AMMINISTRATIVE, NASCE NUOVA RETE LISTE DI CITTADINANZA COSTE TOSCANE

Amministrative rete liste cittadinanza
foto presa da Facebook

 Il nuovo network politico mette insieme movimenti e espressioni della sinistra di base. “La richiesta di partecipazione è in crescita ma chi governa non risponde.”

Nasce la rete delle liste di cittadinanza della costa toscana, di cui fanno parte movimenti e espressioni provenienti dalla sinistra di base. “Negli ultimi anni – si legge in una nota – la richiesta di partecipazione dei cittadini è in crescita. Ma chi governa, in una visione tutta amministrativa di pura gestione dell’esistente, basata su politiche di taglio dei servizi pubblici, di privatizzazione, di esternalizzazione e di rispetto del patto di stabilità, di fatto non risponde”.

Secondo il nuovo network politico, di cui fanno parte La Comune di Carrara, Lucca Città in Comune, Camaiore è tua, Massa, Una città in Comune di Pisa e Repubblica Viareggina, “è estremamente importante che la domanda di cittadinanza, che emerge nonostante tutto, trovi un modo per affermarsi: le molte liste civiche di sinistra sorte in tante realtà locali, anche nell’occasione di questa tornata elettorale, sono una risorsa importante per la democrazia, perché qui le persone sono le prime protagoniste delle scelte”.

La parola chiave è collaborazione: “E, sulla costa toscana ci sono tante ragioni per farlo, a partire dalla difesa dei servizi pubblici, dalla gestione dei beni comuni come l’acqua, dei rifiuti, del trasporto pubblico, rimettendo al centro lavoro e tutela dell’ambiente”.

The post AMMINISTRATIVE, NASCE NUOVA RETE LISTE DI CITTADINANZA COSTE TOSCANE appeared first on Controradio.

PRESIDIO PACIFISTA PER IL 2 GIUGNO A CAMP DARBY: “NO A NUOVI TRENI DI ARMI”

Camp Darby

Venerdì 2 Giugno presidio dei movimenti pacifisti e sinistra di base davanti a Camp Darby (Pisa): “no a nuova linea ferroviaria per treni di armi tra la base Usa e Livorno.”

Movimenti pacifisti e appartenenti alla sinistra di base di Pisa e Livorno si daranno appuntamento il 2 giugno davanti alla base americana di Camp Darby a Tombolo (Pisa) per dire no alla costruzione di “una nuova linea ferroviaria per potenziare il collegamento tra la base e il porto di Livorno trasportando armi ed esplosivi attraverso un territorio densamente popolato”.

Il progetto, spiega una nota dei promotori del presidio, “presentato dalla Commissione mista costruzioni italo-statunitense, è stato approvato il 26 aprile dal Consiglio direttivo dell’Ente Parco Regionale Migliarino San Rossore Massaciuccoli e prevede la realizzazione di una nuova linea ferroviaria che dalla Stazione di Tombolo porta a un grande terminal all’interno di Camp Darby: la nuova linea, integrata da un ponte girevole sul Canale dei Navicelli, permette il transito di due treni al giorno”.

Nel mirino di chi è contrario all’infrastruttura è finita anche l’autorizzazione concessa dal parco regionale per il taglio di mille pini per fare spazio alla linea ferroviaria. “La spesa per la sua realizzazione – conclude la nota – è a carico delle Ferrovie e degli enti locali, ossia di noi contribuenti. Dobbiamo cioè pagare per realizzare un collegamento ferroviario che permette di far transitare attraverso il nostro territorio maggiori carichi di armi Usa. Un progetto di tale portata non può passare sulla testa dei cittadini. Diciamo no ai treni della morte”

The post PRESIDIO PACIFISTA PER IL 2 GIUGNO A CAMP DARBY: “NO A NUOVI TRENI DI ARMI” appeared first on Controradio.