addirittura in anticipo sulle mie presunte assenze dalle celebrazioni”.

Per l’esponente M5s, “certo è che lo svolgimento a Firenze del convegno ha già scatenato un putiferio ancora prima che uno dei relatori abbia proferito parola. Tutto questo dà la chiara dimensione dello stato di oscurantismo in cui versa il dibattito culturale in città”.

L'articolo Noferi (M5S): “Su giorno memoria, querelle montata ad arte” proviene da www.controradio.it.

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

“Non e’ detto che quel giorno si debba stare tutti a piangere”. Bufera su Silvia Noferi (M5s), vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, che cosi’ giustifica l’organizzazione in contemporanea con le celebrazioni del giorno della Memoria, domenica prossima, un’iniziativa sulla ‘Fuga dal pensiero unico’, un incontro sul neoliberismo.

Firenze riparte a sinistra, Potere al popolo, Movimento democratico e progressista chiedono le sue dimissioni: “Silvia Noferi, eletta col M5s, non merita il ruolo istituzionale di vicepresidente vicaria che ricopre in Consiglio comunale. Le sue dichiarazioni di oggi sulla giornata della Memoria sono vergognose. Pretendiamo rispetto per le vittime e per la storia, pretendiamo le sue dimissioni da vicepresidente”. Le sue esternazioni, proseguono i tre gruppi consiliari in una nota, “esprimono la totale inadeguatezza e ignoranza di chi ricopre uno dei piu’ alti ruoli istituzionali di Firenze. Non possiamo sopportare che quando celebreremo la giornata della Memoria in Consiglio comunale a gestire i lavori ci sia una persona che si e’ espressa con disprezzo di chi ha dato la propria vita per la nostra liberta'”.

Di qui l’invito a fare un passo indietro: “Si dimetta ora, subito, o noi ne proporremo la rimozione al primo Consiglio con la richiesta alle altre Consigliere e agli altri consiglieri di sottoscrivere un atto di sfiducia. Ci rivolgiamo per questo a tutte le forze politiche che hanno alto il senso delle istituzioni, e che non possono certo accettare certe dichiarazioni”.

Quella di Silvia Noferi “è una battuta sprezzante e offensiva”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento, riferendosi alle parole della consigliera del M5s. “Spero che la consigliera Noferi – ha risposto Nardella – chieda scusa per quello che ha detto”.

L'articolo Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S) proviene da www.controradio.it.

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

“Non e’ detto che quel giorno si debba stare tutti a piangere”. Bufera su Silvia Noferi (M5s), vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, che cosi’ giustifica l’organizzazione in contemporanea con le celebrazioni del giorno della Memoria, domenica prossima, un’iniziativa sulla ‘Fuga dal pensiero unico’, un incontro sul neoliberismo.

Firenze riparte a sinistra, Potere al popolo, Movimento democratico e progressista chiedono le sue dimissioni: “Silvia Noferi, eletta col M5s, non merita il ruolo istituzionale di vicepresidente vicaria che ricopre in Consiglio comunale. Le sue dichiarazioni di oggi sulla giornata della Memoria sono vergognose. Pretendiamo rispetto per le vittime e per la storia, pretendiamo le sue dimissioni da vicepresidente”. Le sue esternazioni, proseguono i tre gruppi consiliari in una nota, “esprimono la totale inadeguatezza e ignoranza di chi ricopre uno dei piu’ alti ruoli istituzionali di Firenze. Non possiamo sopportare che quando celebreremo la giornata della Memoria in Consiglio comunale a gestire i lavori ci sia una persona che si e’ espressa con disprezzo di chi ha dato la propria vita per la nostra liberta'”.

Di qui l’invito a fare un passo indietro: “Si dimetta ora, subito, o noi ne proporremo la rimozione al primo Consiglio con la richiesta alle altre Consigliere e agli altri consiglieri di sottoscrivere un atto di sfiducia. Ci rivolgiamo per questo a tutte le forze politiche che hanno alto il senso delle istituzioni, e che non possono certo accettare certe dichiarazioni”.

Quella di Silvia Noferi “è una battuta sprezzante e offensiva”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento, riferendosi alle parole della consigliera del M5s. “Spero che la consigliera Noferi – ha risposto Nardella – chieda scusa per quello che ha detto”.

L'articolo Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S) proviene da www.controradio.it.

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S)

“Non e’ detto che quel giorno si debba stare tutti a piangere”. Bufera su Silvia Noferi (M5s), vicepresidente del Consiglio comunale di Firenze, che cosi’ giustifica l’organizzazione in contemporanea con le celebrazioni del giorno della Memoria, domenica prossima, un’iniziativa sulla ‘Fuga dal pensiero unico’, un incontro sul neoliberismo.

Firenze riparte a sinistra, Potere al popolo, Movimento democratico e progressista chiedono le sue dimissioni: “Silvia Noferi, eletta col M5s, non merita il ruolo istituzionale di vicepresidente vicaria che ricopre in Consiglio comunale. Le sue dichiarazioni di oggi sulla giornata della Memoria sono vergognose. Pretendiamo rispetto per le vittime e per la storia, pretendiamo le sue dimissioni da vicepresidente”. Le sue esternazioni, proseguono i tre gruppi consiliari in una nota, “esprimono la totale inadeguatezza e ignoranza di chi ricopre uno dei piu’ alti ruoli istituzionali di Firenze. Non possiamo sopportare che quando celebreremo la giornata della Memoria in Consiglio comunale a gestire i lavori ci sia una persona che si e’ espressa con disprezzo di chi ha dato la propria vita per la nostra liberta'”.

Di qui l’invito a fare un passo indietro: “Si dimetta ora, subito, o noi ne proporremo la rimozione al primo Consiglio con la richiesta alle altre Consigliere e agli altri consiglieri di sottoscrivere un atto di sfiducia. Ci rivolgiamo per questo a tutte le forze politiche che hanno alto il senso delle istituzioni, e che non possono certo accettare certe dichiarazioni”.

Quella di Silvia Noferi “è una battuta sprezzante e offensiva”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento, riferendosi alle parole della consigliera del M5s. “Spero che la consigliera Noferi – ha risposto Nardella – chieda scusa per quello che ha detto”.

L'articolo Giorno Memoria: Frs, Mdp e Pap chiedono dimissioni Noferi (M5S) proviene da www.controradio.it.

Peretola, FI ‘avverte’ Lega: alleanza si fa anche su aeroporto

Peretola, FI ‘avverte’ Lega: alleanza si fa anche su aeroporto

Il capogruppo degli Azzurri a palazzo Vecchio, Jacopo Cellai: “auspichiamo urgentemente un confronto con gli esponenti della Lega per chiarire la loro posizione. Lo sviluppo di Peretola e’ un punto centrale delle prossime elezioni comunali”. Da M5S applausi a Centinaio.

“Le dichiarazioni del ministro del Turismo, Gian Marco Centinaio, “ci sorprendono, perche’ sembrano riportare la questione dell’aeroporto di Firenze ad un dibattito di venti anni fa. Noi siamo per Firenze e per la Toscana, perche’ lo sviluppo di Peretola avra’ ricadute positive anche in tutta la regione, a partire da Pisa. Questa e’ la posizione di Forza Italia sostenuta anche dal nostro coordinatore regionale, Stefano Mugnai”. Lo sottolinea Jacopo Cellai, il capogruppo di Forza Italia a Palazzo Vecchio, commentando lo stop alla nuova pista arrivato da uno degli esponenti di peso del Carroccio dentro il governo. Per questo, continua il forzista, “auspichiamo urgentemente un confronto con gli esponenti della Lega per chiarire la loro posizione. Lo sviluppo di Peretola e’ un punto centrale delle prossime elezioni comunali” e “noi vogliamo un’alleanza forte con Fratelli d’Italia e Lega contro il mal governo del Pd. Ma l’alleanza si fa sulle cose da fare, quelle che servono a Firenze. Come l’aeroporto”. Aggiunge il forzista: “Pensare ancora che uno sviluppo di Peretola significhi l’affossamento di Pisa significa ragionare per slogan. Pensare che far arrivare piu’ turisti a Firenze sia un problema significa non riconoscere il tessuto economico della citta’”. Inoltre, prosegue, “non pensare ai benefici che lo sviluppo di Peretola darebbe ai cittadini di Brozzi, Quaracchi e Le Piagge, liberandoli dai sorvoli sui propri tetti, significa non conoscere la realta’ vissuta da tanti fiorentini da troppo tempo

“Siamo sempre stati coerenti sull’aeroporto. Toninelli non l’ho sentito, gli ho scritto poco fa. Mi deve ancora rispondere. Cosa fara’ il governo? A pagina 74 della nota di aggiornamento del Def spiega che verranno favoriti gli aeroporti che incrementeranno i collegamenti con le zone piu’ isolate del Meridione. Non mi sembra che Peretola rientri in questa fattispecie”. Lo spiega invece all’agenzia ‘Dire’ la vicepresidente del Consiglio comunale, Silvia Noferi (M5s), che elogia l’intervista rilasciata dal ministro dell’Agricoltura a ‘La Repubblica’: “Concordo con tutto quello che ha detto il ministro- precisa-, il quale ha ben chiara la situazione di Firenze, che e’ oppressa dal turismo di massa. Mi pare strano che chi amministra la citta’ come il Pd e Nardella ancora non si sia reso conto della gravita’ della situazione, di una citta’ che sta perdendo la propria identita’ e viene fagocitata dal turismo come tutti gli studiosi denunciano insieme a noi”. La consigliera 5 Stelle non cela la sua sorpresa per la reazione del sindaco di Firenze: “La cosa straordinaria e’ che chi amministra non se ne renda minimamente conto. Questo, d’altronde, fa parte dei motivi per i quali il Pd perdera’ la propria posizione di forza in questa citta’. Sta continuando ad arroccarsi”. Noferi aggiunge: “Mi stupisce che il sindaco non si curi della citta’ e attacchi, invece, il governo che si cura della citta’. Dovrebbe occuparsi di questo e non del gruppo di industrialotti e affaristi che incontra”. La contrarieta’ della consigliera comunale alla nuova pista si dipana attorno a due questioni: “Il masterplan ha grandissimi criticita’ che tutti conoscono e che tutti cercando di mettere sotto al tappetosostiene-. Inoltre, la seconda cosa grave e’ che l’attuale scalo di Firenze non ha rispettato le prescrizioni ministeriali del 2003. Ci sono delle responsabilita’ da individuare. Sono aumentati i voli e nessuno ha preso delle precauzioni”.

L'articolo Peretola, FI ‘avverte’ Lega: alleanza si fa anche su aeroporto proviene da www.controradio.it.