“Narrastorie”: una giornata dedicata al teatro di narrazione

“Narrastorie”: una giornata dedicata al teatro di narrazione

Dal 20 al 26 agosto il bellissimo borgo di Arcidosso torna a proporre “Narrastorie”, il cartellone voluto dall’Amministrazione Comunale e organizzato dalla Pro loco di Arcidosso, con il sostegno di Enel Green Power, la cui direzione artistica è affidata alla creatività e alla sensibilità di Simone Cristicchi. Protagonisti Gabriella Greison, Mario Perrotta e Vincenzo Costantino “Cinaski”.

A Arcidosso è tempo di “Narrastorie”: tutto pronto per il festival del racconto di strada che, per il terzo anno consecutivo, ha come protagonisti la tradizione orale e il teatro di narrazione. Racconti popolari, poesia, fiaba: la parola riscopre tutta la sua potenza. Nella forma orale della narrazione si recupera l’ancestrale bisogno di comunicare dell’uomo e si ricostruiscono memoria e identità. E’ davvero un unicum il calendario che Simone Cristicchi ha costruito per “Narrastorie” 2018. Tanti gli artisti che arriveranno sul Monte Amiata per condividere esperienze e progetti che nascono da percorsi umani e professionali diversi e che avranno come denominatore comune la strada, la parola, lo scambio.

Ci saranno spettacoli per tutti: le giornate di “Narrastorie” inizieranno nel pomeriggio con i laboratori creativi a cura di Il Soffiasogni e ChissàDove e rappresentazioni dedicate ai più piccoli (Massimiliano Maiucchi e Daniele Miglio, Fantateatro) che si terranno al Parco del Pero per poi proseguire fino a tarda sera alternando linguaggi differenti dal teatro alla poesia alla musica.

Il festival prenderà il via lunedì 20 agosto alla Rocca di Montelaterone dove alle 17,30  verrà offerto dall’amministrazione comunale e dalla Proloco un aperitivo di benvenuto, con incursioni artistiche di Ariele Vincenti.  Protagonisti della prima giornata alle 18 alla Rocca di Montelaterone Vanessa Cremaschi che con “Mia nonna faceva la mondina” racconta il cammino per l’emancipazione femminile e alle 21,30 in Piazza del Teatro Ascanio Celestini con il suo “Storie e controstorie” uno spettacolo costruito come un concept album, con microstorie che iniziano e finiscono in pochi minuti.

Martedì 21 agosto ad Arcidosso arriva Gabriella Greison che, con il suo “Monologo quantistico”, racconta in modo inedito degli scienziati che hanno creato il nostro mondo. Sarà poi Mario Perrotta con “Milite ignoto” a riscoprire come, l’accostamento dei tanti dialetti dei soldati presenti al fronte, sia il primo vero momento di unità nazionale. Quindi Vincenzo Costantino “Cinaski” proporrà “Nato per lasciar perdere”, recital di letture e monologhi. Alla chitarra Simone Cristicchi.

Mercoledì 22 agosto si viaggia nel cuore degli affetti familiari con “Ci vuole fegato”, un racconto struggente e ironico di Fabrizio Brandi. Sarà poi Enzo Iacchetti con la sua “Intervista confidenziale” a coinvolgere il pubblico in un cabaret che nasce dal racconto in versione comica delle sue esperienze professionali. La poesia di Vincenzo Costantino “Cinaski” chiuderà la giornata ne “Il più bello di tutti”, recital di anticipazioni della nuova raccolta di prossima uscita.

Un tuffo nel “mondo di una volta” attraverso la grande poesia romanesca è quanto propone, giovedì 23 agosto, “Da Roma a Roma” lo spettacolo di Ariele Vincenti che da Belli a Trilussa farà conoscere la voce e gli umori della gente semplice.

Quindi sarà Giobbe Covatta a raccontare la sua “La divina commediola”. La giornata si chiuderà con Andrea Satta (voce dei Têtes de Bois) e “La fisarmonica verde”, uno spettacolo che attraverso il recupero del rapporto tra un padre e il figlio, racconta la seconda guerra mondiale.

Venerdì 24 agosto è una lettura tutta femminile della Divina Commedia quella che propone Lucilla Giagnoni con “Voce di donna dalla Commedia di Dante”, mentre sabato 25 agosto Simone Cristicchi sarà in concerto con Gnu Quartet, eccezionale quartetto composto da Raffaele Rebaudengo (viola), Francesca Rapetti (flauto), Roberto Izzo (violino) e Stefano Cabrera (violoncello).

Gli spettacoli della Corte del Castello e di Montelaterone sono gratuiti ma su prenotazione fino a esaurimento posti. Gli spettacoli della piazza del Teatro sono a pagamento. Il costo del biglietto per gli spettacoli a pagamento è di 15 euro; è possibile acquistare l’abbonamento a tutti gli spettacoli al costo di 60 euro. I biglietti si possono acquistare direttamente presso l’ufficio della Pro Loco, oppure direttamente in Piazza del Teatro a partire dalle ore 20.15. Per prenotare: Infoline Ufficio Pro Loco 388 8656971.

 

L'articolo “Narrastorie”: una giornata dedicata al teatro di narrazione proviene da www.controradio.it.

Funkoff e Simone Cristicchi in concerto a Empoli

Funkoff e Simone Cristicchi in concerto a Empoli

Funkoff e Simone Cristicchi in concerto questa sera (22 feabbraio) al Teatro La Perla di Empoli dalle ore 22.00.

Un sodalizio che promette fuochi d’artificio. Dopo le tournée in collaborazione con il Coro dei Minatori di Santa Fiora e il Gnu Quartet, Cristicchi questa volta decide di unire le forze con gli strepitosi Funk Off. Tramite le sue canzoni, ora irriverenti e ironiche, ora intime e poetiche, ha saputo convincere insieme sia il pubblico che la critica. I Funk Off con la loro musica, scritta e arrangiata da Dario Cecchini, dopo 20 anni di attività, hanno dato una nuova accezione alla parola Marching Band in Italia grazie all’originale unione di groove e black music, arrangiamenti di tipo jazzistico e melodia italiana, a movimenti e coreografie di grande impatto visivo ed emotivo.

Ingresso Intero € 15/12, ore 21.00 INFO

Simone Cristicchi Biografia essenziale:

Simone Cristicchi nasce a Roma nel 1977. Con lui cresce il suo cespuglio di capelli sotto il quale maturano parallelamente la passione per il disegno e il fumetto ( è stato allievo del grande Jacovitti ), e un amore autentico per la canzone d’autore e non solo italiana: infatti oltre a Rino Gaetano, Franco Battiato, Ivano Fossati, Giorgio Gaber, Lucio Battisti, Sergio Endrigo, Paolo Conte, Fabrizio De Andre’, Vinicio Capossela, l’adolescente Simone ascolta Chico Buarque, Caetano Veloso, Nick Drake, Jeff Buckley e Syd Barrett, inquieta anima dei primi Pink Floyd.

Nel corso del 2005 arriva  una vera e propria pioggia di premi e riconoscimenti: vince il Premio Musicultura ( gia’ Premio Recanati ) e anche la Targa della critica con il brano “Studentessa universitaria” che verrà inserito nell’album di debutto; e’ tra i vincitori del Premio Giorgio Gabernell’ambito del Festival del Teatro Canzone di Viareggio. Vince ancora il Premio Carosone come migliore canzone ironica; si rivela “artista dell’anno” nel Festival “Dallo Sciamano allo Showman” ( Premio Renzo Bigi Barbieri); vince, nell’ordine, il Premio Nielsen, il Premio Charlot ( migliore canzone comica), il Premio Mei (Artista rivelazione ), il Premio Internazionale delle Arti Leone d’Argento di San Marco, il Premio della critica di Musica e Dischi, il Premio Lunezia. Esce il  primo album “Fabbricante di canzoni” che riceve critiche lusinghiere in Italia e all’estero.

Alla 57° edizione del Festival di Sanremo presenta “Ti regalerò una rosa”. Una canzone non canzone in forma di lettera lacerante e commovente, microstoria di quel microuniverso della follia che tanto lo appassiona. Vince il Festival e riceve anche il premio della Critica e il premio Radio Tv. L’album si aggiudica il disco d’oro con un tour 2007 che conta più 100 eventi live. Il 2010 prende il via il nuovo spettacolo teatrale “Li Romani in Russia”, basato dall’omonimo libro di Elia Marcelli. Si tratta di un monologo dal forte impatto emotivo, che racconta la tragica Campagna di Russia del 1941-43 attraverso la voce di chi l’ha vissuta in  prima persona.

Il 9 febbraio 2018 Cristicchi partecipa alla quarta serata del 68º Festival di Sanremo in qualità di ospite per il duetto con Fabrizio Moro ed Ermal Meta del brano “Non mi avete fatto niente” che vincerà il Festival la sera successiva.

L'articolo Funkoff e Simone Cristicchi in concerto a Empoli proviene da www.controradio.it.